25

STEYR PUCH HAFLINGER ..by L. De Dionigi

STEYR PUCH
LE VOSTRE RECENSIONI “Lo Steyr-Puch 700 AP, più conosciuto con il nome di “Haflinger” (nome in tedesco d’una razza equina alto atesina, in lingua italiana Avelignese), fu un veicolo austriaco estremamente leggero ed essenziale, studiato per operare su strade di montagna. Venne studiato principalmente per operazioni militari e le sue caratteristiche d'agilità, grazie ad una lunghezza di 2,85 m e ad una larghezza di appena 1,35 m, furono assai apprezzate; la produzione andò dal 1959 al 1974 e fu di circa 16.600 esemplari. Era motorizzato da un piccolo bicilindrico di 643cc e dotato di trazione integrale. Tuttavia - per le sue caratteristiche e la sua praticità - oltre che dai militari, fu assai apprezzato anche nelle valli austriache e altoatesine, in particolare da boscaioli (per trasportare a valle il legname), da fienaioli (per trasportare nelle stalle il fieno degli alti pascoli) e da caccaioli (per trasportare il letame negli orti di montagna). Chi percorra quelle valli potrà vederne ancora qualcuno tenuto con cura dal proprietario e da lui appropriatamente usato come mezzo da lavoro.
Per questo definire l’Haflinger un’ AdM appare improprio: sarebbe come definire AdM un trattore Landini “Testa Calda” o una motozappa... Assurdo! Ebbene, il motivo per cui si propone questo mezzo sta nel fatto che, purtroppo, già in quegli anni la mala pianta dei fuoristradisti dilettanti (o aspiranti tali) aveva cominciato a diffondersi, e le varie “Suzukine” non erano ancora apparse sul mercato, il quale - tranne mezzi costosi tipo “Land Rover” e “Campagnola”, più qualche vecchia, assetatissima Willys o “Matta” da restaurare o restaurata alla meglio - offriva ben poco a chi disponesse di modeste risorse pecuniarie: Citroën "Sahara" (ideale per fuoristradisti afflitti da stipsi, sebbene meno peggio di quanto si pensi), Ferves “Ranger” (un “oggetto misterioso” citato anche nel Forum), più pseudo fuoristrada a due ruote motrici, tipo Savio “600 Giungla” sulle cui qualità “off-road” è meglio stendere un velo pietoso (altri mezzi non mi vengono in mente, ma sarò grato se qualche “aficionado” mi rinfrescherà la memoria in materia).
Quindi, a un limitato numero d’aspiranti fuoristradisti con tasche non troppo fornite, l’Haflinger sembrò una vera pacchia, anche se la scelta sapeva tanto di “Vorrei ma non posso”; non come adesso che il principio sembra essere “Potrei ma non voglio”, ovvero “Chi cazzo me lo fa fare di portare fuori strada il mio SUV da 60.000 euro, che finirò di pagare nel 2050? Magari si sporca, si striscia, s’ammacca, oppure mi parte la centralina su qualche mulattiera di merda e devo mandarlo a recuperare con l’elicottero da carico... Tié” I guai per gli acquirenti cominciarono quando si resero conto che l’Haflinger non era mezzo da esibire ad amici e sbarbine (termine attualmente sostituito da “aspiranti veline”) del “Caffè Centrale”, bensì un mezzo da lavoro, rustico e ben realizzato, ma niente più: sicché, invece di fare la figura dei fighetti, i tapini fecero la figura dei buzzurri e fu perciò che il mezzo scomparve rapidamente dalle vie cittadine per tornare - giustamente - tra malghe, alpeggi e rifugi.
Morale della recensione: più che il mezzo -il quale, come detto sopra, non è il caso da citare tra le AdM - bisognerebbe pigliare per i fondelli certe fisse e certi automobilastri che, invece di diminuire, aumentano a vista d’occhio. Del resto questo è il messaggio subliminale del sito.. o no?”

Recensione inviata da Luciano De Dionigi di Padova

 VOTA LA STEYR PUCH HAFLINGER

QUESTO ARTICOLO FA’ PARTE DELLA SEZIONE LE VOSTRE RECENSIONI E CI E’ STATO INVIATO DA UN LETTORE DI AUTOdiMERDA. CONTRIBUISCI A MIGLIORARLO VOMITANDO SUL MONITOR.

25   COMMENTI :

pietro mastroleo ha detto...

Migliore di molti attuali chiamati "Motoagricole".

L'Amarcord è ritornato ai livelli a cui ero abituato,Bravo!

Anonimo ha detto...

c era anche la versione che montava quattro piccoli cingoli..........
dimentichi l unimog!!!!!!!!!!!!!

ghost

Anonimo ha detto...

L'Haflinger è una gran macchina. Io l'ho avuta per diversi anni. In fuoristrada è insuperabile. D'estate salivamo e scendevamo dai rifugi alpini lungo i prati delle piste da sci (anche lungo le piste nere) oppure sulle mulattiere petrose della prima guerra mondiale.
Certo, può non piacere come estetica od essere troppo lenta su asfalto (max 70km/h), ma dove andavamo noi non arrivava nessun altro. Il muso mozzo le permetteva di superare avvallamenti e guadi dove tutte le altre jeep con muso normale toccavano.

Antonio ha detto...

Possiedo un Halfinger passo lungo ed é insuperabile in montagna e per l'uso che si fa , ho avuto parecchi Suv di merda quali Grand Cherokee 3.1 autom. una porcheria immane o mercedes Ml 270 autom. schifezza in piu ho avuto suzuky sj413 - Feroza - Vitara 1.6 - Honda crv primo modello e secondo - Ml 320 sport oggi possiedo una Bmw X5 sd - no la Steyr Puch non è assolutamento un auto di merda ciao a tutti Antonio

Anonimo ha detto...

Chi scrive tale articolo non meriterebbe nemmeno di sapere che cos'è, e come è fatto l'haflinger, si perchè, solo i Signori possono avere un haflinger, veri intenditori di una meccanica eccezzionale per i tempi in cui fu concepita (40 anni fa...). Lascia questo commento un vero appassionato di tale mezzo possessore di ben 6 esemplari. Grazie.

mezzoghostano ha detto...

mio caro tu che commenti tale articolo
sicuramente
non l hai nemmeno letto
se cosi fosse capiresti cio che ce scritto
(si spera)
quindi gelosamente tieni i tuoi cavalli al pascolo
e non lasciare qui commenti che ,per altro, sottolineano la tua ignoranza mostruosa

ma di ce la fai a guidarli tutti e sei assieme o ti fai aiutare.........

Luciano ha detto...

@ anonimo delle 6.46

Se sai leggere, leggiti il commento fino in fondo. Ho scritto che il mezzo non è da citare tra le AdM, caso mai che il suo uso è specialistico

luciano ha detto...

E aggiungo: l'"eccezzionale" con due zeta dimostra che, oltre a problemi di lettura, l'anonimo ha anche problemi di scrittura.

luciano ha detto...

Grazie Ghost, ma per ora so difendermi da solo

Anonimo ha detto...

salve ragazzi posseggo un steyr puch 700 ap da restaurare,sapete dirmi quanta può valere?

portaleazzurro ha detto...

Ricordo questo modello perchè visto da ragazzo sulle riviste di auto dell'epoca. Non mi piaceva. Ricordo che costicchiava. Credo che quella casa forniva, e forse continua a fornire, componenti meccanici per la panda 4x4. Giacchè ci sono "rinfresco la memoria" all'autore della recensione ricordando altri oggetti vacanzieri e del desiderio di quegli anni: la pescaccia VW e la Mini Moke (o California ?).

The Best Driver ha detto...

Interessante veicolo, ma personalmente non lo comprerei. Mi aspettavo un articolo più cattivo...

luciano ha detto...

@ portaleazzurro
Grazie, ma non ho bisogno che tu mi rinfreschi la memoria: ricordo benissimo quei due "oggetti vacanzieri" (cui va aggiunta la già molto recensita Mehari). Sta però di fatto che questi erano dei 2x4 camuffati da 4x4, mentre l'Haflinger era un vero veicolo da fuoristrada, leggero ma in grado di svolgere anche lavori "pesanti".
In definitiva tutta un'altra categoria...

Anonimo ha detto...

Segnalare l'Haflinger come "auto di merda" equivale a non avere la benchè minima idea di che mezzo sia.Ne ho posseduti 2.rimpiango sinceramente di averle vendute.INSUPERABILE nel fuoristrada stretto.Indistruttibile.A suo modo confortevole.Divertentissima.Costosa.Certo, come ogni cosa esclusiva.Non macchina da contadini come scrive il nullasapiente articolista, ma amezzo militare con i suoi limiti ma anche le sue peculiarietà che ha poiu trasmesso all'incredibile PINZGAUER.Cercate video cu you tube delle suddette vetture e capierete cosa intendo.francesco di como

luciano ha detto...

Egregio signor Francesco di Como, se Lei si fosse preso la briga di leggere la mia recensione prima di scrivere il suo commento, forse si sarebbe reso conto che non considero affatto l'Haflinger un'auto di merda, così come non la consideravano tale i contadini sudtirolesi presso cui ebbe una discreta diffusione, e posso testimoniarlo dato che ho trascorso parecchie ferie in quelle belle contrade.
Forse non era un veicolo espressamente progettato per uso rurale (non capisco poi che male ci sarebbe a essere un veicolo per uso rurale), ma sta di fatto che molti contadini se ne servivano, immagino con legittima soddisfazione.
Quanto al "nullasapiente" di cui cortesemente mi gratifica mi consenta di ribattere con una massima popolare delle mie contrade:
"Il saggio non sa niente,
l'intelligente sa poco,
l'ignorante sa tanto,
EL MONA SA TUTO"

Anonimo ha detto...

Probabilmente sig Luciano , veneto verace , il sottoscritto sarà un "mona" ( non vuol dire anche figa nel vostro "idioma"?) saro' anche ignorante ( eh beh...si vede che ginnasio e classico non sono riusciti a traferirmi alcunchè e neppure la facolta' di farmacia di Milano....) ad ogni modo ho posseduto ben 2 esemplari della suddetta vettura, di cui so non poco , dalla storia al numero di esemplari prodotti anno per anno.L'ho smontata restaurata e rimontata.QUando un veicolo di derivazione militare possiede delle qualità elevate, in primo luogo viene apprezzata dca chi ha necessità di un veicolo resistente e performate per ragioni di lavoro ( di solito piu' che i contadini che non vedo cosa ci possano fare, l'haflinger veniva acquistato dall'Enel e dalla SIP per raggiungere posti impervi dove impiantare tralicci , e da commercianti di bevande per trasportare le bottiglie presso abitazioni altrimenti difficilmente raggiungibili.Vinse anche numerose competizioni fuoristradistiche negli anni 70'.Il fatto che lei si sia rivolto a me con tale astio ( la mia nei suoi confronti era una constatazione e come tale deve accettarla) dimostra che ho toccato un suo dente scoperto.Con simpatia ,francesco.
PS Se le capita , si faccia un giro su questa stupenda automobile.Non è una Range, ne una X6 ma le garantisco che ne scenderà divertito e piaceviolmente colpito ( e un po' assordato )

luciano ha detto...

Caro Dott. Francesco, mi riferivo al primo versetto della bella massima venetico/tergestea, non all'ultimo: intendo dire che Ella, dandomi del nullasapiente, mi dava del saggio e che con l'ultimo versetto non intendevo riferirmi a Lei ma a una realtà, ahinoi, diffusa; La prego di volermi credere e di scusarmi.
Resta però un fatto: Lei sembra non voler proprio capire che il mezzo mi persuade (più che la Range o la X6) solo che lo considero un mezzo particolare, adatto anche a usi agricoli specialmente in montagna (realtà constatata e di cui non c'è da vergognarsi), tutto qua.
Inoltre deve - mi consenta - ancora entrare nello spirito del sito, per cui prende sul serio certi cazzeggi più o meno umoristici.
La invito dunque a fare mente locale: per una persona della Sua cultura (analoga alla mia, se si eccettua la laurea in ingegneria all'università di Padova) non dovrebbe essere difficile.
E' stato un piacere dibattere con Lei.

DARIO TOINI ha detto...

NON CAPISCO PERCHE' INSERIRE COME ADM MEZZI CHE POI VENGONO IN REALTA' RECENSITI IN MANIERA POSITIVA:NON E' NECESSARIO CHE OGNI GIORNO QUALCUNO VOGLIA APPARIRE A TUTTI I COSTI CON DELLE RECENSIONI CHE NON SERVONO A NIENTE E CHE SONO TUTTO SOMMATO PIUTTOSTO NOIOSE.

Thrasher ha detto...

caro dario, se ti senti punto nell'orgoglio puoi anche chiudere la finestra del Browser e farti una passeggiata, da solo sei arrivato nel sito e nessuno ti sta ordinando di rimanere, quindi per la tranquillità del sito le faccio i più cordiali saluti.

luciano ha detto...

E allora non perda tempo a leggerle, caro Dario.
Del resto, anche in altra sede, Ella da prova di non leggere le recensioni fino in fondo, altrimenti avrebbe (forse) compreso la tesi di questa.

mezzotoscano ha detto...

Don't feed trolls!!!

Anonimo ha detto...

Mio padre idraulico nel 1972 ne acquistò uno per lavoro, abito in una zona molto distante da Bolzano dove vi era l'importatore, ma piena di montagne, ho letteralmente imparato a guidare su quell'haflinger che, alla domenica, ci permetteva di fare bellissime scampagnate nella natura. Erano altri tempi e forse la gente non era così attenta alla quantità di denaro che uno aveva in tasca (x5= ricco e quindi degno di ogni attenzione; dacia duster= povero e quindi da emarginare) ciao a tutti e viv l'haflinger for ever !!

Anonimo ha detto...

Carissimo Luciano,

sono il presidente dell' Haflinger Club Italia, e devo dire che a cospetto di altre persone, devo dire che la recensione mi è piaciuta molto !!

Grazie e buon lavoro. www.haflingerclubitalia.it

luciano ha detto...

A quanto pare debbo proprio ripetere che in realtà i miei "strali" non riguardano un mezzo che ritengo molto valido per certi usi, bensì quanti, quasi quarant'anni fa, pretendevano di farne un mezzo per "fighetti da spiaggia" (pochi ma ce me furono).
Spero di essere stato chiaro e invito tutti, prima di sparare scemenze, a leggere la mia recensione fino in fondo, come ha fatto il Signore del n° 23.

Anonimo ha detto...

Posseggo un Haflinger dal 2007;lo ho smontato tutto e rimontato,e ho apprezzato le alte qualità costruttive e la sua semplicità.Ho fatto 30000 km con tappe di 500 km,lo trovo unico nel suo genere.
Saluti a tutti

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS