16

MARCOS MANTIS 2+2



MARCOS MANTIS

GRAN BRETAGNA La Marcos è una piccola casa automobilistica inglese, con sede a Luton: arrivando dalla tangenziale dopo il primo incrocio a destra, affianco alla salumeria di zio Pino.  Fu fondata nel 1959 da Jem Marsh e Frank Costin (Marcos è infatti, la fusione delle prime tre lettere dei due cognomi). La Casa nacque con l'intento di far concorrenza alla bottega di zio Pino, ma vista l’impossibilità di competere con la sua mortadella bolognese, si decise di cambiare settore merceologico producendo un bel provolone da competizione con telaio in legno e carrozzeria in vetroresina ma non  facilmente digeribile: il Marcos Xylon, primo MARCOS XYLONmodello prodotto in assoluto e considerando il soprannome affibbiatogli, The Ugly Ducklin (il brutto anatroccolo) fu un buon biglietto da visita. Dopo l’abbandono di Costin nel 1961 iniziò per la Marcos un periodo tormentato da nuovi orientamenti progettuali e nuovi processi lavorativi a causa dell’abbandono del telaio in legno (di cui Costin era il maggior esperto), di difficoltà emerse nella riparazione di vetture incidentate e nella manutenzione ordinaria. In effetti, nonostante nel libretto d’uso in dotazione alla vettura ci fosse scritto chiaramente di prestare attenzione a non far bagnare il telaio, durante le forti precipitazioni quest’ultimo ne veniva coinvolto e non era simpatico vedersi crescere nell’abitacolo un sottobosco vegetale. Il periodo fra il 1965 ed il 1968 fu caratterizzato dal tentativo di incrementare la produzione e di ridurre i costi, sia della componentistica sia per il personale. In tal senso per il design della prima 4 posti Marcos non fu ingaggiato un vero e proprio designer di professione, ma un bimbo della materna il cui compenso fu un tubetto di caramelle alla frutta. Il nome scelto fu Mantis, anche se il bambino aveva insistito fino alla fine per chiamarla Mentos, ma nessuno gli diede ascolto. Nel 1971 venne quindi lanciata la Mantis 2+2, una straziante coupé 4 posti in fibra di vetro con motore Triumph di 2,5 litri da 160cv. Il timore fondato della dirigenza di creare giacenza invenduta  ne autolimitò la produzione   a soli 43 esemplari, fortunatamente tutti venduti. Il tentativo di espatriare il modello (con il solo cambio automatico) negli Stati Uniti si rivelò ovviamente fallimentare e tutte le difficoltà finanziarie ed economiche che ne conseguirono, portarono l’anno seguente alla chiusura della Marcos. Curioso il fatto che lo stesso modello fu poi riproposto dalla inglese Autotune con componenti della Ford Cortina, ma conservando l’identica carrozzeria e rimarchiato Mirage nel 1986, ben 15 anni dopo il suo lancio, riuscendo lodevolmente a seguire le orme di merda della sua predecessore. Solo nel 1982 l’azienda Marcos è riuscita lentamente a rinascere per mano del suo originario fondatore Marsh che grazie agli insegnamenti del passato è riuscito ad evitare un nuovo tracollo finanziario limitandosi nel 2007 a far ottenere alla Marcos solo un’amministrazione controllata da parte del Tribunale fallimentare.


marcos mantis

marcos mantis_ 
SCARICA I WALLPAPER [1280X1024] APRI L'IMMAGINE, POI TASTO DESTRO SALVA CON NOME

VEDI L'ANNUNCIO IN FORMATO .PDF

ANNUNCI DI MERDA:                          £ 22.50 (€ 26)
”Vendo modellino della Marcos Mantis. Imperfetta riproduzione giocattolo per i vostri bimbetti o anche per giocarci a 40 anni come un deficiente. Condizioni buone nonostante l’abbia usato per 30 anni come grattugia formaggi..”


VOTA LA MARCOS MANTIS

16   COMMENTI :

AUTOdiMERDA ha detto...

Un grazie a Rodolfo da Bergamo per averla menzionata in "Aggiungi Auto" ;)

mezzotoscano ha detto...

Sulla recensione leggo "Ford Cortina" e sento una pulce nell'orecchio. Caro AdM, non è per caso che...

Pietro Mastroleo ha detto...

Questi maxi-bidoni senza fondo sono la prova che gli inglesi quando preparano il The non si limitano alla ricetta: all'infuso originale c'è sempre qualche spezia ricca di alcaloidi come minimo.

Anonimo ha detto...

e' l'auto sportiva piu' brutta della storia.fa sembrare bella la multipla,la bianchina di fantozzi,la moglie di mio cugino.

Anonimo ha detto...

se avessero tolto 20 cm al muso e la coda un pò più tronca sarebbe stata decente!

Anonimo ha detto...

Ma il frontale veniva usato anche come spazzaneve?

Anonimo ha detto...

Anche quest'auto ha il muso lungo...letteralmente!

Anonimo ha detto...

Addirittura grottesca nelle forme, sembra la caricatura in versione cartoon di una brutta auto sportiva....inguardabile!

Anonimo ha detto...

eppure era avanti nel tempo. uscisse ora, altro che 43 ne vendono.

Anonimo ha detto...

Il motore montato dalla Marcos Mantis era della Ford 4 cilindri 1498 cc. Poi altri motori come il 1599 e il 1650, ma sempre di casa Ford. Quello della Triumph 2.5 litri menzionato in recenzione, venne montato sul modello GT nel 1969. Originariamente, sempre sul modello "GT" -il cambio ed il propulsore, era 1775 cc prelevata direttamente dalla Volvo. Dieci anni dopo, optarono per il motore della Triumph TR6 e/o Ford V6. Nel 1981 era in uso il motore V8 3500 Rover.

Solo porzioni di chassis della Marcos GT e non della Mantis, erano costituiti da lamine di legno di latifoglia, ma non tutto il suo insieme. Nel 1969 venne costruita con lo chassis in acciaio. La Marcos GT Xylon, oppure la Mini Marcos erano bruttine ma velocissime, erano auto sportive da costruire in Kit dentro il garage della propria casa. Questo per fare risparmiare all'acquirente il 33% dell'imposta sulla vendita

La Mantis aveva la carrozzeria in poliestere rinforzato con la fibra di vetro. Auto economiche, leggere, veloci e divertenti da guidare. Frank Constin progettava e disegnava aerei da guerra per la Havilland e diversi alianti per l'indistria aeronautica. Con Jem Marsh (e non solo) mise a disposizione la sua esperienza aerodinamica, applicandola alle auto a 4 ruote.
Brutte con chassis in legno, ma veloci economiche e divertenti. L'aerodinamica in tutte le auto progettate da F. Constin, erano molto avanzate ed efficaci.

Gentilmente non scriviamo recenzioni con informazioni errate, oggi Internet è alla portata di tutti. Recenzioni comiche si, ma non inesatte. Diamoci sotto con i numerosi blog esistenti prima di scrivere.
Luca

Anonimo ha detto...

10, ma tu per caso sei quello del sito Slotandgarage? hai il modello slot, la Marcos Manta 600 LM della spagnola Fly?? dato che avete postato le foto della Simca 1100grazie.

Mezzotoscano ha detto...

Caro Luca, questo non è un sito di pareri sull'auto (anche se le precisazioni tecniche non sono sgradite), quindi i paradossi non vanno scambiati con le inesattezze (che pure ci sono)

Anonimo ha detto...

la puoi avere solo in prima elementare. poi alle medie c'è la 9x8, e al supermercato la 3x2.

Anonimo ha detto...

Recenzioni? Recenzioniiiiii? ma comprate 'na grammatica,recinzione

Anonimo ha detto...

Avete entrambi le idee confuse: escludendo che "recenzione" sia errore di battuta, visto che è ripetuto, trattasi d'errore lessicale od ortografico e non grammaticale, tanto per essere precisi.

eieiebrazo ha detto...

ok,la mantis degli anni 70 era orrenda.ma magari avere una delle marcos piu' recenti,con motore v8 rover o chevrolet.e' un esempio di creativita' e spirito di iniziativa di piccolissime case britanniche ,finite coll'amministrazione controllata o il fallimento,cosi' come la gloriosa Bristol.una tso o una mantula sono vetture assai desiderabili.quella mantis e' stata un infortunio,un coito interrotto..be'..era proprio una cacata..

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS