190

MASERATI BITURBO ..by Luciano De Dionigi

MASERATI BITURBO
LE VOSTRE RECENSIONILa Biturbo fu un'autovettura prodotta dalla Maserati tra il 1982 ed il 1996. Voluta da un noto costruttore automobilistico perennemente sull’orlo d’una crisi di nervi e della bancarotta, il quale - credendo di fare il colpo grosso - nel 1976 s’era fatto rifilare dalla Citroën la Casa del Tridente, la Biturbo avrebbe dovuto essere il modello dei grandi numeri grazie al prezzo competitivo (poco più di 22 milioni di Lire al lancio), tanto che ne fu prevista una produzione d’almeno 5 mila esemplari l'anno.
L'obbiettivo - dopo l'iniziale entusiasmo di clienti facoltosi ma dediti ad alcol e droghe pesanti - non fu mai raggiunto in quanto si manifestò qualche problema d’affidabilità (ci furono casi di Biturbo che presero fuoco... eeeh vabbè, che sarà mai?) provocato dalla superficiale progettazione della vettura: infatti il costruttore intendeva accelerare i tempi di presentazione del modello in Nordamerica ed evitare così pesanti punizioni da parte d’un reggimento di “cravattari” che lo attendevano sotto casa (ormai in cassa aveva 1260 Lire, tre bottoni di madreperla e un’immaginetta di santa Brigida). La situazione fu aggravata dalla ladronesca politica commerciale (poche settimane dopo il lancio il prezzo fu portato di colpo a oltre 26 milioni di Lire, e allora il prezzo non era riferito al momento della prenotazione ma a quello della consegna), per cui un raffreddamento degli entusiasmi fu inevitabile. Come non bastasse, le finiture - molto appariscenti - si rivelarono una ca**ata pazzesca.
Caratterizzata da una classica linea coupé a 3 volumi e da una impostazione tecnica tradizionale (motore anteriore longitudinale, trazione posteriore, sospensioni anteriori a ruote indipendenti, retrotreno a bracci oscillanti e impianto frenante con dischi davanti e dietro), la "Biturbo" venne lanciata nel 1982. Il motore, un V6 con 2 alberi a camme in testa e alimentazione a carburatori derivava da quello della Merak, da cui differiva per il numero di valvole (3 per cilindro anziché 2... Che pitoccheria! I 3 valvole per cilindro sono i tipici propulsori “vorrei ma non posso”) e per il raffinato sistema di sovralimentazione composto da 2 turbocompressori (uno per bancata); tale scelta fu suggerita dal seguente ragionamento: se se ne scassa uno, rimane sempre l’altro... peccato che si scassassero in sequenza tutti e due con conseguente falò, come riportato sopra. La cilindrata era di 2491cc per i mercati esteri e 1996cc per l'Italia (dove c'era l'Iva pesante per le cilindrate oltre i 2 litri), ma la potenza rimaneva abbastanza simile: 192cv per le 2500 e 182cv per le 2000.
Per far fronte alla produzione prevista (35 esemplari al giorno) solo motore e sospensioni venivano assemblate alla Maserati di Modena; il resto della vettura era prodotto alla Innocenti di Milano Lambrate (e questo spiega molte cose). Nel 1984 venne presentata la Biturbo S, con motore 2 litri potenziato grazie all'adozione di un intercooler - pronuncia in[ter]culer - che permetteva d’aumentare la pressione dei turbocompressori e ridurre la durata dei medesimi; la vettura era caratterizzata da interni con finiture diverse (tessuto pseudo Missoni prodotto in Bangladesh, diversa strumentazione, ecc.) e livrea più sportiva (mascherina a nido d'ape nera, cornici dei vetri brunite, cerchi fucinati, prese d'aria sul cofano motore, alettone posteriore, paraurti e fascioni laterali neri con minigonne, in pratica un’imitazione molto più dispendiosa della famigerata 127 Sport). Dopo vari restyling e la presentazione d’altri modelli e altre motorizzazioni (che tuttavia non riuscirono a tirare la Maserati fuori dal pozzo nero in cui era precipitata) il costruttore rammentò d’essere stato abile venditore ambulante di pitali in ferro smaltato presso le popolazioni della Pampa, professione esercitata quando ancora operava nella natia Argentina (ci fosse rimasto!), tanto abile che nel 1989 la Maserati fu appioppata a Mamma Fiat, la quale dovette ricorrere ai tradizionali “amici degli amici” per ottenere i non meno tradizionali finanziamenti pubblici con cui far fronte alla conseguente crisi.
Oggigiorno, sebbene non siano restati in circolazione molti esemplari di Biturbo (in quanto i pochi esemplari salvatisi dall’autocombustione furono arsi vivi dagli esasperati possessori durante sabba notturni a base d’amfetamine), la loro quotazione è molto bassa, arrivando a toccare punte minime di 1000 euro per un esemplare "vissuto" (più giusto sarebbe chiamarlo “miracolato”). Ciò è dovuto alle eccessive spese di consumi-manutenzione (media di 6 km/l di carburante), nonché della difficoltà d’approvvigionamento dei ricambi, sempre molto costosi, e non ultimo dal fatto che le linee squadrate fanno della Biturbo un modello ormai superato ed obsoleto... praticamente un cesso d’epoca.”

Recensione inviata da Luciano De Dionigi di Padova

 VOTA LA MASERATI BITURBO

QUESTO ARTICOLO FA’ PARTE DELLA SEZIONE LE VOSTRE RECENSIONI E CI E’ STATO INVIATO DA UN LETTORE DI AUTOdiMERDA. CONTRIBUISCI A MIGLIORARLO VOMITANDO SUL MONITOR.

190   COMMENTI :

pietro mastroleo ha detto...

Carissimo Luciano, la biturbo con tutti i difetti che ha da targa a targa anzi, da paraurti a paraurti, non è e non sarà mai un'auto di merda.
Un auto troppo avanti per i suoi tempi.

Inutile dire che la recensione è ottima. (Il bottone del voto sembra sia partito per una crociera)

AUTOdiMERDA ha detto...

Anche a me piaceva la Biturbata però effetivamente... a pensarci bene... se dobbiamo dirla tutta...

@Pietro - co 'sti bottoni è sempre un problema. Ci vorrebbe una signorina di casa, un ago e un pò di cotone...qualche tocco femminile sarebbe utile ognitanto

mezzotoscano ha detto...

@Pietro
Indubbiamente, sta però di fatto che la vettura non fu degna erede delle gloriose "Officine Alfieri Maserati", bensì il risultato di una sorta d'incursione avventuristica destinato (numeri alla mano) a non lasciare troppi rimpianti.
Merito di Mamma Fiat è stato quello di restituire prestigio alla Casa del Tridente, amche se è meglio ignorare da quali tasche sono usciti i soldi per riuscire nell'ardua impresa.

pietro mastroleo ha detto...

@ Mezzotoscano
La Biturbo come altre auto, dopo al massimo un accenno, vanno discusse in una nicchia a parte(il forum ad es). A volte molti successi partono da un "errore": allora in questo caso un errore non lo è più, sarà qualcos’altro di sicuro, e qui nasce la discussione che, se seria, porta a risultati accrescitivi e migliorativi tali da celare angosciosi numeri e rimpianti passati con al massimo uno sbadiglio.Così è successo in Maserati. Le ostinazioni invece…(vedi le "maxi" Renault).

Anonimo ha detto...

Non sono completamente daccordo...ma sicuramente condivido la sfortuna di quest'auto perchè progettata e realizzata in economia, basta osservare la ruggine che gremisce le lamiere dei modelli + anzianotti.

Anonimo ha detto...

La Biturbo (ma si sono scritti fiumi di parole su questa povera macchina) era progettata e rispondeva perfettamente ai canoni del tempo.Lo schema meccanico in se era comune a tante auto dell'epoca (motore anteriore e trazione posteriore)tipo la BMW serie 3 a cui si ispirò, assenza totale di qualsivoglia controllo elettronico...non si dimentichi che nel 1982 l'ABS era agli albori cosi come i sistemi di iniezione integralmente elettronici.Concordo sul fatto che la colpa piu grande fu quella di presentare una vettura "acerba" come fu a suo tempo scritto.Ma è anche vero che molte Biturbo sono state mal gestite anche dai proprietari...scarsa manutenzione per poi essere magari rivendute in condizioni pietose, con tutto quello che ne conseguiva.Il vero difetto di quest'auto poi è un altro (che frega molti ingenui acquirenti):tenerla costa un sacco di soldi, per averla efficente...io ho una 2.24v è vi garantisco che se la segui ti da tante di quelle soddisfazioni e a distanza di 20 anni, bastona un sacco di auto di oggi...però tenerla costa...eccome.Poi ovviamente, a ciascuno la sua opinione...w la democrazia.

pietro mastroleo ha detto...

@anonimo 1:43
QUELLO CHE LEI HA DETTO E' VERISSIMO E SACROSANTO

Anonimo ha detto...

Cari miei ....le auto di merda SONO BEN ALTRE....

Anonimo ha detto...

Cari amici,complimenti per il sito davvero divertente,vorrei parlare della BITURBO perche' io questa macchina ce l'ho.Credetemi e' tutt'altro che un'auto di merda anzi riesce davvero a dare soddisfazioni.L'unico problema?Occorre tenerla bene e sopprattutto non darla in mano a meccanici approssimativi perche' e' da qui che cominciano i guai.Con la giusta manutenzione (che poi non e' cosi' costosa)e qualche accorgimento(soprattutto sul modello a carburatore come la mia)la BITURBO regala grosse soddisfazioni e non da problemi.E'importante poi sapere qualche "trucco" d'uso e qualche piccola modifica che va fatta soprattutto sulle prime serie.Ciao Ludo.

Pier ha detto...

Il mio titolare nell’arco di 11 anni ne ebbe 4 mi chiedevo il perché di questo perseverare.
Finchè con l’ultima, una Ghibli (sempre biturbo è), lo compresi.
Non riuscendo a rivenderla la tenne ferma in Azienda, così per non farla languire, la usai per le uscite di lavoro.
Semplicemente entusiasmante, adrenalinica (specie una sera sulla Bologna Firenze quando sul valico mi son beccato un’estemporanea nevicata ottobrina ).
Per unirmi al coro dei post precedenti, confermo che è un’auto che la si può amare a patto di:
- Non essere troppo pignoli con le finiture e amare il lusso anni ’70.

- Mai sforare, anche di pochi Km, con i tagliandi: ti pianta in mezzo ad una strada.
- Mai maltrattare il motore: si spompa dopo 30000 Km
- Non badare ai consumi (però a 130 Km/h costanti è anche parca).

Possiamo dire che, tolto il più grave difetto di quest’auto, cioè De Tomaso (RIP), la Biturbo poteva essere nel suo genere un “gran ferro”!
Per la cronaca oggi il mio capo ha una BMW M5 che consuma più olio della friggitrice di un Mc Donald.
Pier

Anonimo ha detto...

La biturbo bisogna esser reali, non fu una vettura esente da problemi, ma considerata per l'epoca fu una macchina che piaceva. I suoi problemi erano piu' legati a sciocchi dettagli di economia, che nel lungo tempo saltarono fuori, ma per l'epoca era comunuqe considerata una grande macchina. Debbo riportare un errore nella descrizione che hai fatto, il problema relativo agli incendi non era collegato alla rottura dei turbo ed al "conseguente falo'", ma era un problema che si manifesto' (solo inizialmente) nelle vetture destinate al nord america. Il problema era causato dalla marmitta catalitica. In fase di progettazione europea queste marmitte non erano assolutamente usate, per l'export si fece l'errore di montare la marmitta e basta, considerando che "una marmitta funziona come una marmitta" non pensarono quindi che le marmitte per l'usa salendo di temperatura (arrivano tranquillamente a 700 gradi) potevano innescare incendi. Cosi' avvenne quindi su alcuni dei primi modelli consegnati. Una volta preso atto del problema vennero adattate le debite attenzioni di montaggio ed il problema non si ripete'.

Distrazioni, che a volte capitano. Anche alcune Rolls Royce ebbero problemi d'incendio tempo fa, ma son "errori" che si riparano una volta esaminato e compresa la causa.

Anonimo ha detto...

Il vero guaio di questa bella sportiva, a parte le finiture poco curate,la pulsanteria fiat e la pelle dei sedili che si scrostava malamente era di natra meccanica:le perime versioni a carburatori ( biturbo e biturbo S) non avevano lubrificazione separata per le turbine ragione per cui , prima di spegnerla occorreva far girare il motore al minimo per permettere alla turbina ( che non poggia su cuscinetti , ma su un velo d'olio)di fermarsi con la lubrificazione ancora attiva.Pena il grippaggio dei perni delle turbine.Inoltre era un dramma accenderla...si ingolfava in modo terribile.Problemi poi risolti dalla biturbo Si in poi.Resta una gran macchina.Provatela e ditemi.francesco di como

Anonimo ha detto...

salve a tutti.volevo sapere qual'e'era il trucchetto da applicare al modello biturbo a carburatori

Anonimo ha detto...

Il trucco sarebbe quello di annegarla completamente in una piscina di Benzina e divertirti con uno ZIPPO, sai che avant'spettacolo, che fiamme, che scintille, che goduria.....

Anonimo ha detto...

Ciao da ludo,vorrei dire che non serve annegare la BITURBO nella vasca di benzina, basta prendere una nuova fiammante FERRARI che a quanto pare brucia da sola molto bene.Tuttavia se i guai (pure grossi!)riguardano una FERRARI (un prodotto del gruppo FIAT....) la notizia viene minimizzata come si trattasse di nulla,invece ogni minima pecca di un'auto prodotta dal povero DE TOMASO veniva esagerata a dismisura......
Comunque non voglio troppo polemizzare.La modifica che e' stata fatta sulla mia BITURBO a carburatore consiste nell'aver preticato dei fori (con appositi tappi a tenuta)sulla "campana"
che contiene il carburatore sotto pressione.Con questo stratagemma si puo' regolare la carburazione senza dover smontare tutto.Il "lavoretto"era stato fatto da un meccanico con molta passione e perizia.Ciao LUDO.

Bandito ha detto...

Per chi, come me, aveva vent'anni negli anni 80 la biturbo era e resta un sogno, una supersportiva realistica che non pretendeva di essere una Ferrari ma che si proponeva come qualcosa di raggiungibile a molti (non a me, purtroppo) aveva una linea bellissima, per i gusti dell'epoca, ed un motore che era una potenza, aveva certo dei difetti, ma le BMW dell'epoca si ribaltavano in parcheggio, costavano il doppio e non erano certo più affidabili, oltre ad essere meno potenti. Secondo me una delle più belle macchine prodotte in Italia.
Del resto a quel tempo sognavo anche la Benelli 750 sei cilindri.

Anonimo ha detto...

Poveri Italiani...come ci siamo ridotti...se non ci fanno le auto i tedeschi restiamo a piedi.Vergona...ci sono i piazzali di barconi tedeschi che dopo 3 anni non compra più nessuno (vedi i Cayenne...) ma per carità.

mezzotoscano ha detto...

Resta un fatto, caro anonimo delle 4.49: se a un italiano piace la macchinona prestigiosa (aspirazione legittima, anche se personalmente non mi riguarda), le aziende nazionali non offrono più nulla a prezzo ragionevole (esempio: Maserati 4porte, bella e impossibile) per cui tanti si rivolgono al mercato tedesco senza tener conto che, dopo 3 anni, il loro Wurstel-carrozzone vale meno della metà di quanto è stato pagato.
La colpa? Ovviamente di Mamma Fiat che non sa realizzare vetture prestigiose e AFFIDABILI, a prezzo RAGIONEVOLE e con accettabile valore dell'usato (la vera forza di Mamma Fiat).
Marchionne, a buon intenditor...

Salvatore ha detto...

Quand'ero bambino, un'amico di mio padre, ne aveva una marrone metallizzato (la ruggine si mimetizzava meglio).
La riempiva come un mulo di vestiti e ci andava a fare i mercarti durante la settimana.......
Poi, la sostituì con una Renault 21 Nevada.

Anonimo ha detto...

E'un auto di merda....
Ma la mia non la venderò mai

Anonimo ha detto...

Io da piccolo avevo il modellino, e sinceramente, a me piaceva!

Anonimo ha detto...

la biturbo un auto di merda?ma state fuori?se è messa bene ha un gran fascino,ha un sound eccezionale,un accellerazione bruciante e una tenuta di strada inesistente,ma quest ultimo è un piccolo dettaglio!quelle ad iniezione sono affidabili,sempre se si ha l accortezza di usarle con cura.io ho un s i restauratissimo e vi garantisco che al volante di queste auto non ci si annoia mai.è il simbolo dell italia che ci provava!

Anonimo ha detto...

Assolutamente sbagliato, una gran macchina con qualche difetto di gioventù ed un'evoluzione pazzesca che l'ha portata alla Racing (il 2000 di serie più potente del mondo nel 1990) e dopo alla ghibli 306 cv e 330 in versione CUP! L'Arna è un'auto di merda non la Maserati Biturbo. (Per la cronaca guardate e fatevi un giro oggi alla guida di una BMW 520 o una Mecedes o un'Audi del 1982 e vedete che emozione vi può dare, ve lo dico io NULLA)

Anonimo ha detto...

Hummp, mi viene da vomitare.... è più bella una cozza.... che la Maserati Biturbo....hummp....

Anonimo ha detto...

"E' un'auto di merda ma la mia non la vendero' mai".E'il commento piu' bello ed intelligente che si potesse lasciare.BRAVO!Ciao da Ludo.

Anonimo ha detto...

beh, è stato giusto produrla. altrimenti tutti i magnaccia dovevano andare a piedi !!

Anonimo ha detto...

Questa Masturbo Biturbo era proprio al caso loro

Anonimo ha detto...

perà non si può dire che sia stato un flop.. la BIFURBO l'hanno comprata in tanti

Anonimo ha detto...

Si, ma in giro non se ne vede nemmeno una!

Anonimo ha detto...

sono convinto che tra tutti voi´{professori}non ce ne sia nemmeno uno in possesso di un auto sportiva!!sciacquatevi la bocca prima di giudicare un auto pioniera come la mitica biturbo!um auto fin troppo avanti per l epoca!ai tempi nessun meccanico generico riusciva a metterci mano perche'giudicata troppo sofisticata!vergognatevi tutti!!!oggi fa sorridere ma ai tempi era veramente all avanguardia!vogliamo parlare della cura estetica del motore?lasciate perdere.andate a zappare

Anonimo ha detto...

per 30: ABBELLOOO... abbassa i toni perchè o sinnò ti becchi un vaffanculo a 26 voci !!

er cozzaro ncazzato ha detto...

come volevasi dimostrare in mezzo a tanti appassionati vi sono anche i cafoni!!sto parlando proprio di te numero31!!forse non hai nemmeno la patente

Anonimo ha detto...

Quando ero ragazzo,negli anni '90,adoravo questa macchina,i suoi erano un sogno...fin quando un caro amico,che si trovava a Modena per lavoro,si trovo' di fronte a un Maserati spider 2.24 (credo),era il 1993,decidendo di acquistarla....mi fece un giro,l'auto aveva 1800 km,il profumo della pelle mischiato al rombo di quel 6 cilindri,che ti appiccicava al sedile......beh......non lo dimenticherò MAI!!!....quindi...ora,ho deciso di acquistare un 2.24,alla faccia di chi parla e parla,senza mai averci messo il culo in auto del genere!!!

Er Monnezza ha detto...

E come disse er Duce
parlando dar Palazzo:
fa come che te pare
ma nun ce romp'er cazzo.

Anonimo ha detto...

x il cozzaro:la patente ce l'ho ... quella da JELLATORE !!
a proposito: TANTI CARI AUGURI

68 ha detto...

Per 31 e 35, ma 'n c'hae 'n cazzo da fa de mejo che roppe le cojone qui sopra, razza de mezze maniche analfabeta.... bono solo pe tirà carretti giù pe l'india, ho 6 macchine (mercedes E, Jaguar xj, Delta integrale evo 16v, jeep wrangler, range rover hse, renault per tutti i giorni, poi due biturbo, a carburatore ed a iniezione con intercooler per il vero puro divertimento. Ma se non ti puoi permettere di mantenerle torna al parco giochi che c'è sempre il girello

Anonimo ha detto...

Bum!!!

Anonimo ha detto...

Hai quella ad Intercooler?
Ben, strafragassetela al culo!

Anonimo ha detto...

ma io te metto in tasca e tte meno quanno c'ho tempo!

Anonimo ha detto...

hanno messo il controllo 'dimostra che non sei un robot'. ma mi sa che li rimpiangeremo, i robot! scriverebbero meno cazzate!

Anonimo ha detto...

caro Romanello 39, tremo al sol pensiero delle tue cazzate e delle latrine che dici di possedere e guidare!
Non giocare troppo con Forza motorsport 4, ci gioca pure mio figlio di 9 anni!!!

Anonimo ha detto...

...ma chi li scioglie sto branchetto de tetraplegici?

Anonimo ha detto...

Per 38: come hanno già fatto nel culo di tua madre?
povero piccolo stronzetto

Anonimo ha detto...

oh, Signori, sono stato al parco giochi ed ho fatto un giretto sul girello, divertente però!!!! poi costa poco e si può anche sparare cazzate su quello che non si conosce.

Anonimo ha detto...

Qualcuno dovrebbe farsi visitare da uno bravo, o sbaglio?... Beh, data la giornata, a tutti un augurio di Buona Pasqua, comunque, e a quei "qualcuno" anche un augurio di pronta guarigione.

Anonimo ha detto...

per 39: ammazza che tasche grosse!!!! e poi quanno ce l'hai sto tempo, che ammesso che te rimane qualcosa de libero, te tocca passà lo straccio se nò tu mije te gonfia.

Anonimo ha detto...

A quei qualcuno anche una vincita al gioco così si compreno una macchinina e smettono di frignare

enzo ha detto...

La Maserati Biturbo è stato uno dei coupé più belli e interessanti del suo tempo e, ancora oggi fa la sua porca figura. Mi è sempre piaciuta, ma non me la sono mai potuta permettere. Manutenzione costosa, scarsa affidabilità, consumi elevati ecc. ecc.; a parte il fatto che questi difetti sono caratteristici di molte sportive, poi chi cerca un mulo non prende certo una sportiva.


P.S. Con l'avvento della santa pasqua, cercate di essere più buoni; chi l'ha detto che solo a Natale bisogna essere più buoni? Vi imploro umilmente di usare un linguaggio più civile, senza offese gratuite e parlolacce, ecchecazzo!
Buona Pasqua a tutti!

mezzotoscano ha detto...

@ Tutti quelli che si risentono perché qualche commentatore "offende" una certa vettura suggerisco di usare un termine più appropriato. Dire che una certa vettura è una fetecchia è un'opinione opinabile ma certamente non un'"offesa".
Offendere un oggetto sarebbe come dire:
"La lavatrice di Giovanni è una tro**"
"Il tostapane di Elisa è un finoc****"
"Il computer di Mario è una testa di ca***"
Ossia assurdità da pazzoidi che, in questa sede, non mi sembra di ravvisare.
Buona Pasqua a tutti.

Anonimo ha detto...

Però la mia lavatrice è proprio una troia, ieri mi ha rovinato il bucato.

Anonimo ha detto...

Forse un po' tr*** è la madre di chi l'ha progettata.

Anonimo ha detto...

come quella gran lurida imbagasciona della mdre del 43, che lustra le marmitte dell'OM senza nemmeno farle freddà.
Ke gliè piasess bel cald bollent?
E allora è anke vacca!

Anonimo ha detto...

è annata a scola da la tua e poi ha mparato a tu moje. ma è inutile che isisti tanto nun ti ce lo metto uculo

Anonimo ha detto...

per 52: ma pe esse sempre così ncazzato che c'hae la Trabant? oppure forse una bella Zaz... Hai finito presto de dà lo straccio stasera!

Anonimo ha detto...

lo straccio glielo mettono in faccia a tua madre quando la piagheno a 90° per non vedella a bocca aperta, per quanto riguarda la "Bimasturbo" vorrei aggiungere che una supposta per cardiopatici e di coupè a parte le marmitte altro non ha!
Lasciate servì a Stè e peggio di uno scallapizzette, continua a giocà con Forza motorsport 4 che è quello ke fa per te!

Anonimo ha detto...

ma se la biturbo non ti garba perchè non ti sposti su altri argomenti o modelli dove ti senti più di casa e se puoi, facci sapere che auto possiedi che ora siamo curiosi di comprendere la tua cultura automobilistica, perchè di quelle mediche nè siamo a conoscienza (supposta per cardiopatici...) ciao e non ti stancare con lo spazzolone... sfigato

Anonimo ha detto...

**** AVVISO ******
IL PRESENTE THREAD HA CAMBIATO TITOLO,
ORA CI CHIAMA
"ER TRED DER COATTO"

Anonimo ha detto...

La mia Ghibli con la 1° raggiunge i 40 Km/h non va oltre perchè a 5000 giri il limitatore non ti fa raggiungere nemmeno i 50! Con la 2° sono a 78 circa, a 126 Km/h in 3° marcia, a 165 in 4°, oltre i 210 in 5° in una progressione spaziale. La 6° marcia la puoi usare senza il minimo tentennamento da 70 Km/h stando sotto i 2000 giri fino alla velocità massima (di tachimetro mi faceva 270 Km/h). Confermando la flessibilità di guida della Ghiblona. Auto 2 litri che ancora straccia le mutande a tantissime vetture blasonate in primis Giapponesi e Tedesche. Per quanto riguarda il consumo, grazie al suo peso non proprio da fantino, (1435kg) ondeggia sui 10 Km ogni 2 € di vino rosè, ma non devi filare oltre i 120 Km/h, in città è un ciuccio da mulattiere e già ci vogliono 16 - 18 litri di verdicchio per soli 100 Km!!! Guidarla in strada è un piacere, certo è un pò carretta, anche se ancora tanta gente si volta a guardarci, non temendo confronti con la antenata "bimasturbo", non proprio dalla linea azzeccata e piacente. Si comporta come una moderna trazione posteriore ben equilibrata. Neutra, non come la Bimasturbo, si trasforma però con l'aumentare delle velocità con leggeri sottosterzi che fa poggiare il musone verso l'esterno della curva. La Bimasturbo non mi piace caro 56, ma appunto perchè non mi garba voglio continuare a parlare di lei. Sei un curiosone sulla mia cultura automobilistica e sapere che macchine ho? Certo tu tra Mercedes - Jaguar - BMW - Audi parcheggiate in garage, poi tranquillamente esprimerti al meglio su questo sito. Una cosa è certa, oltre ad essere bravo nella medicina (vedi supposte)di Maserati ne so + di te! A cofano aperto la mia Ghiblona è bellissima per non parlare del rosso delle testate del poderoso V6-44C-24.
Aumentare il ritmo magari sulle strade di montagna sulla Ghiblona, ti viene in soccorso la taratura degli ammortizzatori (3-4) e cambiare atteggiamento da granturismo, rimanendo stabile al terreno e ben piantata, con varie possibilità di sovrasterzi di potenza nelle curve a gomito, lei diventa diretta e un pochino scorbutica, con il culetto che tenta di sfuggirti di mano e allora controsterzi per controllare le derapate e divertirti con moderazione.
PS. una volta ogni tanto, lo spazzolone dalla faccia a tua madre, potresti anche tirarglielo via no? Ciao Sfigatello, smanica ancora con XBOX.

mezzotoscano ha detto...

No, dico, paragonare la Ghibli con la Biturbo? Se è uno scherzo non mi fa ridere.
I love you tempesta

Anonimo ha detto...

Qquale scherzo, la Ghibli deriva dal cesso motonautico della Masturbo, di cui purtroppo ho avuto il privilegio di possedere!!!!!!!

Pier ha detto...

Di Ghibli ce ne sono due. Quella "vera" che faceva concorrenza alle Ferrari a cavallo degli anni 70. Poi l'ultimo modello della serie Biturbo, forse il canto del cigno relativamente parlando delle Biturbo; effettivamente qualche passo avanti rispetto alle altre, ma sempre DNA da biturbo.
Vedi mio post 10.

Anonimo ha detto...

la mia Ghiblona è del 1992. Si parlava della Multimasturbo no?
Ho anche una Merak SS del 1972 verde rancido e una nera Khamsin 5 litri del 1973. Quest'ultima in naftalina, ben coperta e protetta da luce diretta con pannelli in forex. Svuotata di tutto e al suo posto paraffina a base di olio per preservare dall'azione del tempo, la raffinata creatura.
Il 56 farebbe meglio a continuare a giocare con L'XBOX.

Anonimo ha detto...

Se non erro la Ghibli era la più veloce 2000 al mondo in commercio.
Luca

mezzotoscano ha detto...

Leggo su Wikipedia che la "vera" Ghibli nacque sotto la supervisione dell'ing. Alfieri Maserati, fu presentata nel 1966 al Salone di Torino e fu prodotta dal 1967 al 1973.
Sempre secondo Wikipedia la Biturbo - voluta da de Tomaso (soprannominato "Rischiatutto"... e non dico altro) - fu prodotta dal 1982 al 1996 e nel 1992 "usurpò" il nome Ghibli, nel tentativo di "rifarsi una verginità". Il "fantasioso" de Tomaso aveva acquisito la Casa del Tridente nel 1976, ma aveva acquisito anche altre ditte in difficoltà: tanto per dirne una, la Benelli che - sotto la sua illuminata dirigenza - mise sul mercato le moto serie "Sei", il cui unico pregio fu quello di essere le prime moto esacilindriche prodotte, quanto al resto si trattò di giocattoloni scintillanti, poco affidabili, poco venduti e non troppo rimpianti.
Leggo altresì che le "avventure" di de Tomaso furono sostenute, tra l'altro, dalla GEPI. Chi non sa che cosa fu la GEPI s'informi e scoprirà che, se oggi buona parte del Paese si trova le pezze al sedere, la colpa non è solo di Monti, Tremonti, Marchionne, Trota, Berlusca e compagnia cantante.
Per questi motivi azzardo l'opinione che tra "vera" Ghibli e Ghibli Biturbo ci sia qualche differenza a favore della prima.
Qualcuno mi ha segnalato che Wikipedia contiene inesattezze ma, in questo caso, dovrebbe aver infilato un autentico rosario di baggianate per indurmi a cambiare opinione.

Anonimo ha detto...

ciao missilotto, vedo con piacere che cominci a parlare di automobili, anche se penso che te le sei trovate a casa e, sinceramente, ti vedo meglio dietro un bel paio di occhiali da vista sulla punta del naso. La discussione sembra essere rientrata nei ranghi del quieto vivere, ed apprezzo il savoir fair con cui cominci a tener lontano insulti (vedi strafragassatela in...) personali e/o diretti ed a terze persone. Inoltre mi sento in condizione di poter affermare che per condurre certi "ferri" ci vuole il pelo sul petto, e qui qualcuno sembra un lindo pariolino (non me ne vogliano), comunque, a parte la ghibli che usi sporadicamente e le altre che tieni sui blocchetti, non ci hai ancora erudito su cosa poggi le tue pregiate chiappe normalmente, perchè se non ti aggrata il mio garage vendono ancora l'ape 50 così non ti disturba il limitatore a 5000 giri. Con ossequi... 36.

Anonimo ha detto...

... e dimmi, se ne hai voglia perchè ti sei disfatto delle precedenti biturbo che dici di aver posseduto, dato che tanto ti avranno dato due soldi e se non ti piacevano con la ghibli sei sulla loro falsa riga, più evoluta, più prestazionale, più aggressiva senz'altro, ma sempre più vicina alla biturbo originaria che non ad una 3200 gt o ad una gran sport... mah, il mondo è bello perchè vario. gayarda però la biturbo originale, sembra viva, non un moderno ed efficientissimo elettrodomestico moderno.

Anonimo ha detto...

oh, primuletta, già ti hanno rabboccato le coperte? ti aspettavamo... dove sei giù nella naftalina?

Anonimo ha detto...

ma tutte ste machine di cui parlate, io c'ho qua io c'ho llà.. ma intendete modellini politoys o machine vere?

Anonimo ha detto...

A 64 non hai menzionato il fatto che nel 1971 il gruppo Modenese Maserati fu interamente acquistato dalla Citroen! Forse questo dato Wikipedia ha dimenticato di trascriverlo? Vedi, certe volte, forse, faresti meglio ad ascoltare chi ti dice che spesso "W", racconta inesattezze.
Scusate, vi rispondo singolarmente perchè dopo aver scritto un unico Polpettone, il sistema non mi ha permesso di pubblicare. Certo sembrate un manipolo di gallinacce invidiose, tutte a parlare assieme... datemi un attimo di respiro e cerco di rispondere a voi tutte!

Anonimo ha detto...

Chi mi chiama sfigatello, chi mi dice che gioco con i modellini, altri mi danno per primuletta, altri invece missilotto, ma ke è la vostra una coalizione di mongoloidi? Purtroppo caro 68 di Politoys ce ne stanno ben pochino in circolazione, e siamo stati capaci persino di far scomparire la Lima (assorbita dalla Hornby Britannica) e le belle riproduzioni della BBurrago. Ho 5 vetture (vere) purtroppo non tutte parcheggiate in garage. credete che sono un topino da laboratorio e PC, con gli occhialetti da lettuta inforcati nella punta del naso e non capace di schiacciare l'acceleratore in III marcia e affrontare un sorpasso, allineando la vettura in carreggiata, con il brustolito dietro che ti lampeggia corroso da ira? Sono un ex sportivo, non porto occhiali, ho due figli di cui uno adottato, una moglie che fa scuola di sesso a certe mamme disperate con lo spazzolone in bocca e non ao i gatti.

Anonimo ha detto...

Tu sei uno che stà dietro i giochi, che sarebbe il minimo, anzi quasi lodevole, ma non sei certo appassionato se no le tenevi tutte in garage o te ne comperavi un altro più capiente, ma quello che più mi preoccupa eè che non scopi abbastanza, perchè quì in 70 commenti nessuno ha detto che sua moglie fà scuola di sesso perchè probabilmente, sicuramente, c'è gente appagata, e si respira dal tono sereno degli altri commentatori e, dicci, quando hai l'ora di lezione a scuola, cioè a te quando ti tocca?

Anonimo ha detto...

Non tutti abbiamo avuto la possibilità/fortuna di abitare in grandi città. Purtroppo a metà anni ottanta mi trovavo in Calabria United e lì i meccanici facevano quel che potevano. Acquistai la mia Masturbo per mi sembra 15, 16 Milioni di Lire di II mano. Non elenco i disturbi e le anomalie evidenziate in recenzione. Spesso al mattino, nemmeno mi si metteva in moto, ma la cosa che più mi faceva bollire la sacca scrotale era il fatto che si bloccavano le chiusure centralizzate, quella la vendetti per 150gr di cacio. Solo dopo aver guidato una Karif nera di un conoscente, nel 1992 ho acquistato la mia Ghibli, spinto per lo più dal fatto delle normative fiscali vigenti in italia. Gli addetti in Concessionaria premevano molto su questo benefit e per 79 Milioni £ divenne mia. Che volevi di più? Solo 20 CV fiscali a 300 e passa CV vapore! Altro che BMW 318, Nissan Silvia, (l'Alfa Romeo SZ era una 3000 faceva 20 Km/h in meno e costava 21 Milioni in più). Non cerano Ford Escort RS che reggevano il confronto, ne Audi Coupè Cat 2.0, ne Mercedes o Opel Calibra 2000. Con 79 Milioni tenevo in garage una macchina straordinaria con il pellame pianco e vera radica (spero?) persono il manico del freno a mano era impreziosito dalla radica, volante a 4 razze, orologio ovoidale cromato colore oro al centro del cruscotto (ma ci siete mai saliti dentro?). Con i cerchi da 16 che all'epoca costavano quanto donare un rene, oggi i 18 pollici te li buttan in faccia.
La 1° Ghibli non credo tenesse bene la strada come la versione compressa e per di più la sua velocità massima era tale e quale alla 2 litri!

Anonimo ha detto...

Adesso si che sto perdendo un sacco di tempo stando appresso a voi. Mi sembrate tanto invidiosi però. Se tengo una macchina sotto naftalina, con le ruote smontate e conservate al buio, bhè signorine, mi sa che dovreste farvi un paio di 1/2 kiletto di cazzi vostri. Non so guidare, sto trascrivendo dai giornalini. Se volete vi faccio vedere io come si guida, certo non mi chiamo Irvine, però inizieremo nel fostro terreno più fertile, l'Xbox? E' arrivata l'ora di covare l'ovetto, sù sù andate a covare gallinelle invidiose!

Pier ha detto...

Sì, effettivamente la Ghibli-Biturbo aveva 315CV e faceva attorno i 270 Km/h; quindi la più veloce 2000 in commercio. Aveva 4 durezze di sospensioni, ma per portarla altro che pelo sul petto! Scorbutica al massimo, potenza che arrivava alle ruote (solo dietro) di colpo. Una volta per fare un'inversione ad U dosai troppo il gas e si girò perfettamente come si vede in F1; ad averlo fatto apposta sarebbe stata una mossa da manico, ma non l'avevo fatto apposta!

Anonimo ha detto...

71 scrivi da fare venire da cagare, mi sa ke ti sei capito solo tu.Attento al gallo che ti pizzica. Se vuoi insultarmi hai sbagliato strada e sito, se vuoi parlare di auto io sono a tua completa disposizione (quando trovo il tempo)
PS Casa mia di proprietà è in regola, non posso allargare il garage, caro mortaccio di fame!
(questa te la sei cercata)

Anonimo ha detto...

T'ho detto di comperarne un altro, non di allargarlo, che i garages non sono elastichetti, o anche qui travisi come per le macchine. cmq non vale la pena di perdere tempo con te, mai incontrato SOGGETTO simile... e poi a parte i fasti sportivi che furono non siamo riusciti a capire con che giri per lavoro, per la scuola, per la sppesa e le vacanze, insomma per la quotidianetà come succede a noi mortali morti di fame, come dici tu

Anonimo ha detto...

Caro Pier, se ti distrai e acceleri in prossimità delle zebre o altre strisce orizzontali (oggi verniciate con nuove mescole e sostanze, più luccicanti e visive si, ma molto più scivolose in presenza di unido e strada bagnata) fai veramente fatica a domare una Ghibli. Da parecchio tempo ormai non vado a massime velocità. Questo lo puoi fare solo in pista. A me non serve correre, mi bastano i tutor delle Autostrade e mantenere i 120 - 130 Km/h in VI marcia. Purtroppo in Autostrada uso una macchina tra "" comune perchè portare famiglia, la Coupè non credo sia molto indicata.

Anonimo ha detto...

76, chiaro e tondo; MAVVAI A CAGARE rosicone da III mondo, ma che vuoi i numeri di targa per caso? Il mio numero IBAN?
Certo che come ottusangolo......

Anonimo ha detto...

Carissimo amico 78, mi sembra che il 76 sia la dAniela che insulta sempre la con la caratteristica che lo contraddistingue dagli altri.
dAniela, io sono JJF, hai preso una grossa cantonata, per di più ti 6 beccato persino un OTTUSANGOLO.
Whakka Whakka hooo hooo hooo.....
JJF

Anonimo ha detto...

Ma pure la vecchia Ghibli, non è che è tutto sto fior fiore di bellezza. Linea banale e molto comune. Motore da traghetto 5000 e ruggine a volontà!
Minchia che dragooooo

Anonimo ha detto...

NN fa nulla 79, evidentemente l'invidia corrobora il sistema digestivo e quindi da dietro un PC è cosa comune e semplificata insultare gli altri. C'è persino chi si preoccupa di me e mi chiede se mi hanno rabboccato le coperte.
PS l'odore della naftalina mi fa venire la scaga!

Anonimo ha detto...

la biturbo avrà i difetti, sarà brutta, non varrà niente commercialmente, ma di preciso perchè vi ci incazzate tanto? e poi qui ci deve essere un vecchio leone, oggi poco più di criceto che parla di sesso, di quando lui 30 anni fà, mah!, povera biturbo, la vendevano prorio a tutti. ma se non vi piace perchè state tanto a roppe 'l cazzo, poi 'naltro parla de targhe, de iban, ma che sei parente di Befera... dai che tra poco si piglia la pensione e si tira avanti un altro mesetto. Carine però ste biturbo. Magari averne una decina, perchè se vi scaricate il manuale di officina in pdf, se vi fate servire da Campana o da Candini e non dal pizzicagnolo sotto casa, forse le potreste vedere sotto un'altra ottica, sempre riferita a 30 anni fa.

Anonimo ha detto...

a settantacinqueee, e mo hai rotto cazzo e palle, compro a te, la baracchetta de casa che te ritrovi e 36 parenti e non dico altro, e poi a chi pizzichi, se mai potrai squittare. E' finito il tempo dei pantaloni a zampa di elefante, dell'alfetta (per altro bella macchina), di Califano e giù di lì, ora comprate il giornale, gioca col pc e cerca di essere più cortese, che se sei bravo ti porto a divertirti, se ancora ti regge la pompa.

Anonimo ha detto...

per 78 ho cacato e ti pensavo, pensavo di sedere sopra te e non sul water, ciao stronzo, e per di più puzzi. l'iban daccelo che ti facciamo una mancetta.

Anonimo ha detto...

Ar Mondezza de noantri, sembri il Cazzaro Nero della Garbatella pè quante cazzate ricconti, datte na ripulita ke te piottano l'ascelle!

Anonimo ha detto...

@ 83, sei andato a letto presto ieri sera?
Certo che lavorare come svuota cessi chimici non deve essere il massimo, capisco!
Vedi, sbagli; non spesso si vive di pensione. Spesso Arte e Sport non pagano!
A me basta la mia casa in città, la mia Az Vinicola medio piccola, gli atterrazzamenti in Spagna che stiamo per acquistare, la mia casetta se pur piccina al mare ed alcuni edifici locati ad uso commerciale. Credo caro amico COATTO, come vedi che non riuscirai a comprare la mia baracchetta. Negli anni ottanta non esistevano i formati PDF a malapena esistevano i Commodore?
Perchè hai un Masturbo "Intrecuuler" a strarifragassetela in culo, ed una pippa di Mercedes C coatta con i fari xeno after market e lo stereo da coatto, credi di potermi dare consigli su meccanica, motori e vetture? Con il solo primino del mio Unimog ti traino via un paio di cessi a 4 ruote che hai perennemente a cofano aperto.
Ciao Coatto, a pranzo metti qualche volta una bottiglia di vino, oggi offro io, Mondezza!

Anonimo ha detto...

Finalmente abbiamo capito tutti perchè spesso vomiti: ti occupi di vino e sei perennemente ubriaco. Se non ti ha già attaccato la cirrosi...

Anonimo ha detto...

Whahua... che ridere....ma che battutelle esotiche, ma a chi le rubi al Giggi Proietti?
Cirrosi epatica, stato alticcio e ubriacamenti vari, svomitazzate, dAniela, Gallinacea sterile, porta pasienza, sciacquati dai coglioni.
Qui, l'unico invidioso ubriaco di pippe, sei solo tu.

Anonimo ha detto...

Sei un vero nonnulla, l'unico che si è vantato nel nel fare l'elenco della situazione patrimoniale, l'unico che si rivolge ad un mercato estero perchè non è all'altezza di misurarsi dove vive e quindi pensa di fare il signoretto dove stanno peggio, l'unico che in questo particolare dissestato periodo economico si vanta di avere una azienda medio piccola... per di più nel settore agricolo (vedi pressione fiscale, recensione stretta nel credito alle aziende e perchè no, siccità e condizioni climatiche comunque scombussolate).Ti prego, cambia spacciatore, ferchè se no ti bruci anche quei rimasugli di neuroni che ogni tanto compaiono in quella cassetta che ti separa le orecchie. Oppure puoi sempre vedere quei vecchi filmati in super 8 dove rivivi i fasti del tempo che fù. ciao "FUORICLASSE", nel senso che sei proprio fuori.

Anonimo ha detto...

Whahua, siccità, mercato estero, signoretto, periodo dissestato, pressione fiscale, condizioni climatiche, il LEXOTAN fà poco al caso tuo?. Calmati dAniela, tranquillizzati.
Mi si dice che mi compravano la barakkett e allora fammi rispondere no? Ti do il mio codice IBAN, così cambi Psicologo (spero uno buono stavolta) e magari medicine, più reattive e meno psicotrope, non preoccuparti saldo io.
Ciao fatti aggiustare la Masturbo da Candini e fatti un goccetto in più, però calmati perchè la fine del mondo non è ancora alle nostre spalle!

Anonimo ha detto...

Ti vorrei rendere edotto che qui di fianco a un pezzo della mia proprietà c'è un vigneto specializzato di 30 ha con relativa cantina per la vinificazione che è in vendita da 4 anni perchè è saltato, così pure 70 ha di oliveto intensivo irriguo con impianto molitorio pieralisi con gramole ed oliera sotto azoto, che è andato pure lui per aria anche se il primo ha contatti commerciali con la thailandia ed il secondo con nord europa. Io stesso vengo tutti gli anni al vinitaly e non mi sembra che vi sia un clima dei migliori, ma certo tiamo parlando del resto del mondo, non di te che sei legao ad un periodo post bellico in una campana di vetro inespugnabile. spregiudicato paraculaccio, mentore di una new economy tutta tua, dicci cosa tiri così eventualmente non la prendiamo.

Anonimo ha detto...

ohh, riccone, mi viene un dubbio, mica sarai un padano che ce l'ha duro? (o è convinto lui di avercelo duro)

Anonimo ha detto...

La gara a chi le spara più grosse continua accanita... Cercate un lavoro, disoccupati, invece di postare cazzate, altrimenti andatevene affanculo, che avete rotto!

Anonimo ha detto...

tiamo- legao, hihihi, ma come scrivi? Stai tranquillo, non preoccuparti per il mio (siamo tre soci) carnet degli assegni. leggo tanto rancore, amarezza, stizza e ira in quello che scrivi. Sembri essere geloso delle fortune e del duro lavoro che la gente (non tu) ha creato con le proprie mani e sudore. Ti preoccupi dei miei soldi, della mia pensione, delle mie fortune o del mio conto in banca, ma non stai tanto benino con il cervello dico?! Parla di auto se lo sai fare, questo è un sito umoristico, ma tu sei duro, non fisicamente dico, (ci mancherebbe, con il fisico tuo al massimo potrai aspirare a svuotare i cessi chimici con la furgonetta) duro di "comprendonio". Astio, malevolenza, rabbia, in ciò che dici e insulti. Son tutti sintomi e sinonimi di INVIDIA.
Io non ti invidio affatto, non hai nulla e sei pure un gran morto di fame, dammi i numeri di PostePay che ti faccio un bonifico, oppure vuoi vedere gli interni della Merak SS? (SS non i Nazisti amici tuoi).

Anonimo ha detto...

Ma non è che quando parli della biturbo, date le tue condizioni psichiche nonchè alcolemiche, ti confondi con l'unimog o con la vendemmiatrice?

Anonimo ha detto...

cocco, non vorrei offendere nessuno, ma per distendere la tua persona al momento ti posso offrire di cuore un week end al federico II di jesi con sauna e massaggi, poi questa estate, se ne hai voglia, una settimana a scelta a bordo del mio AZ 55 fly bridge all'Argentario, compresa cambusa e skipper, perchè io vicino a te non posso stare se nò mi elevo socialmente...

Anonimo ha detto...

l'ira la stizza e il rancore deriva dal fatto che c'è gente come te che vomita sul piatto in cui mangia, ad esempi sparando cazzate sulla biturbo, che secondo me ad esempio, non è poi così da disprezzare come fai tu che poi asserisci di avere la ghibli e le altre 2, che forse sono sempre ad un terzo con gli altri due soci... agli italiani nel settore automobilistico forse qualcuno può legargli le scarpe, se hanno voglia di farsele legare, ricordatelo sempre.

Anonimo ha detto...

Niente da fare, continuano... A disoccupati, sfigati, coatti, cercateve un lavoro invece de baccajà co' la tastiera!

Anonimo ha detto...

Buonasera, siccome mi sembra che ci siano diversi scontenti della biturbo, ce n'è una prima serie in vendita in buone condizioni, magari la trovassi!
E a quello dell'unimog con le terrazze spagnole: quando trovi un pò di tempo mettitelo nel culo l'unimog.

Anonimo ha detto...

poracci quelli du fii con babbo (vecchio soprattutto dentro) simile.

Anonimo ha detto...

dov'è finito l'ex pilota ex quello ex quell'altro, tra un pò anche ex della moglie insegnante sessuale e speriamo anche ex socio degli altri due così se lo levano dal cazzo e campano di sicuro meglio? mica starà a preparà le valige pe 'na in barca de quell'altro? che risate, ma de biturbo quando se ne parla? certo che in quei tempi non sarà stata simpatica a tutti ma dava le mele a parecchie altre.

Anonimo ha detto...

@lla faccia del bignè, qui tutti hanno terreni, ville, auto da sogno, case, hotel, sessogratis, elicotteri all'Elba, io ho una Panda 750 che spartisco con la zoccola di mia sorella. Ma nessuno mi regala una Punto anche con 30.000 KM?
Grazie.

Anonimo ha detto...

X spilorcione 96, per una sauna e due massaggi e una AZ tartar control fai pure lo sborone.
Ho regalato un Jeanneau 16 metri per la cifra simbolica di un € e fai pure lo sborone.
Ficcardaglielo ben bene al culo alla Rumena che ti trombi il bridge fly, magari la fai godere un pò.

Anonimo ha detto...

senti quel coglione che ha le macchine in naftalina e che da a tutti del disoccupato, magari lui che è ricco qualche macchina te la da a regalo, magari la ghibli che tanto non gliela fa più manco a spingere il pedale della frizione. ciao

Anonimo ha detto...

ti sei tolto la barca perchè il tuo reddito dichiarato non la supporta? e bravo il nostro evasore fiscale, era ora che si rimettevano un pò a posto le distanze!

Anonimo ha detto...

ma intorno a ste maserati che gente ce gira?

Anonimo ha detto...

per 103, la 16 centimetri che avevi era di mastroggeppetto costruita con uscite settimanali? e per la RUMENA come dici tu, magari ce la potessi avere tu che non te la dà manco tua moglie, ammesso che la puoi mantenere una famiglia

Anonimo ha detto...

ciao 102, c'è il 72 che per 150 gr di cacio ha venduto una biturbo, magari per un prosciutto ti vende una macchina anche a te. Auguri.

Anonimo ha detto...

Sono quel coglione che da a tutti del disoccupato; non è vero, non mi rivolgo a tutti ma solo a quei disoccupati volontari che preferiscono cazzeggiare con la tastiera invece di cercarsi un lavoro; non si sa mai, magari potrebbero trovare uno più coglione di me che li assume.

Anonimo ha detto...

è difficile trovarli, ma non volevo dire che li possa assumere, ma trovarli più coglioni di te che ti manifesti per quello che hai scritto fino ad ora. non disperiamo, c'è sempre tempo per redimersi, per essere meno pieni di se stessi, di parlare di macchine e non del catasto e di considerare che di qua dal video potrebbe anche esserci qualcuno che non è disoccupato ma tutt'altro quindi la tua borietta, il tuo essere tronfio è sempre fuori posto. Buon riposo "vecchio" leone. (vecchio in senso affettuoso).

Anonimo ha detto...

e comunque fidati, quell'etto e mezzo di cacio ormai l'hai spanato ed invece se l'avessi tenuta, domani chissà, poteva essere carina anche lei, tanto non ci dire che non puoi comperare un pacchetto di naftalina. ciao direttò.

Anonimo ha detto...

Ma non conoscete i tablet? Non necessariamente bisogna collegarsi con il mondo stando per forza davanti ad un monitor e tastiera? Poi io porto i pantaloni a zampa d'elefante? Ma quanto siete invidiosi. Vedi, non è che mi sta dietro il fisco, la barchett (a vela e non il motopeschereccio insulso AZ tartar Control, quello si che è di 16 cm) l'ho regalata nel 2002. Non è che sono un centenario perchè tengo in garage auto anni 70!? Se ho una Ghibli, una Merak (ma anche se avessi avuto una seat ibiza del 1988 - avreste lo stesso parlato a male) non credete che siano mezzi a mio uso e consumo. Bastava chiedere cosa riportasse il loro libretto etc. Ora per buona pace di tutti, in particolare modo alla invidiosa e nullatenente dAniela e al magnate con quel catenaccio di peschereccio Fly Bridge, al 102 ci penso io. Contattami al n 347/581609.. l'ultimo numero trovalo tu. Io ti regalo una Ford Fiesta di 5 anni. Credo abbia al massimo 50 60.000 Km, tu ti accolli il passaggio di proprietà. A Jasi? che posto di merda fratello, devi andare fin lì a farti massaggiare i piedi? Metti un paio di scarpe da trekking e vienimi dietro.

Anonimo ha detto...

heemm, scusatemi, non c'entra nulla, ma i pantaloni a zampa da elefante si portano tutt'oggi, ma ndo cazzo vivete?

Anonimo ha detto...

sarà che non ha scopato (lui) sarà che il brutto tempo je rovina la vignetta, stamani s'è risvegliato male! La fiestina non te la togliere se no con che giri, voe vede che ti torna utile l'ape 50 che ti avevo consigliato, poi per la campagna, du fraschette, du legnetti pe scallatte stasera davanti al focolare così stai tranquillo e nun ce roppi 'l cazzo. t'ho invitato a jesi pe fatte fa poca strada, poi perchè fori d'an posto de merda, come lo chiami tu, dove pensi di poter andare? ciao RICCONE!!!

Anonimo ha detto...

Ho anche il Piaggio Ape Poker quello a 4 ruote, terremotato con il peschereccio a mollo all'Argentario. A Jasi, la città da dove provieni, rocce, pippe, bagni turchi e mignotte Albanesi, ci puo restare tu e la tua banda di amici del trinchetto, tutto il tempo che ti pare e piace. Mia moglie è di Pretoria (South Africa), vado li a rilassarmi non nella regione dei morti di fame. Ciao, esci dal cassero, non è un bel luogo quello dove farsi le pippe!

bimezzoturbano ha detto...

maserati biturbo veramente piu un monumento alla ruggine , che un auto
se non fosse stata prodotta in italia ne circolerebbero un po di piu
riguardo alle versioni "upgrade" avevano piu problemi che c.c.
certo in accelerazione ti incollava al sedile
(se si metteva in moto)

Anonimo ha detto...

appunto, sempre se si metteva in moto, piccolo disguido!
A quando si metteva in moto?

Anonimo ha detto...

dAniela, sei la solita minchia al vapore. Ti sei fatto riconoscere ancora una volta.
Comunque che rosichi e arraggi dall'invidia se ne sono accorti in diversi qui a quanto pare, oltre a fare i conti in tasca alla gente.(pippaiolo)
Ciao Tacchino in gesso da ornamento giardino.
Ma ke macchine hai? Non hai nemmeno gli occhi per piangere.
Evvero 6 un terremotato, comprati un due ruote almeno dato che stai incollato tutto il giorno sul PC, mica una Punto del 2002.
Wakka Wakka hoooo hoooo hoooo
senza rancore JJF.

Anonimo ha detto...

Sono il solito coglione e auspico che la spirocheta pallida che hai ereditato da tua madre si mangi anche l'ultimo neurone che ti rimane.

Anonimo ha detto...

ahhh!! tua moglie è sudafricana,? e quanno jelo tappi l buco abituata a quei cazzi laggiù !!! comunque se ci vuole dare qualche lezione di sesso(hai detto tu stesso che lo può fare) ci possiamo cimentare nell'impresa, magari in tre o quattro, così ci guardi dalla poltrona da grande imprenditore poi fai la relazione ai tuoi soci. ciao signore al terzo mondo.

Anonimo ha detto...

Si Africana, ma vai un pò a scuola "GNORANTONE" e saccente di sola merdaglia avariata.
Che credi che in Sud Africa girano ancora con i turbanti in testa in groppa hai dromedari, come le tribù dei Turcana?
dAniela cara pezzente... gnorante... ma l'hai compiuta la V Elementare almeno quella? Dici di si?? Qui ci crediamo manco al cazzo e grazie alle tue "OPERE" te ci stai facendo sbellicare da risate sovrumane!
Mia moglie è di dinastia olandese nata a Pretoria, (si che te lo dico a fare tanto il cervello ti scoreggia) allo stesso modo.
E' come dare le perle hai porci con te.
Ma non sai nemmono scrivere due frasi una dietro l'altra, ma ti leggi e scrivi al buio??
Ciao svuotatore di cessi chimici con la furgonetta.
Quest'ultima si che ha i cavalli idonei alla tua guida.
Ciao bella Gnora, dammi altre lezioni da mongoloide (la tua razza?)

Anonimo ha detto...

Ma sai solo insultare me o mia moglie?
Macchine zero?
Capiamo!

Anonimo ha detto...

razza di imbecille, non ho detto che ce l'ha larga lei, ma che e risaputo che gli africani hanno dei cazzi... quindi se è nata e stata laggiù trai le conclusioni, caro ripassachiaviche e poi che ci frega di dove è tua moglie e di tutte le tue minchiate, parla delle maserati e tieniti i cazzi tuoi per te, imbecille

Anonimo ha detto...

tratto dal messagio 121:
"GNORANTONE"
merdaglia
pezzente
gnorante
dinastia
scorreggia
porci
svuotatore di cessi
mongoloide.
Poi dice che insultano lui...

Anonimo ha detto...

Più forte ragazzi! Finalmente cominciate a carburare e io comincio a divertirmi...

Anonimo ha detto...

125 non puoi capire come ci stò godendo io con questo pirlone di sotutto dAniela.
prima lancia il sasso, poi nasconde la mano.
Dire che ha le pallemosce.... hihihi... è il minimo!
Credo che la massime troiate della svuotacessi chimici, non abbia altri argomenti su cui seguitare ad insultarmi/ci.
Bongo Bongo passo e chiudo v'è bertuccia con occhialetti e PC?

Anonimo ha detto...

124, fai benissimo ad autodefinirti un
C O G L I O N E.
Lungimiranteeee

Anonimo ha detto...

per 126: non sarà che le palle gliele svuota la signora di alta "dinastia" olandese!?! magari si conoscono personalmente e quì si danno le frecciatine. ma che centra con autodimerda tutto questo? Perche non vi telefonate, magari vi incontrate in un privè e sistemate tutto

Anonimo ha detto...

a signor 1/3 di impresa! anonimo 127 che poi tanto anonimo non sei, ma facci il piacere, è ora che accendi il fuochetto per stasera se no l'artrosi te se magna! che quella cerebrale già t'ha logorato.

Anonimo ha detto...

Tu il cassero GNORANT per come sei non sai nemmeno casa sarebbe.
Rintanati ar cesso de casa e sparati una pugnetta con quelle manine mollicce sù sù... AZ 55 fly... ma ci faccia il piacere ci faccia... bravo il Sig. COGLIONAZZI dAniele

Anonimo ha detto...

o aridaje co ste pugnette, non pensi ad altro è, Birbantello, ma lo sanno a casa che spesso te le fai?

Anonimo ha detto...

ma perchè poi sei sempre aggressivo? fatti preparare una camomilla dalla badante che ti si alza la pressione...

Anonimo ha detto...

co ste maserati sei proprio sfortunato, non ne sei manco contento poi ste incazzature... perche non te le vendi, racimoli qualcosa e soprattutto ti sciacqui dalle nostre palle che forse è meglio per tutti, del resto mica possono apprezzarle tutti, c'è chi ama il vino (e si vede da come scrive), chi il trekking e correndo correndo potrebbe anche andà a ffanculo, chi il sud africa e chiude i messaggi con Bongo Bongo, quindi appunto potrebbe lasciare spazio a osservazioni più consone alla rubrica. ciao multietnico velista rimasto a terra.

Anonimo ha detto...

a motociclette come stai messo, sei un ex sportivo anche con quelle o non hai mai tolto le ruotine dall bici?

Anonimo ha detto...

1983: biturbo a carburatore comperata nuova dalla concessionaria mycars di modena da amico di mio padre, forestiero e senza figli. nel 2001 lui muore e la moglie, che vive in una villa isolata, ogni volta che deve uscire passando per il garage si rattrista vedendo il ferro del suo Pino. mi chiama e mi dice, tu hai posto e passione, portala via. Gliela compero affinchè lei non pensi di avermela regalata e io di averla avuta gratis, e da allora la mantengo curandola come una bambina. sarà pure un'auto di merda ma io le voglio bene. poi ognuno fa come gli pare.

Anonimo ha detto...

cane morto de vajolo, ndo see?

Anonimo ha detto...

per 102; tu al massimo assumi anfetamine da quello che si può vedere e invece avresti bisogno di assumere tranquillanti.

Anonimo ha detto...

Sono tranquillo e sto bene, ma nono in viaggio, non a casa con lo schermo PC davanti al naso. Ironia della sorte, mio padre era un vero centauro. Colui che la moto la usava anche d'inverno, sotto acqua e vento. Sotto le armi faceva il Dispaccio Posta. L'unico suo mezzo rimasto e che conservo oggi è la Maserati in naftalina. Le due dozzine di moto certe (per lui) erano bellissime e prestazionali (per me erano solo scatorcioni con due ruote e manubrio) le ho vendute nel tempo, quando Subito e Ebay non esistevano ancora. Però devo essere sincero, un bel gruzzoletto di soldi valevano! Ciao invidiosi e mortacci di fame, andate a cuccare nelle balere questa sera e attenti hai finocchi, ma con il vostro fisico, al massimo andrete a letto in bianco. Ciao Banda di svuotacessi chimici ci becchiamo Lunedì sera, morti di fame!!

Anonimo ha detto...

vendi vendi t'è rimasto de da via 'l culo tuo, perchè quello della moje da mo che ce lo da, vecchio insulso ereditiero capitalist (ma di questo sei convinto solo tu) peccato che la signora de alta dinastia sarà trapassata pure lei se no magari era l'unica cosa bone di cui potevi parlà. ciao illusetto.

Anonimo ha detto...

dAniela MULO invidioso, hihihi... proprio adesso che stò meglio di prima?
Lunedì con la furgonetta inizi il giro dello svuotamento cessi chimici per strade?
Certo che puzzerai come una scrofa trufolata, per questo non sai fare altro che di contare i soldi in tasca alla gente?
Comunque la Bimasturbo rimane sempre una epocale auto di merda come poche!
Ciao sturacessi

Anonimo ha detto...

ti è venuto mai pensato che sarebbe molto più dignitoso fare lo sturacessi a testa alta che proporsi come ti proponi tu, fetido dentro, decrepito vecchio imbecille.

Anonimo ha detto...

Trolls siete delle merdeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!

Anonimo ha detto...

lo stronzo oggi ha conosciuto, o moglio aha acquisito la padronanza di una cosa nuova, forse a lui fino ad ora sconosciuta....: la "e", la seconda vocale del nostro alfabeto. avete visto come è contento!?!

Anonimo ha detto...

Ho acquisito anche la padronanza della u, ultima vocale del nostro alfabeto.
Lo stronzo sei tuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu!
E sono contento... Trollazzo di merda!

Anonimo ha detto...

e aggiungo, emerito coglionazzoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo(così vedi che ho acqusito anche la padronanza della o, penultima vocale del nostro alfabeto) che hai scritto "o mOglio AHA acquisito"...
Ahahahahahahahaha!

Anonimo ha detto...

dunque riepilogando ti è rimasto l'unimog, la fiesta di 6 anni, il poker piaggio, la vignetta e rompi i coglioni come uno vero? e poi mi sa che ultimamente hai avuto un ictus dato che ti rimane incollato il dito alla tastiera ora sulla e, poi sulla u ed infine sulla o. corri al pronto soccorso sperando di fare ancora in tempo, se no invece della maserati di merda ti rimane la sedia a rotelle.

Anonimo ha detto...

Ops! Si scive "acquIsito". Certamente il coglionazzo non se ne sarebbe mai accorto, con quel QI<0 che si ritrova, ma se mi legge qualcuno con almeno QI=O potrebbe fare delle osservazioni ;)

Anonimo ha detto...

Aaah, ma proprio non arrivi a capire! Io non sono quel meschinello dell'Unimog! Sono un altro, uno che detesta i Trolls e basta!
P.S. Però su una cosa ti do ragione: la Biturbo è e rimane una cagata, senza si e senza ma, e chi ne va fiero, quello sì, ha bisogno di ricovero.
Chiarito l'equivoco?

Anonimo ha detto...

a pupazzo, e smettila di continuare con questi toni, più ti esprimi più ti infogni, poi parli degli altri come fossero degli sturacessi. Ma tu, diversamente abile come sei, invalido al 100%, né saresti all'altezza di evadere questo impegno sociale? Sei talmente difettoso che hanno buttato lo stampo.

Anonimo ha detto...

Ormai la spirocheta pallida ereditata da tua madre si è mangiata il tuo ultimo neurone e sei diventato un vegetale... Sì', un finoccho.

Anonimo ha detto...

...finalmente ti sei scoperto! ti piacciono i finocchi. pazienza, ognuno ha i suoi gusti.

Anonimo ha detto...

Mi piacciono tanto i finocchi che stasera mi faccio la mia bella gnocca perché posso permettermela anche se non ho una Biturbo. Quanto a te, buona passeggiata in Tangenziale...
Ah, dimenticavo: se proprio vuoi prenderti l'ultima parola, accomodati pure perché io, fino a lunedì, ho di meglio da fare e mi sto rompendo qualcosa che mi sarà assai utile nelle prossime ore.
Oltretutto agli sfigati tuoi pari qualche meschina soddisfazione bisogna pur lasciarla: è una questione di solidarietà umana...
Ciao, finocchio!

Anonimo ha detto...

Caro succhiacazzi, tu stesso nel messaggio precedenti affermi che ti godi una bella gnocca perche puoi permettertela, quindi è un discorso di soldi, dunque è una prezzolata che la da a chi offre di più? Povero suchhiacazzi, forse a finocchi rimedi qualche spiccio, con o senza biturbo. ciao analfabeta succhiacazzi, gira sui siti per trans che alzi la mancetta

Anonimo ha detto...

@ 140.
Ti ringrazio Pubblicamente.
La Fiesta va benissimo, sembra nuova ha persino l'A/C.
Fare il passaggio e tutti questi Km ne e valsa la pena.
GRAZIE

Anonimo ha detto...

154, credimi, per me un piacere averti conosciuto.
Per tutti gli altri che rosicano e che non fanno altro che di ordinare spremute di finocchi al Bar volevo esprimere un augurio ed un incoraggiamento nel svolgere quotidianamente il loro lavoro di sturacessi.
PS la grappa Merlot, servila a 10, massimo a 15°, un abbraccio.

Anonimo ha detto...

a 149, che lavora come un somaro fino a sera per un paio di € e qualche Cent. Nessuno è perfetto caro rosicchiapilastri ma eri tu quello che mi doveva comprare la baracchetta?
Non ti sei stufato di passare l'antivegetativo a quella gran pisciata di Tartar Control 55?
Vieni a sturarmi il cesso della cantina che pensando a come sei ridotto male fisicamente, nell'espletare le mie funzioni organiche ho colmato tutto il vasone, mortacci tua.
Se non accetti mance, qualche brava albanese sgranapannocchie di certo a Jasi la troverai (li ne siete pieni)!

Anonimo ha detto...

li stiamo perdendo ! CARICA A 300.... LIBERA ! vai con il defibrillatore..

Anonimo ha detto...

A Kioschettaro... dovete liberare la carica a 300 a Massa, che dopo 216 giri dei 4 GP ha racimolato solo 2 miserabili punti.
Ritorna, caro 15,7 a prepararmi di corsa due frappè!
vai rema, kioschettarooo

Anonimo ha detto...

troppo tardi... questo è andato. siate più veloci col prossimo, ragazzi

Anonimo ha detto...

Mio padre acquisto' una biturbo i coupe' verde acqua marina metallizzata 190 cv interni in radica e pelle con sedili in velluto missoni. Bellissima. Ad averla oggi sarebbe auto d'epoca. L'ha venduta ad un imbecill che il mese dopo la distrusse. Soffriva di qualche problema d'elettronica (chisura centralizzata)ma problemi nessuno. Consumava tanto ma dava tante soddisfazioni, auto di lusso, sportiva, elegante, con un sound ed una accelerazione bruciante. Peccato averla venduta a suo tempo.

Anonimo ha detto...

la mia GHIBLI del 1999 (340cv con la 100ottani) me la sogno ancora giorno e notte; ora giro col V8 ferrari aspirato ma le sensazioni sono simili a quelle della Golf...e i consumi tremendi

luciano ha detto...

La Ghibli era tutt'altra cosa: mai confondere sacro e profano... e di più non dico

Anonimo ha detto...

Ho un ricordo circa quest'auto che, comunque, ho sempre trovato elegante. L'estate di sette anni fa mi sono recato con un amico in una azienda agricola in Provincia di Verona zona Lago di Garda. Sul piazzale interno vi era una Maserati Biturbo, forse uno degli ultimi modelli, di colore rosso con particolari neri tra cui la mascherina anteriore, i cerchi e la parte inferiore della portiere. Mi sono avvicinato e notavo con dispiacere che, l'auto, era in abbandono con un mare di materiali vari sparsi nell'elegante interno tutto rivestito di pelle colore chiaro e radica di noce. Chiedevo ai responsabili dell'azienda se potevo osservarla per un po' e salirci sopra visto che era aperta. Chiesi anche perche' si trovasse in quello stato. Mi risposero che si era rotta la testata e, dati i costi di riparazione, la tenevano sul parcheggio inutilizzata. Entrato nell'abitacolo, tra le varie cose sparse un po' ovunque, notavo il porta documenti in pelle con tanto di logo del tridente impresso sopra. Davvero bello!. Subito pensai che, se non avevano nulla in contrario a cedermelo, lo avrei regalato a mio padre. La mia richiesta non venne pero' esaudita in quanto non vollero cedermi nulla nemmeno dietro un pagamento di una cifra simbolica a titolo di cortesia. Vi giuro che la tentazione di infilarmelo sotto la maglietta fu grande ma, essendo estate, correvo il serio rischio che notassero il rigonfiamento sotto la maglietta di cotone con conseguente figura di m...a. Se fosse stato inverno, e con un bel giaccone addosso, avrei avuto molte piu' possibilita' di occultamento. La mia attenzione allora cadde sulla luce mobile di cortesia da attacare, con l'apposito cavetto incorporato a "scomparsa", all'accendisigari. In questo caso non vi era il logo del tridente impresso ma una elegante scritta MASERATI. Bhe'almeno quello non me lo sono proprio lasciato scappare e me lo sono messo in tasca. Mio padre lo conserva ancora oggi. Pero' che peccato vedere tutto quel "ben di Dio" abbandonato e, in un certo senso, "disprezzato" in quella maniera. Capisco che non si voleva o poteva sostenere le spese per la riparazione ma,addirittura "declassarla" a ripostiglio improvvisato, mi e' sembrato davvero troppo.

Biturbista ha detto...

È da tanto che non visitavo più questo sito,vedo che nel bene e nel male la biturbona fa parlare molto di se!!nn comprendo tutti questi insulti per opinioni diverse su auto analoghe!io ho una biturbo s i dell87restauratissima,e nonostante tutti i soldi spesi ha ancora qualche imperfezione,ma è un auto piena di personalità.a me piace moltissimo anche la ghibli,altro nn e'che l ennesima e ultima evoluzione della famiglia delle povere biturbo.nate in un epoca sbagliata,in cui la gente nn era nemmeno preparata ad auto del genere.in famiglia sono passate moltissime altre auto d epoca diventate importanti cn il tempo,per dirne una,BMW 3.0csl,finita in copertina su grace,lamborghini e spada seconda serie,ritrovata anch essa sulla famosa rivista auto d epoca su ben10 pagine,per questo motivo nn cederò mai la mia,per nn trovarmela su qualche rivista.una cosa bruttissima cari amici.e nn litigate!se volete far un giro contattatemi,vi farò cambiar idea!e'un auto entusiasmante

Anonimo ha detto...

Pur con i suoi difetti(alcuni pero' non cosi' gravi come qlcuno vuol far credere, e cmq relativi alle prime a carburatore)era una bella vettura con prestazioni all'epoca che altri marchi blasonati si sognavano...Certo De Tomaso volle metterla in produzione senza le dovute verifiche e in gran fretta ma con gli anni vennero migliorate e le ultime evoluzioni erano davvero delle gran macchine. E si vedeva ancora la mano dell'uomo.... Io la penso cosi.

Anonimo ha detto...

Se è molto facile oggi, pontificare su un prodotto che ha trent'anni di vita, è però inveritiero e scorretto denigrarlo, o peggio deriderlo. La Biturbo fu un'auto che fece epoca, se ne parlo' mesi prima del lancio, c'era un'attesa, che raramente io ho vissuto in ambito automobilistico per un nuovo prodotto, anche di marche piu' blasonate. Quasi tutti coloro che all'epoca potevano permettersela, la acquistarono. Aveva la qualifica del cosidetto status symbol, termine tanto in voga negli anni '80 e '90. Era bella: lussuosa, compatta e aggressiva, ma soprattutto era una ventata di aria nuova per un marchio italiano importante, che languiva ormai da qualche anno in uno stato di esistenza vegetativa, con modelli a listino ormai tecnicamente datati ed esteticamente obsoleti. Fu un'operazione di marketing affrettata e malgestita(?), probabile. Non fu all'altezza delle iniziali aspettative(?), sicuramente. Ma è indubbio che sia stata e sia tutt'ora, a giudicare anche dal numero degi interventi in questo blog, un'auto che ha fatto la storia dell'automobilsmo, che ha generato una serie di evoluzioni unica nel suo genere (Porsche 911 a parte)e che ha regalato grandi soddisfazioni ai suoi possessori. Lasciamo poi perdere gli interventi di chi parla di pezzi Fiat, siete mai saliti su una 550 Maranello, tanto per fare un'esempio?! Se avete l'accortezza di usarla con attenzione, se avete un meccanico esperto a cui affidarvi, se amate lo stile di guida di qualche anno fa e se non avete pregiudizi dettati da articoli ed esperienze inverosimili, propugnate da chi probabilmente l'ha vista solo in fotografia, provatela e io sono convinto che l'apprezzerete.

Anonimo ha detto...

Un'ultima cosa: fu anche un prodotto che, a fronte di un investimento di 50 miliardi di vecchie, ma apprezzate lire del 1980, creo' un indotto e un'occupazione, che oggi è riscontrabile solo nei cosidetti paesi emergenti. Dove li trovò il chiacchierato e sempre combattuto, da una certa stampa italiana, l'argentino De tomaso? Esattamente dove li trovava l'avvocato torinese, o i di lui amministratori delegati. C'è una celebre frase di Agnelli, che vale la pena riportare: "di auto come questa, ne nasce una ogni 20 anni..." era il commento al lancio della Fiat 128... Forse la biturbo non era poi tanto male...

Anonimo ha detto...

Penso che la serie "biturbo" fu fatta per poter dare la possibilità anche ad un modesto lavoratore di permettersi un piccolo grande sogno chiamato MASERATI! Ed io non mi vergogno a dire che quando me ne capita di incrociarne una mi volto a guardarla e ammirarla fino all'orizzonte.

mezzotoscano ha detto...

Se un onesto lavoratore avesse potuto permettersi una Maserati Biturbo i casi erano due:
1 - o non era un onesto lavoratore
2 - o la Biturbo non fu una vera Maserati

Anonimo ha detto...

Le cilindrate ridotte ce le abbiamo piu' o meno dalla crisi petrolifera degli anni settanta.
Tutto questo a causa del nostro stato formato essenzialmente da LADRONI!
In Olanda Germania Inghilterra e America vendevano le cilindrate sopra i due litri, mentre per noi progettavano appositamente i due litri.Causa sovrattassa.
Sveglia ragazzi, qui non ci sono piu' distinzioni politiche c'e' solo uno stato affamatore che mangia caviale in reggie dagli stucchi dorati grazie ai vostri soldi!
Da oramai piu' di trent'anni! Mica male no?
Ciao Roma ladrona!

enzo ha detto...

Gentile anonimo n°170.
Lo Stato siamo noi, quando parla di ladroni si riferisce ai governi e alla classe digerente, emmhhh dirigente. Lasci stare Roma ladrona, quelli che dicono cosi approfittando di gonzi e razzisti, rubano quanto e più degli altri; le cronache e non solo lo dimostrano. I modelli con motori con meno di 2000 cc, sono figli di quella assurda legge che portava l'aliquota IVA dal 19% al 38% superata quella cubatura. All'epoca le nostre case automobilistiche persero importanti quote di mercato a favore degli stranieri a causa di questa "miopia fiscale." Comunque la Biturbo mi piaceva molto.

Anonimo ha detto...

senti Lucianopirla ma tu una BITURBO l'hai avuta?????
quando ci vivi con una per un anno poi puoi scrivere qualcosa...magari in italiano decente ed educato.
ah ah ah
stefano

luciano ha detto...

Pirla sarai tu Stefano, visto che vuoi negare uno dei più fallimentari tentativi di rifilare al mercato una merdata epocale.
Quanto a scrivere in italiano decente, lo so indubbiamente fare meglio di te, tuttavia, siccome so pure essere molto poco educato, ti saluto con un ciao, testa di cazzo.

AUTOdiMERDA ha detto...

AHahaha.. :) Forever Mr. Luciano!

Anonimo ha detto...

lucinopirla....so si scrive come sò (dal verbo sapere) ah ah
un mondo ignorante che disquisisce del nulla...ah ah
se esistessero solo gli acculturati (non aprlo di coltura ma di cultura....) e intelligenti come me, gli ignoranti come te e questo "fantastico" sito di Cacca , che farebbe tutto il giorno??? ah ah
almeno mi fate un pò (abbreviazione di poco, quindi si scrive con l'accento non l'apostrofo...) ridere
ciao fantasticiiii

Bandito ha detto...

175, a dire il vero po' si scrive con l'apostrofo, così mi è stato insegnato a scuola, e per sicurezza ho fatto una ricerca su internet, guarda il link http://www.grammaticaitaliana.eu/elisione_troncamento.html
I troncamenti in grammatica scrivono senza apostrofo, a parte alcune eccezioni. ma MAI con l'accento.

Anonimo ha detto...

bravo 176! volevo vedere se in questo sito acculturato qualcuno si accorgeva dell'errore...giusto per alzare il livello intellettivo.
purtroppo lucianopirla ...a quanto sembra no
manca però la spiegazione del perchè....
magari qui qualcuno la conosce.....ah ah ah

luciano (il pirla sei tu) ha detto...

http://www.italian-verbs.com/verbi-italiani/coniugazione.php?id=9299
Eccoti servito, emerita testa di cazzo, e, per tua opportuna conoscenza, aggiungo che non si scrive "perchè" ma "perché",
E adesso togliti dai coglioni, troll di merda

Anonimo ha detto...

caspita lucianopirla sei un Signore.....
ma per imparare a scrivere devi andare a istruirti in un sito???
ah ah
che fenomeno che sei....
ma poi che c'entra un sito di "verbi"????
Il "perchè" nel senso del motivo cioè significato....
forse stai ancora frequentando le elementari???
scusa non sapevo
e ti danno pure spazio per scrivere una "recensione" su un argomento che non conosci
ma ci pensi?
fantastico sito superdivertente meritatamente all'ignoranza diffusa delle persone che presumono di essere dotte di rimbalzo leggendo (!) qua e là.....
per curiosità con quale auto circoli ?magari una Sulki....
grazie di esistere Signore

Anonimo ha detto...

ah scusa lucianopirlaSignore...sono andato per curiosità a vedermi il sito che hai poc'anzi citato ed è gestito da:

Enrico Olivetti Communication
Vizal Sto. Cristo Bgy
Candaba Pampanga
2013 Philippines

tutto si spiega...ah ah ah
mi fai morire.....ah ah ah

luciano ilpirlaseitu ha detto...

E con ciò cosa vorresti dimostrare, testa di cazzo?
Un italiano residente nelle Filippine non può saperne più d'una testa di cazzo come te?
In ogni caso eccoti un altro indirizzo, testa di cazzo:
http://www.oneworlditaliano.com/verbi-italiani/verbo_sapere.htm
E un altro ancora, testa di cazzo:
http://www.coniugazione.it/verbo/sapere.php
E con questo siamo 3 (anzi 4 perché ci sono anch'io) a 1; statisticamente a me basta, a quanto pare "so" si scrive proprio senza accento, come del resto ho sempre saputo senza bisogno di consultare siti.
Le teste di cazzo come te solitamente sono anche dure (a differenza del loro pisello) quindi la statistica certamente non ti basta, ma a questo punto me ne infischio.
Inoltre Sulky si scrive con la Y, testa di cazzo.
Sai una cosa, testa di cazzo? Parlo quattro lingue (oltre l'italiano) ma mi rincresce non conoscere la lingua Rom, così potrei risponderti in modo più efficace.
Concludo la dotta disquisizione, testa di cazzo, rispondendo alla tua domanda: non ho vetture personali, uso taxi o noleggio una vettura di classe o viaggio con qualche "Freccia". Perché? Perché perché io posso e un morto di fame come te no.
Però, amico testa di cazzo, siccome in fondo mi stai quasi simpatico, voglkio dedicartii un epigramma da me composto appositamente per i tuoi pari:
"E come disse Dante
all'Aretino Pietro:
Se' vergine davanti
e martire didietro".
E adesso puoi pure andare affanculo, analfabeta di ritorno e testa di cazzo.

Anonimo ha detto...

E basta fare i professoroni senza cattedra purtroppo per voi questa quattroseghe è una macchina cacabile. Nel senso che se gli spari una cagata tra i suoi interni, sul cofano oppure sul tetto, nessuno se ne accorgerà mai. Tuttalpiù la renderebbe più armoniosa e aerodinamica. Maserati Quattroseghe e sai cosa guidi!

Anonimo ha detto...

Il professorone (con cattedra), s'è stufato di fare
la persona "seria" per trent'anni e adesso di diverte a cazzeggiare qui e altrove, pertanto approva quanto sostiene il signor 182.

Anonimo ha detto...

A parte i bei insulti che vi fanno onore a voi itagliani, la bertuccia Bimasturbo era costruita dalla Citroen/Maserati e già in fatto di merda la dice lunga, lunga, lunga. Il motore era il C114, quello in dotazione dalla SM Citroen, un po' perfezionato e mai affidabile.
La Bimasturbo con cacata in cofano, veniva allestita nella fabbrica della Innocenti, definita ad onor del vero dai Lombard dei Lega (Sega) Nord la cloaca settentriolale ndr.
A quel periodo il motore di 2 litri era potente, elastico (quando stava in salute) e con una buona progressione. Pur se il cambio ZF esigeva delle precise manovre, per non impuntarsi.
Lo sterzo faceva schifo e ribrezzo come l'intera Bimasturbo, pesante come un'incudine in manovra e leggerissimo alle medie andature, figuriamoci alle alte velocità.
Disastrosi i consumi e ora, continuare a scannarvi l'uno con l'altro per questa gran cagata al buio di macchina!

Anonimo ha detto...

La biturbo è un'auto che ha segnato la storia nel bene e nel male. Trovo che la linea sia entusiasmante e le prestazioni degne del blasone. Non dimentichiamoci che molti problemi che affliggevano i primi esemplari sono stati risolti sulle serie successive e comunque gran parte di queste noie non erano dovute all'auto quanto all'utenza (molto più ampia rispetto alla tradizionale) che non sapeva minimamente cosa stava guidando (grandi accelerate a freddo e spegnimento del motore immediatamente dopo un uso intenso sono le migliori premesse per grippare i turbo e non solo) e alla manutenzione non effettuata entro le tempistiche prescritte dalla Casa. Ancor oggi (dopo oltre 30 anni dal lancio alla faccia dei denigratori!) sono delle straordinarie automobili che sanno regalare le emozioni uniche di una guida difficile senza alcun ausilio elettronico e che richiedono una manutenzione adeguata agli stemmi che riportano ovunque e che in pochi sanno eseguire a regola d'arte. Fu un'auto pensata per i grandi numeri di vendite (che salvarono la Maserati dalla bancarotta derivante da tutta una serie di precedenti non certo per De Tomaso ) ma che in realtà per tutti non era. Giovanni

Anonimo ha detto...

cari signori io possiedo da 20 anni un 224 v e ne sono orgaglioso l talia va male perche si fa altro che parlare male
dei nostri proditti italiani, possiedo ancche ducati che non
cambierei ne con tedesche ne con gipponesi
saluti Federico

Anonimo ha detto...

Ciao sono un ragazzo di 28 anni... tutti parlavano male quando presi consiglio x l'acquisto di una ghibli del 93...
Be tutto il contrario di cio che dicevano.. consumo misto 10km litro.. prestazioni da vuoto d'aria e mai un problema se non il differenziale posteriore un po rumoroso in partenza..
E le rs6 rs4 e m3 x colazione.

Anonimo ha detto...

Avuta in famiglia una fiammante Si nera disastro totale oltre alle rotture e materiali scarsi,tenuta di strada inesistente,poi sul bagnato diventava una bara,mio fratello a distanza di anni ancora ha gli incubi

Anonimo ha detto...

è piuttosto evidente che chi ha scritto la recensione non ha mai avuto la fortuna di avere una biturbo, anche se gli sarebbe piaciuto.

Anonimo ha detto...

A parte il tenore folkloristico tenuto nella narrazione....magari simpatico ma decisamente fuori luogo vorrei porre attenzione su una contraddizione Dell autore.... si parla di un cessò argentino che consuma molto e quindi di poco valore... e la kylami???? Altra macchinina di Aleandro... muscolare e bellissima... estrema in prestazioni e consumi... ma molto costosa... la verità è solo una... recensioni ingiuste come questa hanno rovinato l'allure di una famiglia di vetture... complimenti!!

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS