33

BUBU

MITSUOKA BUBU MICROCAR

GIAPPONE

Bubu era l’auto dell’Orso Yoghi utilizzata per rubare i cestini da pic-nic nei parchi giapponesi, acquistata grazie agli incentivi di rottamazione che, dopo auto, moto, biciclette e lavastoviglie, furono concessi anche per i mammiferi. Facile intuire quindi, le macabre sorti che erano toccate al piccolo orsetto, amico e compagno inseparabile di Yoghi; per la serie: cresci gli amici e cresci i porci.

Cartoni quasi animati

Questa reliquia a tre ruote col papillon fu beatificata dalla Mitsuoka Motor, una devota società del gruppo Hanna & BarberaLa Hanna-Barbera è stata una casa di produzione statunitense, leader nella produzione di cartoni animati. L'Orso Yoghi è una delle numerose serie cartoon prodotte che narra le avventure degli orsi Yoghi e Bubu all'interno del parco immaginario Jellystone ai quali si oppone il rivale guardiano Ranger Smith., che da anni trae gusto a pressare auto giapponesi e renderle simili a dei cartoni “quasi” animati, ispirandosi alle classiche britanniche anni ‘50-‘60, proponendo così una improbabile e di dubbio gusto fusione stilistica/gastronomica tra la Old British School e le Tartarughe Ninja alla ricotta. Ne sono la prova alcune delle sue follie motoridicole come la K-4, una mini-kit-car da montare autonomamente seguendo le istruzioni di assemblaggio contenute in un manuale, piuttosto che la Viewt, un incrocio pericoloso tra una Nissan Micra e una Jaguar Mark 2.

MITSUOKA K4 MITSUOKA VIEWT

Trama

L’azienda fu sfondata nel 1968 con la testa dall’attuale presidente Mitsuoka Akio, in arte Ranger Smith che, in combutta con il latitante Orso Yoghi, incominciò ad occuparsi della vendita di auto nuove e usate, ovviamente rubate, perché se chi va con lo zoppo impara a zoppicare, forse chi va con l’orso impara a b..ORSeggiare... chissà.
Dopo la convalescenza per la capocciata data, Mitsuoka c-Akio fece? Costruì nel 1982 delle ceste della merenda mobili con pasto e posto unico: era iniziata la produzione della Bubu, acronimo dei termini Business Business o anche “Bunga Bunga”Nel  2010 il termine bunga bunga torna alla ribalta a seguito di intercettazioni telefoniche fra l'imprenditore Silvio Berlusconi e altre persone coinvolte nello scandalo detto Rubygate. In quel momento il termine diventa un'espressione comica che sta a descrivere degli atti sessuali., ma valutandone i risultati commerciali e lo spazio utile al suo interno, probabilmente nessuna delle due voci risultò appropriata. Poteva essere guidato con la sola licenza per ciclomotori ed aveva un motorino da 50cc. 4 tempi con avviamento e sciacquone a pedale. Considerando che ottenere la patente di guida per autovetture in Giappone è un qualcosa che ha un costo non indifferente e richiede tempi abbastanza lunghi e che inoltre i bagni pubblici giapponesi sembrano dei salottini sempre affollati dove, tra uno schizzo e l’altro, ci si ritrova per socializzare, Bubu era l’alternativa migliore, soprattutto per chi volesse cagare in santa pace facendosi i cazzi propri.

Prestazioni

La trazione era anteriore e agiva sulle due rotelle poste avanti, mentre posteriormente era presente una rotella singola. Tutte le rotelle erano comunque state gentilmente concesse da quelle fuori posto nel cervello di Mitsuoka Akio. Velocità massima 50 Km/h per un peso di 170 Kg. senza perizoma: praticamente un lottatore di sumo con i pattini. La particolarità ingegnosa di questo mezzo era la retromarcia, costituita da un albero a catena mosso da un motorino elettrico che forniva una forza appena sufficiente ad invertire il senso di rotazione delle ruote; in spazi ridotti con ripide discese però, sarebbe riuscito solamente ad invertire il senso di rotazione delle palle: quelle del conducente, obbligato a caricarsi Bubu in spalla.

Episodi

Alla prima avventura di Bubu nello Spazio (Shuttle-50) seguirono il bignè ripieno (da Bubu dopo il rientro) marchiato 501, il bagno chimico mobile Bubu 502, il tagliapatate a domicilio Bubu 503, la coccinella obesa Bubu 504, la Jaguar bonsai Bubu 505...  dopo di che Mitsuoka fu nuovamente ricoverato.

BUBU SHUTTLE 50 BUBU 501 BUBU 502 BUBU 503
BUBU 504 BUBU 505C

Quando nel 1985 cambiò la regolamentazione sulle licenze di guida, per cui il patentino dei ciclomotori non sarebbe stato più sufficiente per guidare l’amorevole Bubu, si prospettarono tempi bui per l’orsetto del culo. Così Mitsuoka, evaso dalla clinica e in preda ad uno stato confusionale ed euforico, decise di produrre delle indegne repliche depotenziate di storiche auto vintage come la Bubu SSK (riproduzione infedele della Mercedes SSK) e la Bubu 356 (la Porsche 356). Il motivo di questa scelta? Gli erano state somministrate dosi sbagliate di antidepressivo.
Negli Stati Uniti la Zoe Motors, avendo ottenuto i diritti di distribuzione e  di brand per il Bubu 501, provò a commercializzarlo ad un prezzo di $ 3.785 (oltre 5.000.000 di Lire nel 1982) anche in versione cabrio e motori honda zoe zipper 1984Honda 50cc. Il miglior risultato della nuova Zoe “Zipper” fu di essere ridicolizzata in TV dal quiz show americano “The Price Is Right” (format italiano di OK il prezzo è giusto) nel quale la concorrente chiese sbigottita cosa fosse quello strano oggetto vinto. Oggigiorno tutti gli esemplari abbandonati possono essere contemplati nel Parco di Jellystone dove è rimasto anche un irriconoscibile e malinconico Orso Yoghi, triste  e imbottito di tranquillanti. Aveva tradito il suo fedele compagno, ma chi la fa... l’aspetti!


ANNUNCIO IN FORMATO PDF

ANNUNCI DI MERDA: JPY 131.000 (€ 1.100)
Vendo il mio inseparabile BuBu 503 del 1984, ma ultimamente si è comportato male cagandomi in giardino. Ottimo stato, revisione veterinaria già passata, papillon purtroppo perso. L’asta è terminata ma posso riprendermelo, l’acquirente si è già pentito...”


bubu microcar mitsuoka - VIDEO DI PRESENTAZIONE

33   COMMENTI :

manny ha detto...

bubu quanta cacca mi fa fare tu....

poppio bubutto

Anonimo ha detto...

ne hanno prodotte esattamente 61. tante erano infatti le vecchie telecabine della cabinovia di Monte Roito, che una volte smantellate furono evidentemente usate come vetture. Le ruotine che avevano sopra, le hanno messe sotto. Per il motore nessun problema: non c'è, va a pedali.

Pier ha detto...

Vorrei segnalare un OT.
Il sito tratta Auto di Merda.
Questo è un Oggetto Non Identificato di Merda.
Mi astengo pure dal vuotarlo... dal votarlo.

Anonimo ha detto...

cosa aspettate a mettere la biro

Thrasher ha detto...

e dire che noi italiani ci lamentavamo del caro Sulky con motore diesel... Quello era lusso in confronto a questo... questa... uhm... sto BUBU è ermafrodito per caso? ahaha

AUTOdiMERDA ha detto...

Dici che s'incazzano? Uhahahauhauahuhauha
Come si dice: La Merda è uguale per tutti!!

mezzotoscano ha detto...

Credi? Secondo me per qualcuno è + uguale

Anonimo ha detto...

sono d accordo la biro e la prima auto 2011 poi il materiale non vi manca di sicuro

Anonimo ha detto...

La 501 e la 503 sembrano uscite da un cartone tipo Gundam o Jeeg, la 502 è il mezzo meno aerodinamico mai visto in vita mia (vabbè...a 50 all'ora capirai), quella in versione mini-Morgan non è malvagia.

enzo ha detto...

Bubu settete!
Un mini cesso portatile. Il filmato è bellissimo, proprio nakagata giapponese.

Gianfry ha detto...

Solo i giapponesi... Ma secondo voi... Ma che ca... ma dai.. ah che ces.. Bah NO COMMENT!

Anonimo ha detto...

Gianfry, perdonami, ma similcessi non sono solo i Giappy a saperle creare, ma anche la invedibile e Italiana Zagato Zele 1000 del 1972 (futura recenzione ovviamente) o la ancora + oscena Francese Ligier JS4 del 1980.
Luca

Anonimo ha detto...

ma nooo, come al solito non capite un cazzo di auto... questo aggeggio serviva per sciogliere i muscoli, infatti per entrare nell'angusto abitacolo erano necessari molti contorsionismi. l'idea del mezzo nacque infatti dalla mente del proprietario di una palestra di tokio, certo sig. kakapocokifa pokomoto. informatevi, 'gnurant!

Anonimo ha detto...

un sito davvero divertente ma avete trascurato auto come la mitica de loreal (un mostro )o l imperdibile maserati kyalami del 76 un genio dell ingenieria elettronica (non funzionanate!)

Pier ha detto...

Hai ragione anonimo 14!
Adesso scusami ma devo interrompere.
Chissà perchè mi è venuta una gran voglia di farmi uno schampoo!

Anonimo ha detto...

Mhh - mhh, scusa 14 se mi intrometto, ma se l'occhio non mi inganna..... la Maserati Kyalami aveva l'elettronica non funzionante perchè di "elettronico" non aveva nulla. Ricorda il detto che tutto ciò che non c'è non può rompersi!
Per quanto riguarda la voluminosa e lucente Loreal, io ricordo una gran strappona che si tingeva i capelli di un nero cornacchia ma che scopava di brutto, ma brutto, brutto!!
Fai arieggiare l'area prima di soggiornarci e modera gli acidi che usi.

Anonimo ha detto...

ripeto un sito divertente ma visitato da tanti professorini

Anonimo ha detto...

comunque l auto che intendevo e la dmc delorean(quella usata nel film ritorno al futuro)

Anonimo ha detto...

sicuro che non fosse la Maserati KiaVami ??

Pier ha detto...

Ah guarda, con la Maserati KiaVici di sicuro !!!
Comunque effettivamente il Doc aveva bisogno anche di una DeLoreaL
.
Prof. Pier Docente della cattedra di saccentuttologia applicata ai Blog.

Anonimo ha detto...

No, perchè in caso potremmo parlare della Ferrari TESTA NERA, olii, essenze, tinte e shampoo.... ottimi direi. altro che DMC Loreal...
Firmato= Grande Professorone

Anonimo ha detto...

Sembra una versione alternativa dell'auto
di RITORNO AL FUTURO

mezzotoscano ha detto...

A me sembra più le versione su ruote d'un cesso chimico da cantiere Sebach

Anonimo ha detto...

Veramente io lo trovo più un cesso chimico che è anche cabina telefonica su ruote!

Gio ha detto...

Siete tutti strepitosi!

Anonimo ha detto...

in un campeggio in finlandia c'erano dei bagni chimici uguali alla bubu502... senza sciaccuone... al sol pensier rinovan la paura.

Anonimo ha detto...

Dove sono gli "autonegozi" carrozzati Minonzio, ovvero quegli orrendi parallelopipedi semoventi che trovi fuori dallo stadio o in circonvalla a vendere succulenti panini alla porchetta a poliziotti e nottambuli di ogni risma?

Anonimo ha detto...

mah.. io ne ho trovati parecchi in umbria. e la porchetta è buonissima. ma nella bubu al massimo ci fai stare un tacchino, solo che per tacchinare non va bene...

Anonimo ha detto...

in val brembana (vicino a Bergamo) ne trovi ancora alcuni,fortunatamente la bubu non c'è

aldamar ha detto...

Da farci il tiro a segno con un bazooka,ecco l'utilita' di sta sottospecie di auto!

Anonimo ha detto...

PEGGIORE marca d'auto di sempre, peggio di Pontiac e Ssangyong!!!

Anonimo ha detto...

Pontiac è tra le peggiori del mondo?!?!?!?!? Ma guarati la firebird, la trans am, la gto judge, la solstice e poi ne riparliqmo

Roberto Amadei ha detto...

STO VOMITANDO

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS