85

FIAT CINQUECENTO 700 ED ..by Jerry Scalici

FIAT CINQUECENTO
LE VOSTRE RECENSIONISi sa i tempi sono cambiati. E noi di conseguenza. Fortunatamente (o forse no). Le nostre città sono sempre più congestionate e trovare un buco dove posteggiare la nostra fedele autovettura è diventato un problema serissimo. Nulla di nuovo sotto il Sole, direte voi. E’ verissimo. Sin dagli albori dell’automobilismo, gli automobilisti sono stati da vetturette da città provenienti da ogni parte del globo terrestre, dove tutti i costruttori automobilistici si son cimentati con piccole vetture utili a sopperire la mancanza di parcheggio. Alla lista non manca nessun produttore, anche tra i più prestigiosi (vedi BMW).. e dimenticarsi di “mamma” Fiat? Certo noi italiani (come d'altronde i nostri cugini francesi) siamo stati viziati con decine e decine di modelli (mal) costruiti con ogni (s)criterio per la sicurezza ed ergonomia.
“Quel che non c’è, non si rompe!”: questa massima viene spesso recitato in virtù di uno stile semplice, economico, “francescano”, o come si direbbe oggi “minimalista”. In tempi non troppo lontani, lì dove la mente non può giocare ancora brutti scherzi, buttando nel dimenticatoio certi ricordi, il nostro “colosso” era in preda a raptus suicidi nel sostituire quella che fu per molti anni un “must” per le famiglie italiane: stiamo parlando della Fiat 126. Dopo diversi aggiornamenti importanti, come solamente la Fiat sa fare (o per meglio dire “non sa fare” vedi la vecchia Panda) decise di sostituirla con una vettura più confortevole e versatile, presentando dopo anni di stitichezza, ansia e crisi convulsive di vomito, la specialissima Fiat Cinquecento!
La vettura inizialmente era offerta in due motorizzazioni: il quattro cilindri da 903cc da 41 CV di origini piuttosto remote (cfr. Fiat 127) e il bicilindrico da 704cc da 31 CV derivato dalla Fiat 126 Bis (aridaje! ndt: Fu potenziato di ben 6 cavalli…) che tanto aveva dato da fare ad acquirenti, meccanici e sacerdoti. Sacerdoti? Si. Una leggenda metropolitana narra l’intenso afflusso al confessionale di clienti e riparatori dopo l’ennesima magagna della Bis.. Insomma si è agito come col maiale: Fiat non ha buttato nulla! Esteticamente si mostrava ben più moderna rispetto alla progenitrice, ma non voglio soffermarmi sul piano estetico dove rientrano i pareri soggettivi: vorrei concentrarmi sulla parte meccanica ed in particolare sul modello di cilindrata minore . Il 704cc è stato una vera dannazione per questa macchina. Non possedeva nessun pregio.
Breve premessa. La Cinquecento nacque nel 1992 in periodo finale di pre-catalizzazione. Tutte le auto di nuova immatricolazione dal 1993 in poi monteranno un dispositivo anti-inquinamento. Tutto questo fu regolato dalla la legge CEE 91/441 quelle che oggi sono le EURO 1. Così, il 99,9% delle auto in commercio montavano il catalizzatore a 3 vie e iniezione Single-Point. Ebbene? Cosa c’è di strano? La Cinquecento ED.. NO! Montava un carburatore invertito di tipo elettronico con starter semi-automatico. In poche parole, la procedura per l’avviamento a freddo erano:
- Mettere il cambio in folle (col freno a mano tirato, ovviamente!)
- Tirare il pomello dello starter posto in basso a sinistra.
- Pompare 1 - 2 volte sull’acceleratore
- Girare la chiave di avviamento e.. sperare che si avviasse! (magari a secondo colpo; il che era già un gran bel risultato). Dimenticavo.. munirsi di tappi per le orecchie, pena la frattura dei timpani. Ritornando al carburatore, sapete quale casa contemporanea alla piccola Fiat ancora non aveva l’impianto ad iniezione? La Seat Marbella e.. l’intera gamma Lada! Sia la Samara 1300 che 1500 montavano lo stesso accrocco! Le vibrazioni erano di prim’ordine, leggermente attenuate in confronto alla Panda 30 (anch’essa bicilindrica): tuttavia restava un’auto alquanto rumorosa anche se il dominio incontrastato era detenuto dalla Seat Marbella 900 (altra AdM)..

Accelerazione.
Accelerazione scarsissima (0-100 km/h 30 sec secondo i dati della Casa; mentre in realtà erano 32,9 sec. Secondo i Dati rilevati da Quattroruote - Marzo 1993). In pratica, la Innocenti Small 500 pur avendo un frazionamento inferiore (aveva 659cc e 3 cilindri), era molto più scattante raggiungendo i 100 km/h in 27,5 sec. (dati Quattroruote che potete riscontrare sempre nello stesso numero a pagina 160). In poche parole, la Cinquecento ED era l’auto che impiegava più tempo per il classico e già citato passaggio velocistico, del mercato italiano!

Ripresa.
Avendo a disposizione soltanto 4 marce non erano garantite riprese fulminee. Il cambio aveva una sincronizzazione alquanto ostica e gommosa, i rapporti erano ben spaziati nel arco di giri di (mal)funzionamento: tuttavia risultavano imprecisi e non poche volte, si disinnestava la quarta, restando pericolosamente in folle! Malgrado tutto, non era esclusivamente colpa sua: il motore disponeva di pochissima coppia (47 Nm pari a 4,9 kgm disponibili a poco più di “metà corsa” cioè a 2750 giri/minuto dato che il regime max era pari a 5000 g/m) che uniti ai 31 CV o 23 Kw che dir si voglia, ti costringevano ad affrontare anche la più modesta salita in seconda marcia . Vibrava da matti. Ed era asmatico. Penso che l’ideatore delle pedane vibranti sia stato un (in)felice possessore di quest’auto.

I consumi non erano per nulla irrisori: via via col tempo (e problemi), non era raro percorrere medie intorno ai 7-8 km/l. Altro grandissimo difetto di quest’auto era la bruciatura della guarnizione della testata. Questo, fu un patrimonio ereditato dalla sua antenata: difatti la denominazione “BIS” indicava il numero di guarnizioni sostituibili prima che il proprietario la scaraventasse dallo sfasciacarrozze. Appunto per questo, la Fiat, avvedutasi che i clienti avevano scoperto il vero significato della nomenclatura in codice, rinominarono la nuova citycar (utilizzando il comando DOS “REN” nella versione 4.0 dato che Windows non era ancora Plug&Play) in ED. Secondo gli esperti d marketing ED era la contrazione di “Economy Drive” anche se alcuni esponenti del controspionaggio decifrarono in “Essere Demoniaca”. Altra peculiarità motoristica, era la più totale insensibilità del pedale dell’acceleratore per arricchire la miscela ed evitare di farla spegnere. Tutto questo non era dovuto ad un moderno acceleratore elettronico, bensì ad un software inibitorio della centralina che gestiva il rapporto stechiometrico del carburatore, per evitare la distruzione del catalizzatore! A proposito di questa (stramaledettissima) centralina: a volte accadeva che, mentre ti trovavi in piena (eh!) accelerazione, inibiva l’afflusso di benzina e spegneva il motore!!! Come ben capite era sempre meglio NON sorpassare per tanti e tanti ben motivi che potete evincere da quanto già detto.
Diciamo quindi, che era un’auto timida: specie al semaforo dove singhiozzava per poi piantarsi ferma immobile dato il mortal sospiro (mentre te, ti sorbivi le imprecazioni e le clacsonate di chi ti stava dietro. Prima di chiudere la prima parte di questa recensione vi riporto un pezzettino della pagella di Quattroruote.

Motore

Afflitto da vibrazioni, rumorosità varie e potenza non eccezionale. E’ un’unita un po’ datata, anche se di recente ha beneficiato di parecchi interventi.

Accelerazione

Al di sotto della media, anche se in questa categoria non sono richiesti scatti brucianti. Lo spunto veloce è ostacolato anche dagli impuntamenti del cambio.

Ripresa

Il rapporto superiore “lungo” e la limitata potenza obbligano a scalare una marcia per scattare in velocità e ottenere una progressione accettabile.

A presto con altre descrizioni su altri aspetti della Cinquecento Ed!”

Recensione inviata da Jerry Scalici di Palermo

VOTA LA FIAT CINQUECENTO

QUESTO ARTICOLO FA’ PARTE DELLA SEZIONE LE VOSTRE RECENSIONI E CI E’ STATO INVIATO DA UN LETTORE DI AUTOdiMERDA. CONTRIBUISCI A MIGLIORARLO VOMITANDO SUL MONITOR.

85   COMMENTI :

manny ha detto...

10 +
a jerry
2-
al 500

Thrasher ha detto...

fantastica recensione!
Quell'auto fu davvero una baracca totale! Solo con le nuove cinquecento prodotte durante il 95-96-97 iniziarono a funzionare meglio, grazie al montaggio di un motore, a detta di fiat, "Nuovo", ma che ad orecchio non era nient'altro che il 1000 della panda fire modificato ad'hoc XD

Calogero ha detto...

Qui a Caccamo fino a qualche anno fa, se ne vedevano molte... Adesso o sono state rottamate o affidate a persone anziane...e posso capire il perchè. :(

Panizzardi Future Cars ha detto...

Ottima recensione, sono un amante della Fiat Cinquecento ED, e non sto scherzando ma in questa recensione scritta da un mio concittadino vedo e leggo solo la pura verità!

Ed è forse per questi motivi che amo quest'auto!
Spartana e mal concepita, un vero e proprio gioellino per chi si sa riparare e modificare le auto nel proprio garage! Ne tengo ancora una radiata nei scantinati ogni tanto la faccio girare qui in paese ed e micidiale vedere la gente che si gira a guardare questo macinino dal fracasso totale, dall'estetica di una rallye car e dalla velocità di una lumaca... ah quasi dimenticavo, sono riuscito a mettere un cambio a 5 rapporti di una Panda (vecchio modello) del 2001...

Peccato che un giorno dovrò darla via, mio padre si è stufato di tenersi dentro questi rottami....

AUTOdiMERDA ha detto...

Jerry come stai?
Spero il mal tempo li in Sicilia non ti abbia procurato danni gravi. Fatti sentire

Anonimo ha detto...

E' vero che la Cinquecento ED ha i difetti tipici di un essere umano o di una bestiola da rodeo.
Io me ne sono innamorato a vita, e come me altri soci del ClubCento Italia e utenti del forum CinquecentoVoltePassione. Ho imparato a capire quando è in giornata no e in giornata si. Mi diverte, quando è in forma è decisamente impeccabile, a volte anche solo con una ripulita delle parti elettriche con Crc Marine e ogni 2.000 km l'addittivo per mantenere pulito il sistema di alimentazione. Io ormai so come usarla, e non è la prima volta che offre prestazioni degne di una vettura sportiva. Io ci ho viaggiato per centinaia di chilometri, solo ora la sto preservando dopo il restauro estetico e del motore in vista della storicità Asi. Sono abituato alle cose difficili e ai casi disperati, una macchina troppo perfetta non mi somiglia ne mi darebbe le stesse emozioni, e poi sarebbe tutto troppo scontato.
Invito gli "Eddisti" a unirsi al club, con la prima, seconda e terza serie della Cinquecento degli anni '90. Nel 2012 si terrà un grosso evento celebrativo.

Nicola ha detto...

Ci sono molti errori:
- nel 92 il carburatore era un doppio corpo Weber e non l'elettronico AISAAN;
- ho compiuto quasi 100 km con 5€ di benzina (1,256 al litro)..media sulla ventina di km al litro;
- L'accensione è semplice: tiri poco poco lo starter, metti in moto, richiudi lo starter ed aspetti due minuti;
- una volta sostituita la guarnizione della testa con una rinfrozata in rame (del costo di 25€ a Cagliari), va che una bellezza!
La mia ha 135000 km e, dopo il restauro del propulsore con 300€, va ancor meglio di prima!
Tra 3 anni sarà storica e costerà pochissimo; i ricambi si trovano facilmente anche negli sfasciacarrozze e costano una miseria. La Cinquecento ED è l'ultima erede delle citycar made in Italy :)

Jerry ha detto...

Il carburatore doppiocorpo era presente fino al '92 solamente per il fatto che la 700 fu catalizzata l'anno successivo montando in seguito quel cavolo di carburatore elettronico...
E' bene sapere, caro Nicola, che le automobili subiscono continue evoluzioni, quindi NON replicare senza "esaminare" bene il modello aggiornato dal tuo che, molto probabilmente, risale all'anno precedente!
Tu dici letteralmente :"Richiudi lo starter ed aspetti due minuti". Secondo te un'auto, degna di esser definita tale, non dovrebbe funzionare "bene e subito"? Ricordiamoci che l'automobile è un oggetto del quale occorre si rispetto, ma non schiavitù aspettando certi comportamenti dovuti a mal progettazione!
A questo punto, mi vien da esclamare :"Libertas non deficit; deficiunt liberi homines".
Consentimi di esprimermi in tutta franchezza: la Cinquecento degli anni '90 non è né una vettura estremamente obsoleta della quale potremmo "giustificarne" certe eventuali ingenuità progettuali!
Se a te piace, buon per te: dopotutto il mitico Vasco non canta "Voglio una vita spericolata"?

Una clacsonata! ;o)

Nicola ha detto...

Gentile Jerry, il ragazzo che ha scritto il commento sopra di me possiede la ED con il carburatore AISAAN elettronico...di che anno? 1994 Lo conosco. La Cinquecento ha un motore "sperimentale", in quanto si trattò di un propulsore a raffreddamento ad aria adattato per quello a liquido. L'unico problema degno di nota (le prestazioni fanno comunque riferimento ad un bicilindrico 700 di 17 anni fa) è dato dalla testata che fonde per via della posizione dei colletori di scarico...ravvicinati per via della rotazione data dalla posizione "a sogliola". Risolto quello la vettura va che una bellezza...la ex-proprietaria della mia l'ha quasi portata alla distruzione...io ce l'ho da un anno e 4 mesi e dopo il restauro è dannatamente impeccabile! Se TU, non conosci la storia della Fiat Cinquecento, ti invito felicemente a farti un giro sul forum Cinquecento Volte Passione e li potrai leggere quali sono nate prima e quali dopo! Così almeno potrai far capire a tutti quanto conosci la Cinquecento!!! Ah...un regalino per tutti!!! http://utenti.lycos.it/cinquecentorally/pagina_totale.htm ...trattasi di una ED elaborata che raggiunge i 155 orari! Una clacsonata da un forumista del Cinquecento Volte Passione, l'enciclopedia VERA delle Fiat Cinquecento! ;) BRRUUUMMM

Anonimo ha detto...

Io ho la versione del 1994 restaurata di recente e sono nella lista di Vasco, mi piace esattamente come è e mi sento sicuro, ma se fosse meno dispettoso il carburatore elettronico sarei più tranquillo. Tuttavia non ha mai visto carriattrezzi nemmeno quando era scarburata e quando viaggiava per centinaia di chilometri fuori città. Non ne faccio un problema, è come un bimbo. Sono felice di non averla data via quando me lo consigliavano.
Non consuma olio, ne acqua, non surriscalda, si avvia al primo colpo, consuma come un diesel, ha un bel suono e una pedaliera fluida e leggera, mi piace un sacco.

manny ha detto...

dove e che che le bruciate nel 2012 ????

Nicola ha detto...

Manny, sarei curioso di sapere che auto possiedi e se di ED ne hai provato almeno una! Noi EDdisti siamo molto affezionati alla piccola delle Cinquecento...sai, basta davvero poco per risolvere i suoi problemi: La cura giusta dal tecnico giusto! Tutto quì! Purtroppo, le persone come te, si limitano a guardare all'esterno della ED senza capire cosa si cela nel cuore! Forse non capirai neanche le mie parole! Ti vorrei solo invitare a provarne una! Quando è calda ed è ad un certo numero di giri, la progressione 80-120 permette di star dietro anche ad una Opel Corsa C...e non scherzo! Parlo per esperienza!

AUTOdiMERDA ha detto...

Mi permetto di rispondere per mannyno che se non erro non guida auto, ma risponderà lui eventualmente con la sua inconfondibile "verve" LOLOLOLOLOL! :)
Per quanto mi riguarda mi fa piacere che la simpatica Cinquecento Euro abbia anche dei fan club, molto stimolante.

manny ha detto...

nicola ti ringrazio per l invito
ma non so se il tappo della damigiana reggerebbe.........
non credo che rischiare la mia vita gareggiando con una"opel corsa c" (manco fosse na vitamina)
con il tuo amato italico riscio sia la via che mi faccia amare/capire/aprire gli occhi
peraltro a 120 km/h uso passare al rapporto superiore (il secondo)
io mi limito a stare lontano dalle autodimerda
che sono praticamente tutte......
potresti anche avere un ferrari 250 gto del 62
ma sempre autodimerda resta

allora sono invitato per il falo????

AUTOdiMERDA ha detto...

Vacci piano manno che hai un'età.. uhauhahrgh

Nicola ha detto...

Gentile manny, io non rischio la mia vita anche perché non gareggio con nessuno! Quella che tu definisci vitamina, altro no è che la Corsa creata dal 2000 al 2006. Tu a 120 cambi rapporto, io li ho già finiti! Sei talmente simpatico che dalle mie parti "no iada fai a t'appoderai"! Comunque, se nel falò ci sei tu (dentro intendo), sei il benvenuto!

per AUTODIMERDA, non capisco come tu possa definirla simpatica dopo averle gettato merda per righe e righe! Sinceramente, più di esser preso in giro, preferisco sentirmi dire che ti fa cagare!

AUTOdiMERDA ha detto...

Ciao Nicola,
ognuno a queste AdM (non mi riferisco solo al sito) da un proprio significato, il mio, se forse un pò sopra le righe tutto sommato si traduce in qualche recensione umoristica, senza prendersi troppo sul serio insomma. Mannino probabilmente detesta le auto in quanto esalta le moto, io, seppur appassionato di design automobilistico, resto con i piedi per terra senza farne drammi esistenziali. La case automobilistiche e i vertici perversi che le dirigono già ci mettono del loro a prenderci per il culo da più di un secolo, viviamo ahimè in un Paese "costruttore" non dimentichiamolo e il governo invece di investire sulla sanità, trasp pubblici, formazione prof, ricerca, preferisce usare i "nostri soldi" per finanziare queste prese per il culo (FIAT, rottamazioni, incentivi..).
Non voglio dilungarmi e far polemiche quindi mi fermo qui. Sicuramente tu, Nicola, mi sembri molto più simpatico e socievole di altri elementi "anonimi" provenienti da forum dedicati ad altre Case.
Per concludere ti ricordo che la recensione sulla Cinquecento non è stata scritta da me, ma dall'amico Jerry quindi per il momento non credo di averle gettato merda per righe e righe... a meno che dal titolo del sito non cada qualcosa, è sempre possibile! :)
Ciao Nicola e grazie della tua presenza.

mezzoghostano ha detto...

spero sarai contento
fa cagare.......

Jerry ha detto...

Dietro un'Opel Corsa C? Forse la ED può forse star dietro alla 1000 a 3 cilindri carica di 5 ciccioni da 170 kg l'uno! HAHAHAHAHA!!! Sarà anche carina esteticamente rispetto alle sue contemporanee (Innocenti Small in primis XD) ma la ED ha un motore così asmatico che se non fosse stata che la Fiat l'avesse prodotta o ricca di accessori (con l'aria condizionata di serie nelle versioni 900 "SUITE" (non eccessivamente più potente ma parecchio più efficiente)) o sportivetta con la "Sporting", i più avrebbero un ricordo ASSOLUTAMENTE discutibile di questa citycar.
Il fatto che sia elaborabile non è una novità, difatti i motori bicilindrici si prestano facilmente ad elaborazioni (vedi il ricordo delle 595 o 695 Abarth derivate dalla "nuova 500").
Capisco la componente affettiva tuttavia, niente di male se nel mondo c'è chi la pensa diversamente dal nonstro punto di vista: il mondo è bello perchè è vario no?

Affettuosamente, Jerry

Nicola ha detto...

Gentile Autodimerda, evidentemente ho confuso il tuo nick con il nome del sito, quindi ho erroneamente confuso l'autore del commento. Io prendo seriamente le offese riguardanti la Cinquecento ED in quanto la Fiat l'ha rinnegata, odiata e considerata un aborto. Peò, ancora oggi, ne vedo parecchie sulla strada...per logica mi viene da pensare che dopotutto, nonostante i 17 anni, la piccola va ancora...me la prendo a cuore perché, al posto di offenderla e basta, la si potrebbe provare per carpire la "filosofia 500" della Cinque! Dimensioni ridotte, leggerezza, motore piccolo e consumi in realtà ridotti (con 5€ di benzina ho fatto 90km percorrendo una strada statale)...questa è la filosofia 500. Poi, ovviamente, ognuno ha le sue idee, ma arrivare al punto di trovarne solo difetti....beh penso sia esagerato. Mi fa piacere che ci sia comunque qualcuno che si interessa a chiarire...felice di aver scambiato opinioni con te!

Anonimo ha detto...

Un giorno ho sentito dire che la ED non ha cavalli ma asinelli (io direi più cavallini selvatici), da quel giorno le ho voluto ancora più bene, in fondo nessuno è perfetto e io ho sempre amato il Maggiolino tutto matto, al punto da chiamare la ED la Cinquecento più pazza del mondo, ma con tanto affetto che solo a sentire il suo borbottio al minimo, il suo sguardo innocente e felice, il suo profumo di salotto di una volta, mi commuovo.
Forse c'è una ragione se anche altri a distanza di migliaia di chilometri si sono confrontati scoprendo le stesse emozioni senza parole, senza tempo, come accade per un oggetto d'arte, che abbia o non abbia un motore acceso.

Anonimo ha detto...

Nu cess

Nicola ha detto...

Concordo con anonimo! Capisco il fatto che non possa piacere ma, usando i paragoni, rispetto ad un Alfa 75 le BMW sono dei paracarri senza emozioni! E' tutta una questione di conoscenza! Ogni auto, per quanto possa non piacere, ha i suoi punti di forza che SOLO un proprietario può capire, in quanto la prova costantemente! E' troppo facile sparlare senza conoscere od aver provato la ED! Così son bravi tutti!

Valerio - ED= Eternamente Dondolante ha detto...

Ciao ragazzi, ho seguito con attenzione e divertimento la saga della cinquecento ED che qui si è scatenata. Vi posso dire che io posseggo una ED del luglio '92, senza catalizzatore e con il carb. weber. Naturalmente la testata si è fusa 2 volte (ehm..) ma mettendo un ricambio rinforzato NON FIAT il problema annoso è stato risolto. Posso dirvi che naturalmente la ED non è una macchina da corsa (scordate di fare le 88 miglia/ora quindi la sconsiglio per costruzione di macchine del tempo) ma devo dire che per la città è davvero fenomenale. Con 20€ ho percorso fino a 300 km marciando in allegria e partendo al primo colpo. Ha tanti difetti: è spartana, è veloce come un polipo affogato nel sugo a capodanno, il colore rosso tende ad assumere tutte le gradazioni della tabella tintometrica, il sedile guida ha la simpatica tendenza a strapparsi a sinistra ma è una macchina che ti aggiusti da solo (io ho fatto cambio olio e sostituzione marmitta senza aver mai preso una chiave inglese in mano), i ladri la schifano cordialmente, non dice mai di no e ci puoi fare di tutto, dall'autostrada (con moderazione... io sono andato da caserta a fiuggi (fr) davvero con 15 euro) allo sterrato (anche quello!). Quindi si, prendiamola in giro sta macchinetta che ci vuole proprio, ma diamole un pezzettino del nostro cuore, a lei che, come nel mio caso, a 137800 km mi porta ancora in ogni dove. Ciao ragassuoli continuate così. Un ebollizione cortese.
Valerio

Thrasher ha detto...

Ehehe valerio, proprio come tantissime auto (italiane e non): macinano km, non rompono i coglioni anche se non sono missili o hanno tutto perfetto! Io ho una Clio Up del 97 riconvertita a metano, ha i suo problemi, il motore 1200 è lento da fare schifo, ma cammina e nessuno la caga XD
è il rosicare che fa male alla salute di possessori di auto XD

Valerio ha detto...

più che alla salute la cinquecento fa male al culetto dati i sedili che non sono il massimo della comodità! Ma chi si contenta gode (ma chi gode è più contento!) ciao thrasher!

Anonimo ha detto...

La mia ha compiuto due mesi fa 18 anni... due giorni fa si è fusa per la seconda volta la guarnizione della testata. Pork! Stavolta penso proprio di buttarla, però mi dispiace perchè ci sono affezzionato. CHe dire, i difetti elencati ce li ha tutti. Ma comunque la mia col carburatore weber rigorosamente rotto, la puzza di scarico fissa nell'abitacolo, le vibrazioni, le infiltrazioni, i sedili con le molle da fuori, la vernice (bianca) ammuffita (di fatto) che cola quando piove, mi portava ancora dappertutto e con modica spesa. Un mulo, non una macchina! E l'ho sempre trattata male.
VIVA LA CINQUECENTO ED!

Davide To ha detto...

Questa macchina è il classico esempio di AdM: non basta la linea, non basta l'affidabilità, è il mix di tutto che conta e questa cinquecento era veramente un "bidone": valutando oggetivamente le cose, è nata con la linea vecchia (ripresa dalla Y10 di 8 anni prima), tra tutte e due le versioni era una gara a giorni in officina (conta il dato statistico più che il raro esemplare miracolato)ed era spartana ma poco funzionale (piccola e scomoda), tant'è che non è mai riuscita ad insidiare il primato della Panda di ben 12 anni più vecchia, ma vero mito di praticità, economia ed affidabilità (a parte i primi esemplari, ma parliamo del 1980). Qualcuno dirà che la seicento si vende ancora oggi... Ma questo perchè sono stati finalmente risolti i problemi grossi (e poi costa come un motorino...).
E io ricordo anche (perchè qui a Torino sono estinte da anni) che solitamente si vedevano i proprietari (con cappello o velo da suora) fare le manovre più strane (compreso la bruciatura della frizione per un parcheggio)...
Senza rancore nè cattiveria, ma provate a chiedere in giro... Comprese le officine

LanciaRules ha detto...

Ho posseduto quest'auto, e devo dire che per quanto riguarda la guarnizione della testata ci siamo alla grande perché è vero che si bruciava spesso (l'ho rottamata per quello), ma per quanto riguarda i consumi nulla di più falso di questa recensione: 7-8 km litro li faccio con la mercedes 200e di mio padre di 20 anni fa, la cinquecento ed consumava davvero pochissimo! Si riusciva, guidando con accortezza, a raggiungere medie di 18 km al litro senza difficoltà. Mai successo che le marce non entrassero e mai che l'auto passasse dalla quarta al folle, forse chi ha scritto questo articolo aveva un esemplare più difettoso del solito. Nessun problema neanche di avviamento, anche se ogni tanto (diciamo una volta l'anno) la dovevo portare dal carburatorista x far regolare l'apparato

Anonimo ha detto...

la cosa divertente era la doppietta per scalare marcia...

Anonimo ha detto...

volevo ringraziarvi dopo aver posseduto una 700 ED e averla rottamata alla seconda fusione della testata (presa usata del '95 nel 2001 e rottamata nel 2006) ho deciso di prenderne un'altra.
VOlevo una 900 ma se mi capita una 700 adesso la compro!

a presto

Paolo

Anonimo ha detto...

beh è un'idea ma ci sono anche altri modi per imparare a cuocere la fonduta da vero chef. corsi per corrispondenza, siti indiani che insegnano a fare il pollo tandoori... a te piacciono solo le testate delle 500?

Anonimo ha detto...

City car fatta col culo...sporco!
Uno dei tanti errori di marketing della beneamata-odiata mamma FIAT.
Un sentiro grazie a Romiti e compagnia bella.

Bandito ha detto...

Qualcuno sa che al momento di sostituire la 126 alla fiat fu presentato un progetto che venne scartato in quanto considerato un sicuro insuccesso, assolutamente non adatto agli automobilisti occidentali, e fu invece messa in produzione la cinquecento come la conosciamo. Quel progetto piacque invece ad un imprenditore coreano, che decise di produrlo e lo chiamò...Matiz (o spark nel mercato extraeuropeo). Risultato: di cinquecento non se ne vede neppure più una in giro, le Matiz le hanno vendute fino all'anno scorso e l'attuale Spark e solo un aggiornamento della stessa macchina, di sicuro insuccesso secondo la dirigenza fita.

Anonimo ha detto...

Io l'ho avuta per alcuni anni, ci ho fatto circa 70000 km, e non mi sono trovato molto male, velocità oltre 140 orari, consumi sui 14 15 km litro e in montagna non era poi così ferma se sapevi sfruttarne tutto il potenziale.
Ottima per combattere problemi renali, farci 200 km significava andare di corsa ai servizi. Autonomia tra una sosta al bagno e l'altra un paio di ore.
Rottamata per passaggio ad auto con maggiori prestazioni (punto gt) e climatizzatore. Mi aveva stupito la frenata, molto modulabile e potente, grazie ai freni ricavati dalla TIPO.
Soprannominata scatoletta di tonno, grazie alla sua capacità di deformazione sotto le sollecitazioni meccaniche. Si ammaccava con una semplice palla di neve, o se parcheggiavi in una buca a su avvallamento, le porte si chiudevano con difficolatà, idem se la alzavi con ponte. Telaio estemamente flessibile, tanto che in curva scricchiolava. Per aprire le porte era sufficiente fare pressione nei pressi della serratura.

dimanticavo, pertiva anche senza starter in pieno inverno.

Jerry ha detto...

Quanto ai freni, forse erano assieme alla buona visibilità, una delle poche cose decenti di questa vetturetta!

Anonimo ha detto...

bah... senza infamia e senza lode, potevano chiamarla 'nè carne nè pesce'...

Cylon3423 ha detto...

la 500 ED l'aveva la madre della convivente di mio padre. io la chiamavo "nonna papera" perchè tra a sua guida di donna che ha preso la patente a 60 anni suonati e quel catorcio che guidava mi ricordava il personaggio dei fumetti di topolino!
dovevate vederla quella macchinetta saltellante per salite e discese di sant'elpidio a mare. solo a pensarci rido xD
a quella donna si spegneva ad ogni semaforo o stop con consecutivi 60 secondi (se andava bene) per ripartire, con il motore a palla lasciandoci la frizione, stile video "la seicento del nonno" di youtube xD

Anonimo ha detto...

la mia ed non trovando il colletore del acqua della testata o messo un colletore modificandolo della vespa 50 e va una bellezza guesto e il bello della fiat che gualsia vecchia fiat puoi modificar

Anonimo ha detto...

Dedico a te, che hai scritto questa recensione così obrobriosa da far venire la nausea, un profondo e sentito vaffanculo per l'ignorante e l'incompetente che non sei altro!
La Cinquecento degli Anni '90 è stata un'Auto avanti e senza tempo, basta considerare che ad oggi è considerata (purtroppo dai pochi) ancora un gioiello giovanile e prestante, al contrario di ciò che tu affermi, ma del resto sei un ignorante quindi la risposta vien da se!
Questa è stata una delle Auto più belle mai prodotte, in special modo la Sporting, che possiedo e di cui vado fiero per la tenacia che è il suo punto forte, sempre al contrario di ciò che tu dici!
E' un'Auto sensuale e bella, cosa che di certo non si può dire di queste schifezze delle nuove, aveva una linea ed un'anima, non è un'Auto uscita da una crisi profonda bensì lo sono quelle di oggi, senza idee e senza originalità!
Il guaio più grande e veder sparire le cose buone, mentre le cacate restano, e vengono anche definite serie. Il problema a questo mondo è gente come te, tu sei la ragione per cui l'Italia va male, e per cui negli anni (non più i suoi anni d'oro) si è fatta una cattiva reputazione nel mondo. Dammi retta, hai una pistola? Mettiti di fronte al musetto spettacolare di una Cinquecento da te offesa e dingrata, infilati la canna in bocca e premi il grilletto chiedendole scusa. Forse solo così rimedieresti alle stronzate colossali da te scritte in questo messaggio senza senso e talmente squallido da poter essere considerato reato contro l'umanità!
Ora e per sempre VIVA CINQUECENTO, MITO IMMORTALE!
Naturalmente parlo SOLO di quella degli ANNI '90, le altre sono state tutta merda allo stato puro, sia nel fumo che nell'arrosto!

Anonimo ha detto...

caro 40, se non avessi paura di una denuncia da parte del sindacato minchie, ti direi che sei una vera testa di minchia. e passo a dimostrarlo scentificamente:

1) non hai capito che questo è un sito umoristico
2) non sai che in realtà l'unica vera cinquecento era la prima, quella degli anni 60. quella sì era davvero un muro incrollabile
3) se hai avuto questo cesso anni 90 e non hai avuto 1000 magagne vuol dire che hai pure un culo sfondato
4) su questo sito non si usa incazzarsi. Ma per te facciamo un'eccezione.

Anonimo ha detto...

Don't feed trolls!

Anonimo ha detto...

41, vaffanculo tu è quel cesso/campana degli Anni '60, purtroppo un decennio smerdato da questo classicismo senza senso! Con i veri bolidi che sfornava, siete andati a rendere storia la merda! Ma andate a farvi fottere!
La Cinquecento vera è solo quella degli Anni '90! L'unica che a differenza di voi pecore si è distinta!

Bandito ha detto...

Pur non condividendo l'attuale abitudine di insultare che si sta diffondendo su questo blog, concordo con 43 nel ritenere la 500 degli anni 60 un vero cesso, brutta, piccola, malfatta e con un motore degno di un ciclomotore, l'ape 50 elaborata Pinasco camminava di più. Altro discorso per la 500 attuale, pensata per ragazzotti egocentrici che vogliono spendere per una utilitaria i soldi (di papà) sufficienti per comprare macchine di levatura ben superiore. Generosamente mamma Fiat li accontenta, vendendogli un ferraccio malriuscito che dovrebbe costare 7000 euro al prezzo di una sportiva. La migliore del gruppo era forse proprio la cinquecento degli anni 90m che resta comunque un cesso.

Anonimo ha detto...

44 Perchè sarebbe un cesso? Cosa ha fatto per esserlo? Aveva tanti optional, era veramente bella e sensuale, era un'Auto che ha fatto sempre in culo per i suoi proprietari, cioè perchè farebbe schifo! La mia cammina da 14 anni senza un problema e fa di tutto, corre come una dannata senza elaborazioni, mi fa sentire e stare sicuro sempre, cioè non vi capisco proprio!

Bandito ha detto...

Partendo dal presupposto che tutti i veicoli con più di due ruote sono cessi (ed anche tanti con due ruote, tipo Tmax), la Cinquecento era comunque piccola, antiquata nella linea e nella meccanica, la versione 700 era poco affidabile (credimi, mio padre era concessionario fiat) e camminava veramente poco. Dalla sua aveva un prezzo basso ed un consumo abbastanza ridotto, diciamo che aveva un discreto equilibrio tra difetti e pregi, ma questo non la può sicuramente far definire un capolavoro.

Anonimo ha detto...

46, io infatti possiedo la Sporting del 1996 eppure ne sono più che soddisfatto, dunque non andrebbe fatta di tutta un'erba un fascio! Poi non capisco la tua affermazione su: tutti i veicoli sono cessi. Non è vero! Le Auto belle come le cose belle, esistono! Che logica sciatta è mai questa! Inoltre la 700 Verde Metallizzato la possiede la mia fidanzata ed è un'ottima vettura! Quindi se a te è andata male per qualche guasto c'è chi comunque si è trovato bene!
Per quanto riguarda le dimensioni, lei rispecchia la categoria Utilitarie quindi se non vuoi l'auto compatta nelle dimensioni ti prendi la berlina o il monovolume no! Che significa era piccola! A parte che piccola è un punto di vista, le dimensioni sono giuste, piccola per me è quel VERO e GRANDE cesso di smart!

Bandito ha detto...

Contento per te che hai una macchina che ti piace. Personalmente ho avuto auto di merda di tutti i tipi e marche, la più piccola la 126, la più potente la croma turbo ie, e ne ho guidato, spostandole da una concessionaria ad un'altra, un numero ancora maggiore, e l'unico pensiero che avevo quando ero al volante era: non vedo l'ora di arrivare così posso risalire sulla moto. Per me le auto sono una necessità per quando piove (forte) o per quando fa (molto) freddo, altrimenti la moto è l'unico mezzo decente per muoversi (ed intendo vere moto, col serbatoio in mezzo alle gambe, cambio e frizione). Questione di scelte di vita, c'è chi ama sciare e chi preferisce andare in spiaggia, ad ognuno il suo.

mezzotoscano ha detto...

Alcuni paragonano l'auto a una moglie e la moto a un'amante. La prima "ce l'hanno tutti" e poi "può fare comodo", la seconda crea problemi ma sa dare emozioni e scatenare fantasie.
Sarà vero? Sarà falso?

Anonimo ha detto...

sono daccordissimo con mezzotoscano!!

Anonimo ha detto...

Oltretutto io di moto ne ho tre. ahahhahh.

Anonimo ha detto...

ha ragione il 42, ahimè. ho ignorato il suo monito, ma aveva ragione. DON'T FEED THE TROLLS !

Anonimo ha detto...

e comunque la tremenda verità è che tutte le 500 restano il modello meno mal riuscito della fiat...

Anonimo ha detto...

Appunto, il modello MENO mal riuscito! E non è una tremenda verità, è una stupenda verità!
W CINQUECENTO!!!

enzo ha detto...

Eccessivamente piccola dentro in rapporto alle dimensioni esterne, dalla linea banale; la 500 ED quando fu presentata non aveva assolutamente nulla di innovativo. La Fiat la preferì a quella che poi sarebbe diventata la Daewoo Matiz: 5 porte, molto più spaziosa nonostante fosse di poco più grande, il tutto ad un prezzo inferiore. La Daewoo comprò il progetto che era stato proposto alla Fiat e, sul mercato, basta guardare i dati di vendita dei due modelli, fece un culo così alla 500 Edition Diarroic. Questa auto ha di buono che è ottima per la città ma nulla di più, pertanto definirla un ADM non è un atto di lesa maestà, ma questo vale per tutte le automobili. E' bello essere contenti della propria automobile qualunque essa sia, ma questo concetto lo si può tranquillamente ribadire senza insultare nessuno.

Anonimo ha detto...

Io non voglio insultare nessuno e non fa nulla se nei crash test risulta robusta come una spugna marina. La 500 ED e una vera cacatarancida, persino più inguardabile della Trevis. La nuova Fiac Panza e appena giunta in concessionaria accattatavella jamme guagli,ò no fà nient se gliè puzz o fetille.
(perdonatemi, ma è proprio vero che la assemblano a Sorrento?) JJF

Bandito ha detto...

Enzo, se leggi il commento 34 noterai che avevo già detto la stessa cosa, mi fa piacere di non essere l'unico a conoscere la storia delle automobili.
Ciao

Anonimo ha detto...

già... quella vecchia almeno era piccola anche fuori

Anonimo ha detto...

57 La Matiz è un cesso! Non puoi neanche lontanamente paragonare un gioello così ben riuscito con quella porcheria informe!

enzo ha detto...

Esimio Anonimo n°59.
Il paragone con la Matiz è obbligatorio in quanto doveva essere lei la nuova 500 degli anni 90, sul fatto che sia pure essa una ADM non ci piove; con il commento n°34, Bandito, quello che lei chiama 57, ed io con il commento n°55, abbiamo citato dati e circostanze inoppugnabili: la matematica non è un opinione. In questo post si parla della 500 Edition Diarroic che è una ADM, se lei la ritiene un gioiello ben riuscito, è libero di pensarlo.
Esimio JJF.
"Le vie che portano all'inferno sono lastricate di buone intenzioni." Da come ti destreggi con il mio idioma, devo supporre che frequenti o hai frequentato spesso le mie parti; sulle altre cose che hai scritto in Italiano, preferisco stendere un velo pietoso. Il Napoletano non è un dialetto bensì una lingua, che a sua volta è un misto di Francese, Spagnolo e Italiano; perdona se oso:"Jamme guagliù, nun fa nient si Je feta (la a finale non si pronuncia) o fetillo ( senza pronunciare la o finale).
Caro Bandito.
Grazie per il complimento. Ho la passione per le auto, le moto e quasi tutto ciò che si muove sin da bambino; Anche io ho spostato e provato molte auto da un autosalone all'altro, avendo in giovane età lavorato per dei rivenditori. Più passa il tempo più adoro le moto, peccato che le condizioni di salute e, pure quelle economiche sopratutto, mi costringano ad usare uno scooter piccolo (125cc) solo in estate; però quando posso, una sgroppata sul Bandit di mio fratello la faccio volentieri. Ciao.

Anonimo ha detto...

Caro enzo, che cosa significa, che da come mi destreggio con il tuo idioma, frequento le tue parti? Mi rincresce credimi, non essere bravo come te a scrivere o a conoscere in maniera approfondita la lingua Italiana ed i moltissimi sinonimi che la compongono. Credo in cuor mio ed in un blog satirico del genere, l'importante è farsi capire, sbaglio? Identica cosa credimi e scusami se ti do tel tu, scrivere il dialetto napoletano (ed io credevo fosse un dialetto e non una lingua). Credevo vosse appropriato parlare in questa maniera, perchè molti napoletani sono goliardici, simpaticissimi e fanno ridere come l'ultima genialata della FIAC Panza; un vero orinatoio a muro! JJF Jhon Julius Figus. Fai un sorrisetto quando puoi, trasudi tristezza e grigiore da tutti i pori, ma è sicuro che qualche volta fai della ginnastica napoletana?
Allora qualche volta attivati no?

enzo ha detto...

Caro Jhon Julius Figus.
Evidentemente non sono così bravo a scrivere in Italiano, visto che ho urtato la tua suscettibilità sebbene non fosse mia intenzione farlo; non ci siamo capiti, mi dispiace. Quello che nel tuo commento può sembrare inappropriato è il fatto che una macchina potrebbe essere fatta a Sorrento, magari tra un babà al limoncello e una sfogliatella; ecco aggiungendo questo o altro, la cosa avrebbe avuto il significato goliardico che avresti voluto imprimere. Per quanto riguarda la tua scrittura in Napoletano, devo farti i miei complimenti; ci sono molti miei compaesani, quindi madrelingua e anche padre, che lo scrivono in modo errato, come lo parlano, tu invece lo hai scritto quasi bene, come uno che frequenta questi luoghi, ho solo voluto darti qualche informazione in più. Ti assicuro che non sono affatto una persona triste e grigia, sorrido spesso e talvolta faccio anche ridere; solo quando scopo non rido mai: sono una persona seria cribbio! Comunque la Fiat Panza, come definizione è bellissima. Spero di essere stato abbastanza chiaro stavolta.

Anonimo ha detto...

Caro 60, qui l'unica auto di merda è SOLO la Matiz! La mitica Cinquecento è stupenda e resterà tale gioiello di bellezza nei secoli!

Anonimo ha detto...

io son costretto a guidare tutti i giorni la 900 i.e., e vi posso garantire che pure questo motore non scherza.. zero potenza massima, zero coppia.. tirare le marce è solo rumore (anch'esso di merda) perchè non si ottiene veramente nulla a nessun numero di giri.. si può dire solamente che è elastico.. cioè riesco anche a riprendere di 5° intorno ai 40 all'ora (pena vibrazioni da farti vomitare il pranzo), ma per riprendere una velocità vagamente accettabile serve un secolo.. e meno male che non pesa un cazzo, altrimenti l'Ape 50 era l'avversaria numero 1 !! poi ovunque si legge che il 900 aste e bilanceri è una roccia.. solido un paio di coglioni, così tanti problemi in un solo motore non li ho mai visti.. CHE AUTO DI MERDA !!

Anonimo ha detto...

Si certo, come no!
Ma vai a raccontare queste stronzate agli ignoranti che non la possiedono. Io ce l'ho da quasi 20 anni ed è veramente una roccia sotto ogni profilo questa macchina, razza di bugiardo!

Anonimo ha detto...

una roccia quella merda ??? buahahahah ma vai a cagare coglione.. guarnizioni tutte k.o., piscia olio da tutte le parti (oltre a bruciarlo, ha attualmente 65k km, fasce di qualità ottima !), centralina che non riconosce la chiave,appena tiri un pò le marce si sente subito puzza di bruciato, guarnizione della testata che non ha resistito a 60k km, si spegne in scalata, pompa dell'acqua fottuta a 55k km, quella della benzina a 63k km, cambio che già gratta in 3° e quinta che riuscire a metterla è un miracolo ( senza parlare della precisione..)ecc.. è inutile tentare di difendere il prodotto italiano, la Ciqnuecento è stata uno dei più colossali aborti prodotti da Fiat (e sono tanti), una stupidissima Twingo dello stesso anno gli piscia in testa a sta lattarella !

Anonimo ha detto...

Premesso che come te, trovo questa Cinquecento un vero secchione del pattume, degna solo del miglior pisciatoio da campo, ma trovi giusto offendere chi scrive, dando del cogl.. a destra e dell'andare a scaga dall'altra? Non si e capito se dopo 60 Km si spenga in scalata o se a 55 la pompa della benza ceda? Mi spieghi cosa significherebbe 55 K km? No perchè mi sa che ti sei capito solo tu. Grazie.
La Twingo e stata un vero successo la Cinquecento è una vera bara da morto gommata non e riuscita a passare nemmeno i Crash Test meno severi.

Anonimo ha detto...

Non mi faccio dare del bugiardo e del cazzaro dal primo venuto, specialmente se leggendo ciò che scrive dimostra di non capirne una mazza di ciò che ha sotto il culo. Detto questo, ti chiarisco ciò che mi hai esposto : dopo aver scritto che la guarnizione della testata ha ceduto prima dei 60000 km, ho messo una virgola, per dividere quest'affermazione dalla successiva, ovvero che, indipendendemente dal kilometraggio precedentemente indicato, la ''macchina'' (se così vogliamo definirla) si spegne in scalata, specialmente fra 4° e 3° e fra 3° e 2°. La pompa della benzina è morta a 63000 km, quella dell'acqua a 55000 km. La ''k'' dopo il numero (55 K km) sta per Kilo = 1000, quindi 55000 km, in gergo si può scrivere anche così. Non mi sembra tanto difficile..

Anonimo ha detto...

mbreaKo de pippe; 55 K di cazzi ar culo tuo, BABBEO!

Anonimo ha detto...

nculo a mammeta semmai

Anonimo ha detto...

vero, più forte KE mai non nonc'è lo ammetti?

Anonimo ha detto...

ma che cazzo hai scritto ?

Anonimo ha detto...

scusate cosa devo fare x la carburazione della700 ed???

Anonimo ha detto...

Molto meglio il prototipo che era stato realizzato in Polonia negli anni 80 denominato BESKID, una sorta di RENAULT TWINGO ben 11 anni prima di quella francese. Mi ricordo che, della nuova 500, si era fatto un gran parlare per anni prima del suo lancio avvenuto negli anni 90. Sulle riviste specializzate veniva sovente mostrata proprio la foto della BESKID come possibile versione definitiva. Veniva scritto e detto poi di tutto un po', ad esempio, che si sarebbe forse trattato di un'auto con carrozzeria in vetroresina, ecc. Dopo tutte queste premesse, e tutti gli anni trascorsi, ci si aspettava chissa' che auto. Alla fine e' stato un po'come la "montagna che ha partorito il topo!". Quando vidi presentare la versione definitiva, squadrata e per nulla rassomigliante ai prototipi mostrati in passato, mi sono detto: "TUTTO QUI?".

Anonimo ha detto...

....ricordo anche che vi erano "segreti" persino sul nome. Pare che, in un primo momento, la nuova e "rivoluzionaria" utilitaria avrebbe dovuto chiamarsi "TOPOLINO".

Anonimo ha detto...

Il nome BESKID derivava invece da una catena montuosa polacca. Ne furono prodooti solo 7 esemplari e non entro' mai in produzione.

Alberto Mauro ha detto...

Ad anonimo 66: il motore Fiat tipo 100, montato anche dalla Cinquecento 900, sia carburatore che i.e., è stato uno dei motori più longevi della storia dell'auto, prodotto in molteplici varianti e cilindrate (dai 633cc della prima 600, auto per la quale fu inizialmente progettato, ai 1.049cc della A112 Abarth 70 hp) dal 1955 sino al 2001, anno in cui è stato accantonato per l'impossibilità di adattarlo alle normative €3 (che imponevano l'iniezione multipoint, non applicabile a questo motore per via del collettore di aspirazione incluso nella fusione della testata).
E' stato un motore eccezionale per razionalità progettuale e costruttiva, compattezza, leggerezza, economicità tanto dal punto di vista dei costi di produzione quanto da quello dei consumi, prestazioni e rendimento complessivo. Effettivamente, l'unica versione stonata di questo motore fu la 899cc i.e. cat con punterie idrauliche montata sulla tua Cinquecento, sulle prime Seicento e sulle ultime Panda prima versione. La ragione delle varie perdite d'olio e delle guarnizioni delle teste che si grigliavano con frequenza disumana stava nelle temperature di esercizio più alte dovute all'abbinamento con catalizzatore, iniezione e sonda lambda ed al conseguente funzionamento con miscele aria-benzina piuttosto magre. Difatti, molti motori nati nell'era pre-cat, una volta convertiti ad iniezione+catalizzatore, han dato problemi di questo tipo. In più, negli anni '90, gli anni orribili della gestione Romiti, in Fiat si è visto e riscontrato un generale impoverimento della qualità dei materiali e della componentistica, leghe di fusione delle parti meccaniche incluse, rispetto agli anni precedenti, con il risultato che, ad esempio, il 1.116cc monoalbero di una 128 del '72 si rivelasse più affidabile e longevo rispetto al 1.372cc di una Tipo 1.4, sebbene sulla carta fosse, cilindrata a parte, lo stesso fottuto motore O_O idem nel caso del nostro caro 900: in famiglia abbiamo avuto per oltre 30 anni una 127 del '73, compata nuova da mio nonno e rottamata nel 2006 causa ruggine: in 33 anni quasi 600.000 km! Motore revisionato completamente una sola volta a quasi 400.000, e ti assicuro che quell'auto con quel motore volava (relativamente alla cilindrata, chiaro)! Sino alla fine con un buon lancio passava i 160 del fondoscala del tachimetro, e sullo scatto breve da fermo non c'era 1.1-1.2 di attuale produzione che mi stesse dietro (0-100 km7h in 14,1 secondi, fonte quattroruote, non male per un 900 del '71!), il tutto con consumi accettabilissimi (15-16 km/l) e mai un problema che non fosse legato alla manutenzione ordinaria ed alla normale usura del materiale di consumo (cinghie, candele, batteria, puntine platinate).

Anonimo ha detto...

fatto stà che rimane sempre una zuppa ribollita, come il merdonistico motore 1700 TD by Caccavellafiat

annacerby ha detto...

Credo che qui i toni di molti utenti siano eccessivamente decollati, cerchiamo di fare ordine: Il motore 704 aveva dei difettucci che però potevano essere risolti con cifre assai modeste, in casa abbiamo la Sporting, un esemplare del 98, e pure lei col Fire 1108 ha i suoi difetti, piscia olio, mangia acqua, ma finora ha sempre fatto il suo dovere di auto consumando poco e divertendo chi la guida, è maneggevole, l'abitabilità in rapporto agli ingombri è più che buona, il bagagliaio è discreto, l'assetto è un buon compromesso tra tenuta e confort e la dotazione è davvero completa, in pratica manca solo il clima, ma molti esemplari lo avevano.. poi la scocca flette è vero, alcune plastiche sono un pò delicate, l'orologio digitale è morto il secondo giorno dopo lo scadere della garanzia.. A conti fatti un onesta vetturetta che negli anni 90 non sarà stata la più affidabile ma almeno era la più economica, il motore 899 era la discendenza di una dinastia di motori fantastici, l'ho provato sulla Seicento e mi ha pienamente soddisfatto, il 700 si adatta bene a tutti gli usi, non avrà tanta accelerazione ne tantomeno ripresa ma consuma poco e consente buone medie autostradali.. (120 tachimetrici facendo 16km/l). Quanto alla Nuova500 del 57, bhe io non la definirei un AdM, non certo con i parametri degli anni 60-70, ha letteralmente motorizzato l'Italia ed è ancora usatissima nelle grosse città come Parigi! Per concludere sottolineo che la ED è la mia preferita!

Anonimo ha detto...

Quanto scritto in primi, non è affatto vero.
Io l'ho comprata nuova ed andava benissimo, certo non era una scheggia, ma non consumava nulla.
Partiva benissimo anche con climi partilicolarmente freddi.
La guarnizione della testa non si bruciava affatto.
Si bruciava nella 126 bis perché aveva il radiatore inserito a fianco al motore nel vano posteriore, quindi non prendeva abbastanza aria.
(Ho avuto anche la 126 bis).
Nel caso della 500 Ed non si bruciava la guarnizione della testa in quanto pur avendo lo stesso motore del 126 bis, lo stesso era posizionato nella parte anteriore della vettura ed il radiatore posizionato di fronte come tutte le auto normali e quindi ben ventilato.
Davide Santa Margherita Ligure......

Anonimo ha detto...

..... Si vocifera che fosse un'ottima citycar, anche perchè era tecnicamente e umanamente impossibile riuscire ad affrontare una curva a oltre 50 KM/H, senza andare incontro ad un più che certo triplo capottamento carpiato.....

claudio ha detto...

salve ho fatto acquistare 500 anno 1994 per la mia ragazza giusto per dare quei pochi chilometri per andare a lavoro,volevo sapere i consumi ha 135000 km lo provata e non e male per una piccina come questa:) un po carente i freni voi che dite?

Anonimo ha detto...

Ciao Ragazzi io ho una Fiat cinquecento ED del 1993 era di mia nonna e volevo sapere come modificare il carburatore e volevo sapere cosa fare cioè cosa sostituire x non farla spegnere più ci sono modifiche per qste due cose?fatemi sapere grazie!!!!

Renaissance ha detto...

Se devo dire la mia, il tipo 100 (non piu' di altri motori, intendiamoci), aveva una certa incidenza di cedimenti della GDT in tutte le versioni prodotte dal '55 in su, piu' per motivi progettuali (fluidodinamica della circolazione del liquido di raffreddamento nei condotti della testa) che non per materiali o sfiga. Se per questo, anche il fire che e' un motore decisamente migliore, ha sofferto sporadicamente di lesioni della guarnizione fra il terzo ed il quarto cilindro (e nonostante tutto, nella mia uno 2s 1.1 fire del '92 la feci rifare a ben 209.000km, dopo averci percorso 15.000km che "covava" il problema. Senza condiderare che era stata sostituita in garanzia quando era pressoche' nuova, per via di una perdita d'olio fra testa e basamento...). Detto questo, e' vero che il difetto del bicilindrico 700 era amplificato dalla disposizione posteriore, ma appunto... solo amplificato. In realta', nel motore della 126bis andava fatto anche un lavoro in piu' in rettifica, aumentando lo spessore in una zona del piano della testata, e adottando la guarnizione modificata della fiat. Modifica che poi e' stata chiaramente portata nella produzione dei motori per la 500 ED, ma che non ha mai risolto il problema, tutt'al piu' lo ha attenuato (e per questo alla prima occasione e' meglio adottare una guarnizione rinforzata in rame, e non quella originale fiat). Io una 700 ED la prenderei solo perche' mia moglie ancora mi stressa dopo che ce ne siamo liberati, ma a carburatore non cat, perche' quello elettronico e' un mezzo incubo! ;-)

Riccardo Bianconi ha detto...

Io ho una 500 900cc a igniezione del 97 che ho preso a 37000km ora sono a 99000 km non ho mai sostituito nulla solo cambi d'olio pasticche e sostituzione dei cilindretti dei tamburi ho fatto solamente una piccola modifica che anche un bambino la saprebbe fare ho leggermente chiuso il ritorno della benzina la macchina tocca i 155kmh e per un tratto di autostrada da valdichiana Pompei ha fatto la media di 19al litro a una velocità di 130km/h e tra l'altro ci vado regolarmente in montagna di inverno non pensavo che una fiat cosi datata potesse dare questi benefici

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS