30

STUDEBAKER AVANTI

 
studebaker avanti

U.S.A La Studebaker Avanti, contrariamente all’etimologia del suo nome, era meglio non guardarla.. proprio avanti, meglio una posizione defilata magari nascosta nella penombra. Fu costruita dalla Studebaker Corporation di South Bend nell'Indiana (USA) dal giugno 1962 al dicembre 1963, un’azienda fondata nel 1852 dai fratelli Studebaker per la produzione delle epiche carrozze e carovane che nel XIX secolo fecero da sfondo alle grandi migrazioni di nomadi alla conquista del West: paesaggi e atmosfere che ispirarono film western come “Mezzogiorno di fuoco”,  “Per un pugno di dollari” e “Per un pugno in faccia al Sig. Studebaker”, quest’ultimo purtroppo censurato e mai andato in onda. Negli anni ‘80 con i suoi 81.000 mq. fu definito “il più grande stabilimento di produzione di veicoli del mondo” anche se quegli anni ‘80 si riferivano al XIX secolo; correva infatti l’anno 1874. Dal 1895 inizieranno invece i progetti per una “carrozza senza cavalli” che inizialmente fu alimentata ad energia elettrica, ma a causa di prospettive purtroppo ingloriose che avrebbero accompagnato l’evoluzione di tali veicoli, nel 1911 si passò di fatto ai motori a benzina: in fondo cosa sarebbe stati i favolosi “States” senza i suoi bestioni roboanti da 300 cavalli, senza i suoi business petroliferi e senza i suoi falsi miti cinematografici che a bordo di una roadster fumavano Chesterfield a 200 Km/h...? E menomale che i telefonini non li avessero ancora inventati! L’Avanti venne ideata da un Popolo di progettisti che cantava concitato in coro “Bandiera Rossa” quotidianamente, il cui capo, una vecchia conoscenza della Studebaker, era il famoso disegnatore rivoluzionario Raymond Loewy. Il fatto allarmante è che la sua maggior fama non fosse dovuta ai precedenti progetti automobilistici, ma piuttosto per aver ideato il packaging delle sigarette Lucky Strike, l’emblema della Shell carburanti e la forma della bottiglia in vetro della Coca Cola. Fatto ancora più curioso è che inverosibilmente, negli ultimi anni di vita della Studebaker, fu invece la Pepsi Cola a carpirne il logo aziendale. Alla fine l’ Avanti risultò un progetto dall'estetica completamente nuova e dal design radicale. La carrozzeria era realizzata in poliestere rinforzato con fibra di vetro (quello delle bottigliette Coca-Cola), sotto questa superficie però, a causa della situazione finanziaria nella quale riversava la Studebaker, il STUDEBAKER LARK CONVERTIBLE 1960 telaio rimaneva quello della Lark convertibile realizzato dal 1953: considerando che l’anno di riferimento era il 1962.. proprio un bel passo Avanti!  Il motore disponibile era lo Studebaker small-block V8 di 4737 cc. alimentato con un carburatore quadricorpo invertito Stromberg, in versione aspirata o sovralimentata, con compressore centrifugo monostadio Mc Culloch (Non lo so mica che cazzo ho scritto..). La potenza variava dai 235 ai 260 cv. e nella versione sovralimentata era in grado di accelerare da 0 a 100 km\h in meno di 8 secondi e di raggiungere una velocità di oltre 240 km\h. Classificabile come coupé sportivo 4 posti, l’Avanti era privo di calandra ed il raffreddamento era assicurato da un'ampia feritoia posta sotto il paraurti, configurazione che dava tralaltro alla vettura quella sobria ed equilibrata immagine anteriore da incubatrice  arricchita dai due caratteristici fari introspettivi. Ne furono prodotte solo 4.643 prima che la Studebaker nel dicembre 1963 chiudesse finalmente i battenti a causa della forte concorrenza delle “Tre Grandi” (General Motors, Ford, Chrysler) cosicché per la prima volta nella storia il sodalizio capitalista predominante compì una buona azione per l’umanità: se non ne siete anche voi convinti, provate a ricercarne i modelli precedenti. La tragedia più grave però, fu che la storia della Avanti non si concluse con l'uscita della Studebaker dal mercato automobilistico. Due suoi concessionari di South Bend acquistarono dalla casa il marchio Avanti, gli stampi, le AVANTI II 1967pentole, gli spazzoloni e le parti rimanenti (tranne i fari  anteriori già reperiti da vecchi caschi da minatore) per dare vita alla Avanti II (la vendetta) dotata adesso di un motore  Chevrolet Corvette aspirato da 5,4 lt. e interamente costruita a mano (e anche con i piedi). Negli anni ‘80 (questa AVANTI SEDAN BERLINA 1990volta del XX secolo) da segnalare altri due passaggi di proprietà per la Avanti Motor Corporation e altri entusiasmanti versioni cabrio e  berlina. Dal 2006 l’Avanti viene ancora riesumata dagli stabilimenti di Cancun (Messico) che deturpando delle Ford Mustang Gts riescono, amalgamando AVANTI COUPE 2006-2007 sapientemente il passato, il moderno e 500 gr. di farina, a far riemergere una merdaccia già oscena negli anni ‘60.. figurarsi adesso. Il futuro per l’Avanti sembra  comunque roseo considerando che l’ultimo proprietario della società, Michael Kelly, arrestato dalla FBI nel dicembre 2006 sotto il falso nome di Mike Eugenio Finardi (non è una battuta!) è tuttora rinchiuso in carcere per frode di quasi 500 milioni di dollari contro il Governo e per aver truffato oltre un migliaio di anziani con le loro pensioni. L’ “America” è davvero un Paese che offre enormi opportunità a chiunque, veramente troooppo Avanti.. Yeah!!


studebaker avanti

studebaker avanti_ 
SCARICA I WALLPAPER [1280X1024] APRI L'IMMAGINE, POI TASTO DESTRO SALVA CON NOME

studebaker-gif ANNUNCI DI MERDA:     $ 10.500 (€ 7.100)
”Vendo Studebaker Avanti e te la metto da dietro.. ehm.. stato perfetto anno 1963, esterno color sangue, interni sporchi di sangue causa hobby privato. Vendo per trasloco in altro Stato, affrettatevi perché ho altri tizi interessati... anche se sono in divisa..”  (vedi l'annuncio originale in .pdf)

VOTA LA STUDEBAKER AVANTI

30   COMMENTI :

pietro mastroleo ha detto...

Con questo gran bel frontale di mnka ricorda la "Sessula": attrezzo usato per prelevare la farina dal sacco. Ma per la Avant anzichè la farina, la riterrei idonea a prelevare....

Anonimo ha detto...

le giffazzeeeeeeeeeeee ohhhhhhhh yeahhhhhhhhhhh

AUTOdiMERDA ha detto...

L'anonimo di quest'ultimo commento credo di conoscerlo... LOL!
Tempo permettendo e gradulamente le inserirò su ogni articolo anche passato. Intando vediti la K70.. Ciao Ghostbuster

mezzotoscano ha detto...

A me il frontale ricorda una motofalciatrice o uno spalaneve.

M.F. ha detto...

Il frontale è oggettivamente brutto e in più non c'entra un piffero con la coda. Eppure non riesce a farmi del tutto schifo.

P.S: Questa sicuramente compare nel film Gattaca. Così come la DS cabriolet Chapron. (Mentre della Citroen M35 non sono proprio certo. Mica vado a riguardarmelo apposta)

P.P.S.: Gradevoli i nuovi caratteri. Ottima scelta.

manny ha detto...

avanti sedan
indietro carot

AUTOdiMERDA ha detto...

@ MF
Confesso di non aver visto il film Gattaca, ho letto qualcosa al riguardo e credo sia interessante. Qui c'è qualcosa che potrà interessarti: IMCars in Gattaca

M.F. ha detto...

Uella, grazie della segnalazione! Anche stanotte ho una scusa per fare le tre.
Riguardo al film, se non l'hai visto sono due ore spese bene, fantascienza "alla Asimov", cioè più attenzione al risvolto psicologico che a quello tecnologico.
(E mi sa che mi tocca riguardarmelo, visto che ho già individuato nella foto della Avanti una Jensen Interceptor sulla sinistra e, forse, ma non sono sicuro, una Volvo P1800 sulla destra. A questo punto è doverosa una sessione di car-watching)

AUTOdiMERDA ha detto...

Occhi al quel sito MF... è una miniera! :)

Anonimo ha detto...

A parte quelle delle auto anni 50, le automobili americane sono tutto auto di merda.

Anonimo ha detto...

Nei primi anni 60 stilisticamente parlando, trovo questa vettura, sia un concentrato di chiare, nette ed armoniosi tratti di matita. Un ottimo insieme e raccordamento di linee poco tese e poco spigolose. Tutto il contrario delle auto a "saponetta", che era massimo fervore e concetto stilistico dell'epoca, espresso dalle nostrane matite nostrane.
Basta vedere ad Es la Fiat 1500 L, oppure la molto più elegante Lancia Fulvia 5P...
Poi per quanto riguarda la recensione,per la Studebaker Avanti, come optional, esisteva anche la versione con turbina Paxton Supercharged; oppure - versione con propulsore da 7 Litri e dispari.

Anonimo ha detto...

non dite che è brutta, è solo una eterna sfortunata

Sbido ha detto...

Un bel coupè con un motore da paura! Altro che auto di merda.

Anonimo ha detto...

Dopo tanti blog, tante sane risate gratis e poi ultimamente i fantastici video, Auguro allo staff tutto di AdM un caloroso Augurio di Bon Natale.

Un particolare saluto se era possibile, volevo esprimerlo al buon Mezzotoscano, così vicino e così lontano, apprezzando in lui il buon senso, la sua lealtà e la sua alta comunicabilità.

Ragazzi AdM; con voi mi sono fatto una marea di risate, potete solo che migliorare il che è molto difficile.
Luca

mezzotoscano ha detto...

Grazie Luca e tanti auguri

andrea ha detto...

Secondo me era una gran macchina, bellissima dietro ma troppo originale davanti per essere capita dalla massa.
A distanza di tanti anni ha ancora moltissimi estimatori e i pochi esemplari in giro valgono un bel pò di quattrini

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, sono Luca, ma hai visto quanto figa era dentro? Perchè, la sua strumentazione?
Anche per me è un capolavoro e non una AdM, peccato solo che la Studebaker era in bancarotta ed erano rari persino i ricambi.

Anonimo ha detto...

se non era un capolavoro, volete spiegarmi perchè è stata costruita per tanti anni. Comunque era un'auto fuori dal coro sicuramente affascinante.

Anonimo ha detto...

il nome serve a chiarire che puo' andare in avanti

Anonimo ha detto...

Ho recentemente visto un documentario su Nuvolari riguardo questa vettura; sicuramente molto più originale ed aggrazziata di tanti ammassi di lamiera cromata made in USA costruiti nei '60 e successivamente...
Il muso è discutibile, ma il resto è tuttora molto moderno, mi ricorda auto di gran classe come la Maserati Mistral e la Jensen Interceptor.

Anonimo ha detto...

stupefacente. soprattutto considerando che nuvolari era già morto da 10 anni quando è uscita la studebaker

Anonimo ha detto...

Nuvolari è un canale digitale

Anonimo ha detto...

Ovvio che intendessi il canale digitale...

Anonimo ha detto...

ed io che avevo capito il canale anale......

Anonimo ha detto...

beh, comunque si possono usar le dita

mezzotoscano ha detto...

Indubbiamente, però, quando vi siete ben scaccolati, non pulitevi il dito sul cruscotto. Non è un gesto da signori.

Anonimo ha detto...

se la macchina è una chiavica come la Grandepunto o la nuova Y, potrai cagarci nel freno a mano e far pipì nel tappo del radiatore se ti và...

Anonimo ha detto...

Auto dalle linee attualissime OGGI, figuriamoci negli anni 60...la sedan 4 porte non mi piace (comunque arrivò tardi, nel 1990)ma il coupè è davvero una bellissima auto!!!

Anonimo ha detto...

qualcosa mi dice che tecnologicamente era eccezionale. indistruttibile, affidabile.

Anonimo ha detto...

La Studebaker Avanti è apparsa anche nella puntata di Supercar "Caccia Al Tesoro"!

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS