24

FORD FIESTA ..by Ignazio Boccia

ford fiesta
LE VOSTRE RECENSIONI   "Ford Fiesta: una brioche di merda"

“La Ford Fiesta è un'utilitaria dai sedili in Pan di Spagna con pezzi di agrumi e carrozzeria in cioccolata venduta sugli scaffali dei supermercati Ford-Ferrero dal 1976. Era stata progettata con il nome in codice "Bobcat" (altro strano nome di merda) e aveva visto la luce grazie al presidente della Ferrero Henry Ford II. Da 50 nomi possibili, la lista si restrinse a cinque: Bravo, Fiesta, Amigo, Strada e Pony (sembra la lista della FIAT), ma quei gran bricconi della Ford, dato che non ci vedevano più dalla fame, scelsero Fiesta in onore della loro salvatrice.
La Fiesta di prima generazione venne lanciata nel 1976 col proposito di battere la Fiat 127, la Volkswagen Polo e la Vauxhall Chevette, venendo offerta solo in carrozzeria a tre porte. Fra auto di merda come queste vince quella con maggior prestigio, e dato che la Fiat 127 era un'altra grande utilitaria che solo in Cina o in Africa avrebbe riscosso un gran successo (ahahahahah) la cara brioche vende molto, quanto la sorella maggiore Escort, dalla quale provenivano i motori, un 1.1 ed un 1.3 che se non ci vedi, non è sicuramente per la fame... Nonostante la gran linea che ricordava più una carretta sporca che un auto vera e propria, la Fiesta si caratterizzava per i bassi consumi ed il profilo aerodinamico, che le permettevano di essere una Délice a tutti gli effetti. Nel 1981 subì un restyling e debuttò la sportiva XR2 (X Rompiballe 2) con uno straordinario motore 1.6 da 82 cavalli che raggiungeva i 171 all'ora e impiegava 10.1 secondi per scassarti le palle, tanto era lenta.
Dal 1983 al 1989 ecco la terribile seconda versione, sempre più brutta, ma più tecnologica (chissà che guadagno) e si fa rivedere la XR2, stavolta con 96 cavalli. Novità: il cambio automatico e il motore a benzina senza piombo, nonché il tartarugoso Diesel da 54 cavalli ..e stavolta la Fiat ha riso, dato che stava già sperimentando il turbo diesel. Dal 1989 al 1995 ecco la Terza Serie più piccola e stavolta più bella e leggera, sempre con i soliti motori da traino 1.0 e 1.1 e la 1.4 offerta con cambio automatico CTX (Cazzuta trasmissione X senza nome). Tra le concorrenti era l' UNICA ad avere una linea moderna e tondeggiante, poi peggiorata con il Quarto Orrore del 1996. La Quarta Serie, praticamente un auto dal muso triste e "Salotto da città" sempre se in città ci entrava (rischiava di accecare i bambini con la sua bruttezza) e dalla quale deriva la Mazda 121 (Aiuto!) che nemmeno in strada arrivava, tanto faceva schifo. Ristilizzata nel 1999 la Fiesta perde qualche caloria di troppo, ma rimane la solita, lenta, schifezza mortale con i motori che si spegnevano per la noia di metterci 9.6 secondi per arrivare ai 100 all'ora. Nel 2002, la Quinta Serie, praticamente una Focus rimpicciolita e rialzata, ma sempre nutriente, per chi si accontenta. E dobbiamo ringraziare a sprangate la cara Fiesta del 2002 perché ha dato vita alla Fusion, l' UAV - alla Ford dicono "Bleah", mentre la Ferrero, stanca di vedere tali prodotti merdosi, si staccava dalla "Fusion" con la Ford.
Nel 2008 è uscita la scorfana in "Kinetic Design" come la definisce la Ford, ma più che altro sarebbe come sfottere pesantemente la Volvo, che vende le sue auto in allestimenti Kinetic. E nel 2011 la Fiesta ha mandato in pensione, nei rally, la Focus, proprio per far sguazzare la vettura nel suo habitat preferito: la merda.”

Recensione inviata da Ignazio Boccia di Cosenza

VOTA-LA-FORD-FIESTA QUESTO ARTICOLO FA PARTE DELLA SEZIONE LE VOSTRE RECENSIONI E CI E’ STATO INVIATO DA UN LETTORE DI AUTOdiMERDA. CONTRIBUISCI A MIGLIORARLO VOMITANDO SUL MONITOR.

24   COMMENTI :

enzo ha detto...

La Ford Fiesta I serie è stata una bella macchina. A parte lo sterzo troppo leggero, andava davvero bene ed era superiore a diverse concorrenti della sua epoca. Mi piaceva tantissimo.

Anonimo ha detto...

Carissimo Ignazio, non prenderla a male, ma non stai parlando della Lancia Zheta, ma della Ford Fiesta. E da qui fai notare a tutti noi, che ne capisci di più, parlare di soppressata e capocollo fritto nell'anduya e scottata nella cipollina rossa di Tropea, che di auto.

La F. Fiesta, così come la Golf e la Ritmo, fu un vero successo commerciale, iniziato nel lontano Giugno del 1976. Sconoscerai sicuramente il fatto che la Fiesta, prima di entrare in produzione, vari prototipi vennero assemblati segretamente in Svizzera. Vennero intervistate più di 5000 persone, per sapere ciò che si aspettavano in riferimento alle dimensioni del motore, optionals, caratteristiche e funzionalità della vettura. Le risposte incredibilmente simili, dimostrarono che i progettisti erano sulla strada giusta.

Il solo telaio attraversò oltre 250 cambiamenti e dettagli, prima della prova nella galleria del vento. I rumori indesiderati, furono scoperti ed eliminati grazie alle prove in marcia in una galleria antieco in ambiente completamente insonorizzato.

Il modello base in vendita era con motore 950 cc e non 1.1 come da te descritto. La sua aerodinamica era così efficiente, che consentiva all'aria a bassa velocità, di entrare dentro il cofano motore, mentre a quelle elevate, il flusso si manteneva costante sopra il cofano.

Una delle prime auto ad utilizzare la posizione di sicurezza del serbatoio carburante. Leggera (700Kg), funzionale, spaziosa (1200 litri di bagagliaio)con consumi ridotti e che godeva di un'ottimo posto guida e visibilità esterna. Un basso coefficente 0.42 CX, riducendo i consumi carburante. La versione da un litro con 40 CV consumava solo 5.6 litri x 100 Km, fornita di cinture di sucurezza antibloccanti, tutti i finestrini con pellicola anti rottura, lunotto poateriore riscaldato (e non optional).

Nel 1989 la versione Fiesta RS Turbo filava a 257 Km/h e bloccava il cronometro a 5.7 sec da 0 a 100 Km/h. Non stiamo parlando di carciofini tartufati della piana di Cosenza o dell'esportazione di arance tarocchi Calabresi al Nord Italia, ma solamente il fatto che da metà 1976 fino al 1979, la Fiesta venne venduta a 1084.859 acquirenti. Se ti sembra una macchina di merda questa, ti conviene riempire il serbatoio della tua motozzappa e metterti in fila sulla A3 RC - SA. Ignà, vacci piano con le pippe..... il tempo c'è l'hai!
Luca

Anonimo ha detto...

un mio compagno di classe delle superiore l'aveva arancione 3 porte, grande!
una simpatica ed onesta utilitaria.

Areannunci ha detto...

No la fiesta no! Nel 1978 l'aveva il mio papà. Colore verde pistacchio metallizzato con rostri in gomma sui paraurti che il nostro cane, ormai non c'è più da molti anni, amava mordicchiare evidentemente qualcosa di commestibile c'era. Tuttavia era una grande auto e quando è stata venduta ne abbiamo sentito la mancanza.

mezzotoscano ha detto...

La Fiesta NO! Concordo: magari non avrà un grande appeal ma è un'utilitaria onesta che - come altre nella stessa categoria - non promette granché ma vuol essere, riuscendovi, un valido strumento di lavoro. Adatta a un pubblico che preferisce SERVIRSI della macchina, piuttosto che SERVIRLA.
Detto questo, la recensione può anche essere accettata come esercizio di ironia, il che dovrebbero essere tutte le recensioni e i commenti che appaiono in questa sede.
In proposito vedasi l'avvertenza qui sotto.

alfio ha detto...

no la fiesta no...... non e di merda ho avuto una 1.8 diesel aspirata del 98' ci ho fatto 310000 km l avevo ribattezzata PANZER indistruttibile...

Dino Farina ha detto...

Caro Ignazio sono Dino anke stavolta hai fatto la tua figura di merda

Anonimo ha detto...

Ho comprato una ford focus.. una macchina cois' di merda non l'ho mai guidata. E' incredibile quanto la qualita' e attenzione ai dettagli sia scesa cosi' bassa.
Piu' la guido e piu' mi sembra assomiglai ad un carro del far west, balla tuta ad ogni minima asperita' del terreno e inoltra gli ammortizzatori sono rumorosi, se e' molto sconnessa ( molto per la focus non per altre vetture anche di fascia piu' bassa ) riscgio di perdere il controllo.
sterzo rigiso, basso angolo di sterzo, nessuan tasca porta oggetti nel baule, sostituito 2 volte il quadro, una volta il bluetooth e molte altre cose nei primi 6 mesi.
giuro la voglio dare via e prendermi una punto che stranamente e' molto meglio !
non comprate ford poi ve la dovete vedere con un'assistenza rifida,bacchettona e ignorante !

Anonimo ha detto...

nooo! dalla padella nella merda...
fai cosi' trovati una bella fiesta vecchia, di quelle vere. la paghi un cazzo e va sempre

Anonimo ha detto...

e strano di solito la ford che e una buona marca non sforna macchine con problemi ma non farti prendere dal panico e non comprarti una punto..allora si che te ne pentirai DAVVERO!tornando alla fiestina chi se la puo dimenticare carina,mi ricordo che mia madre gli aveva dato pure il nome,non me lo ricordo pero..mentre dopo quando si prese la escort (si parla degli anni 90)la chiamo camilla.strana storia vero?!

Anonimo ha detto...

Chi ha scritto questa "recensione" mi sa che non ha mai visto un'auto dal vivo!
La Fiesta non è un'auto di merda, su 3 macchine che ho avuto 2 sono appunto Fiesta!
Ora ho un 1.6 tdci che + fa km + va bene, ha tutto quello che serve sopporta i lunghi viaggi e ha un rapporto qualità/prezzo imbattibile....io vengo da una grande punto che ho dato via dalla disperazione, quella sì che merita una recensione come auto di merda!!!!

Anonimo ha detto...

La Fiesta NON E' una macchina di merda e non aggiungo altro nei confronti di chi ha scritto questa pseudo-recensione altrimenti rischio di essere denunciato per diffamazione !!!

Anonimo ha detto...

A conferma della bonta' della FORD FIESTA vorrei ricordare il fatto che, anni fa, persino la giapponese MAZDA l'aveva "clonata" con la MAZDA 121.

mezzotoscano ha detto...

Ma dai! Non prediamo certe cose troppo sul serio! Si sa che la Fiesta non è un'auto di merda, altrimenti non ne avrebbero vendute tante. Il recensore ha solo voluto fare un "esercizio di satira", da non scambiare con un articolo di Quattroruote. Se poi a qualcuno non fa ridere, pezienza. Ci sono problemi più seri a questo mondo ekkekkazz....

Anonimo ha detto...

ho a suo tempo intervistato per la rivista Automobilismo il designer responsabile della sua prima versione: Paolo Martin che all'epoca lavorava per Ghia, carrozzeria torinese di proprietà Ford, e mi confessò che Ford era rimasta sorpresa dal successo ottenuto dalla 127 ed aveva dato ordine di produrne il più in fretta possibile un clone come dimensioni e prestazioni.
per fare prima presero una 127 e gli segarono via la carrozzeria e fecero il prototipo di forma sul pianale nudo della piccola Fiat.

Anonimo ha detto...

grande utilitaria moderna....ha attraversato quasi 40 anni sapendosi rinnovare e senza essere mai esosa nella gestione....sempre gradita al pubblico concreto, che di un'auto ha bisogno per validi motivi, non per spararsi le pose al bar del paese a mò di vitellone moderno..

Anonimo ha detto...

non sbilanciamoci troppo!la fiesta è una bella auto

vecchio ha detto...

la fiesta è una signora macchina altrochè!
la 2a serie era spaziosa ed economicissima, i motori basici erano morti ma la 1.6 da 96cv era la macchina più potente che un ragazzo si potesse comprare senza firmare montagne di cambiali. così a memoria solo la AX sport aveva prestazioni simili ma era grande come una scatola di fiammiferi. la uno turbo costava un buon 50%in più.
inoltre la fiesta è sempre stata una macchina molto divertente da guidare, e noto con piacere che ford cerca di mantenere la tradizione. nel mortorio rappresentato dalle auto medie modernea mi pare che la nuova fiesta st sia l'unica macchina veramente divertente che una persona normale possa mantenere.
magari fossero queste le adm!!

Anonimo ha detto...

piu che auto di merda direi recensione di merda anzi da sciorda ,è palese che non capirai mai niente di auto,la fiesta è un auto mitica come la 500,da piccolo la prima che vidi rosso fuoco mi fece innamorare subito.
Devi guidare solo fiat dune ,e poi potrai scrivere che hai una mini lancia thema.ps la mia fiesta ha 23 anni ed è una bomboniera.

Anonimo ha detto...

La ford fiesta è semplicemente un mito. E poi le versioni s, st, rs turbo erano stupende. E lo saranno sempre

Anonimo ha detto...

Maccheccaz? La fiesta un'auto di merda? A parte lo stile interessante l'handling e i motori (diesel a parte) sono straordinari. Per non parlare della fiesta st my'13 che con 184cv ha un'accelerazione pari a quella di peugeot 208gti (200cv) e renault clio rs (200cv). NON È UN AUTO DI MERDA

Unknown ha detto...

Salve a tutti, ho già scritto in diversi forum riguardo la Ford Fiesta, possiedo la 1.4 diesel del 2012
Beh sarà stupenda e non lo nego, ma la qualità é davvero a livelli indecenti, ridicoli, vi assicuro che ho provato tutte le segmento B e C e quindi ho dei riferimenti, la Ford é penosa, già con i prezzi che sembrano bassi ma appena ci si mette qualche accessorio e motore diesel viene a costare pari ad una Volkswagen che in compenso le da un bel numero di giri in quanto a qualità interna seria e senza le stupidate che appagano l'occhio ma non il tatto e tantomeno l'orecchio visti i numerosi scricchiolii 😒
Una sola cosa, non comprate quest'auto, non smetterò mai di dirlo che fa schifo viverla, mi ha messo il malumore, tolto il piacere di guida vista la sua estrema lentezza del 1.4 diesel che consumerà poco, 21-22 km/l ma che ormai quei consumi si fanno con motori che vanno il triplo...
Bah

Manuel Ravasio ha detto...

Noi a quest'auto di merda dedichiamo il raduno dei 40 anni!!!
http://fiestamk1italia.forumfree.it/?pag=raduno2016

Anonimo ha detto...

Ma gli stilisti della Ford di adesso sono rincoglioniti fortissimamente...Ma perché HANNO FATTO LA MASCHERINA SIMIL-ASTON MARTIN, su quasi tutti i modelli della gamma (forse tranne solo la Ka)??? Ma non sono più capaci di fare AUTO PERSONALI??? KINETIC DESIGN DI 'STU KZZZ...

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS