OFFERTA MEDIASET PREMIUM

61

AUTOBIANCHI A111

Il mio telefono:

autobianchi a111

ITALIA La Autobianchi A111 era un essere immondo con il volto della Fiat 124 e il deretano di un 128 esorcizzato da monsignor Dante Giocosa  della comunità Santissima Autobianchi Martire nel 1968. Con queste  premesse Giacosa avviò il progetto 666, ma l'ostracismo del management Fiat costrinse l'ufficio tecnico ad accantonarne l’esecuzione e a concentrarsi sulla più tradizionale 124 a trazione posteriore. La bozza comunque non venne cestinata, ma servì da base per lo sviluppo di una nuova berlina a trazione anteriore, da vendere con marchio Autobianchi. Nel 1967 infatti,AUTOBIANCHI PRIMULA mentre procedevano gli studi per la realizzazione della futura A112, la direzione dell'Autobianchi riteneva di dover sostituire la vecchia "Primula" con una vettura a carrozzeria a tre volumi, per questo fu deciso di recuperare il modello di stile eseguito per il progetto satanico e di ritoccarlo per utilizzare anche componenti destinati ad altre salme del gruppo.

Essere immondo!

La "A111" (nome criptato della nuova berlina) aveva una meccanica con elementi al passo con i tempi (motore anteriore trasversale, sospensioni anteriori a ruote indipendentiNelle sospensioni  a ruote indipendenti ogni ruota ha i suoi elementi portanti: un braccio per ogni ruota, disposto parallelamente rispetto al senso di marcia. In questo caso ogni qual volta che una ruota viene azionata da un ostacolo, l'azione non coinvolge la ruota controlaterale., ammortizzatore di sterzo esoterico, impianto frenante a dischi sulle quattro ruote e ventola del radiatore a forma di pentacolo) ed elementi convenzionali (crocifisso capovolto appeso sotto lo specchietto retrovisore e cambio a 4 rapporti carnali). Molto elementare la linea (una berlina a 3 volumi dalle forme decisamente squadrate), d’ispirazione tombale. Un motore 4 cilindri di cilindrata 1400 da 78 cv completava il sarcofago con finiture interne molto curate: sedili in seta ricamata, inserti in legno pregiati e pavimentazione rigorosamente in marmo.  Non ebbe grande successo commerciale, per via del prezzo non troppo competitivo e della concorrenza interna, prima della Fiat 124 (che aveva un prezzo inferiore), poi anche della Fiat 128. Nel 1970 subì qualche lieve reincarnazione stilistica che però non bastò a farle evitare una prematura dipartita nel 1972. R.I.P.


VEDI L'ANNUNCIO IN FORMATO .PDF

ANNUNCI DI MERDA: € 500
”Vendo Autobianchi A111 sconsacrata. Ritrovata in un cimitero abbandonato mentre spalavo fiori secchi (è un mio hobby). Non sono riuscito ancora a metterla in moto perché sta più nell’aldilà che di qua, ma ho fede, speranza e.. per carità portatemela via da qui!”



AUTOBIANCHI A111 - VIDEO DI PRESENTAZIONE

61   COMMENTI :

AUTOdiMERDA ha detto...

..un ringraziamento speciale a Federico (e al suo vicino di casa) di Rubiera (RE) per la segnalazione :)

Jerry ha detto...

Sono un affezionato lettore si questo sito-blog, difatti tutti i i giorni controllo almeno 2 volte al dì se ci sono "novità"!
Trovo simpaticissimo scherzare con certe autovetture dal dubbio gusto: tuttavia reputo di PESSIMO gusto il fatto che si debba mettre di mezzo la religione, qualunque essa sia!!!

MaTTe ha detto...

Grazie! appena ho un momento per mettere le mani su Bloggozzo ricambio, ciao!

AUTOdiMERDA ha detto...

@ Jerry - Ti ringrazio per le tue presenze sul sito e mi dispiace aver toccato un argomento sicuramente molto delicato. Ho fatto ironia in modo un pò macabro e a sfondo satanico con leggerezza.. un aspetto che (religioni a parte) offre spunti di cronaca purtroppo molto meno allegri.

Anonimo ha detto...

ma quella del video è una fiat 124!!!

AUTOdiMERDA ha detto...

...e già, bravo per essertene accorto ;) purtroppo delle Autobianchi è molto raro trovare video, cosi per la A111 e la Primula. Ho voluto cmq inserirlo data una certa somiglianza e per il suo contenuto simpatico. Grazie della visita!

Anonimo ha detto...

Secondo me bisogna essere un po' perversi per trovare malizia in questo sito, anche se per un attimo ho temuto che volevate mettere alla gogna il mio vecchio amore, l'A112... non ve l'avrei fatta passare liscia, sicuramente, la mia si chiamava gigetta... Comunque sempre viva la libertà d'espressione, certa gente non avrà mai il dono dell'AUTO-ironia (però non toccatemi l'A112, è solo un consiglio).

Buonanotte da an mi skorrekt

AUTOdiMERDA ha detto...

we andrè :)
Tranquillo che gigetta non la tocca nessuno ;)

Thrasher ha detto...

è spaventoso pensare che la Autobianchi, creatrice di mitici veicoli quali A112 e Y10 creò un obbrobrio simile. Seppi che della A111 crearono una versione rally, però penso che il pilota del prototipo alla prima curva abbia tirato dritto XD

M.F. ha detto...

Fantozziana. Mi immagino che il famigerato ragionier Ugo quando è andato in pensione, per darsi una botta di allegria, con i soldi della liquidazione si è comprato una fiammante A111. Bianca con gli interni in similpelle.

AUTOdiMERDA ha detto...

LOL! Benvenuto M.F su AdM. grazie delle sue visite e dei suoi commenti ben graditi.

M.F. ha detto...

Grazie del benvenuto. E complimenti per il sito. Sinceri, non di circostanza. Molto divertente in generale, ma ci sono delle battute letteralmente da piegarsi dal ridere. E c'è da leggere per ore. Molto meglio di Ugly Cars. Grande.

Anonimo ha detto...

io la preferisco di gran lunga a fiat 124 e 128...

Anonimo ha detto...

Forse non sarà stata un'auto di successo (io credo più per cannibalizzazione all'interno del gruppo Fiat fra 128, 124 e 125) ma posso garantirvi che era una vettura di classe superiore; lo dico perché mio padre l'ha avuta fra il '72 ed il '77.... interni in velluto, inserti di legno (vero), moquette, per non parlare della meccanica la cui unica parte obsoleta era il retrotreno ad assale rigido (però in lega leggera...): 4 freni a disco, servofreno (che sulla Giulia, per esempio, NON era di serie...), ammortizzatore di sterzo (una versione Autobianchi del servo), piantone collassabile, motore derivato dalla 124 Sport e, udite udite, scocca ad assorbimento d'energia.... quanto a tenuta di strada era paragonabile alle Alfa ed in Autostrada reggeva tranquillamente i 140 orari (stiamo parlando di un'auto progettata a fine anni'60 la cui meccanica cmq derivava dal Primula che era del 1964!) pur avendo un cambio a 4 marce!

Anonimo ha detto...

...quanto a tenuta di strada paragonabile a che???? Alle Alfa? Questa con la trazione anteriore, quelle con la trazione posteriore????
Ma mi faccia il piacere.............

mezzoghostano ha detto...

tra alfa e autobianchi non so quali son piu baracche

M.F. ha detto...

L'Alfa 6.

mezzoghostano ha detto...

razie m.f.

luca.88sd ha detto...

ma cosa.....era una macchina discreta!! fidatevi era affidabile!!

Anonimo ha detto...

Non ci trovo niente di brutto a essere sincero. Una classica auto dei suoi tempi.

mezzotoscano ha detto...

Una "cappella" della Fiat che preferì promozionare la 125, auto ormai in via di obsolescenza.

eieiebrazo ha detto...

non era male..40 anni fa..

Anonimo ha detto...

A me piaceva. Ci andavo in giro con papà.

Anonimo ha detto...

Per me è bellissima.

Anonimo ha detto...

Quasi tutte le Autobianchi(a parte A112 e Y10),sono un pò fantozziane,però era un'auto che aveva dei contenuti ottimi per l'epoca.

Anonimo ha detto...

mio padre ha avuto nr. 2 Autobianchi A111, non capisco questo accanimento. Robusta carrozzeria, ottima ripresa, stesso motore del Fiat 238 a benzina (usata come autoambulanza).

Anonimo ha detto...

l'A11 non è per niente un'auto di merda: ce ne fossero ancora di queste bellissime auto in giro ...

AUTOdiMERDA ha detto...

eH si, ce ne fossero di A11! (quale cacchio di macchina è l'A11?) :)

Anonimo ha detto...

Davvero simpatica ed elegante!!! Un'alternativa alle belle Fiat 124, 125 e 128! Un abitacolo accogliente, di classe...peccato ne siano state vendute poke...ke nostalgia!!!

Anonimo ha detto...

Un catino zeppo di MERDA

Anonimo ha detto...

l'aveva mio nonno, mai un guasto in 22 anni di vita. Le alfa si che son autodimerda, ma questa, almeno dal punto di vista affidabilità, no davvero

Anonimo ha detto...

Per L'Autobianchi A111, non sono d'accordo. Mio padre ne ha avute 2. Con la seconda ha fatto 240 mila km.. Ne sono state vendute un pò poco probabilmente per il prezzo, e la non facile collocazione, un pò giovanile per gli anziani, un pò seria per gli adulti. Ma era robusta e con una certa ripresa (batteva il KTM 125). Ho dei cari ricordi legati a quest'auto.

Anonimo ha detto...

A me la linea non e mai piaciuta.
Troppo cubista, troppo disegnata con il righello ed il goniometro a 90°.

Troppo seria, priva di qualsiasi fantasia e armonia, dal muso e da un sedere davvero triste.
Luca

Anonimo ha detto...

Da piccolo ho viaggiato sopra una prima serie azzurrina e devo dire che non era una AdM, anzi rispetto alle altre era piu' allegra e moderna.
Aveva solo due limiti : la tenuta di strada un po' impegnativa sul bagnato e l'alternatore posto sotto il carburatore, con grossi rischi di incendio. Infatti quella di mio padre si incendio' proprio per quello.

Anonimo ha detto...

Auto da intenditori ottima sotto ogni punto di vista spcialmente per la tenuta di strada per chi sà guidare l'auto brillante veloce ha tolto soddisfazioni anche con macchine più blasonate

Anonimo ha detto...

Una FIAT 128 finita sotto una pressa da stiro!

Anonimo ha detto...

l'autobianchi doveva puntare su di lei e non invece quell'aborto di macchina dell'A112!

Anonimo ha detto...

Però l'Autobianchi A112 ha avuto molto più successo, perchè, forse, era un'auto molto più riuscita rispetto all'Autobianchi A111!

mezzotoscano ha detto...

Era anche di categoria più economica.

Anonimo ha detto...

..possibile che non sia chiaro che questo è un sito 'umoristico'?? Non prendetevela se trovate qui la vecchia auto di famiglia, o una posseduta personalmente, magari senza aver mai avuto problemi.. Io AdM l'ho scoperto solo ora, e mi sto divertendo un mondo.. Ecco, si potrebbe dire che un'auto per finire qui, non debba per forza avere mille difetti, ma essenzialmente uno solo: un'estetica non proprio riuscitissima!! E come giudicare questo aspetto?, Beh, essenzialmente dalle vendite, dalla permanenza in listino, dai giudizi dell'epoca.. e anche da un'analisi oggettiva! Diciamolo, la A111 non era proprio un esempio di grazia.. anche se a qualcuno può piacere (anzi, sarà piaciuta, visto che comunque qualcuna ne hanno venduta, se noi sugli 'anta' ce la ricordiamo..) In generale sul sito, magari per qualche modello si sarà un po' esagerato.. Ho letto post arrabbiatissimi sulla Audi A2 per esempio, auto certamente di pregio e con soluzioni all'avanguardia (la cercavo anch'io per una questione di economia d'esercizio: è indubbiamente la 4 porte/cinque posti più economica come consumi! Chiudendo però un'occhio - se non tutti e due - sull'estetica..) ma è come quando vai a P.za Navona a farti fare una caricatura: anche se sei Brad Pitt o Monica Bellucci, qualche difetto da esagerare te lo trovano.. e su questo sito, di automobili tipo Brad Pitt o Monica Bellucci non mi sembra di vederne..

enzo ha detto...

Rivedere la A111 mi ha fatto venire in mente che quando ero bambino, negli anni 70, né vedevo una parcheggiata nei pressi di casa mia e mi fermavo spesso a guardarla; era bianca e un po malmessa, però mi piaceva. Già all'epoca era molto rara, in giro se né vedevano veramente poche. Mi dispiace di non esserci mai entrato dentro e di non aver mai guidato una A111; magari potessi realizzare questo desiderio.

Anonimo ha detto...

c'è l'hai presente la 128? Ancora più agghiacciante!

Anonimo ha detto...

capisco lo spirito del sito.
ma devo dire che di auto non capite un cazzo.
per me le auto di merda sono altre: merdeces con ponte nallingher, bmw (tutte, dalle 3 e 5 che non stavano in strada neanche da ferme, alle X che appunto è incognito come abbiano potuto fare simili merde, alle macchine stilizzate da "bangol"
quanto all'a111, beh, la giulia era ben altra cosa...

Anonimo ha detto...

ma infatti le latrine che nomini tu ci sono anche loro, in questo sito... coi suv poi siamo IMPLACABILI

Anonimo ha detto...

mio padre ne possiede una perfetta e funzionante che tiene religiosamente: bruttissima e scomoda (il sedile è leggermente disassato rispetto ai pedali e forse anche al volante) ha come principale difetto quello di un motore leggermente inclinato che consuma letteralmente i cilindri da un lato (come dire che il motore dura circa 100.000 km) tuttavia vi assicuro che quanto a prestazioni era notevole: mi ricordo alla fine degli anni 70 di una "gara" che mio padre ingaggiò per circa 70 km sulla strada da Monaco a Bregenz, sud della Germania, con un Porsche (strano ma vero) riuscendo diverse volte a superarla. Parliamo di una statale piuttosto stretta e tutta curve. Ovviamente come la strada si allorgò non ci fu storia e la Porsche se ne andò

Anonimo ha detto...

Anche se non avevano intenzione di peggiorare la FIAT 128, devo ammettere, purtroppo, che ci sono riusciti davvero benissimo!

Anonimo ha detto...

Sono stato fortunato possessore di una A111. Aveva 100.000 km all'acquisto indistruttibile, ai semafori (allora si usava) si beveva auto ben più blasonate, in montagna, vuoi per la coppia incredibile, vuoi per i 4 dischi, vuoi per la tenuta ( o forse per i miei 19 anni) era una bomba. Comodissima, a sedili ribaltati si trasformava in un grande lettone, che.... dormite! Circolavo sempre con una cinghia di scorta sotto il sedile, spesso si rompeva, i dischi anteriori si consumavano più delle gomme, (forse perchè inchiodando con il piede sx e accellerando andava in sovrasterzo come una trazione posteriore, su terra e neve aveva il suo fascino), tallone di Achille i consumi, medie da 4/5 km litro a GPL.
A 150.000 ho deciso di rottamarla! Con gli amici abbiamo passato qualche ora per demolirla facendo salti dentro al letto di un fiume, con l'acqua in ebolizione per la cinghia rotta, non si è fermata! Un partecipante alla serata, me l'ha comperata, ha girato ancora per tre anni!!
Ma dove la trovate un'auto così merdosamente fantastica?

Pier ha detto...

Tu sei stato fortunato e basta!
E con un amico che il mondo intero ti invidierebbe!

fivizzano ha detto...

e' stata in famiglia dal 1971 al 1998, perche' mio padre tornava in Italia per tre mesi all anno (lavoro di merda sulle navi) l unico vero difetto era la pompa della benzina che aveva vapor lock se surriscaldava, altrimenti faceva i 160 (misurata diverse volte tra amici di mio padre che avevano ben piu' blasonate mercedes bmw e alfa) R.I.P. a causa dello sfondamento del pianale ...dopotutto la sua vita l'aveva fatta e anche tanta. onore al merito

Anonimo ha detto...

manca lo squillo di tromba e se permetti te la faccio con il culo Preeeeee
JJF

megarails ha detto...

Al post n° 40...Attenzione, mai pestare la coda agli adepti delle Audi!...

Anonimo ha detto...

Non sono d'accordo. Ritengo che la A111 fosse un'auto perfettamente in linea con i suoi tempi e che ha dimostrato come, il marchio AUTOBIANCHI, noto piu' che altro per modelli utilitaristici, potesse degnamente figurare anche nella classe delle vetture medie. Io penso che, insieme a tutta la gamma AUTOBIANCHI, insieme alla gamma INNOCENTI, faccia parte di quel mondo automobilistico lombardo che ora non esiste piu'.

Anonimo ha detto...

Scusate....ma io ricordo anche una A-113....è possibile? saluti e complimenti x il sito.

Anonimo ha detto...

A111....un'auto disegnata intorno ai fari...ma andando parecchio dritto

gsr

Anonimo ha detto...

brutta questa ? ma saran belle quelle di adesso..

Anonimo ha detto...

Ecco, appunto...

Anonimo ha detto...

Ho una A111 dal luglio 69 (PG 147240) Ancora in funzione. All'epoca aveva soluzioni al top: 4 freni a disco, servofreno, circuito freni anteriore separato da quello posteriore, frizione idraulica, alternatore, carburatore doppio corpo, contagiri, luci sicurezza rosse su sportelli aperti, piantone sterzo rientrante in caso di urto, eccellente ripresa, buona tenuta di strada, trazione anteriore, finiture interne eccellenti (cruscotto in vero legno massiccio ecc.) Velocità di punta garantita oltre 155 Km ora, fari rettangolari in un mondo di fari tondi. Inoltre è uscita prima della Fiat 128. Nessun'altra auto, all'epoca, aveva contemporaneamente queste caratteristiche tecniche.

mezzotoscano ha detto...

Chi non apprezza questa vettura ignora cosa offrisse il mercato all'epoca nel relativo segmento. Praticamente solo la Giulia era (a mio avviso) più appetibile, ma quella era in larga parte pagata dal contribuente italiano e si fa presto a fare i fin... con il cu... altrui.
Auguri a tutti, anche a chi ci vuole male!

aldamar ha detto...

E' si una bella copia della MITICA 128 Fiat,questa Autobianchi,ma molto molto peggio del 128!

Anonimo ha detto...

Davvero chi non capisce questa automobile merita di andare a piedi! I commenti del diaporama poi sono contro ogni evidenza, nemmeno i talebani riuscirebbero ad essere più fanatici.

vecchio ha detto...

bah, auto che avevo rimosso. cosa abbia di memorabile proprio non lo capisco. va bene l'importanza storica ma non ha mai avuto grande successo ne allora nè oggi, la trazione anteriore come i freni a disco non erano mica una novità.
a quel tempo era appena uscita la fiat 125 che aveva il telaio della vecchia 1500 con sopra la carrozzeria della 124. anche lei aveva i freni a disco, è stato uno dei "ricicli" meglio riusciti alla fiat, perchè andava forte, era affidabile e costava poco (forse solo la opel rekord e la ford si avvicinavano di prezzo ma erano meno potenti). quindi come prevedibile nessuno si raccattò la a111. chi voleva la trazione anteriore prendeva la renault 16 che era 100 volte più bella e più comoda.
quando videro che nessuno la comprava decisero di fare un restyling, cioè aggiunsero altri 2 fanalini posteriori... una accrocchio da tuning spicciolo.

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS