238

LANCIA THESIS


LANCIA THESIS

ITALIA La Lancia Thesis era una Spett.le Ill.ma berlina di lusso che costituiva il modello di punta della Lancia dal 2002 al 2009. Era un'ammiraglia di rappresentanza usata anche dal governo italiano oltre che dall’alta borghesia e dai rappresentanti della Folletto. La vettura era la  concretizzazione di un concetto iniziato dalla Lancia nel 1999 con la presentazione della concept car Dialogos, LANCIA DIALOGOSche si può definire vera e propria precursore della Thesis. Logico aspettarsi dunque, dopo un approfondito dialogos, la stesura di un’accurata thesis fatta sulla base di una monumentale cagatas. La linea è molto originale e dissimula in parte la LANCIA THESIS STOLA grande mole di questa berlina che  misura ben 4,89 mt. di lunghezza e 5,49 mt. per il modello commemorativo Stola S85 limousine (addirittura più lungo del dossier della Procura su Berlusconi!). La Thesis aveva il difficile compito di riposizionare il marchio in un difficile segmento come quello delle ammiraglie nel quale aveva perso terreno  e rivoluzionare il concetto stesso di ammiraglia orientandola verso uno stile classico ma futuristico, riconducibile ad una valenza epidemiologica che si prefiguri un riorientamento delle linee di tendenza in atto assumendo come implicita una congrua flessibilità del bisogno emergente collettivo, di correre al cesso. In parole povere, come costruire un controsoffitto in cartongesso nella Cappella Sistina. Il muratore, in questo caso, fu il simpatico Mike Robinson, un arzillo cinquantenne americano dalla cazzuola facile e dalla parlata alla what's american boy. I gruppi ottici posteriori adottano il sistema a LED, una soluzione innovativa nel campo della sicurezza, più luminosi delle normali lampadine e a risparmio energetico, così da non gravare sulla bolletta. Il frontale invece, rappresenta il pezzo forte,  caratterizzato dalla imponente calandra, in compagnia dei grossi parafanghi in rilievo: due ditoni con le unghia lunghe e sporche; in questo particolare “Mani Pulite” non è servita da lezione, strano!
Gli interni sono uno dei suoi pregi: si viaggia in modo particolarmente confortevole grazie all'accurata insonorizzazione ideale per le orecchie da mercante dei politici, alle sospensioni (di pena) che assorbono bene le asperità stradali e circondariali, al climatizzatore automatico bi-zona brevettato da Oronzo Canà per metterli tutti al fresco, al computer di abbordo con tutti i numeri di cellulare delle escort più professionali e con calcolatrice-Euroconvertitore solare in regalo a tutti gli italiani, al televisore con decoder integrato Mediaset Premium e ai seggiolini elettorali in pelle umana, riscaldati, ventilati, massaggianti e anti-scorreggio. Di serie per tutte le versioni l’ ESP, l’ ABS, l’ EBD, il TCS, l’ EPB, il CIGL e la CISL e UIL. I motori, dal 2.0 20v al 3.2 24v benzina e 2.4 Multijet 20v, promettono brillanti prestazioni, quindi votateli.
L’estetica della Thesis ha diviso il pubblico tra gli estimatori che la considerano bellissima e “incompresa” e i detrattori che la definiscono vecchia e monumentale (i primi hanno votato per Berlusconi).
I volumi di vendita iniziali prevedevano fino a 25.000 autovetture annue a pieno regime, ma i risultati commerciali effettivi si sono dimostrati largamente inferiori alle attese, riducendosi ai minimi termini sin dal debutto. Complessivamente sono state prodotte solo 16.000 autovetture in 7 anni Cribbio! e la Casa non è stata in grado di trarne guadagni poiché l'intero progetto aveva richiesto investimenti industriali superiori ai 400 milioni di Euro essendo, la Thesis, il frutto di un sofisticato progetto europeo per lo sviluppo sostenibile del Mezzogiorno. Il suo valore commerciale era di circa € 50.000, pagabili tassativamente tramite ICI per le auto "blu" degli esponenti politici. Da un censimento del 2009 condotto dall’On. Brunetta, ogni Thesis governativa “ci” costerebbe 8.000 € l’anno, ma mancherebbe ancora un quadro preciso in quanto all’appello avrebbe risposto solo 1 amministrazione su 4.  Caro lettore, alle prossime elezioni non diserti le parrocchie, il voto alla Madonna è un nostro diritto e un nostro dovere civico, mi consenta.


lancia thesis __

lancia thesis 
SCARICA I WALLPAPER [1280X1024] APRI L'IMMAGINE, POI TASTO DESTRO SALVA CON NOME

VEDI L'ANNUNCIO IN FORMATO .PDF

ANNUNCI DI MERDA:                              € 4.500,00
Vendo Lancia Thesis Emblema 24 JTD anno 2003 a malincuore in quanto non me la posso più permettere, mia moglie è scappata con il giardiniere e mi ha preso casa, villa, e azienda... sono rovinato! Approfittatene, prima che si accorga che le ho fregato le chiavi della macchina!” 


VOTA LA LANCIA THESIS

238   COMMENTI :

«Meno recenti   ‹Vecchi   1 – 200 di 238   Nuovi›   Più recenti»
Anonimo ha detto...

é un auto dall'estetica sicuramnte criticabile, anche se personalmente mi piace molto per l'originalita delle linee. Ma offre un confort di marcia e un eleganza negli interni unica nel suo genere e per quella fascia di prezzo. Sicuramente sarà un auto da collezionisti in futuro

Anonimo ha detto...

La thesis è un'auto meravigliosa e soprattutto di grandissima qualita, sia costruttiva che tecnologica.
Certo negli anni del celodurismo cafone dei Suv e dei tanker da guerra di gran moda disegnati da Bangle, non poteva essere compresa...
vuoi mettere la bellezza di un Bmw X6?? Quello si che è design & bellezza

AUTOdiMERDA ha detto...

Giorni fa' me ne sono trovato uno davanti di X6, nero, vetri oscurati, pneumatici con un battistrada larghissimo... Linea Stupenda. Credo che una sola delle sue ruote valga quanto la mia macchina :)

SilvioP ha detto...

Si bravo, certo l'X6 è assolutamente "dalla linea stupenda", si certo certo... abbiamo piu che altro capito che in un sito che si chiama in questo modo e l'unica tedesca citata è la NSU prinz e non veri bidoni, cafoni, grezzi oltreche orribili X6 tra le auto di merda, fa capire che è il sito ad essere "un sito di merda" del solito esterofilo italiano che ha per sport nazionale il solo esaltare i frigoriferi tedeschi senza capire nulla del valore delle nostre auto storia ed economia. Ceh te devo di', complimenti.

AUTOdiMERDA ha detto...

Silvio buonasera innanzitutto e grazie dei complimenti :)
Ti posso garantire di non essere per niente esterofilo: come linea l'X6, (e ricorda che io parlo di estetica) credo sia veramente affascinante se poi ti devo dire che è un mezzo superfluo, costoso, esagerato e se vogliamo per esebizionisti...ok ci sto. Nel disclaimer del sito, che non avrai notato, credo di essere stato chiaro sul ciò che è AUTOdiMERDA. Se conosci auto tedesche di dubbio gusto estetico mi farebbe piacere se tu le inserissi nella sezione Aggiungi Auto. Per chiudere: le auto tedesche qui, al momento, sono 3 non 1. Cmq grazie della visita e se vorrai, arrivederci ;)

Anonimo ha detto...

Una Thesis non è per tutti, solo chi è sensibile all'arte la può apprezzare, tutti gli altri meglio si comprino una comune tedesca che tra qualche anno sarà da effetto zingaro, mentre la classe non fa notizia ma non ha tempo.

Anonimo ha detto...

la thesis non è un'auto per tutti, mi fa piacere sapere che ci sono ancora degli sciocchi che pensano che un' auto basta che sia mercede e/o bmw non ha paragoni, mi fa piacere perchè possedendola mi rendo conto di noon essere stupido...

Anonimo ha detto...

E' vero, è una bella macchina ma quelli dentro sono un po' troppo seri, un po' il contrario delle R4 di una volta... quando si faceva autostop, vedere una Renault 4, soprattutto bianca, avvicinarsi... voleva dire che forse ce l'avevamo fatta!

Andrea Mi

Anonimo ha detto...

fa cacà

mezzotoscano ha detto...

Per quanti esaltano la X6 - improprimente citata in qesto contesto - mi sia consentiro esternare la mia opinabile opinione: l'oggetto mi pare frutto d'un abominevole accoppiamento tra la celebre autoblindo tedesca SdKfz 231 Schwere Panzerspähwagen 6 rad privata d'un assale (per quanto riguarda la parte inferiore) e una FIAT 850 Coupé anabolizzata (per quanto riguarda il padiglione).
Sospetto che molti tamarri abbienti (o, più probabilmente, abituali clienti di poco raccomandabili finanziarie) sono in coda, pronti a scucire decine di migliaia di euro per quest'inguardabile "scarrafone" - ovviamente nero - e incuranti dei conati di vomito suscitati tra chi abbia un minimo di stile.

Stiui ha detto...

Tornando alla Thesis, secondo me c'è un forte contrasto tra lo stile armonico del corpo vettura e il disegno squadrato (e fin troppo banale) di tutto il gruppo parabrezza-lunotto-vetri laterali.
E' per questo che ai miei occhi è (stilisticamente, se ho capito bene si parla di questo) un'auto di merda.
Peccato, a momenti la facevano bella...

pietro mastroleo ha detto...

La Thesis è bella.

mezzotoscano ha detto...

E' un fatto: gli acquirenti di vetture d'un certo livello sono esteticamente dei conservatori (almeno la maggioranza) per cui chi osa proporre a un certo "target" soluzioni innovative va incontro a grosse delusioni, e questo sito lo dimostra.
L'unica eccezione a tale regola, per quanto posso ricordare, è la Citroen DS, ma anche questo "mito", all'inizio, fu sonoramente spernacchato.
Poi si sa come andò.

Pietro mastroleo ha detto...

Bravo Mezzotoscano! Preciso che se si è conservatori è perchè una volta raggiunto un livello medio alto diciamo che ci si accontenta per dedicare le energie altrove, dove la situazione si reputa prioritariamente necessaria. Non si vive solo di auto; logica da persona seria indipendentemente dalla situazione economica. Non sono da dimenticare alcuni episodi cui i baci della Dea Bendata si sono riveleti poi dei morsi di vipera.

mezzotoscano ha detto...

Grazie Pietro, anche per la grande verità che scrivi: NON SI VIVE SOLO DI AUTO.

Riccardo ha detto...

beh non è brutta esteticamente, magari di meccanica ed elettronica merita questo sito !

Claudio ha detto...

Un caso analogo a quello della Renault Vel Satis: Hanno fatto la concept e per sbaglio l'hanno messa in produzione.

MaXy ha detto...

ma come cazzo si fa a dire che e' bella la thesis, e' la classica opinione dell'italiano medio che per lui tutto quello fatto in italia e' arte, e il resto del mondo non sa fare niente.
non mettetela nemmeno vicino a una bmw serie 5 o un'audi a6 del periodo.

Anonimo ha detto...

Non capite un cazzo! andatevene a vendere frutta imbecilli!

AUTOdiMERDA ha detto...

...e siamo arrivati anche alla frutta! :)

MarioCX ha detto...

Questa mi è piaciuta.
Le lancia sono macchine da vecchi commenda dei film di alberto sordi.
I peggio italiani.

mezzotoscano ha detto...

@ MaXy
Condivido poco il giudizio sulla Thesis ma condivido tutto il resto: ovunque si producono cose belle e cose brutte e (oltretutto) non si sa bene chi abbia il diritto di stabilire ciò che è bello e ciò che non lo è.
Quanto al patriottismo in genere lo considero o una minchiata o una risorsa per opportunisti; quella che non arrivo proprio a capire è 'sta iperminchiata stratosferica che è il patriottismo a sfondo automobilistico.
Evidentemente certa gente non ha nulla di meglio a cui pensare.

Anonimo ha detto...

bella la thesis, più davanti che dietro, a dirla tutta.non è un auto di merda.
sicuramente meglio di thema e kappa (o kacca che dir si voglia)..quella si auto di merda.

Stiui ha detto...

Anonimo 11:56 AM, mi hai fatto ribaltare dal ridereeeeeeeeee!!!!
Ahahahahahahahahahahahahahaha!!!!!!
ANDIAMO A VENDERE LA FRUTTAAAAAAA!!!!!!!
Uahuahuahuahuahuahuahauhaaaaaaa!!!!!

Anonimo ha detto...

Seriamente, la Thesis e la Vel Satis presentano analogie: sono costate in sviluppo e industrializzazione 500 milioni di euro la prima, e 630 la seconda. generando "buchi" di soldi. I costruttori (Fiat e Renault) non erano certo degli sprovveduti o neofiti coreani (Vd. Kia Magentis..) ma non hanno visto venire il fenomeno SUV alla fine degli anni '90. Un'Alfa SUV si sarebbre venduta a occhi chiusi. Cmq sono automobili comode, ben fatte, apprezzate da chi le ha provate..

Anonimo ha detto...

Cari lettori,io posseggo una lancia Thesis;mi dispiace per voi che parlate per invidia o perchè non ve la potete permettere.
Essendo un collezionista di auto d'epoca,vi garantisco che non esiste auto minimamente paragonabile allo stile retrò,al confort di guida,all'abitabilità di codesta auto.

mezzotoscano ha detto...

Aridaje con il tormentone tipico di quelli che... "meno male che Silvio c'é", secondo cui, se uno pensa che un mucchio di ferraglia non valga quel che costa, è solo un miserabile invidioso... Riguardatevi "Miserabili" di Paolini e capirete chi è il vero miserabile!

Anonimo ha detto...

Io ho sempre cercato di capire le senzazioni che mi trasmetteva appena vista la prima volta (e mi trasmette ora a vederla) la lancia thesis...E' esagerato definirla un'auto di merda questo è certo ma non incontra minimamente il mio gusto estetico circa le auto.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti. Dico la mia sulla Thesis: il suo problema è il prezzo fuori dal mondo, dovuto per lo più da un ottimo sistema di sospensioni sicurmente superiore alle sue concorrenti. Il problema è che, però, alle sospensioni, non hanno abbinato motori decenti. La bellezza estetica è opinabile. Edu

Anonimo ha detto...

Vi do' 1 piccolo scoop: dopo il mega successo della THEMA(trainato anche dalla versione "VIP" con motore FERRARI ke faceva molto "immagine")alla FIAT hanno pensato (male!) ad 1 erede + anonima col risultato ke alla fine, quando fecero le solite indagini di mercato x stabilire se la linea piacesse o meno, gli interpellati (compresi diversi rappresentanti di varie concessionarie) diedero dei responsi decisamente tiepidi.Il problema era ke oramai il progetto era in avanzatissimo stato di definizione e ripartire da zero con 1 linea + accattivante avrebbe comportato 1 sperpero enorme di tempo e, soprattutto, danaro!Compresa la poca concorrenzialita' del modello, si assistette ad 1 fatto forse + unico ke raro(specie nel settore delle ammiraglie):la KAPPA entro' in commercio con 1 prezzo molto inferiore rispetto a quello della precedente THEMA!!!(Basta questo x capire quanta fiducia riponevano in questa "berlinona"!)Prezzo o no fece 1 buco nell'acqua(dal punto di vista delle vendite).Ancora peggio ando' ai modelli "derivati", cioe' le brutte e "pesanti"(stilisticamente) Coupe' e SW.E veniamo alla THESIS(scusandomi x essere stato forse 1 po' prolisso):l'auto era costruita con 1 cura maniacale, sconosciuta fino ad allora ai modelli FIAT-ALFA-LANCIA, ke gli va riconosciuta e questo (insieme al grande comfort di marcia)era il suo miglior pregio.Altresì va detto ke aveva 3 grossi difetti:1)la linea era, se possibile, ancora + "pesante" di quella(tutt'altro ke filante) della KAPPA, risultando invero troppo da "cumenda"!2)il prezzo (dai 40.000 euro in su') era decisamente + elevato rispetto a quello della KAPPA e in linea con quello delle migliori concorrenti (BMW,MERCEDES,JAGUAR,ecc...).3)rispetto a quest'ultime aveva 1 motore turbodiesel inadeguato!Sfortunatamente non e' toccata miglior sorte alla "cugina" ALFA166(ma questa e' 1 altra storia...) -ELLEMME-

Bandito ha detto...

A me non dispiace, sicuramente più fine di un cassone tamarrone di suv, avrà anche una linea particolare ma la qualità è sicuramente alta, se l'avesse prodotta una casa tedesca l'avrebbe venduta a 80000 euro e tutte le persone che la criticano l'avrebbero definita "un'auto da sogno", ma siccome è FIAT è un'auto di merda.

Emanuele 86 ha detto...

Questa non è mica una macchina brutta... anzi io penso che sia una bellissima auto... certo se poi a uno piacciono solo auto sportive può pure non piacerli

Anonimo ha detto...

voi italiani comprate le nostre macchine .,., noi contenti danke

Anonimo ha detto...

Grandissima auto con problemi di elettronica comuni a tutte le auto moderne ma che vengono risolti tranquillamente da meccanici con un minimo di capacità. Spesso chi possiede auto tedesche tende a nascondere i problemi della propria vettura e vi assicuro che le tedesche ne ne hanno.
saluti

Anonimo ha detto...

cioè mi state dicendo che preferite una macchina tedesca che è solitamente brutta, fredda ed inespressiva ad una macchina come la thesis che per dirne una ha proprio un bell musetto dolce
quando le tedesche hanno sempre un muso orribile ed inespressivo?
ma allora o avete dei pessimi gusti o non sapete riconoscere una vera auto neanche se vi investisse e vi passasse sopra venti volte perchè non capite un cazzo di motori.
la thesis è proprio una bella macchina e sicuramente in confronto a un sacco di auto tedesche la thesis uscirebbe vincitrice perchè ha innanzitutto un design veramente ben fatto ed è anche una auto che ti esprime la sua dolcezza.
non dite che come auto è un cesso solo perchè è FIAT che di cessi ne ha prodotti e ancora ne produce, le tedesche non hanno proprio niente di meglio di una thesis

Anonimo ha detto...

La Thesis è una supermacchina,cavolo avete postato una berlina di lusso del genere e vi siete dimenticati la Palio Weekend o la Fiat Siena... La Thesis è un auto storica...

Anonimo ha detto...

a me pare che le teutoniche citate qui siano più di 15....

Anonimo ha detto...

Non sarà una bellezza ma almeno è originale... Per chi suggerisce di metterla di fianco alla A6 del periodo e vedere quale è la più bella: prova a mettere fianco a fianco A3, A4 ed A6 del periodo, posizionati di fronte e prova a distinguerle...

Anonimo ha detto...

Nel 2001, un mio amico, funzionario ad alto livello dell'importatore Daimler Chrysler a Roma, mi diceva ironicamente che la Thesis tardava di un anno e mezzo l'uscita, per l'elettronica troppo sofisticata, che dava seri grattacapi.
E questo, in Daimler non succedeva perchè loro, uscivano sempre con auto di nuovo tipo, ma già perfette .
Sei mesi dopo, usciva la Mercedes Benz classe E......
Qualcuno si ricorda quante rogne ha creato quella macchina ai suoi danarosi utenti, oppure ci siamo tutti dimenticati ???

mezzotoscano ha detto...

In certi casi più che di AdM, parlerei di CdM (centraline di merda); chissà dove le fabbricano? Io un'idea ce l'avrei...

Anonimo ha detto...

http://www.deluxeblog.it/post/3605/124000-euro-per-una-merda-dartista

Anonimo ha detto...

Si saranno detti: "la famo strana?"
Ed è uscita un po' così: un po' neofascista, un po' carro funebre.
Maronnabenedett'
Alx

Anonimo ha detto...

Beh...l'X6 è una macchina per coglioni arricchiti, io sono povero ma intelligente....quindi non me la posso comprare. Comunque ce l'ha un mio amico gasato al massimo, ricco e benestante, mi ha fatto accomodare dietro ed all'atto di salirci ho dato una capocciata al tetto che mi ha fatto vedere le stelle al punto tale da sciorinargli tutta una serie di supercomplimenti e parole di ammirazione smodata....lui tutto contento è partito alla grande mentre io mi reggevo la capoccia ed i lividi cominciavano a comparire....certo....una macchina COMODA, l'ideale per scarrozzare le suocere artrosiche per far salirci le quali c'è bisogno della carrucola. Meglio la thesis......decisamente.

mezzotoscano ha detto...

l'X6 non è solo una macchina per coglioni arricchiti (di quelle ce ne sono tante) è un oltraggio all'estetica. Punto e e basta!

Anonimo ha detto...

La Thesis non merita di essere in questo sito.
Capisco che a molti può non piacere, visto il design particolare, ma definirla AdM mi sembra eccessivo.
Costa molto perchè i contenuti ci sono, avrà avuto noie con l'elettronica, ma i motori sono indistruttibili, anche se molti li ritengono sottodimensionati. Non è una macchina da pista e nemmeno vuole esserlo!
Vi ricordate le Mercedes di una volta?
Per fare un sorpasso bisognava fare come i flinstones...
Vi ricordate le BMW prima che le riempissero di ESP e mille diavolerie elettroniche, che si sono inventati per tenerle in strada con il bagnato?
Non ce l'ho con le auto tedesche, anzi molte mi piacciono, però non sono perfette come molti credono.
Scusate se mi sono dilungato.
Cordialità.

Anonimo ha detto...

e pensare che la volevano chiamare Aurelia ... voi lancia del passato ribellatevi.
Vi parla uno che ha avuto a 20 anni la fortuna di essere possessore di una bellissima lancia gamma coupè (meccanica di merda su bellissimo vestito, come molte donne che ho avuto). cara lancia che hai prodotto le aurelia, le flaminia, le flavia coupe, ma come sei caduta in basso.
possibile che non si possa rimediare?

christian ha detto...

per me è stupenda, infatti mi sono stupito di averla trovata nella lista. De gustibus cmq...

Anonimo ha detto...

Restando alla linea,era veramente bella.Sembra la Flaminia(che grande Lancia!)in chiave moderna.

Anonimo ha detto...

Stupenda in tutti i sensi.Assomiglia all'Aurelia e alla Flaminia.

Anonimo ha detto...

Lancia Thesis sta alla Flaminia come Multipla 2000 sta a Multipla 600...

Beppe

Anonimo ha detto...

Io ho avuto la fortuna/sfortuna di possedere negli anni dalla lancia thema alla lancia thesis passando per la lancia k.
Devo dire che come abitabilità interna la migliore era la k, come motori la thema e come sicurezza la thesis.
Spero che in futuro la lancia possa tornare un pò al passato verso la thema anche se cmq non mi rammarico di aver scelto la thesis nel confronto con altre marche

Anonimo ha detto...

La Lancia Kacca... ooops... scusate... volevo dire Kappa Coupè vista di lato, assomiglia tanto, forse troppo alla sacca scrotale di mio nonno Gerardo.
Di dietro poi, sembra stata disegnata da un manipolo di Vietnamiti dentro una stanza oscura.
Nel buio più ceco e nero.
Complimenti allo staff tutto, del centro stile Lancia.

NB La linea dell'accendino Zippo è di gran lunga + eccitante e accattivante.....
Luca

Anonimo ha detto...

Non sono un Lancista perchè nato sulle Giulia, e conseguentemente stregato a vita dal Bialbero, ma tanto di cappello al Vincenzo di Fobello!
Certo, dopo la Flaminia, concentrato di qualità, di stile e di raffinatezza meccanica, nonchè di consumi, la degna erede non è ancora stata partorita...
La prima Thema? un pò da cummenda.
La seconda? più galla, ma con qualche problemino elettrico irrisolto.
La Kappa? la prima volta che l'ho vista dal vivo, impacchettate su una bisarca sulla Torino-Milano, ho pensato: ma che cacchio, pensano di venderle negli States? Poi seppi dei gravi problemi alle sospensioni, etc...
Avevano ragione gli Inglesi (di una volta), se si fa un modello nuovo, questo non deve far rimpiangere quello precedente...
La Thesis? Non ha l'austera signorilità dell'Aurelia, non ha la raffinata eleganza della Flaminia, non ha la discreta sobrietà della Flavia, non ha l'immediato appeal che comunque ebbe la Thema...
Peccato davvero, ma in casa Fiat, dopo Ghidella, ribadisco, lo spogliarello dura talmente tanto che alla fine lo spettatore s'addormenta, o, come purtroppo spesso succede, se ne esce anzitempo per andarsene verso altri lidi...
Non a caso, in quel del Quirinale, per le passerelle ufficiali della massima carica dello Stato, hanno rispolverato delle Landaulet di cinquant'anni fa...
La dice lunga...

Beppe

Anonimo ha detto...

Mah...Forse se fossero riusciti a venderla ad 1 prezzo + competitivo e col 2.4 td da 200 cv montato perfino sulle + economike e leggere CROMA e 159... X finire non ci sarebbe stato male 1 bel restyling ai fari anteriori (li ho sempre trovati 1 po' piccoli rispetto alle concorrenti e all'insieme - 1 po' sovrabbondante - dell'auto). Comunque 1 signora macchina ke da usata si sta rivelando 1 vero affare(almeno x ki compra):si è svalutata parekkio! -ELLEMME-

Anonimo ha detto...

Ho comprato una THESIS due mesi fa! E' assolutamente un'automobile di classe! Una vera AMMIRAGLIA ITALIANA! Se fossimo tutti un pò più nazionalisti come i francesi e i tedeschi, daremmo sicuramente maggiore valenza hai nostri prodotti made in Italy!

Anonimo ha detto...

MI sorprende come la LANCIA, abbia affidato la cura nel design ad una matita Inglese.
Noi, (dicono) Patria nel designer e della moda.

Anonimo ha detto...

Ho una Thesis usata da 6 mesi, ci ho già fatto 12000 km senza nessun problema, in autostrada è su due binari, i viaggi scivolano che è un piacere. Avendo viaggiato anche su Classe E, q7, serie 5 e perfino Maserati GranCabrio di amici e parenti, posso sostenere a pieno diritto che gli interni della Thesis sono semplicemente il top (almeno in quella fascia di prezzo). Macchina che è tutto fuorchè AdM.

Anonimo ha detto...

cari lettori sono un fortunato possessore di un thesis del 2004 td,attualmente ho percorso 220.000 km,a 130 km/h in 6a percorro 18 km/l,cosumo olio 0,ho attraversato di recente la germania mantenendola(limiti esclusi)a 210 km/ora in assoluto silenzio,per avere i km che ha penso non sia proprio un'auto di merda....

Anonimo ha detto...

Peccato solo, che la sua linea è tutto l'opposto della meccanica. Sgradevole, posticcia, sembra un puzzolente buco di culo affetto da ragadi.

Anonimo ha detto...

Mezzotoscano ha ragione, in questa fascia di mercato chi osa rischia sonori sberleffi e ceffoni (commercialmente parlando), ma la Thesis è a mio modesto parere un'auto superba, un salotto viaggiante, con una linea che nel tempo le renderà merito.
Troppo lontana dalle mie tasche, sarebbe stata la prima berlina che sarei andato a vedere e ,probabilmente, avrei finito col comprarla :)
Riguardo all'utente che pensa di essere furbo perchè possiede un'auto tedesca e che tutti ne vorrebbero una, ci andrei cauto : negli ultimi 10 anni, i buoni crucchi si sono seduti sugli allori, perchè si sono resi conto che a questo punto se fanno una merda con uno dei loro marchi allora il cliente compra felice e di stronzate ne hanno fatte assai : BMW 1,Serie 3 compact e SW, Audi A2, Q5 e Q7, Mercedes classe A e Vaneo, Nuova Jetta, Golf Variant, VW Lupo e Fox, Touareg, giusto per spararne solo alcune (e non ho detto niente di Opel, che ultimamente sembra tornata in parte sulla retta via. Come dire: cornuti e contenti.
Ma come dice il mio meccanico :"Uno che compra un'utilitaria o una marca popolare, se ha un guasto viene deriso perchè è normale così, ma di quelli con macchinoni da 60 mila euro che restano a piedi non si sente mai perchè, se si venisse a sapere in giro, chi non darebbe del coglione a chi ha speso tanto per un'auto spacciata come indistruttibile e poi rivelatasi una sonora inchiappettata?"

Davide

Gilles ha detto...

Come motociclista accanito devo dire che la Thesis di notte era per noi una trappola mortale:vedevi in distanza i due sottili fari posteriori ben distanti uno dall'altro, li scambiavi per due tuoi colleghi bikers che marciavano affiancati, davi una sgasata per unirti a loro, e ti ritrovavi improvvisamente ad inculare il bagagliaione della Thesis.Scherzi a parte ,la Thesis è stato l'ennesimo tentativo del gruppo Fiat di fare le nozze con i fichi secchi.Dopo il meritatissimo successo della Thema, dovuto principalmente al solito grande progetto firmato Giugiaro,il quale giustamente si fa profumatamente pagare,la Lancia ha voluto "risparmiare" affidandosi dapprima all'Istituto IDEA per l'anonima Kappa, e poi al centro stile interno per la Thesis. Cio' detto,per la Thesis non c'era solo un problema di styling,sicuramente troppo "barocco" e poco immediato nella percezione, ma soprattutto una miriade di pecche tecniche e di posizionamento di prezzo.
Le motorizzazioni a benzina erano decisamente modeste, se confrontate con i contemporanei modelli tedeschi di pari fascia di prezzo. Il 5 cilindri turbodiesel è sempre stato giudicato ruvido, rumoroso, con una ristretta fascia di utilizzo, e percio' poco adatto ad una berlina di classe superiore.Sulle finiture nulla da eccepire. Quello che è mancato a quest'auto, al di là del tentativo non riuscito di farla gradire per il suo styling (faceva schifo anche a Papa Karol, al quale ne era stata donata una super personalizzata, peraltro mai utilizzata), era la mancanza di reali contenuti tecnici di rilevo, che la mettessero in grado di competere con le solite, spesso troppo osannate tedesche.
Insomma,costava troppo per quello che offriva, e soprattutto per la mancanza di "importanza" che il possessore di un tale tipo di vettura desidera gli venga riconosciuta dopo aver speso simili cifre. Comunque la Thesis è stata sicuramente un fallimento commerciale, ma non puo'essere considerata alla stregua delle numerose, esilaranti auto di merda che questo simpaticissimo sito annovera.

Anonimo ha detto...

Ne hanno regalata una alla Santa Sede e pure il Papa si è rifiutato di usarla !!!

Anonimo ha detto...

Il Segretario Generale del Sig. Presidente, all'epoca Oscar Luigi Scalfaro, si era inferocito come un toro scaraventando lontano dai proprio occhi il posacenere posteriore, che non avendo anima in ferro al suo interno, non poteva spegnere i suoi amati sigari....

Roberto Ziviani ha detto...

Da notare anche che i primi esemplari te li consegnavano direttamente a casa e manco dovevi andarli a ritirare dal concessionario.
Te la portavano a casa direttamente loro.
Non per renderti un servigio, ma perché nel frattempo tutti cambiavano idea e non la volevano più.
:-)

Anonimo ha detto...

non vedo la fox vw e tante bmw anni 70-80 ,ci son troppe auto belle e incomprese beta ,r14 etc.per non parlare delle buzurrate crucche attuali

Anonimo ha detto...

E' vero, non si vedono nemmeno le lancia K Coupè, la Cessosessantasei Alfa Romeo e la Spider, la Fiat Scudo Panorama e nemmeno la Barchetta. Poi volendo, affianco alla Fox, mettiamo anche la Seicento che costava solo 200 € in meno!!

Anonimo ha detto...

Ma la Cloaca Romeo 90 che razza di fine ha fatto?
E' talmente ribrezzevole, pestilenziale e merdosa che sozzerebbe persino la discarica di Acerra(NA)

Anonimo ha detto...

Non dimenticatevi che in Lancia avevano pronta la carrozza e quando andarono per mettervi dentro il tremila sei cilindri mitsubishi turbodiesel si accorsero che non entrava. Fu un doppio scandalo, primo per il motore giappo su una italiana, secondo per l'errore nella progettazione. Si andò quindi sullo sfiatato cinque cilindri Fiat, implementando con qualche propulsore a benzina per chiudere i buchi della gamma.
La Thesis è la summa del caos progettuale Fiat di quegli anni, dalla linea al motore. Unica cosa riuscita furono gli interni ed il comfort di marcia; d'altronde, andare a richiedere un parere sulla linea ai concessionari senza avere la possibilità di modificarla in seguito odora molto di pagliacciata, come insegnalo la già citata alfa 166 o la ultima Fiat Croma.
Condivido l'affermazione di anonimo che ha indicato nella carenza di specificità tecniche il vero punto debole del mezzo. Ed un prezzo non proprio centrato.
Diciamo che è un'auto riuscita a metà. O, per coloro che non apprezzano la linea, per un quarto...

Anonimo ha detto...

Il quotidiano (IL SOLE 24 ORE) di una settimana addietro,(circa) metteva in luce la condizione vendite auto Italiane nel mercato, in particolare la discesa ad impicchiata daella LANCIA. Il trafiletto diceva così: il Lingotto, con 86.773 a Settembre(-21.4% una flessione più che doppia rispetto al mercato), vede la quota del gruppo scendere dal 7,9 al 6,9%. Male il marchio FIAT, malissimo LANCIA, mentre Alfa Romeo cresce del 9,4%, Tra gli altri costruttori, primo posto per il gruppo Volkswagen che contiene le perdite (-4.2%), seguito da PSA, Renault, e GM, tutti con cali inferiori alla media. In crescita BMW, DAIMLER e MITSUBISHI.
Ma è ancora in produzione sto vespasiano di Thesis?

Anonimo ha detto...

come si dice la classe non è acqua... e una certa eleganza non è capibile per certi plebei...

Anonimo ha detto...

La Lancia è in ginocchio, in attesa di farsi decapitare, grazie hai suoi modelli di merda, compresa la capostipite Thesis.

Hanno persino perso del tempo e soldi per cambiare il LOGO e in peggio poi.
Una vera nefandezza a mio giudizio.

Carnevaleccia, comica, ilarica auto, roba da farci su un carro allegorico a Viareggio.
Non affrontiamo poi l'argomento Kappa, mesta cagata, dalle linee incresciose e ridicole, in particolare modo quella della Coupè (ne hanno vendute 16 a MONGHI Plebei come te) e della rubinettereia da Stazione Centrale della SW.

Luca.

Anonimo ha detto...

Solo un sito stupido come questo poteva definire tale la Thesis.
Ho avuto una delle ultime serie 5 Bmw, quella si che era un auto di m.....
Mi dispiace dirlo ma di auto non capite nulla. La thesis non la vedrete mai in mano a zingari e simili, le tedesche si

Anonimo ha detto...

Vai allora al Campo Nomadi a Castel Romano, tesoro, c'è (c'erano)ne sono ben due, una color Silver, l'altra nera come la tua macchina, con una sola differenza però, ha un alettone posteriore largo almeno 2 metri!!
Thetz Zingar....

Anonimo ha detto...

E' così tanto bella che la Lancia non riuscendo a creare un oggetto meno caccoso della Kappa e della Zheta, ha fatto disegnare questa "The Thesis Zhingar" da un anonimo disegnatore Inglese! E per la cronaca io ne ho vista passare una color silver metalliz con un leggero arancione biofosforescente all'altezza della cintuta; un obbrobbrio degna del Cottolengo. Sarà stato un altro cretino possessore di bidoni made in Italy, che comprandola di III mano a 2500 € ha deciso di donargli quest'originale tocco di sportività anale. Davvero futuristica, sensazionale.
J.J Ficus

Anonimo ha detto...

Quando ero fidanzato con mia moglie, lei possedeva una Lancia Y10 GT, quella con il motore 1300 e circa 80 Cv credo. Il motore riscaldava parecchio. Nel caotico traffico del centro, dovevamo ricordarci ed innestare un interruttore che faceva andare di continuo l'elettroventola, sennò inizava a far puzza di bruciato e dovevamo fermarci a fianco il marciapiede ad aspettare che la temperatura si abbassasse e non far saltare la testata motore. Un gran bidone! IO avevo ancora la Citroen GS, anziana di 20 anni, raffreddata ad aria, silenziosa e comodissima, un aereo paragonata ad essa. La Y venne fatta demolire a 128.000 Km, perchè consumava più olio che benzina ed io non lavoravo c/o un Ditributore Agip, capite?
Grazie a San Pancia, non compreremo mai una Lancia. Ma la Thesis non ha quel motore derivato dalla Joint Volvo - Renault et etc? E stata persino disegnata da una matita Inglese? Cosa gli e rimasto di Italiano la batteria Marelli? I pneumatici Pirelli?? Ecco spiegatomi perchè non vendono più una macchina nemmeno nel nostro suolo! Grazie AdM, Pino.

Anonimo ha detto...

è un vero peccato leggere qualcosa di intelligente in mezzo a tante cazzate.

Anonimo ha detto...

Scusatemi ma come PURGA è un vero portento della natura.
ALMENO PROVATELA

Anonimo ha detto...

Ma la Cessosessantasei (Alfa Romeo 166) è ancora più ridicola. Nemmeno i vecchietti arrivati a fine cottura la volgiono guidare. E poi certi villici "piloti" che vogliono passare per esperti intenditori di auto, hanno persino il barbaro coraggio di parlare male delle auto tedesche di alto segmento??
Come siete noiosi; immagino quelle poverine delle vostre mogli, inerti, sbadigliare e a limarsi le unghie con disappunto, mentre tentate di darci sotto quando vi trovate in intimità....
Ridicoli, compratevi una macchina seria o al massimo andate in giro con i mezzi pubblici che è meglio.

Anonimo ha detto...

La Thesis è stato un insuccesso difficile da battere nella sua categoria: 25.000 vendite in 7 anni!
Basti pensare che la K con 115.000 esemplari e la 166 con 100.000 erano stati già dei flop clamorosi .
I tempi d'oro delle "mitiche" Thema (360.000), della 164 (270.000) e della Croma (500.000!) sono un lontanissimo ricordo.
Risultato: addio ammiraglie italiane (e la "concorrenza" tedesca ringrazia!)

Anonimo ha detto...

Per la cronaca aggiungo la quantità di Lancia K coupé (s)vendute: 3.000 !
Auto rara ... per forza di cose!

Anonimo ha detto...

Auto MERDARARA perchè e stata come una falla nel buco del culo di Cicciolina. E il che è tutto dire!! Ma non perchè Auto a Serie Limitata o/e numerata.
Merda dello stesso identico colore, sulla bilancia pesa come la Lawil, tanto per rende idea.

Anonimo ha detto...

Bravissimi.....adesso sarete anche capaci di dire che la nuova Thema Chrysler e' bella.
Quella si che e' una vera auto di merda, senza classe, senza un'identificazione di marchio, senza nemmeno una faccia.
Quella si che e' una vera schifezza. Complimenti a Marchionne, e' riuscito a fare la prima auto che gli zingari compreranno da nuova.....
Altro che la Thesis, vettura sublime in tutto e per tutto ed affondata dagli idioti.
Chrysler-Lancia....e ti viene il mal di pancia

Anonimo ha detto...

Si ragrupperanno i soliti manipoli di idioti in cravatta a comprare la nuova Cessofilante da zingaro arricchito. Una nuova e lodevole ennesima "spruzzamerda" di casa LANCIA.
Lancia ennesima lavanda.
INTESTINALE.........

Anonimo ha detto...

Dunque: la Thesis ha un'estetica che o piace o fa cagare giusto?
Ma tra questi 2 estremi va messo in risalto un dato:la Lancia ha investito a suo tempo tantissimo per lo sviluppo di quest'auto e credetemi, sulla qualità e bontà del prodotto in se non c'è molto da criticare.Le ultime versioni della Thesis avevano raggiunto una qualità e raffinatezza di interni sicuramente ragguardevole, ma c'è poco da fare,se l'auto non piace (e per carità, siamo in democrazia) non piace.Ma abbiamo tanti esempi di auto che se pur intrinsecamente buone, sono state bocciate inesorabilmente per l'estetica come la Thesis...la BMW serie 7 penultima serie disegnata da Bangle ad esempio.
Criticata dagli stessi BMWisti piu puri...eppure sono sicuro che fosse un'auto progettata con la massima cura ma cio poco importa...purtroppo,basta dare uno sguardo alle quotazioni di un esemplare di 4-5 anni per restarci male.Insomma,voglio dire:penso che il successo di un'auto non sia solo l'estetica o solo la qualità, ma un insieme di fattori che fanno preferire quel modello a quell'altro.
Poi ripeto, ciascuno pensi, giustamente, quello che vuole.

Anonimo ha detto...

L'estetica della Thesis, sarà ricercata oppure banale, e stata affidata ad una matita Inglese, la Lancia non ha investito 5 minuti per lo sviluppo di linea e stile (piatto ed anonimo) e non si capisce il perchè.
Poi ecco spiegato l'effetto finale del prodotto Thesis. Linea senza emozioni e trasporto, proporzioni da cassapanca a due maniglie e quattro ruote. Una Delta Brutta così, non se la ricorda nessuno. Non credo che con tante matite a spasso in Italia, non si trovi un gruppo di bravi professionisti, in grado di far sagomare un "vestito" come si deve, ad una vera successione della DELTONA. Vero è che le auto oggi si assomigliano tutte, ma senza insulti gratis e onestamente discutendo, la Giulietta per quanto oscena e sconclusionata, sembra un prodotto Cinese della MG!!
Non degna di tale casato e poi parlano male dell'Audi A1?

andrea ha detto...

Dietro era magnifica, elegantissima.
Davanti invece appariva pesante e "vecchia" e ha pagato questo difetto fino in fondo.
Un amico di mio padre che fa l'autista per grandi personalità diceva che era una delle migliori auto di rappresentanza che avesse guidato, confrontata anche con Mercedes e Jaguar di alto livello

Anonimo ha detto...

Si, ma che prodotto è? Perchè la Lancia ha messo in commercio questa cessa proveniente da una matita Inglese? Perchè hanno messo in giro questa serie di sozzerie?
Zheta, Kappa, Phedra, ma che razza di merde sono? La Chrysler e riuscita ad abbassare notevolmente la notorietà ed il prestigio della Mecedes. Questo copia - incolla con la Lancia adesso, non lo vedo sotto una buona stella.
Immetteranno sulle nostre strade vetture sconclusionate, con linee che non ci appartengono. Insomma delle altre vere e proprie AdM e questo la Lancia non se lo merita.

Anonimo ha detto...

Secondo me, sono orribili soprattutto, anche i fari posteriori!

Anonimo ha detto...

La sostituta indegna della Lancia Thema!

mezzotoscano ha detto...

Se è per questo non lo merita neanche l'Alfa.

Anonimo ha detto...

Si, ma la Lancia è più Lanciammerda con 2 M.

Anonimo ha detto...

Non dimentichiamoci che la vera INDEGNA sostituta della Thema e stata la ridicolissima barzelletta made in Italy, il modello Kakka.

(se volete sostituite le "K" con le "P" - anche se con questo nome rende più merdosa e rende meglio l'idea della 4ruote in questione, non mutando il suo aspetto filomerdistico).

Anonimo ha detto...

Zheta, Thema, Kappa, Phippa, Phedra agli Italiani piacciono i cessi, per questo siamo i più grossi esportatori di rubinetterie, bidet, turche, pisciatoi a muro e sciacquoni.....

Anonimo ha detto...

Non dimentichiamo, anche, la Lancia Dedra, la versione a tre volumi della Lancia Delta seconda serie!

Anonimo ha detto...

La sostituta indegna della Lancia Thema, dopo la Lancia Kappa!

Anonimo ha detto...

Sarebbe meglio slapparsi un gigantesco pisellone Kenyota che andare in giro con questa zozzeria.
E' più armonica la Koreana Opirus, ma di tanto...

mezzotoscano ha detto...

Con l'acquisizione di Lancia e Alfa, Mamma Fiat s'è dimostrata un re Mida all'incontrario

Anonimo ha detto...

ragazZi non capite niente di auto! Felice ex possessore di thema e dedra ed attuale possessore STRAFELICE DI kappa e thesis. Guidate una kappa 2000turbo 20valvole ed una thesis 2.4 benzina e poi mi direte! Basta con sti tedeschi, i tedeschi comprano auto italiane e gli italiani tedesche! Ma quanto siamo idioti!

Anonimo ha detto...

Si vedono in giro, certe fotuzze delle future auto Lancia - Fiat, che hanno tutta l'aria di barattoli colmi di merda e piscio freddo.
Ma le avete viste le foto di quella che dovrà chaimarsi Thema? E la nuova e per nulla attesa Fiat Freymerd? Orcocan che scagazzamenti roteanti chi sarà mai quel feticista disposto a rotolarsi tra gli abitacoli di quelle merde?....
Complimenti!
Bei attrezzi davvero!!
PS: in Belgio, in Germania, in Olanda, non ho visto una sola Kappa o Thesis, figuriamoci una Dedra, saranno i miei due gradi scarsi di miopia oppure hai sparato un megacazzata su questi cessi da duelitri e la 2400 by Volvo - Renault?

Anonimo ha detto...

mbah...cessi da due litri non credo proprio....motori così (almeno per la kappa) sono inarrivabili e parliamo di 12 anni fa....220cavalli ti posso assicurare che danno la merda a qualsiasi auto tedescona media...ma non sto a sindacare,,,,,,guarda caso tra le altre auto di merda su questo sito c'è anche la Porsche Panamera....ma chi l'ha fatto sto sito??? mbà

AUTOdiMERDA ha detto...

Il sito l'ho fatto io, piacere Paolo. Le recensioni sono scritte da me e da chiunque abbia voglia di sorridere inviandomi le proprie (vedi Panamera). Lei è libero di lucidarsi le sue LancIe e di non trascurale per AdM. Saluti :)

mezzotoscano ha detto...

Un consiglio amichevole: se a qualcuno 'sto sito non aggrada, lo lasci perdere e vada a guardarsi Pornotube.

Anonimo ha detto...

Ciao Paolo,piacere vincenzo....Le mie lancia sempre in forma per il vostro sito.
Saluto a tutti gli italiani medi!!

Anonimo ha detto...

Il 2.0 20V "sturbato" usato dalla L. Kakka sviluppava 155 Cv.
Il motopropulsore Renault Volvo 2400 ad injection di benza, sviluppava 175 Cavallucci.
Molto rare le Fiat Coupe & la Lancia kazza Turbo 2.0 da 220 CV da te menzionate.
Calcola però che la Lancia non aveva sviluppato nulla di nuovo, venti anni prima, la Sierra 2000 turbo, con un cilindro in meno, sfilava ad un solo Km/h in meno.
Nel 2000 il motore della Nissan Bluebird Turbo Wagon ne sprigionava 230, mentre il Boxer Subaru della Legacy B4, ne aveva 280, mentre quello più piccolino della SW Subaru Forester 4x4, ne spremeva esattamente 250 di CV.
Poi volendo esagerare e fare lo sborone, il motore 1.8 16 V della Caterham Super Seven ne sviluppava 232 ed il 2.0 più pepato; 303 CV.
Mentre un anno prima in commercio la Honda S 2000, duelitri 16V, di cavalli ne aveva 241 ed il suo prezzo base era più basso della Lancia Zhappa!!
Un Italiano di basso ceto, per cui evita e non affaticarti troppo nel salutarmi.

Anonimo ha detto...

Anni addietro nei pressi di Porta Pia ed il viale che scende giù verso Viale R. Margherita, la strada e condita da semafori uno dietro l'altro. Verde; parte una Kappa (220Cv = Bhò)affiancata da una tamarrissima Golf. Partenze a razzo fino al semaforo successivo. Io ed il mio scooter ero nella strada parallela e mi gustavo i due cretini sfidarsi al Lunch Speed. Per i primi 3 - 4 match la Kappa subiva inesorabilmente gli attacchi della tamarra, arrivando sempre dopo alla soglia del semaforo successivo. Poi si era affiancata a questo insolito balletto cittadino, una bianca Renault Supercinque turbo, ma la Kappa dato che ostentava potenza e pippemotoristiche doveva essere almeno la cesso220, ma arrivava sempre per ultima. Come dice E. Fede; che FIGURA DI MERDA.... povero Lancista.
L'ha beccate da una Tedesca e da una Francese di piccola taglia, whee dico, per fortuna non v'erano Koreane in giro!

PS Vincenzo; ma eri tu per caso?
Orazio con O.B. nel retto sennò mi cago sotto dal ridere, quasi dimenticavo e italiano di basso ceto, possessore di Honda S 2000.

Anonimo ha detto...

nooo Orazio, giro solo in pista...

Anonimo ha detto...

...aggiungo orazio,,,,sei riuscito a capire che era una kappa 220cv?? da quali dettagli??fermo al semaforo ed hai seguito tutta questa scena con uno scooter?? mbà

AUTOdiMERDA ha detto...

# Off-Topic #
Il post è sulla Thesis, commenti su altri
modelli saranno scartati.
Sulla Lancia Kappa c'è: Lancia K 2.0 20v by M.Zanotti
Grazie ;)

Anonimo ha detto...

whe whe!?!ma la Thesis che si ami o si odii siamo tutti daccordo...ma sono convinto che sicuramente uno che ha "classe" può capire la linea della thesis un altro no e come non andare a cena non nel ristorante snob...ma avere il cuoco a casa,non vestirsi da zara a milano ma direttamente in sartoria questa è la differenza per capire la thesis...si fa in fretta a comprare tedesche per moda e snobbismo che poi se ti abbandonano (cosa che si vede piu spesso girando in giro)"blocco motore a una bmw?strano..."ma per piacere comunque vi consiglio di acquistare una bella serie 5 granturismo...belllliiiiissssssiiiiiimmmmaaaaaaaa....ahahaahha...nonostante qualche modello che non concordo devo fare i complimenti per il sito..

Anonimo ha detto...

Se trovate bella un'auto _orrenda_ come la Lancia Thesis, vuol dire che o scherzate, o non siete nel pieno delle vostre facolta', o, dopo molti anni di obbrobri, avete dimenticato che cosa sia un'"auto bella".
D'altra parte, e' sufficiente vedere il numero totale di esemplari di questo aborto prodotti in 7 anni per capire tutto: confrontateli con i numeri delle "vere" Lancia (quelle degli anni '60 e '70) e poi ditemi...
[Enrico 1965]

mezzotoscano ha detto...

A voler essere pignoli fu proprio negli anni 70 che Mamma Fiat si pappò la Lancia e che da allora il brand Lancia andò sempre più a "defecare sulle ortiche".

Anonimo ha detto...

Pensa che gran bruciore di culo

Anonimo ha detto...

Chic a uffa questa Thesis di merda, raffinatezza a go-go (cacà), eleganza da far paralizzare il fiato, proprio come quando al wc strizzi troppo gli intestini e partorisci un sano nano negro di 6 Kg.
Ci vorrebbe una bella botta a questa macchina prettamente da mignotta!!
Condoglianze Lancia, in attesa dell'ennesima nuova cagata (cappella), Thema2.

Anonimo ha detto...

@ Anonimo delle 8:40 AM

Un bruciore al culo più forte gli sarebbe venuto se avessero usato le foglie d'ortica come carta igenica!

Anonimo ha detto...

Ma la nuova Y l'avete viste le foto?
Vomitevolissimevolmente, Una Y ingrandita e la bocca grande come il buco dell'ozono, presa in prestito della Chryslet PT.
Un cesso buono per pisciargli con il vento a favore di calandra!!
Brrrrr che schifezza!
Auguri altro che Autodimerda, è proprio una Lanciacacca.

Anonimo ha detto...

Ha la calandra che sembra il sorriso del sofficino FINDUS.
Avrebbero potuto chiamarla Lancia Findus
J.J. Ficus

Anonimo ha detto...

Ciao. Io ho 30 anni ed ho acquistato una Thesis usata. Per me è una bella ed elegante auto, non al pari di auto odierne come la nuova serie 5 di BMW o la nuova classe S di Mercedes. Se confrontata però con auto dello stesso periodo sinceramente, mi discosto da quanto hanno detto altri. I gusti so gusti, ma inviterei a fare un giro a bordo di una Thesis a chi l'ha giudica male...

Anonimo ha detto...

Le chiacchiere se le porta il vento....!!!! Io ce l' ho sotto casa e quando vado in giro pare che la guardate tutti... Quindi non dite cazz...!!!

Anonimo ha detto...

io ho una lancia thesis modello centenario e sono contendissimo di averla,sono tutti invidiosi, pero quanto passa per strada tt che la guardono viva la lancia thesis abbassa i carrozzoni tedeschi!!

Anonimo ha detto...

Sapessi come ti indidio, anch'io vorrei una Tetris come quella tua. Ad avercela una macchina del genere sai che gran ruspaio per le mie 40 galline??

Anonimo ha detto...

la thesis e molto bella.parlate solo cazz...io ho una lybra,ma vorrei tanto anche una thesis.possibile quest'anno.

Anonimo ha detto...

ma parla per come magni và....

Anonimo ha detto...

Trovo la scelta di Markionne coerentissima: se si devono investire fior di quattrini per generare una gamma di vespasiani invendibili come ha fatto Lancia negli ultimi anni, tanto vale rimarchiare i vespasiani di qualcun altro (leggi Chrysler) ed almeno risparmiare i quattrini !!!
No ??

kutavness ha detto...

Quest'auto non merita di essere definita AdM. Esteticamente l'ho sempre trovata stupenda, con un carattere non comune alle altre ammiraglie. Vero è che aveva però tre grossi difetti: il prezzo troppo elevato, un bagagliaio misero e un motore turbodiesel assolutamente non all'altezza. L'idea era a mio parere ottima, ma quegli incapaci del gruppo FIAT riuscirono lo stesso a snaturarla. Con un tremila TDI da almeno 210-220 CV avrebbe avuto fortuna.

Anonimo ha detto...

Difatti merita di annegare dentro una latrina da caserma.

Anonimo ha detto...

Sempre se riesce a passare giù per lo scarico!

Anonimo ha detto...

Non preoccuparti, sanno districarsi bene nei meandri fognerecci, il loro habitat naturale. Lì in dolce compagnia di Dedra; la dolce principessa delle Fiandre (in arte merda di cavallo), Miss Scoreggypslon e Sovrana stimolo Deltanal.
La Marvel non sarebbe in grado di fare di meglio!!

Anonimo ha detto...

certo che quella color carota è eccezionale.
raga, rassegnamoci: ormai aspettarsi qualcosa di buono dalle auto italiane è come fare un buco in terra, metterci dentro vabèn e aspettare il terremoto.

dAniele ha detto...

aspetto con impazienza la lancia hypothesis, un pickup dodge ram rimarchiato.

Anonimo ha detto...

La nuova calandra della New Deltanal Gold è bella quasi come la dentiera di CICCIOLINA.
Per lo meno è ben navigata

Anonimo ha detto...

voi italiani comprate auto tedesche , gli rumeni comprano auto tedesche ,gli nigerieni comprano machine americane e inglese ,sè FIAT era fatto in Germania gli italiani andavano con 10 anni avanti

manny ha detto...

e gli tedeschi che fanno gli vanno in giro con la glibici ???

Bandito ha detto...

Perchè, esistono ancora le auto inglesi?

omissis99 ha detto...

spezzo una lancia a favore della thesis.

Anonimo ha detto...

Elise ne vendono, come le Jaguar modelli sedan e coupe, che vengono esportate a massa molto più ad Es. delle nostrane e fetecchiose Thesis. Land Rover Defender e Range ancora tirano e sono quasi indistruttibili. La Fiat a parte la Panda e la Punto altro non vende. La Lancia si trova ormai in chiesa per l'estrema unzione.

Anonimo ha detto...

Uhm, fatemi pensare...

Lotus - proprietà Malese (Proton)
Jaguar - proprietà Indiana (Tata)
Aston Martin - proprietà mista (Kuwait - America - inghilterra)
Rolls Royce - proprietà tedesca (BMW)
Bentley - proprietà tedesca (Volkswagen)
Rover - prodotte ancora a marchio Roewe in Cina
Land Rover - proprietà Indiana (Tata)

Ora non ne ricordo altre, ma, a parte una fettina di Aston Martin (il faro posteriore sinistro?), non mi pare di vedere auto inglesi nella lista...

Claudio - Genova

Anonimo ha detto...

Ciao Claudio, poco importa se in garage, lontano dalla luce diretta e dalla polvere, si custodisce una Lamborghini Gallardo. La Gallardo è una Gallardo, non me ne frega 1/2 rapa andata a male, se oggi la Lambo appartiene al Gruppo Volk.

Così come gli appartiene la Porsche, la Bugatti, il 63.75% della Proton e della Lotus ed il 20% dei famosi truck conosciuti in tutto il mondo della MAN, capisci?

Ora caro Claudio, una Gallardo è una Gallardo, anche perchè parliamoci chiaro; sulle teste motore, vedo ancora la scritta LAMBORGHINI e non Volkswagen. Scusami tanto, ma una Range Rover, rimane una Range Rover, non la costruiscono in India alla Tata e non me ne frega un cazzo se appartiene ad essa, non so se sono stato chiaro.

Così una Infiniti è una Infiniti, non una Nissan o meglio, una Renault di cui ne è proprietaria, inteso? - Capito?

Persino la Toyota detiene 8% della Subaru e la GM il 10% Fiat, ma la Grande Punto è pur sempre una Grande Punto, oltre che ad essere una Grande, mesta cagata, sciacquonata nel cesso.

Per cui rimane il fatto che le Defender (nata con le forchette di alluminio nel 1948), ne vendono a camionate ed espatriano volumi colossali se paragonati ad Es. alla ipercesso della Campagnola Iveco, che tra l'altro non esportata nemmeno nella vicita Turchia o Grecia - al netto contrario del Land Rover.
Saluti da Roma, Luca.

mezzotoscano ha detto...

L'industria inglese non esiste più, Luca. Fattene una ragione... Comunque consolati: grazie a Marchetta tra breve non esisterà più neanche quella italica.
I love you, tempesta

Anonimo ha detto...

Si certo, Grazie 1/2toscano, anche la LANCIA e defunta, pace a lei, in sottofondo ascolto una Requiem di Mozart, che dedico interamente alla Lancia.
Luca

Anonimo ha detto...

Orcocan... dimenticavo, che l'industria automobilistica Inglese non esiste più che e uscita fuori al nuova Aston Martin V12 Zagato. Avete visto le foto?

La FF Ferrari a confronto sembra una pentola a pressione scaldaminestre...
Luca

Anonimo ha detto...

E' un'auto comoda e ben rifinita, sembra di viaggiare sul velluto. Estetica molto personale (forse troppo...). Meccanica eccellente ma io che vendo auto usate la comprerei solo per tenerla a lungo. Resta improponibile il paragone con la stupenda Thema che non aveva rivali a parità di prezzo...

Anonimo ha detto...

peccato che scricchiola come una puttana senza dentiera però....

Anonimo ha detto...

Io sono il fortunato possessore di una Thesis (e non sono un politico, è proprio mia).
Non la cambierei con nessun'altra auto al mondo.

Anonimo ha detto...

è un po' da babbo...

Anonimo ha detto...

Un pò da babbo e molto da pappa.
Se gli levi le ruote, assieme all'Alfa 6 e 90, sembra un carrozzone da sbarco degli immigrati a Lampedusa. Bastano due bandierine variopinte e due scritte da salamallecco sui fianchi ed il gioco e fatto. Per fortuna c'è stata gente disposta a comprare questi barconi di merda.... GRAZIE! (per l'economia italiana ed il PIL).
JJ Fikus

enzo ha detto...

Il suo aspetto monumentale e la caratterizzazione eccessivamente retrò dell'insieme, hanno fatto si che la Lancia Thesis non avesse successo. Peccato, perché in quanto a doti, qualità e classe, non ha proprio nulla da invidiare alle sue concorrenti. Usate si trovano a buon prezzo, non a caso né sto vedendo molte in giro ultimamente.

Anonimo ha detto...

LA DISCUSSIONE SU QUEST'AUTO MI URTA UN PO'..NEI TONI CHE HA PRESO..
IO CONOSCO UNO CHE LA COMPRò APPENA USCI'....NELLA PRIMA VERSIONE DIESEL 2.4 DA 150 CV....E CE L'HA ANCORA....FELICE COME UNA PASQUA DELL'ACQUISTO FATTO ALLORA....


...DETTO QUESTO.....RICORDO UN SERVIZIO DI QUATTRORUOTE....IN CUI LA SI CONFRONTAVA CON LA MERCEDES CLASSE E....(NON RICORSTO SE LA 220 O LA 250 CDI)...
SORVOLANDO SUL MOTORE....LA MERCEDES ALLA VOCE FINITURE E STILE...(INTERNI)...DAL CONFRONTO NON NE USCIVA PROPRIO BENISSIMO (NONOSTANTE I 5 MILA E ROTTI EURO IN PIù PER L'ACQUISTO)....

INFATTI PER GLI INTERNI E LA DOTAZIONE.....SILENZIO PREGO...PERCHè è ANCORA UN'AUTO CHE DA DEI PUNTI A TANTE....

....PER LA QUESTIONE LINEA......PREMESSO CHE LA FIANCATA MASSICCIA CHE QUALCUNO CRITICA...NON è PIù MASSICCIA DI QUELLA DELLA SERIE 5 DISEGNATA DA BANGLE....E QUINDI NON MI PARE IL CASO DI STAR LI A CRITICARE TROPPO...
LA CODA DELL'AUTO RIMANE UN ESEMPIO DI BELLEZZE..ARMONIA E PULIZIA DELLE LINEE (NULLA A CHE VEDERE CON LE CODE DELLE AUTO DI BANGLE...IN CUI I COFANI SEMBRANO "APPOGGIATI" AL RESTO COME ELEMENTI AGGIUNTI IN SEGUITO)....

Anonimo ha detto...

LA QUESTIONE MUSO...HA INVECE RISENTITO DI DUE ELEMENTI (UNO NATO IN SEDE DI DEFINIZIONE PROGETTO):

1) LA SPROPORZIONE FRA L'AMPIA E BELLA MASCHERINA A SCUDO CROMATA.....CON I DUE FARI...MOLTO PICCOLI.....COSA CHE LASCIAVA TROPPO SPAZIO VUOTO FRA LA MASCHERINA STESSA E I FARI SUDDETTI......NON HO MAI CAPITO PERCHè NON ABBIANO TENTATO UN RESTYLING IN QUELLA ZONA CERCANDO DI RIPROPORZIONARE IL TUTTO.

2) IL PROTOTIPO DELLA THESIS NN ERA LUNGO 4,89 METRI COME IL MODELLO DEFINITIVO...MA BENSì SUPERAVA I 5 METRI.
DECISERO CHE ERA TROPPO LUNGA E RISCHIAVA DI TROVARSI SPIAZZATA RISPETTO ALLA CONCORRENZA....O PEGGIO...DI FINIRE CONCORRENTE DELLA CLASSE S INVECE DELLA CLASSE E......
COSA FECERO PER ACCORCIARLA? SEMPLICE....HANNO ELIMINATO OGNI PARVENZA DI PARAURTI....INFATTI LA THESIS AVEVA I PARAURTI SOLO ACCENNATI E A FILO DELLA CARROZZERIA...COSA CHE METTEVA UN PO' DI APPRENSIONE SULLE SORTI DELLA STESSA NELLE TOCCATE DA PARCHEGGIO......
.....PROBABILMENTE SE NON AVESSERE STRAVOLTO IL PROGETTO IN QUESTO SENSO....AVREMMO VISTO UNA SORTE MIGLIRE PER QUESTA AUTO (IN FONDO OGGI LA NUOVA THEMA-CRISLER 300C....PASSA I 5 METRI....)....


BY BLACKLEATHER

Anonimo ha detto...

Frontale un po' Aurelia, coda un po' Flaminia (belle le codine arrotindate!). Una delle ultime Lancia. Adesso è arrivata la Thema americana...CHE MERDA!

Anonimo ha detto...

il problema della Thesis è che a 100000km bisogna fare la cinghia di distribuzione...e che c'è di strano direte voi, beh dovete sapere che per fare ciò bisogna smontare il motore ergo 3500€ di spesa ecco perchè le troverete in saldo con poco meno di 100000km o appena sotto i 200000...

Anonimo ha detto...

Una merda indigesta disegnata in UK. Quando non la vedi la senti, perchè cinghie a parte, cigolano da tutte le parti - sembrano la slitta di Babbo Natale; cling - cling - cling - cling - cling... Caccalancia Thema, the horror car movie.

Anonimo ha detto...

Se escludiamo però la Plymouth Fury di "Christine, La Macchina Infernale" e la Lincoln modificata di "La Macchina Nera"!

mezzotoscano ha detto...

Ho osservato che adesso il Caimano ha abbandonato le Audi e si fa vedere a bordo d'una Thesis, forse si vuole adeguare alla recente "voglia di sobrietà"?... Chiacchiere e distintivo!

Anonimo ha detto...

Meno male, allora, che almeno adesso il Caimano ha deciso di abbandonare le Tedesche, solo le auto blu e le vetture di rappresentanza s'intende!

mezzotoscano ha detto...

In privato ha una flotta di Escort".. non Ford

Anonimo ha detto...

Eh, già!

Anonimo ha detto...

Infatti, durante il suo ultimo governo, il nostro ex Presidente Del Consiglio, proprio ormai rimpianto da nessuno, si è proprio messo a fottere sia le donne che il Paese!

Anonimo ha detto...

Altro che Joseph Fitzgerald Kennedy, visto che in origine questa battuta era su di lui!

Anonimo ha detto...

Ma adesso basta parlare di politica e torniamo a prendere in giro le vetture qui elencate!

Anonimo ha detto...

Ti suggerisco di recensire la Lancia Kakka ... cioè ... la Lancia Kappa. Come auto di merda si difende molto bene ed inoltre col suo nome si adegua perfettamente al contesto.
Saluti e complimenti per il sito.

Anonimo ha detto...

ottima direi, per passare inosservato....elegante e al contempo anonima come una bagnarola fin de siecle..

Anonimo ha detto...

Ho quasi 17 anni e sono sempre stato appassionato di auto fin dall'infanzia.In famiglia,almeno da quando sono nato,l'unica auto italiana è stata una Fiat Uno seconda serie.
Adesso abbiamo due VW,una Polo e una Golf Plus.
Non metto in dubbio la qualità davvero ottima(non abbiamo mai avuto problemi),e neanche lo stile e i contenuti.Però(ma questa è una mia sensazione)mi hanno sempre dato una sensazione di freddezza e per questo non mi hanno mai entusiasmato.
Sarà per questa caratteristica,non sono mai impazzito per le auto tedesche,anche se trovo che alcuni modelli siano belle automobili.
Tra quelle italiane,la Lancia è quella che mi entusiasma di più,per la raffinatezza,per il confort,per il calore e la classe che emanano.
Mio zio aveva una delta seconda serie(quella tanto criticata che aveva una linea tipo alfasud):affidabile,comodissima grazie ai sedili in alcantara,denunciava solo un alto consumo d'olio.
Personalmente la trovavo anche carina;dopo si sa:de gustibus...
Un altro mio zio ebbe una Thema seconda serie color verde,auto a mio parere eccezionale.
Quando fu lanciata la Thesis,mi piacque tantissimo per l'eleganza e per i raffinati interni in pelle Frau;trovavo la linea bellissima,che esprimeva solidità.A tutt'oggi è una delle auto che preferisco,e,se si potesse,fra qualche anno mi piacerebbe possederne una,magari con il motore v6 Busso Alfa Romeo(una delle cose positive dell'acquisto dell'Alfa Romeo da parte della Fiat)nella sua ultima evoluzione di cilindrata 3,2.Insomma,ho sempre trovato la Thesis molto affascinante,migliore della K(un pò anonima)e bella quanto la Thema(grande macchina).

P.S.Non voglio offendere coloro che amano le tedesche e non voglio sparare sentenze sull'affidabilità della Thesis,il mio commento si riferisce al solo aspetto estetico.

Anonimo ha detto...

Per me il fatto che venga sottovalutata è stata una panacea. Dopo aver posseduto auto tedesche di tutte le razze e pure jap. a causa di un picccolo diverbio con un lampione sono stato costretto a comprare una macchina al volo e con poco badget. Ho trovato una thesis fine 2007 65000 km a poco più di 8000 euro. Sapete che vi dico, è come viaggiare nel salotto di casa mia con birra spaghetti e rutto libero " ma vi rendete conto come è questa macchina? ",è vero manca il cesso ma per quello vado a cagare dentro un x6 . Se la finisco, ne cercherò un'altra. Saluti dal mio resort.

68 ha detto...

... credo che coloro i quali dicono tanto male della THESIS denunciano una spiccata ignoranza in materia, dico ignoranza come colui che ignora, non conosce,decantando invece le teutoniche forse perchè non le hanno potute possedere forse proprio ne le une ne le altre. Una volta ho mio malgrado ascoltato uno che diceva che le porsche sono meglio delle ferrari perchè queste ultime non sono fruibili. gli ho chiesto che macchina avesse:... peugeot 306 diesel... mah!!!

Anonimo ha detto...

difatti il modello 911 è un capolavoro. Ha quasi 50 anni di età e fila via come il vento. tutto l'opposto della Ferrari FirsFetecchia e l'ultimo oblìo F2012! Amen.

68 ha detto...

tu che hai il 127?

Pier ha detto...

Caro 68
questo è uno di quei siti dove meno ne sai
più puoi criticare.

Anonimo ha detto...

x166. ho una arzilla 126 tuttodietro tecnicamente identica alla 911, per questa semplice maniera posso criticare, non ho mica "un" clk, cribbio!!

Anonimo ha detto...

anche la fiat 130 non era considerata..la usavano solo pochi politici..come la thesis..sta di fatto che come allora la MERDECESS non riusci' ad emulare qualità e caratteristiche di quella fiat che era pur sempre una fiat...come la thesis..daltronde michelangelo raffaello donatello leonardo..ecc sono tedeschi..giapponesi..coreani..ecc peccato che la parola arte sia una prerogativa quasi esclusivamente italiana...

Anonimo ha detto...

Arte è arte, anche un vaso Cinese della dinastia Minghia è pura arte a pieno valore, ma non confonderla con la diossina balenottera cicciottella della 130. Ovvio non puoi nemmeno paragonare la Merdecess 600 Pullman, presentata nel 1963 ben molto prima della scopiazzosa Fiacacca Agri 130. Che volendone copiare movenze, stilemi, linee, risultò molto più merdereccia di un vaporetto in avaria tra le fosse delle Marianne! JJF

Anonimo ha detto...

hai detto prorpio bene...l'arte della minchia....

Anonimo ha detto...

per fortuna che la thesis non è stata apprezzata, così si possono trovare sul mercato a prezzi accessibili, ma non lo diciamo in giro!

Anonimo ha detto...

nella sezione Lancia propongo di inserire una new entry: il terrore di tutti i clienti di autonoleggio: lA MUSA. l'unica cosa bella che aveva era la pubblicità.
mi hanno dato 2 volte la musa a noleggio, è sconfortante.

Anonimo ha detto...

Stavolta devo dire che è stata una macchina che non è stata compresa. Personalmente la trovavo bella, elegante, raffinata, lussuosa. La precedente K era orrenda ma la Thesis la trovavo davvero bella. Sempre meglio di quella maialata della nuova Thema.

Anonimo ha detto...

L aThesis faceva discutere era troppo barocca e con un davanti troppo massiccio, ma belli per me erano certi particolari come i fari e la zona dei parafanghi anteriori, se avessero fatto un restyling anche lieve magari mettendo delle maniglie porta più sottili ed una calndra meno baroccapotevano far rivalutare l'auto. posteriori. Auto di merda? La nuova Thema, dimensioni da segmento f, prezzo conveninente rispetto alle dotazioni (la Thesis costava di più e offriva di meno) ma copia quasi al 100% della Chrysler 300c generazione 201 (a veder bene rispetto alla quasi gemella americana cambiano, contorno griglia più sottile, specchi esterni con staffa nera e meno ingombranti e paraurti con parte bassa più prominente verso l'esterno, dentro cambia solo il quadro strumenti). flop da50-60 vendite al mese (la Lancia Voyager vende di più) un cassone, un bestione americano che consuma a bestia il 3.0mjet 240 cv da prova quattroruote fa 10 con 1 litro contro i 12 della A6 3.0 Quattro o i 13 del BMW 530d F10, nemmeno i sedili e li appogiatesta hanno cambiato all'Americana e rigidi un osso da vendere in Italia ed in Europa, una gran cazzata di auto. Bel flop Marchionne e lo sarà anche la 500L, una simil 500 rialzata e dal passo più lungo con 5 porte, dovete fare qualcosa di originale.

Anonimo ha detto...

ne ho comprato due usate , un disastro, freni e fari alogeni da cambiare ogni 4 mesi,penso di venderla presto, ci vuole un milionario per mantenerla, peccato perche' linea e prestazioni sono buone..

Roberto P. ha detto...

Personalmente penso che la Thesis non sia una brutta macchina, anzi non è niente male, certo non ha avuto un grande successo come ad esempio ha avuto la Thema.
Ho avuto modo di utilizzarla parecchio per lavoro (come passeggero) in quanto a Roma il servizio NCD che utilizzavamo ne possedeva diverse e devo dire che a me piaceva, l'unico problema è che l'abitabilità dei posti posteriori è davvero ridotta in quanto io che sono abbastanza alto (1,83) per entrare dietro mi dovevo mettere a quattro zampe :-) fortunatamente l'autista non era quello di John Travolta :-) e quindi me la sono sempre cavata senza subire danni...
Per il resto la macchina è bella...
ciao
Roby

Anonimo ha detto...

la nuova thema quando arriva. io da quando gira ne ho vista una

Anonimo ha detto...

Penso che non vedrai più manco quella: l'acquirente è sottoposto a TSO

mezzotoscano ha detto...

Che ci sia Marchionne il dice
Chi la compri nessun lo sa

Anonimo ha detto...

stavolta hai topppato luca...come si fa a mettere quest auto nel sito macchine di m.,e molto bella e solo che costa troppo tutto qua....che sbaglio!

Anonimo ha detto...

La linea ricalca, in "salsa moderna", quella delle vecchie LANCIA degli anni 50. Vi sono poi alcuni particolari interessanti come i fari anteriori che hanno la forma dello scudetto LANCIA stilizzato. Sempre meglio la THESIS che l' attuale THEMA. Una americana CHRYSLER con lo stemma LANCIA "appiccicato" sopra!

torcolone ha detto...

chi dice che la Thesis sia un'auto brutta vuol dire che non capisce un cazzo..

mezzotoscano ha detto...

Min... Torcolone! Che fantasia che tieni! Il Nobel per la letteratura ti aspetta.

Anonimo ha detto...

La Thema ai suoi tempi fu una macchina meravigliosa. La K meglio dimenticarla, poveretta. la sua linea anonima non era degna del marchio Lancia, non parliamo poi della coupè. La Thesis è stata la risposta eccessivamente azzardata alla K. Da una troppo anonima, ad una troppo particolare. Ma non è brutta, molto meglio di alcune tedesche più blasonate, come quella schifezza della serie 7 anni 2000.....

Anonimo ha detto...

Amministraotyre, a quanto un post sulla Lancia Thema 300c del 2001 ossia quello scorfano della 300c Chrysler 2011 diverso solo per contorno griglia più sottile, fendunebbia e paraurti con parte bassa più prominente! Ti ho dato un indizio, auguro a te e a tutti i visitatori buon 2013 con la speranza del desiderio sopradescritto

Anonimo ha detto...

Ho una thesis emblema 3.2 v6 e va benissimo.
Mi sa che l'autore dell'articolo è una persona di merda.

Anonimo ha detto...

viva la thesis

Anonimo ha detto...

In una puntata del programma televisivo "Top Gear" l'hanno definita più brutta della Jaguar Serie S!

Anonimo ha detto...

Infatti, hanno detto che i progettisti hanno visto il frontale della Jaguar e hanno deciso di farlo uguale!

Anonimo ha detto...

Gli italiani hanno insegnato a tutti i produttori del mondo il vero significato del termine "automobile"!!!

Considero ultima VERA Lancia la Fulvia coupè prodotta fino al 1976, l'ultima VERA Alfa la 75 e per quanto riguarda Fiat, la stessa ha avuto validi prodotti solo con le utilitarie quindi l'ultima buona utilitaria Fiat è stata la 127!
Tutto ciò naturalmente a mio modesto parere!!!

Mio padre commerciava auto e quindi sono nato tra le auto, ho posseduto Mercedes W124 300E, SLC 350, 500SE (W126), BMW E23/E32/E38, Jaguar 4200 III° serie, VW Passat 2.5 TDI, Lancia Beta Montecarlo, Lancia K sia berlina che coupè (per me bellissime) e molte altre ancora...
Attualmente possiedo due Mercedes (W123 e W124) ed una Croma 2006 (in vendita).
Ritengo di essere un buon conoscitore della materia.

Per me la Thesis è una bella macchina che regge il confronto con le rivali tedesche!!!
Gli interni sono di alta qualità e la maggior parte degli esemplari in circolazione sono veramente full optional, se dovessi cercarne una sicuramente prenderei in considerazione un 3000/3200 motori adatti al tipo di macchina... Gli altri li ritengo sottodimensionati!

Saluti a tutti


Bandito ha detto...

Concordo, anche mio padre vendeva macchine, e anch'io trovo che la Thesis sia una bella macchina.
Brutte sono la Freeemort, la Anathema e le altre macchine americane che vogliono spacciarci per italiane (soprattutto la Lancia Voyager)

Anonimo ha detto...

Una vera auto di merda, con una linea inguardabile e insulsa!
E non per niente fu un flop colossale!
Chi scrive stronzate che è bella, dovrebbe togliersi le fette di salame dagli occhi!!!

Anonimo ha detto...

una COLOSSALE "Stola" di MERDA!

Bandito ha detto...

193, il senso del bello è soggettivo, una cosa puà piacere a me e non a te, e non vuol dire che tu abbia ragione. E se i miei gusti sono diversi da quelli della maggioranza non vuol dire che la maggioranza abbia ragione. Per farti un esempio, a me piacciono le bionde, quindi dovrei dire a tutti quelli che hanno sposato delle brune che hanno fatto una stronzata, di togliersi le fette di salame dagli occhi e di mollare quei cessi. Ma forse sarebbe eccessivo, può darsi che a loro piacciano.

Bastardo senza gloria ha detto...

Sagge parole, Bandito. A me, per esempio, piace andare in mona, ad altri piace prenderlo nel lato B. Chi siamo per giudicare chi ha ragione?

Anonimo ha detto...

Si legge chiaramente che chi scrive la recensione della Thesis non capisce nulla di auto, tanto meno tutti coloro che per puro stereotipismo acuto sputano fango sul prodotto italiano dimenticandosi che il prodotto italiano è prodotto da italiano como loro, riflettete su questo.
Non voglio,poi commentare su chi disdegna la Kappa, auto nata nel 1993 un palmo superiore alle tedesche in tutto, infatti ancora oggi se ne vedono girare contrariamente dei cassoni Mercedes tipo il 180 o BMW o Audi, che tra l'altro sono più di ventanni che propinano sempre la stessa vetture e noi imbecilli le compriamo tanto per arricchire i crucchi.
Ultimo pensiero, bello l'X6.....ma non lo vedete che è un rospo gigante!!!

Anonimo ha detto...

Non capisco perchè tra le auto di merda è stata messa la Thesis e non la K, specialmente la K coupè !!

Anonimo ha detto...

Thesìs forever! Meno piace e meglio è per me, che viaggio sulla macchina più piacevole e comoda che abbia mai provato.

tullio garzetti ha detto...

la thesis è bella!!!!! ha dei motori ottimi è affidabile e si viaggia magnificamente! ha una linea originale migliore di molte porcatefrancotedesche! chi la critica dovrebbe essere condannato a viaggiare a vita con:
renault vel satis,bmw 7 bangle(non è un colpo d'arma da fuoco),mercedes E,peugeot 607 o l'opera d'arte skoda SSSuperbbbb!

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 238   Nuovi› Più recenti»

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS