45

STOUT SCARAB



stout scarab
 
U.S.A Lo Stout Scarab era un bacarozzo a motore prodotto negli anni ‘30 in piccole quantità dai laboratori Statunitensi  Stout Engineering di Detroit, nel Michigan, ed è accreditato da molti come il primo minivan prodotto al mondo e come prima auto con carrozzeria completamente in fibra di vetro. Lo Scarab era assolutamente diverso rispetto alle altre auto d'epoca. Il creatore fu William B. Stout, ingegnere, giornalista e Disc Jockey part-time che dopo un “trip” in disco entrò in paranoia e incominciò a vedere piccoli scarafaggi volanti con le rotelle del suo cervello, da qui la brillante ispirazione. A parte il design esterno, l'obiettivo principale del mezzo  fu il suo interno. Lo Scarab offriva più spazio rispetto a qualsiasi auto americana del suo tempo in quanto il motore fu posto al di fuori del passo, dietro l'asse posteriore, e il posto del conducente spostato molto in avanti, in modo che il volante fosse quasi sopra le ruote anteriori. I passeggeri entravano da un’unica porta comune e appena dentro potevano vomitare direttamente in sacchetti predisposti al suo interno, i sedili potevano essere configurati in quasi tutte le posizioni immaginabili: paralleli, allineati, opposti o anche gettati direttamente fuori dai finestrini, tranne che per il sedile del conducente, fissato con lo scotch. C’era anche a richiesta, un piccolo tavolino estraibile con il gioco dell’oca. Grossa pecca fu la vista posteriore pari quasi a zero abbinata alla totale mancanza degli specchietti retrovisori: Era meglio non stargli dietro. Il primo esemplare dello Scarab fu’ completato nel 1932, il secondo nel 1935 (peggio della Salerno-Reggio Calabria!), e fu una evoluzione del primo, con alcune modifiche meccaniche, di stile e con il corpo questa volta in acciaio. Il suo  CHRYSLER IMPERIAL 1935prezzo era di 5.000 $, praticamente 5 volte superiore a quello di un lussuoso e ultra-moderno Chrysler Imperial dell’epoca; nessuna persona sana di mente avrebbe sganciato tale somma, motivo per il quale la produzione dello Scorfano si fermò a 9 unità costruite interamente a mano e nessuna identica tra di esse. Al giorno d’oggi sono stati segnalati solo 5 esemplari ancora incredibilmente integri. Ops, ho pestato qualcosa... Ehm.. 4.
 

stout scarab

stout scarab_ 
SCARICA I WALLPAPER [1280X1024] APRI L'IMMAGINE, POI TASTO DESTRO SALVA CON NOME

VEDI L'ANNUNCIO IN FORMATO .PDF

ANNUNCI DI MERDA:                           $ 105 (€ 80)
”Fai giocare il tuo bambino con questa riproduzione fedelissima dello Scarab, non romperà più i coglioni! Oppure usalo come pacco per i tuoi slip, figurone assicurato con le girls, posso garantirlo perché già usato da me..”



VOTA LA STOUT SCARAB

45   COMMENTI :

Anonimo ha detto...

Troppo figa.
Se la trovassi non me me separerei per nessuna ragione al mondo.

raviz e dibe ha detto...

mai vista una makkina così figa

Anonimo ha detto...

bella,sembra un pullman......

Claudio ha detto...

Indubbiamente originale.

pietro mastroleo ha detto...

Ogni Scarrafona è bella a mamma soa...
ma guarda quanti papà che la vogliono adottare....

Anonimo ha detto...

Carro funebre?

Bandito ha detto...

Bellissima e geniale, se non ha avuto successo è solo per il prezzo.

Anonimo ha detto...

simpatica, è una 600 allungata

Anonimo ha detto...

caspita !
per gli anni'30 in cui è uscita era troppo avanti!
come la Tucker... (NOI GIRAVAMO ANCORA CON LA FIAT 501... NEH !
Stefano.

Anonimo ha detto...

Ma e' semplicemente strafiga!!! La voglio!!

Anonimo ha detto...

Che figata unica!!

Pier ha detto...

Linea senza tempo.
Assomiglia vagamente ai locomotori E428 III serie.

Pier

Anonimo ha detto...

Geniale.
Ha un passo elevatissimo come quello di un vagone letto. Gli pneu sono posti perfettamente hai 4 angoli della vettura come le odierne auto.
Razionale, moderna, aerodinamica, mi stuzzica l'idea di una tutta dietro.

Per favore e per curiosità - chi sa dirmi che razza di "motorazzo" montava per spostare quella mole?

Grazie.
Luca.

Anonimo ha detto...

che aborto!!!

Wasmanouche ha detto...

E' la 600 Multipla Modificata da Batman. Deve essere così. Deve.
:-|

Anonimo ha detto...

# La Cucaracha! La Cucaracha! Somebody...Kill That Roach! Somebody...Kill That Roach! (Kill That Roach, canzone del 1976 gruppo musicale funky Miami, forse era anche questo lo scarafaggio da uccidere della canzone!)

Anonimo ha detto...

Appena l'ho vista mi sono messo a ridere da matti e non mi fermavo più. E' l'auto più comica del XX secolo .. roba da schiattare dalle risate.

Anonimo ha detto...

non so. da un lato fa vomitare, dall'altro è geniale se considerata in quell'epoca, in fondo le auto di oggi sono tutte coì monotone, tutte uguali... ragazzi, mi viene un dubbio. non è che le auto di merda in realtà sono quelle con cui andiamo in giro noi??

Anonimo ha detto...

ma noo la scarab no :(

Pier ha detto...

Ogni scarrafone è bello al progettista suo.
(vale comunque per tutte le AdM)

Anonimo ha detto...

cioè, vista così dice: cacchio ci devi caricare? Ma è proprio lì il punto. se te la immagini piena di energumeni con la barba e la panza che fanno la gara de rotti, il risultato è deprimente. ma prova a immaginare un magazzino di nassa: tutte che si sporgon dai finestrini. ... EH ...? sai che colpo d'occhio ?

Bandito ha detto...

Per gli anni 30 è semplicemente geniale, una struttura pensata per il massimo comfort degli occupanti, praticamente priva di muso per accorciare il veicolo, a vederla mi sembra progettata meglio di tanti monovolumi attuali. Certo, la linea è discutibile ed alcune soluzioni sembrano improvvisate, ma consideriamo che la tecnologia automobilistica stava nascendo ed i progettisti stavano esplorando tutte le strade possibili. Paragonata alla Imperial, con il suo muso lungo quasi quanto l'abitacolo, sembra un secolo avatnti. Complimenti al progettista.

Anonimo ha detto...

Io la trovo fantastica!

Anonimo ha detto...

Per quel che mi risulta come esempio di vettura aerodinamica ci fu già la Tedesca Rumpler Tropfenwagen del 1921!

mezzotoscano ha detto...

Moltissimi anni fa, al Conservatorio Nazionale Arti e Mestieri di Parigi vidi un proptipo di vettura aerodinamica anni 20 (credo), forse una Peugeot; era esposta nel settore dove è esposta anche la replica del carro di Cugnot. Purtroppo, sino ad ora, non sono riuscito a trovare nulla in merito. Qualcuno sa dirmi qualcosa?

Anonimo ha detto...

Ciao carissimo Mezzotoscano, sono Luca.
Non vorrei peccare di presunzione, ma credo tu ti riferissi alla Aurel Persu Streamliner del 1923?

Oppure come concetto di base potrebbe essere l'uovo di Gottingen del 1936? Cerca sul web le foto della vettura creata da Edmund Rumpler o ancora la creatura del 1926 di Emile Claveau ?
Auguroni di Buone Feste caro amico di portale.
Luca

Anonimo ha detto...

Ancora... la vettura creata da Mario Ricotti del 1914 A. Romeo 40-60HP Aerodinamica?
Luca

Anonimo ha detto...

La Peugeot a cui tu ti riferisci si chiama modello N4X (Andreau) del 1936.
Luca

mezzotoscano ha detto...

Grazie per gli input e per gli auguri, che ricambio di cuore, caro Luca. Proverò a vedere. Quantunque non abbia ancora trovato nulla a riguardo sui siti dedicati al Conservatorio e non rammenti la marca, ricordo abbastanza bene l'aspetto.

Anonimo ha detto...

Un'altro esempio di vettura aerodinamica fu anche l'ALFA Romeo Castagna Siluro del 1913!

Anonimo ha detto...

la tachipirina 1000 supposta è ancora più aerodinamica

mezzotoscano ha detto...

@ Luca (27) - Mi rincresce ma la vettura vista al CNAM di Parigi non era la N4X. Certo, quest'ultima potrebbe esere stata esposta in seguito, dato che parlo di oltre 50 anni fa, ma quella cui mi riferisco aveva tutta l'aria d'essere antecedente. Mi pare somigliasse in piccolo alla Scarab e che presentasse anche degli oblò laterali... Il mistero permane.

Anonimo ha detto...

allora era il Nautilus! c'era il capitano Nemo?

Anonimo ha detto...

Si, solo che però purtroppo è affondato mentre suonava "Toccata E Fuga In Re Minore" di John Sebastian Bach!

Anonimo ha detto...

Cavolo uno scarafaggio!

EricCartman ha detto...

Porca Paletta... l'antenata della 600 Multipla!?

Anonimo ha detto...

Ora capisco perchè si chiama scarab vuol dire scarabocchio era meglio la 600 Mulipla

Anonimo ha detto...

A parte che la 600 Merdupla naque oltre 20 anni dopo,l'inventore della Scarab fu ispirato alla linea e hai materiali degli aeroplani. A bordo il massimo spazio e confort, una delle prime monospazio in commercio. Era spinta da un motore Ford V8 che la spingeva a 140 Km/h, praticamente il doppio della mezzacalzetta Fiat.

Renaissance ha detto...

Se non erro, quest'auto aveva una caratteristica unica: il rollio "inverso" in curva (per intenderci: tipo il famoso treno "pendolino", ma a differenza di questo ottenuto passivamente), dovuto al fatto che gli attacchi delle sospensioni erano situati al di sopra del baricentro del veicolo. Il che era un must interessante per il confort: i passeggeri non dovevano contrastare la forza centrifuga nelle curve. Il costruttore aveva effettuato una demo nella quale, in curva a 60-65 mph un bicchiere pieno d'acqua non perdeva una goccia. :-)

bye G.L.

Anonimo ha detto...

il problema è che il bicchiere era di vodka, quindi alla curva sucessiva usciva direttamente di strada

Luca ha detto...

È orripilante, come certi errori grammaticali imperdonabili tipo:

(13)... gli pneu sono posti perfettamente HAI 4 angoli della vettura...

(38)...l'inventore della Scarab fu ispirato alla linea e HAI materiali degli aeroplani.

Oltre alle AdM abbiamo (e non HABBIAMO) anche una cultura di M....

Anonimo ha detto...

Non riesco a contenermi, mi sto sganasciando..... Ma, la mia, la voglio dire: non è una macchina. E' un autentico rutto.

Anonimo ha detto...

Che schifo!!!

alessandro ha detto...

Un auto rigorosamente merdina

Magdalena ha detto...

Quando la vidi pensai ci fosse il cazzo di un siluro.

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS