48

ZASTAVA 101


SERBIA La Zastava 101 era uno scempio di automobile prodotto dalla serba Zastava dal 1971 e purtroppo tutt'ora in produzione di cui la seconda serie riprende il nome, usato anni prima, di Zastava Skala 55. Acquistabile ZASTAVA SKALA 55 nuova con meno di 4.000 euro, la nuova “vastasa” è stata presentata all’ Auto Show di Belgrado nel 2008 (ma se nessuno se ne era accorto). La Zastava 101 è ricordata dagli amici anche come "Stojadin", un soprannome serbo che significa “Sto cagand’ ” ed era uguale alla Fiat 128 a parte il baule che la faceva sembrare una via di mezzo tra una cagata e un aborto ed era disponibile a 3 e 5 porte + citofono con motore 1100 cc. Nel 1991 subì un lieve restyling e un cambio di nome (Skala 55) oltre che diZASTAVA 101 PICK-UP meccanica. Ne venne proposto anche un modello pick-up, il 101 cabinato che continua ad essere usato per il trasporto di armi e prostitute nell'est. Divenne l'auto più diffusa e più venduta nella Jugoslavia e venne esportata in Africa, in Asia, a Cipro, in Spagna, in Germania e a Disneyland con il nome di Zastava Skala. Una stima sul prezzo medio d’acquisto per un’autovettura, effettuata alla fine del 2007, la classificava al secondo posto tra le auto più abbordabili al mondo dopo la 127 sfondata di mio nonno. Con il crollo della Jugoslavia l'industria viene semi-distrutta dai pesanti bombardamenti del 1999, motivo per cui in molti erano all'epoca, favorevoli alla guerra. Fortunatamente l’ animo nobile italiano è emerso quando nel 2005, un accordo tra Zastava e Fiat ha permesso la sopravvivenza della Casa serba con la realizzazione della Zastava 10 (la nostra Fiat Punto): un gesto di solidarietà che nel 2008 ha coronato una lieta joint-venture tra le due aziende. Il fatto che Fiat adesso ne detenga il 70% maggioritario con € 200.000.000 di agevolazioni fiscali da parte dello Stato italiano è puramente casuale.


zastava 101

zastava 101_ 
SCARICA I WALLPAPER [1280X1024] APRI L'IMMAGINE, POI TASTO DESTRO SALVA CON NOME

zastava-gif ANNUNCI DI MERDA:                    € 400,00
”Vendo Zastava 101 del 1982 1.100 a benzina. Colore Blu sfumato (risultato dall’essicazione delle cacche dei piccioni con la vernice originale) molto fashion. Ideale per il trasporto di sigarette di contrabbando senza “dare nell’ occhio”..” (vedi l'annuncio originale in .pdf)

VOTA LA ZASTAVA 101

48   COMMENTI :

felo ha detto...

in croazia e polonia va ancora di moda, ci sarà un perchè!!!!

daniele ha detto...

Eppur non mi dispiaceva. A suo modo umile e servizievole, come molte che vengono dall'est. A distinguerla dalle nostrane il culetto, che si apriva in modo diverso.

Anonimo ha detto...

comoda ,indistruttibile ed economica.

Anonimo ha detto...

La Zastava 101 non si può definire,del tutto brutta.Secondo me,l'unico difetto estetico della carrozzeria è la parte posteriore dell'auto

Pietro Mastroleo ha detto...

riteniamoci fortunati dai confini delimitati dalle alpi avremmo corso il rischio di essere totalmente inquinati da questa specie di gusti, peggio delle invasioni barbariche. Fortunata pure la Francia con i Pirenei visto che gli spagnoli vanno matti per la Renault 7 .Dove non ci pensa l'uomo ci pensa sempre Dio.Oremus.
Pietro Mastroleo

Anonimo ha detto...

La parte posteriore della carrozzeria somiglia un pò all'Alfa Sud

mezztoscano ha detto...

Cso mai a quella della Simca 1100... capirai!

Anonimo ha detto...

Ma quando mai non gli somiglia per niente

Anonimo ha detto...

se bisogna trovare qualcosa di positivo direi che fa un po tenerezza,puo attrarre persone che hanno uno spirito materno

FRANCESCO PERSI ha detto...

Chi e' un pochino competente in fatto di auto come chi scrive, sa che la parte posteriore non e' nient'altro che la prima idea della nostra 128, poi abbandonata dalla FIAT e ceduta alla casa serba

Anonimo ha detto...

La fabbrica della Zastava è stata incenerita da un incendio

Bandito ha detto...

Secondo me è più bella della 128, ma la ragazza è optional o fornita di serie?
Perchè non mi dispiacerebbe zastavarla tutta.

Anonimo ha detto...

Se ritenete questa un auto di merda, avreste dovuto mensionare anche la Fiat 128 Ia serie, la quale non si merita tutto ciò!!

Anonimo ha detto...

L'incendio alla Zastava: incapacità umana, sabotaggio o giustizia divina?

http://italia.etleboro.com/?read=39002&PHPSESSID=2b5501ef7e0679e388cc3394ae02db2c

An mi

eieiebrazo ha detto...

via di mezzo tra la 128 e una vecchia col culo moscio.fa verament caghe'r

Anonimo ha detto...

E' veramente brutta (non che la 128 fosse poi tanto più bella)

Anonimo ha detto...

il portellone posteriore era molto utile,il resto era uguale alla 128.La fiat poteva copiarla,forse avrebbe avuto sucesso!

Anonimo ha detto...

Non amo ripetermi, ergo andatevi a vedere quanto da me esposto riguardo il modello in epigrafe nelle colonne della Fiat/Seat 133.

Dobardan,

Beppe

Anonimo ha detto...

Ne ho viste un botto in Bosnia! Che auto di merda!

Anonimo ha detto...

be la tipa sopra rende decente la macchina :) bella topolona :D

Anonimo ha detto...

Bellissima questa foto vintage.
E poi almeno, questa 101 ha più personalità della SPLASH!!

Anonimo ha detto...

Se mi danno la Moretta sopra la 101 corro a comprarla!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

canzone di profugo istriano a bela zastava 101 :
zastava , zastava zastavaaaa
zastava e' auta che vaaaa
ga specieto retrovisor grando come televisor
zastava e' auta che va!!
zastava , zastava, zastavaaaaa
zastava e' auta che vaaaaa
ga color che ti ti vol , gialo verdo e arancion!
zastava e' auta che va!!!!
zastava , zastava, zastavaaaaa
zastava e'auta che vaaaaa
gli meto spoiler su portelon e dopo va tanton
zastava e' auta che va!!!
zastava, zastava zastavaaaaaa
zastava e'auta che vaaaaa
ga opzional a pagamanto, tracui anche riscaldamento,
zastava e'auta che va!!!!!

(sulla note di ''che sara'')

Anonimo ha detto...

Caro AdM come altra auto (si fa per dire!) Yugoslava che ne dici di recensire la Zastava Yugo?

mezzotoscano ha detto...

Per recensire la Zastava Yugo occorrerebbe un masochista. Non pretendiamo troppo dal povero AdM!

Anonimo ha detto...

Una FIAT 128 con il culo basso!

Anonimo ha detto...

io sono serbo e devo dire che da noi ce ne sono parecchie. Però dovete fare anche caso che sono macchine costruite un ex paese satellite dell'urss e soprattutto che viene da una situazione politica non facile per di èiù distrutto dalla guerra.

mezzotoscano ha detto...

Non conta molto dal punto di vista della produzione automobilistica ma, tanto per la precisione, l'ex Jugoslavia era sì un paese comunista, però no un satellite dell'URSS.

Anonimo ha detto...

Mah, son perplesso dell inserimento tra le auto di merda...io ho abitato a Trieste per molti anni, e vi assicuro che con queste auto qui sloveni e croati han praticamente fondato le basi delle rispettive economie: è difficile trovarne una in giro senza gancio di traino, rimorchio da sgobbo e portapacchi monumentali. Con queste auto, assolutamente economiche, sgobbone come nessun'altra e indistruttibili, ci costruscono intere case, negozianti e ristoratori ci fanno la spesa, c'è chi si arrangia a far traslochi per conto terzi, i serbi ci aprivano i tetti e ci installavano i cannoni senza rinculo da 160 mm e andavano a far la guerra....non per nulla figlia del mito 128....

robi

Anonimo ha detto...

beh alche la simca 1301 allora.. generazioni di fruttivendoli ci hanno fatto fortuna. io l'ho avuta e andava come un treno. ma per noi italiani sarà sempre una AdM..

Anonimo ha detto...

e quando noi peoducevamo ancora auto decenti.. questa ZA STAVA na mmerda!

Anonimo ha detto...

per il solo fatto di derivare dalla nostra 128 è una macchina eccezionale. chi la critica è un incompetente

Anonimo ha detto...

32 ma l'hai mai vista la componentistica interna? E mi fermo qui!

mezzotoscano ha detto...

T'el chì n'alter...

Anonimo ha detto...

ma te la senti davvero di paragonarla alla mitica 128 ??

Anonimo ha detto...

33, la componentistica interna delle prime serie è uguale a quella delle 128 (siamo nel 1971). le evoluzioni successive (dalla 311 del 82 in poi) è degenerata. ma in ogni caso io giudico una macchina per la meccanica ed il servizio che rende. e soprattutto, a differenza di molti altri, parlo male di una macchina se la conosco a fondo. chi non conosce quella macchina è meglio che tiene il becco chiuso

Anonimo ha detto...

bravo furbo ! e noi poi come facciamo a farcela in braghe dalle risate? delle volte ci sono degli interventi che mi ci vogliono i pampers!

Anonimo ha detto...

ah, beh, perché non lo fate con le merdeces? quelle si che sono autodimerda...

Anonimo ha detto...

Auto bellissima!

Pier ha detto...

Anche per me sarebbe bellissima, se quella seduta sul cofano fosse anche solo opzional !

Anonimo ha detto...

ma parli della topa sul cofano?

Pier ha detto...

Eh già !
Come una topa possa risollevare un foto tristerrima !

enzo ha detto...

Una 128 I serie con il culo di una Simca 1100: uno scempio stilistico; se proprio la volevano con il portellone, perché non hanno prodotto direttamente la 128 giardinetta? Né ho viste molte ad Algeri e, non so il perché, quasi tutte blù, nel 1986. Il fatto che la Zastava 101 fosse molto diffusa nei paesi dell'est e nel nord Africa, dove robustezza e affidabilità contano più di qualsiasi cosa, la dice lunga sulle grandi qualità della Fiat 128.

Anonimo ha detto...

Mi ricordo delle Zastava 101 rese particolarmente eleganti dai loro orgogliosi proprietari che si recavano a Trieste a fare acquisti: l'accessorio più gettonato era un coprivolante in finta pelliccia!

Fantastica la canzoncina del commento 23! Per chi non è della zona, questo è il modo di esprimersi in italiano di sloveni e croati e per il quale noi li prendiamo in giro tuttavia, quanti di noi riuscirebbero ad esprimersi nella loro lingua allo stesso livello?

Anonimo ha detto...

A Trieste, negli anni 70, vi era un aneddoto sulla genesi di tale diffusissima vettura. Tito, avendo visionato la nuova Fiat 128, rimasto folgorato dalla di lei bellezza, ne acquistò un esemplare. Portato a Belgrado, sbraitò contro i dirigenti della (Crvena) Zastava (=Bandiera Rossa) su perchè anche l'industria Yugoslava non sapesse produrre tali capolavori. Nella furia, prese rabbiosamente a calci il posteriore della vettura FIAT fino a ridurlo a un ammasso informe. Tra lo stupore generale, la linea testè acquisita risultava ancora più gradita all'estetica federativa-popolare, confermando così le doti semidivine di Tito non solo come Guida Suprema, ma anche come finissimo esteta e creatore. L'auto venne dunque messa in produzione. Particolarmente ambita la versione Konfort, disponibile nei colori speciali arancio e viola, con interni in raffinata plastica marroncina. Un classico.

Anonimo ha detto...

Dal mio punto di vista la sua linea e' piu' elegante rispetto a quella della "nostrana" FIAT 128

Anonimo ha detto...

però però qui manca la vera chicca della Zastava... la chiamavano Ficko ed era su base Fiat 600... forse si merita una paginetta...

Anonimo ha detto...

Ho avuto una e vi posso dire che era una buona auto, infatti l'hanno prodotta per più di 25 anni....., veloce per una 1100, economica, scattante,con ottime dotidi guidabilità, capiente prendendo in considerazione le sue dimensioni esterne, si viaggiava comodi in 4 , era un gioiello, migliore della fiat 128 perchè più versatile, e chi la definisce autodimerda è un grosso ignorante in materia

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS