OFFERTA MEDIASET PREMIUM

35

PEEL P50

Il mio telefono:



peel p50

ISOLA DI MANLa Peel Engineering Company è stata una rinomata società di alta ingegneria navale produttrice prevalentemente di scadenti pescherecci Rio Mare (si tagliavano con un grissino) e del tonno pinne gialle. La base operativa era situata nell’Isola di Man, una specie di nazione tra la Gran Bretagna e l’Irlanda che non fa’ parte né del Regno Unito, né della Comunità Europea.. semplicemente si fa’ i cazzi suoi. La Peel P50 era un carrello della spesa regolarmente omologato per la circolazione ed umiliazione stradale, prodotto dalla Peel e ritenuto il più piccolo veicolo del mondo dopo la sedia a rotelle. Era corta 1,34 mt. e stretta 99 cm; la bassezza era di 1,20 mt. e pesava 59 Kg. sgocciolata. Era dotata di tre ruotine, una posteriore e due motrici anteriori PROTOTIPO PEEL P50 più la ruota di scorta legata al portachiavi. Il prototipo della P50 invece aveva una configurazione esattamente opposta (due posteriore e una anteriore), ma fu prontamente abbandonato a causa di evidenti problemi di stabilità, tuttavia al giorno d’oggi ne è stato segnalato un unico esemplare ancora incredibilmente integro. Il motore era un DKW monocilindrico da 50 cc. raffreddato ad aria, in grado di far raggiungere alla vettura una velocità massima di 60 Km/h aiutandosi con i piedi, la trasmissione era composta da un cambio manuale a 3 marce. L’accesso nel girello era permesso da un’unica portiera sul lato sinistro del veicolo e negli accessori di serie erano compresi N°1 (uno) tergicristalli e N°1 (uno) faretto anteriore. Colori disponibili: bianco, rosso e blu. Fu posta in vendita a 199 sterline (circa 200.000 Lire dell'epoca) e poteva trasportare fino ad un adulto e un marsupio. Ottima negli stretti parcheggi, la Peel P50 poteva eventualmente essere trasportata in spalla fin sopra casa anche in ascensore.  Fu disegnata da Cyrill Cannel ispirandosi alla cuccia del suo cane e apparse per la prima volta al Salone di Londra del 1962, in una fioriera. La Peel P50 fu prodotta dal 1963 al 1964 in soli 47 esemplari di cui oggi ne rimangono solo 20. Tra le sue caratteristiche particolari vi è quella di non possedere la retromarcia; i produttori contavano giustamente sul fatto che con un peso così ridotto la vettura venisse ruotata, lanciata o capovolta a mano dagli utilizzatori tramite il maniglione posteriore che, se pigiato invece con i piedi, apriva agevolmente il coperchio del cassonetto.


peel p50

peel p50_
 SCARICA I WALLPAPER [1280X1024] APRI L'IMMAGINE, POI TASTO DESTRO SALVA CON NOME

VEDI L'ANNUNCIO IN FORMATO .PDF

ANNUNCI DI MERDA:                £ 10.000 (€ 11.200)
”Costruiamo perfette riproduzioni della Peel P50 con materiale di primissima qualità: plastilina, tubi del gas metano, guarnizioni di cessi nuovi, elastici per flebo e rotelline dei girelli perfette. Iniziamo il lavoro solo se sganciate subito almeno metà dell’importo..” 

VOTA LA PEEL P50

35   COMMENTI :

mezzotoscano ha detto...

Non è per caso che, sollevando il sedile, si poteva fruire d'una "comoda"?

mezzotoscano ha detto...

Però è geniale! Un mezzo di trasporto che si può anche trasportare. Sembra uscito dal centro studi della Roncato o della Samsonite, note fabbriche di trolley da viaggio.

Anonimo ha detto...

Simpatico, anche se non è un veicolo perfetto. Si può portare dove si vuole :U

jack ha detto...

in città è un vero toccasana! io che abito a Genova, devo farmi il culo x trovarmi un posto!!!,con questa la parcheggio ovunque, anche sotto le altre auto

Panizzardi Future Cars ha detto...

altro ke fiat 6oo... questa è la vera soluzione al traffico cittadino!

pietro mastroleo ha detto...

Aggiornandolo un po sarebbe anche una sicurezza in più per i genitori costretti a mandare i propri figli a scuola con lo scooter(tanti)

Anonimo ha detto...

Oddio..ma sai quanto ti puoi farmale con questo mezzo per l'agricoltura?..Non che voglio offendere la categoria degli agricoltori..ma sono certo ke se arrivi poco poco veloce in una curva..fai una botta mai vista...ed io sono li ke ti osservo..ed ovviamente rido.

pietro mastroleo ha detto...

@anonimo 2:44
Saresti per caso Dio o il suo antagonista per trovarti al momento della scena? Mia o di un altro e magari contemporaneamente? Eh Eh Eh
A pari impatto con uno scooter con il "mezzo dell'agricoltura" ti fai molto meno male. Il figlio del mio dirimpettaio ancora deve guarire da una caduta, e fu proprio questa disavventura che mi fece riflettere e postare il mio precedente commento.
Ovviamente prudenza!

Anonimo ha detto...

pietro mastroleo 12:50...Effettivamente...ti do pienamente ragione...anche se...non so quale dei 2 mali sia il minore...uno scooter..oppure un barattolo in lamiera che cammina?...Dubbi sempre dubbi.

Anonimo ha detto...

Non scherziamo, la Peel p50 è il futuro! E il futuro era gia noto negli anni '60. E' geniale, chi la ha creata può essere solo una mente superiore. Edu

alex ha detto...

Idea intelligente, però ho forti riserve oltre che sull'estetica (ma d'altra parte i carrelli della spesa non devono soddisfare questo requisito), sulla stabilità e la solidità del mezzo.

Anonimo ha detto...

IL DETTO KIU'PILU X TUTTI IN QUESTO CASO NN è VALIDO!!!è UNA VIA DI MEZZO TRA UN CARRELLO X LA SPESE ED UN CESSO AMBULANTE.....FORSE L'INGEGNERE KE L'HA IDEATA ERA SINGLE E CON PROBLEMI DI COLICHE... SAN

Thrasher ha detto...

io penso che a pericolosità siamo al livello dell'ape piaggio: motore 50 in una scatolina metallica con rotelle piccole. Forse più pericolosa l'ape, viste le dimensioni nettamente superiori.

Anonimo ha detto...

Sempre meglio della bicicletta!!

Anonimo ha detto...

Jeremy Clarkson, il conduttore di Top Gear, ci è andato al lavoro, nel palazzo della BBC a Londra.
Da vedere le facce dei suoi colleghi!

Anonimo ha detto...

Ideale per la città e praticissima...ma come linea fa cagare lo stesso!

Anonimo ha detto...

la macchina e' graziosissima, ma la recenzione cosi' spietata e' geniale, veramente insuperabile.

Anonimo ha detto...

MI SONO AMMAZZATO DALLA RISATE.....E GUARDATE CHE è DIFFICILE EH....(BLACKLEATHER)

Anonimo ha detto...

se la regalo al mio cane come cuccia la vuole o me la rifiuta o pure mi scappa da casa

Anonimo ha detto...

Meglio un bidone aspiratutto!

Anonimo ha detto...

Un trolley con il motore!

Anonimo ha detto...

Mi ricorda vagamente la microvettura Britannica Scootacar!

Max ha detto...

bella questa scatoletta di sardine

Anonimo ha detto...

E le sardine che contiene saranno sott'olio o al naturale?

Anonimo ha detto...

Una Scootacar che si è ristretta in lavatrice!

Anonimo ha detto...

età minima per guidarla 6 anni

Anonimo ha detto...

è comica :)

Anonimo ha detto...

Non so cosa darei per averne una

Anonimo ha detto...

Un braccio o una gamba, magari, caro 28?

Anonimo ha detto...

looooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooool

Anonimo ha detto...

immaginatela co il nos....

Anonimo ha detto...

la vorrei pimpata con turbina garret

Anonimo ha detto...

Mi fa tenerezza :)

Anonimo ha detto...

Un mezzo di trasporto da trasportare!! ma dove lo vedete il genio?!?

Anonimo ha detto...

buona alternativa all'ape piaggio ( Considerate che se finisce la benzina al due tempi ( cosa possibile:che serbatoio vuoi che ci sia? ) puoi chiedere all'amico con l'ape se te la può portare al benzinaio sul cassone ) ?P.S.la rifanno in 50 repliche,anche con l'elettrico da 4 cavalli

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS