34

DATSUN CHERRY 120A

GIAPPONE La Datsun Cherry (Ciliegia) 120A Coupé faceva parte di una serie di piccole vetture Nissan prodotte dal 1970 al 1974 (Datsun era il marchio che veniva utilizzato in luogo di Nissan sul mercato europeo in quegli anni) ad avere per prima la trazione anteriore. La sigla 120A contraddistingueva la cilindrata da 1.2 cc. disponibile solo per la versione coupé a differenza della versione berlina, 2 o 4 porte, da 1.0 cc. (100A). Nacque nel mese di settembre del 1971 manifestando purtroppo una grave patologia a livello dorsale. Per anni la ginnastica correttiva si è accanita contro la malcapitata gobba della Datsun 120A istigando i concessionari a saltarci sopra come scimpanzé pur di correggere questa malformazione congenita, ma con scarsi risultati. Alla fine pur di smaltire la giacenza fu spacciata come auto porta fortuna, cosa che nel tempo non si rivelò proprio azzeccatissima visto che dall’ultima generazione di Nissan Cherry N10 nascerà nel 1983 la tragica Arna dell’Alfa Romeo.

La raccolta

DATSUN CHERRY Oltre alla coupé, la  gamma 100A/120A comprendeva la berlina (2/4 porte) e la hatchback 3 porte; se non conoscete il significato del termine “hatchback” sappiate che non lo so neanche io, ma fa figo. Difficile da credere ma nei primi anni ‘70 fu proprio Datsun con questa raccolta di ciliegie a guidare nel Regno Unito la marcia trionfante dei costruttori dagli occhi a mandorla, guadagnando rapidamente considerevoli fette di mercato e pappandosi tutta la torta. Secondo un sondaggio del “Britain’s Motor Magazine”'The Motor' è stata una rivista settimanale inglese sul mondo delle auto fondata il 28 gennaio 1903. La rivista fu assorbita dalla rivale Autocar nel 1988. del febbraio 1973, il 76% degli intervistati che possedeva una Cherry avrebbe acquistato tranquillamente un’altra auto dello stesso modello (una ciliegia tira l’altra). Un dato interessante ai fini statistici sarebbe stato sapere quante persone però, avessero già una Cherry, cioè 10 - quindi 7,6 acquirenti soddisfatti. Adesso il problema sarebbe capire quel povero cristo mutilato dello 0,6 che fine abbia fatto; e soprattutto, come cazzo guidava?


VEDI ANNUNCIO DATSUN CHERRY USATA ANNUNCI DI MERDA: CLP 650.000 (€ 800)
Vendo Datsun 120A coupé in formidabile stato riverniciata 4-5 volte, con loculo posteriore libero. Consiglio una buona assicurazione sulla vita caso morte... o caso Datsun.”




DATSUN CHERRY - VIDEO DI PRESENTAZIONE

34   COMMENTI :

felo ha detto...

ma dove cazzo l'hanno progettata in patagonia????

Claudio ha detto...

È un misto tra Ford Escort prima serie e Lancia Stratos. Un pochino di armonia non avrebbe guastato...

mezzotoscano ha detto...

No Claudio, questa non me la dovevi fare! Lancia Stratos??? Se è uno scherzo non mi fa ridere.

Claudio ha detto...

Diciamo che i fanali somigliano molto. (nella foto poco qua sopra mi sembrano che ci siano anche le mezzelune come nella Stratos, perciò la somiglianza è stata inevitabile.) L'andamento della coda è diverso però...

pietro mastroleo ha detto...

E' una scopiazzatura molto alla buona delle linee di Bertone. Almeno hanno avuto il buon gusto di scegliere il "Fatto in Italia".

mezzotoscano ha detto...

@Pietro
Bada che Bertone ha disegnato anche la Fiat X1/9!
Del resto Bertone, così come Moretti, Michelotti, Pinin Farina + Pininfarina, Zagato, Ghia e altri designer italiani che non rammento hanno tanti di quelli "scheletri nell'armadio" da fare invidia a un ossario della Grande Guerra.
Non che all'estero non ne abbiano, anzi, ma, in fatto di tr***te su ruote, tutto il mondo è paese... e AdM sta lì a dimostrarlo.

pietro mastroleo ha detto...

Pardon Mezzotoscano, specifico:I nippon scelsero bene dove scopiazzare poi fecero male, malissimo (quindi colpa loro). Non seppero realizzare esteticamente un prodotto minimamente degno del buon gusto inizialmente avuto (sempre colpa loro).
Bertone ha fatto sempre bene la sua parte! Oltre alle belle macchine(AlfaRomeo Montreal, Cabrio Ritmo, attuale coupè Alfa), è bene menzionare, data l'occasione, che tra i suoi passati collaboratori spunta anche il nome di Giugiaro.
Ti saluto e ovviamente ti ringrazio per avermi fatto notare che era d'obbligo una precisazione.
Quanto ADM se non ci fosse bisognerebbe inventalo: Ciao Paolo

AUTOdiMERDA ha detto...

:) Ciao pietro.. grazie
Ma, ma ma ma..a vederla bene questa bella Katsun mi ricorda nella coda un pò la Alpine A310 :)

mezzotoscano ha detto...

M'è venuto in mente un altro nome: Viotti (chi era costui?)

pietro mastroleo ha detto...

@ ADM
Senza tentennamenti a 4 tempi si e si vede. Prova ne è che hanno scopiazzato entrambi. Consumando un intero pomeriggio tra i fascicoli di Quattroruote Passione Auto ho avuto l’amarezza di constatare che tutti i nostri designer dell'epoca sono stati plagiati dai produttori di questi intrugli, nessuno escluso. Per la A313 ahem A310, Katsunata ancor peggiore per l’adozione di un frontale americaneggiante che ne accentua la non originalità. Mi auguro almeno che sto letamaio vada per direttissima, senza bisogno di voto, a sostituirmi l’Arna dove ben sai.
Ciao Paolo

pietro mastroleo ha detto...

@mezzotoscano:
Un CARROZZIERE (anni 50/60)molto abile da come si racconta.

pietro mastroleo ha detto...

ho trovato proprio adesso questo link
http://www.zarattini.com/viotti/viotti.htm

Ciao Mezzotoscano

Christian ha detto...

Cazzo..e pensare che mio padre ne comprò una d'occasione nel lontano 1978 (modello del 1975)...giallo senape!! Ci pensò poi mio fratello nel 1985 a farsi inculare da una Mercedes...Vi lascio immaginare cosa è rimasto dopo l'impatto (!)..e per fortuna non portava passeggeri dietro.... Comunque rivedendola oggi devo ammettere che era proprio ORRIDA. In ogni caso ho dei bei ricordi di quella scatolina, in famiglia l'abbiamo tenuta da quando avevo 6 anni fino a 13. Ricordo ancora che segnava i 160 sul tachimetro...mio fratello l'aveva portata alla "FANTASTICA" velocità di 130 orari!! Hi Hi Hi !!

Anonimo ha detto...

carissimo "recensore" un'auto vale per quello che serve.... ovvero spostarsi.
Tu non hai bisogno di un'auto, credo che l'auto per te sia solo un Penis Enlargement. La Datsun Cherry e' solo un'auto Weird e forse per la sua bizzarria anche molto interessante...forse piu' interessante di certe cagatone della Mercedes studiate per i gusti dei tanti Rumeni e wanna be in circolazione sul territorio italiano su cui d'italiano, a breve, restera' ben poco.
Sieg Heil.
D.

P.S. Hai un senso dello humor pari a quello di un catechista da parrocchietta.

AUTOdiMERDA ha detto...

La ringrazio signore, apprezzo la sua critica weird ma preferirei salutarla con un altro tipo saluto più "nostrano" rispetto al suo Sieg Heil.

Salutm' a soreta.

mezzoghostano ha detto...

ich biete ein nsu kettenrrad
whan du bist interesiert anrufen mich......

prrrrrrrrrrrttttttttttttttttt

Anonimo ha detto...

Per essere una giapponese dell'epoca non fa cagare per niente

Livefromcura ha detto...

E' inguardabile. Questa è davvero brutta. L'avevo rimossa dai miei ricordi.

mezzotoscano ha detto...

Ma quel "culone" a che diavolo serviva? A metterci i gelati?
Infatti, di colore bianco, la vedrei bene come carrettino per un gelataio ambulante con velleità sportive. Altro uso non mi viene in mente...

eieiebrazo ha detto...

anonimo delle 10.54,ma hai delle visioni post-coca?che vor di' weird? e sieg heil?cambia spacciatore,che quest'auto fa veramente cacare senza se e senza ma..ironicamente parlando,si intende,x tutto il messaggio..ciauuuuuuuuu

Anonimo ha detto...

Offro 3 mutande usate ma passaggio di proprieta a carico del venditore

Anonimo ha detto...

Orrenda e sgraziata, il culone mi ricorda vagamente quello dell'ALPINA A310 degli anni '70... -ELLEMME-

Anonimo ha detto...

Mi ricorda vagamente la Renault 17!

Anonimo ha detto...

Io aggiungerei anche la Datsun Cherry berlina a quattro porte!

Anonimo ha detto...

Una Renault 17 con il culo grosso!

Anonimo ha detto...

per fortuna non hanno fatto l arna coupe

Anonimo ha detto...

Sennò sarebbe somigliata tutta alla MITOMERD

Anonimo ha detto...

bello.. ma dov'è il tagliabasette?

Anonimo ha detto...

Secondo me, credo che sia all'interno della griglia sul portellone posteriore!

rael ha detto...

attenzione...TORNA LA DATSUN!!!!!! Pare che vogliano riprendere a fare macchine "economiche e semplici". Prepariamoci.

enzo ha detto...

Brutta come i debiti, anzi di più! Peccato, perché la berlina a 4 porte non era male. Poi questo nome liquoroso, che solo nel caso della Cherry 120 A coupé, é meno lassativo della macchina stessa.

aldamar ha detto...

Un cesso con le ruote!!!!

Anonimo ha detto...

Forse è stata disegnata per un'utilità futura: far ridere decine di generazioni future.
Anonimo40

vecchio ha detto...

povera datsun chery coupè era proprio bruttina! però di merda quelle auto non avevano nulla. le giapponesi degli anni 70 mostrarono agli europei come andavano costruite le auto affidabili. inizialmente avevano qualche pecca ma rapidamente recuperarono, l'industria europea si salvò solo grazie ai sussidi pubblici.
macchine come la toyota corona e corolla, honda accord hanno veramente stupito grazie alla loro affidabilità. nissan e toyota erano dirette ad una clientela matura mentre mazda e honda erano più sportiveggianti. la nissan chery era venduta in molte varianti di carrozzeria e questa era evidentemente poco riuscita, come auto era però molto moderna e rispetto a concorrenti come la fiat 127... fiesta, polo sembrava un mulo indistruttibile.
ricordo che il vero problema era la lentezza, non superava i 120 e a raggiungerli ci metteva un secolo. qualcuno una volta disse "nissan mostrò ai nostri padri che le auto possono partire pure nei giorni di pioggia".
auto affidabili c'erano come il maggiolini, la R4, la 911 ma per avere una vera utilitaria adatta ad una famiglia media si dovettero aspettare i giapponesi.

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS