53

RENAULT 14



renault 14

FRANCIAAl momento del lancio sul mercato, nel 1976, fu presentata attraverso una inadeguata e poco accorta campagna pubblicitaria che, nel descriverne le forme, la paragonava ad una pera. In effetti la nuova berlina francese 2 volumi e 5 porte di classe media inferiore sezione B primo corridoio a sinistra di scuola Renault, era stata coltivata nel frutteto retrostante l’edificio dal bidello drogato che vi prestava servizio (..e lui di pere se ne intendeva). Siccome all’inizio degli anni '70 in Renault c’era carenza di spacciatori ben forniti, si decise di rivolgersi al collaboratore scolastico suddetto che purtroppo oltre ad essere tossicodipendente e alcolizzato, soffriva di stitichezza; così, tra una pera, una Peroni e una peretta, concepì la Renault 14. Le sue forme riprendevano, oltre ovviamente quelle del gustoso frutto, ahimè tutti gli effetti collaterali di tali sussulti: vomito post-sbornia e cagata post-siluro lassativo. Inizialmente la R14 fu disponibile nelle versioni L, già sbucciata, e la TL, accompagnata con del formaggio. Tali versioni erano equipaggiate con un frullatore preso in prestito dalla signora Peugeot da 1.2 litri di succo di frutta che permetteva loro prestazioni non molto entusiasmanti: la velocità massima era infatti di soli 145 km/h. Trazione anteriore, anguria trasversale, cambio manuale a 4 (mele) marce, sospensioni a 4 ruote indipendenti con banane di torsione e impianto frenante misto, erano le caratteristiche fondamentali di questa vettura. Nel 1978 arrivò la versione GTL, ancor meglio dotata e guarnita, e poco dopo arrivò anche la TS, dotata di frullatore più potente e miscelatore per cocktail. Nel 1980 arrivò l'unico e lieve restyling dell'intera carriera della R14, un restyling limitato prevalentemente al frontale, con una fetta di limone e un bicchierino di Rum nel radiatore da bere tutto d’un fiato con la cannuccia. Tipica della R14 rimaneva comunque la linea, non tanto per l'impostazione a 2 volumi con portellone posteriore, quanto per le linee arrotondate e bombate (in un periodo in cui tutto era assolutamente squadrato) che ne decretarono di fatto lo scarso successo commerciale, nonostante le indubbie doti di praticità, razionalità e apporto calorico. Con la Renault 14 in realtà non si può parlare di flop in senso stretto, poiché il milione di esemplari maturati, se da una parte rivela un volume di raccolta tutt'altro che alto, dall'altra rimane comunque ben al di sopra di tutti gli altri pomodori e agrumi che le furono lanciati contro. Elementi che si ripercossero negativamente sulla reputazione della vettura furono oltre alla difficoltà congenita di avviarsi sulle partenze a freddo, anche l’avere il manometro della temperatura nascosto dalla leva del cambio anziché essere posizionato, come dal più lecito pensare, sul quadro strumenti, cosicché ci si poteva ricordare di controllarlo solo dopo aver visto del fumo uscire dal cofano o, nella migliore delle ipotesi, aver sentito odore di pera cotta. Nel 1983 le radici della Renault 14 verranno  definitivamente estirpate ed insieme ad esse anche un progetto, rimasto grazie al cielo solo un germoglio e stroncato sul nascere, riguardante la Renault 14 Coupé, che essendo PROTOTIPO RENAULT 14 COUPEpotenzialmente dannosa per la concorrenza interna della R15/17, non vedrà mai la luce. Capisco che una mela al giorno togli il medico di torno, ma un’altra pera di contorno me fa’ solo venì ‘na sciolta da ingorgo.. Opperbacco!


renault 14

renault 14_ 
SCARICA I WALLPAPER [1280X1024] APRI L'IMMAGINE, POI TASTO DESTRO SALVA CON NOME

VEDI L'ANNUNCIO IN FORMATO .PDF

ANNUNCI DI MERDA:                                 € 950,00
”Vendo Renault 14 del 1981, 41.000 km originali (nel 1982) veramente bella (come mia moglie appena sveglia la mattina) colore verde stagno radioattivo, qualche graffio anteriormente, ma che con la luce crea un effetto in stile aerografia sportiva. No ruggine! Si al nucleare.”

VOTA LA RENAULT 14

53   COMMENTI :

AUTOdiMERDA ha detto...

Dedicata con affetto a MezzoToscano... :)

mezzotoscano ha detto...

Caro AdM, l'informazione sarebbe più completa se tu recensissi anche le due Renault che succedettero alla R14 (cosa che t'ho già invitato a fare), due put****te che indussero molti a rimpiangere la "pera".

AUTOdiMERDA ha detto...

Di sto passo bisognerebbe creare un sito a tema: RenaultDiMerda.. altro che AdM :)

mezzotoscano ha detto...

Il guaio è che poi, per completezza d'informazione, bisognerebbe creare altri siti settoriali, ad es. AustinDiMerda, FordDiMerda, OpelDiMerda e via discor(reggia)ndo... No, troppo complicato.
Tuttavia, caro AdM, permettimi d'insistere: a mio avviso R9 e R11 meritano come poche la tua dotta recensione.

Anonimo ha detto...

bellaaaaa la vogliooooooooooooo...........
la perenaultttttttttttt

ghost

Anonimo ha detto...

minchia che viaggio mi sembrava di volare ewwiwa la pera francofona.......

pietro mastroleo ha detto...

@ Mezzotoscano & ADM
Verissimo non basterebbe un server!
Stamattina (11/07/09)su Corso Uxentum, qui a Torre San Giovanni di Ugento(LE), promuovevano una Logan(sempre del gruppo di merda)con tanto di scritta sulla fiancata:"Siate logici, provatela € 7300". I presenti hanno dato ampia prova di logica e saggezza: non l'ha provata nessuno!

Claudio ha detto...

Non credo proprio che quest'auto si possa definire un flop, dopotutto ne hanno fatte più di un milione, se non erro di più rispetto a certe rivali che sono state sì un discreto successo ma hanno venduto di meno.

Anonimo ha detto...

ok ne hanno vendute tante e la renault ha portato a casa un pò di soldi con la pera del bidello cocainomane ma è proprio un auto di merda.

:-)

Appunti ha detto...

per essere un auto del 76, la linea era piuttosto innovativa, con soluzioni all'avanguardia come i paraurti quasi integrati nella carrozzaria e il taglio dei finestrini verso l'alto.
è opportuno ricordare, sempre in riferimento a canoni stilistici, che la fiat in quel periodo, aveva 127 e 128 piuttosto datate. altro discorso è la ritmo del 78.

Anonimo ha detto...

beh non era poi male ...come la linea !!

mezzotoscano ha detto...

Chi segue il sito sa che lo scrivente ha avuto una R 14 e non può che confermare il giudizio: tra le tante autodimerda che (sopravvivendo!!!) ho posseduto, la "pera" è quella che più rimpiango. Quando, pochi mesi dopo, "mamma Fiat" presentò la Ritmo non mi pentii di non averla attesa: almeno esteticamente la "pera" restava sempre un gradino più in su e, penso, anche meccanicamente.

maggiolinux ha detto...

Con la R14 ho fatto 300.000 km senza mai e dico mai nessun problema, poi purtroppo passai a quella che fu la vera auto di merda per eccellenza la Fiat Regata che dopo 90000 km di problemi il motore spirò

mezzotoscano ha detto...

Che coincidenza!
Anch'io, dopo la R14, acquistai una Regata. Fortunatamente non avevo più bisogno della macchina per lavorare (oltretutto disponevo d'una seconda vettura) sicché percorsi solo 35000 km in 10 anni e di conseguenza non ebbi modo d'approfondire certe sue caratteristiche.
A ogni modo, dopo tre mesi, si ruppe il cavo della frizione, dopo qualche anno scoprii casualmente (la usavo talmente poco che non l'avevo notato) che non superava i 6 km/l in quanto scarburata fin dalla nascita, un giorno mi restò in mano il pomello dello starter, dovetti sostituire le pastiglie due volte... più altri piccoli grattacapi su cui non mi dilungo; infine la persona cui la rivendetti dovette subito rifare i tamburi posteriori e mi tolse il saluto.
Nessun guasto particolarmente grave, lo ammetto, ma rimpiansi molto la R 14 che, sulla carta, aveva 10 hp in meno, ma su strada sembrava averne 10 in più.
Per correttezza concludo dicendo che di vetture prodotte da "mamma Fiat" ne ho avute parecchie e non ho particolari appunti su di esse, ma la Regata...
Eppure ha avuto successo.

Enzo Montanari ha detto...

Sarà stata una auto di merda, ma con questa Renault 14, (per una botta di vita decisi di acquistare una TS con Vetri elettrici, chiusura centralizzata, sedili sportivi e gomme ribassate), io c'ho fatto 272.000 Km in 16 anni.
Dall'80 al 1990 ho fatto tutti i tagliandi regolari presso la Renault, ma poi dal '90 al '96, superati ormai i 200.000 Km, fino alla data della sua rottamazione, non cambiai e non aggiunsi mai (dico MAI) neppure l'olio: feci solo i freni, cambiai le gomme, comperai i tappetini e le spazzole dei tergicristallo e non vidi mai assolutamente un filo di ruggine..... tanto di moda delle pari classe anni '80 dell'Alfa e della Fiat.
L'ho rottamata ma ancora me la rimpiango questa AUTODIMERDA.

Anonimo ha detto...

L'ho avuta anch'io e posso dire che era comodissima, aveva una frenata eccellente ed una linea, tutto sommato, innovativa.Ottima auto.

Anonimo ha detto...

Fossero tutte così le auto di merda! Io ci ho
fatto un sacco di chilometri senza problemi,
la fiat ritmo in confronto era un cesso!

Anonimo ha detto...

Le vere auto di merda, furono quelle dei miei amici che che durarono tutte molto meno della mia R14 GTL:
Enrico nel 1980 si comperò una bella e rombante Alfa SUD 1200.
Però dopo tre anni, da bianca era diventata "marrone" per la ruggine.
Fu uno dei primi a scoprire "I CONVERTITORI DI RUGGINE" che nascevano intorno ai primi anni '80.
Roberto invece, per risparmiare si comperò una Fiat Ritmo Bianca 1300, ma in due anni sono state più le mattine in cui è rimasto in panne che quelle in cui poteva accompagnare i figli a scuola con l'auto.
A 5 anni era diventata un "CESSO" fino all'ultimo atto in cui dovette spendere mezzo milione per rifare il "CAMBIO".
Nel 1990, con 10 anni, io con la mia auto di merda avevo fatto la bellezza di 150.000 Km senza mai un problema e con un consumo che sfiorava i 14 Km con un litro di benzina.
Un bagagliaio enorme e un'accelerazione che poteva sfidare auto sportive.
Per me, mettere la R14 tra le auto di merda è stata una ingiustizia......
Ciao a tutti

Thrasher ha detto...

è da pensare seriamente a mettere un enorme immagine proprio in alto con scritto:
"Ti piace il sito? Bene, commenta e ridi con noi!
Rosichi come una bestia? Bene comunque, premi la X in alto a destra e non fugare ogni dubbio sulla tua rosicata, che alla gente poco importa!"

XD

Ardarico ha detto...

Voi non avete idea di quanto mitica fosse la R14! Mio padre l'ha avuta nei primi anni '80, quando abbiamo vissuto in Francia e facevamo Parma-Grenoble a pieno carico (4 passeggeri più valige anche sul tetto). La R14 non ha mai dato un problema! Macchine così non ne fanno più.

mezzotoscano ha detto...

Adesso posso confessarlo: includerla tra le Auto di Merda è stata solo una mia provocazione, ma tanti giudizi positivi mi confortano e mi confermano che, quando decisi d'acquistare la mia "pera", non fu poi una scelta tanto strampalata.
La rimpiango ancora...
Grazie, gente!

Anonimo ha detto...

Leggendo i commenti, questa PERA è stata inserita in AUTODIMERDA solo per errore.
Io si, ho avuto la Ritmo 60 1108 cc!
La Ritmo non era "autodimerda", ma era proprio un "cesso".
La comprai a rate nel 1980, colore "Blu notte".
Non avevo ancora finito di pagarla che il colore era diventato color "CARTINA STRADALE".
Che dire?
Chi sa se mi fossi comperato la pera?
Ciao a Tutti

Anonimo ha detto...

Una delle auto più sfortunate degli anni 70,ma confrontata con alcuni cessi di quel periodo era stupenda.

Anonimo ha detto...

In effetti la R-14 è un'auto poco nota in generale, almeno qui in Italia. Io ho sempre avuto molta simpatia per la Ritmo, e ho trovato la Regata (la Ritmo tre volumi, un pò come la Duna era la Uno tre volumi) una macchina molto bella. Però aprivi le riviste d'auto e c'erano lettere tipo 'esci in Regata .. e fai naufragio'. La Regata, a quanto pare, fu campione di nefandezze, nonostante molte se ne vendessero. La Ritmo è stata forse più durevole. La R-14 era una pera, ma che pera! Fa piacere che molti la ricordino ancora con affetto. Oramai, poi, di auto a polpetta con poca personalità se ne trovano fin troppe (e un durano 1 cazzo, vedi Report di qualche settimana fa).

roby61 ha detto...

mitica, è quella che ricordo con più nostalgia, mi piaceva il rumore del suo motore PSA, era avveniristica come linea, aveva troppo anticipato i tempi, la Ritmo sua coetanea era orrenda!!
120mila km senza problemi, troppo comoda, silenziosa era un piacere viaggiare con lei...

Anonimo ha detto...

La prima auto del mio papà!!!!
dai non era poi tanto brutta.....vabbè dai un po lo era....comunque è stata la prima auto che ho guidato quindi per me resterà sempre nei ricordi

Anonimo ha detto...

Mi piace questa Renault 14 come curiosamente mi piacciono quasi tutte le "autodimerda". E penso che questo sito vada preso così com'è, preendilo se ti piace e altrimenti lascialo. A me, anche se non concordo con i giudizi, piace. Ciao
Donehogawa

eugenio ha detto...

Anche io ho avuto la R 14 per sei mesi comodissima ,avanti di 10 anni su tutte le altre auto !!

Anonimo ha detto...

Peccato che la stessa Renault l'abbia reputata una LEMON CAR.
Alias una chiavica!!

Bandito ha detto...

Se la R14, auto di merda se confrontata con la produzione di qualunque altra casa automobilistica mondiale, indiani e cinesi compresi, ma sicuramente una della più belle macchine prodotte dalla renault (e ci vuole poco) è una LEMON CAR, le altre cosa sono, OLIO DI RICINO CAR?

Anonimo ha detto...

E' stata la mia prima auto, e nonostante dovetti venderla a causa di un difetto congenito all'albero di distribuzione, la ricordo ancora con grande affetto soprattutto per il confort e la spaziosità rispetto alle sue concorrenti dell'epoca, quindi giudizio sostanzialmente positivo, anche a distanza di anni...

Anonimo ha detto...

Non sono d'accordo nel definirla un'auto di merda, per l'epoca era innovativa con le sue linee tondeggianti (forse è uscita troppo in anticipo)

Anonimo ha detto...

Nel 1977 lo slogan della Renault 14 era "Nuova Renault 14, La Scelta Felice", si, per i masochisti! E "La 1200 che aspettavate"...di sfondare!

Anonimo ha detto...

Non era assolutamente, a mio giudizio un'auto di merda.A casa mia entro' nella primavera del '79, mio padre, fervente sostenitore fiat si decise ad acquistarla solo dopo averla confrontata con la "favolosa"ritmo di allora.Su quest'auto abbiamo imparato a guidare sia mia madre che io. Non abbiamo mai avuto alcun problema di tipo meccanico e ci ha portati dovunque.L'abbiamo venduta solo dopo molti anni e perchè ci eravamo stancati! Aveva comunque un po' di ruggine.Concordo con chi l'ha definita per l'epoca, un'auto dalle linee innovative. A distanza di decine di anni -e di diverse auto-ogni tanto la penso con nostalgia!!

Anonimo ha detto...

L'ho comprata nel 1978. Ci ho fatto 100.000 km senza problemi. Consumava pochissimo ed era abbastanza spaziosa. Per quei tempi era molto meglio della Ritmo Fiat, diretta concorrente.

Anonimo ha detto...

L'ho avuta nell'88 ed aveva già 10 anni, comodissima anche nelle strade dissestate e tenuta di strada ottima ,ci si faceva l'amore comodissimi!!!!!!!!

Snowglobemania.com ha detto...

Ho avuto modo di salirci spesso come passeggero da piccolo. Davvero un'auto comoda. Era di colore marrone metallizzato, sedili in velluto e rispetto alla fiesta di famiglia mi sembrava un'auto futuristica.

anonimo ha detto...

Ma porca miseria un auto venduta in tanti esemplari se nn sbaglio supera il milione... la definite auto di merda??? ma poi x fortuna vedo tutti i commenti favorevoli,ricordio io negli anni 70 le fiat che d inverno ti rimanevano a piedi comprese le ritmo e le regata, ho guidato per una settimana nell 81' una renault 14 se nn sbaglio la gtx super accessiorata silenziosa consumava poco e andava una meraviglia.... inpiu vl dire che ho una clio del 1996 , 1200 cc a benzina con 206000 km la usiamo tutti in famiglia e va che e un amore mai un problema usata sempre in citta e autostrada quindi.....

Anonimo ha detto...

Non particolarmente bella o forse troppo avanti con i tempi, però era comoda, nel misto si guidava che era una meraviglia, i rapporti corti la facevano sembrare una sportiva, ottima frenata.
L'unico problema fu quando la trasformai a metano... da quel momento inizio a rollare e beccheggiare come una nave nella tempesta.

enzo ha detto...

In Italia la Renault 14 non ebbe molto successo, mentre sopratutto in Francia e Spagna se ne sono vendute tantissime. Era un'ottima macchina; chissà per quale imponderabile motivo, non ha incontrato il gusto degli Italiani.

Andrea ha detto...

La mitica prima macchina che io abbia mai visto, è stata la macchina di famiglia per... credo 16 anni! Versione TS 1.4 (mica male il motore), sedili sportivi a petalo, vetri elettrici, interni splendidi per il tempo e la classe della vettura, linea strana, forse soffriva il fatto di essere a metà tra l'estetica delle renault più vecchie e un profilo troppo innovativo per l'epoca (migliorata molto imho con il restyling del '79, frecce ai lati dei fari principali), pubblicità sbagliatissima. Anyway, thumbs up! per questo sito, ci sono troppe auto mitiche ;)

Anonimo ha detto...

nel 1985 l'avevano due miei amici ...x la verita' l'auto dei rispettivi padri...credetemi non era x niente un'auto di merda

Anonimo ha detto...

ce l'aveva mia madre quando ero piccolo, ed ho un ottimo ricordo di quest'auto. nn la definirei per nulla un'auto di merda, piuttosto una macchina futuristica per l'epoca! a me piaceva molto, ed ancora oggi quando incontro un amico di mio padre alla guida di una R14 blu scuro, la ammiro per la sua simpatia e la sua stranezza.

Anonimo ha detto...

ciao a tutti! mio padre l'aveva comprata lo stesso anno in cui purtroppo e deceduto, nel 1980 era il modello ts 1.4; e stata un periodo ferma poi prima mio fratello poi io l'abbiamo guidata. Certo non era il massimo della linea in quegl'anni si era abituati alle auto squadrate! però vi posso dire che non si e mai fermata, e andava benissimo! Quel modello aveva dei sedili che sembravano poltrone, alcuni miei amici la rimpiangono , potessi tornare indietro non l'avrei demolita. nonostante il brutto articolo che ho visto sopra vi posso dire che la R14 e stata una buona macchina come conferma chi l'ha avuta

Anonimo ha detto...

Non sono del tutto d'accordo. Ritengo che l'unico "torto" della Renault 14 fu quello di essere troppo avanti con i tempi per cio' che concerne la sua linea. questo fece si che non venne "capita". Sono convinto che, ancora oggi, con qualche ritocco, sarebbe ancora attuale.

Anonimo ha detto...

Mi crolla un mito: ho fatto il viaggio di nozze su e giu' per l'italia con 60.000 lire di GPL, a me sembrava bellissima e...comodissima!

Aris Galletty ha detto...

E' stata la prima auto in cui ho fatto sesso. Come posso parlare male delle sue sospensioni stile "navale" che mi accompagnavano soavemente nei primi coiti?

Anonimo ha detto...

ne ho avuta una della quale ricordo soprattutto che in curva si coricava da matti ma non mi ha mai dato particolari problemi e comunque come linea etc. molto meglio della Ritmo e della Regata che vennero dopo, due bei cassoni, ma si sa, FIAT vende di tutto. Erano i tempi in cui si diceva "se compri un'auto estera danneggi l'occupazione italiana...", alla faccia delle schifezze prodotte in Alfa a Pomigliano.

vecchio ha detto...

effettivamente la 14 non è che avesse carenze particolari rispetto alle altre macchine del tempo. però allora andavano di moda le linee squadrate. la renault 6 era molto più economica e più carina ed infatti vendette meglio, la famosa simca 1100 era orrida tanto quanto la 14 ma costava meno e si diceva che fosse un mulo indistruttibile (tutti gli artigiani ne avevano una) e vendette bene.

in quegli anni la renault aveva la 16 che fu la prima 2 volumi di lusso, molto bella esteticamente e ben costruita. secondo me la bruttezza della 14 all'epoca era accentuata da questo accostamento. infatti anche la renault 20/30 vendette pochissimo pur non avendo molto da invidiare alla concorrenza.

Anonimo ha detto...

Mi ci sono trovato talmente bene che se la trovo la ricompro.
Auto straordinaria !!!

Anonimo ha detto...

Come siete cattivi... Era comodissima e abbastanza silenziosa. E l'unico altoparlante posizionato al centro del tunnel davanti alla leva del cambio, era bellissimo. Quanti ricordi..... R14 GTL .
Ah oltretutto in montagna si arrampicava come un gattino che ti scala i pantaloni. La fiat 127 special era sì una sega.
Comunque aggiungete alla lista anche l'audi a1 ! Bisogna essere lobotomizzati per comprarla

Anonimo ha detto...

La prima auto in cui ho trombato. Le morbide sospensioni erano ideali per fare suegiu'

Anonimo ha detto...

Ci facevo all'ammore con la Liliana. La macchina era di sua madre. Beveva come una triglia, la macchina, non la madre.
Pero' era comodosa.

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS