OFFERTA MEDIASET PREMIUM

62

LANCIA DEDRA ..by Matteo Grasso

Il mio telefono:

lancia dedra
LE VOSTRE RECENSIONI “Lancia Dedra la vice ammiraglia irrisoria”

“Non capisco perché non si voglia parlare  e scrivere recensioni su una disagevole autodefecazio del calibro come la Lancia Dedra. Con quella sua aria raffinata ed elegante, ma che sotto nascondeva una macchina di merda a tuttotondo. Stufo di questo ne ho fatta una io! La Dedra nasce nel 1989 per raccogliere l'eredità della ancor più malfatta ed invenduta Lancia Prisma.
FIAT TIPO La Dedra si sviluppa dal pianale della più  popolare Fiat Tipo, ma con dimensioni e pesi più generosi e massicci. Voleva presentarsi al pubblico come una sorte di Vice Ammiraglia, posizionata un gradino sotto la sorella maggiore Thema.
La Dedra fu spesso oggetto nel tempo di vistosi e approfonditi aggiornamenti e da perenni restyling, pur di farsi piacere dal pubblico. Si faceva una gran fatica a guardarla di fronte! Era la classica ridicola barzelletta all'Italiana, con quella sua mascherina presa in prestito dalla più piccola Y10 e con quei sottili gruppi ottici orizzontali Made in Vietnam. Ed in basso, con quei pulciosi paraurti così mollicci che non riuscivano a contenere i piccoli urti a 4 - 5 Km/h causando il crollo dei fari fendinebbia o il distaccamento della targa!! I tergicristalli dovevano essere di tipo a scomparsa e/o incassati sotto il cofano motore (almeno era quello per cui si impegnarono i tecnici ed i progettisti della Lancia). Dovevano in arte, somigliare, essere scopiazzati a quelli in dotazione alla Austin Princess in vendita 10 anni prima (!!). Purtroppo non vi riuscirono, così i braccetti e le spazzole restarono fuori, sporcando il CX finale aerodinamico. In compenso riuscirono però, a mettere a filo della carrozzeria, le maniglie delle portiere. La linea, di massima, restò invariata, risalente allo stile auto fine anni settanta; 3 volumi a saponetta, del tutto quasi identica alla insipida Prisma, con profilo a coda alta nel posteriore per intenderci. Con il gruppo ottico posteriore diviso in due sezioni e con le luci della retromarcia nel baule, come su identico progetto della più vetusta Prisma. Risultava sempre scomodo però, l'introdurre dei colli più generosi e pesanti all'interno della bauliera, per via del suo culone ingombrante e quella sua linea di carico troppo alto da terra. Non miglioravano nemmeno la volumetria interna dell'abitacolo, che risultava essere comodo in quattro persone, ma del tutto inservibile per cinque, mentre era l'opposto sulla Prisma. Era possibile, sempre a pagamento, ottenere i rivestimenti interni, in pelle di Muflone Argentino o in rivestimento meno pregiato, in fresca acqua delle Gole dell'Alcantara. La configurazione del posto guida era inadatta come sulle Fiat Croma, così tanto prive di logica e con misure antropometriche proveniente dal centro Cottolengo. Adatto cioè più, ad individui dotati di gambe corte, ma di braccia lunghissime. Adesso però statevene buoni e non ironizziamo sempre con le solite battute su Brunetta!
La Lancia, aveva la fama di saper costruire auto con un'ottima manovrabilità, per cui le carenze della Dedra la resero assai impopolare. La guida risultava a balzi, che si trasmettevano fin dentro l'abitacolo e pur esercitando una buona presa, lo sterzo era assente da sensibilità, mentre la piattaforma "Tipo" non rispondeva in maniera adeguata all'impegno e alle fatiche di chi la guidasse. Le rifiniture interne, anche se impreziosite da modanature in legno, buono per ardere nei camini, erano grossolane, in materiale di plasticaccia scadente ed i clienti spesso riscontravano noiosi ed insoliti problemi. In genere a restare in mano erano le leve delle frecce direzionali, la levetta del devio luci, per non parlare dei meccanismi delle maniglie, che si staccavano di netto oppure si spezzavano a 1/2. Per cui l'unica maniera di uscire dalla vettura era farlo in perfetto stile Hazzard!! La visibilità posteriore era ridotta, ricordiamo, a causa di quel suo culone goffo e alto e dai massicci montanti posteriori. Però un "aiuto" era offerto (sempre a pagamento) dal tergilunotto (optional), del tutto inusuale e con scarsissimo successo in questa categoria di auto 3 volumi.
I motori spaziavano dal classico 1600 da 88 CV (ma con i freni a tamburo posteriori) al 2 litri da 117 CV, affiancato dal modernissimo 1900 Turbodiesel, prelevato dalla più attempata "Prisma", dove era facile far saltare la testata motore e con potenze portate a 90 CV. Con extrasoldi in mano e quindi a richiesta, era possibile dotarsi di servosterzo, ABS a soli 2 sensori, oppure il divano posteriore sdoppiato con schienale abbattibile, come di serie sulla Renault Kangoo. Optional anche i sedili anteriori a regolazione elettronica, il tetto apribile, utile a far evacuare l'odore delle puzzette. Il climatizzatore automatico, gli specchietti reclinabili elettrici, i vetri elettrici posteriori, i poggiatesta posteriori e l'impianto lavafari anch'esso made in Vietnam.
Nel 1994 in collaborazione con la NASA, la CesameLa Cesame  è una storica fabbrica di sanitari della zona industriale di Catania. Fondata nel 1955 ha consolidato la propria reputazione di produttore di apparecchi igienico sanitari di elevata qualità ed è diventata una delle più importanti industrie europee del settore. I due stabilimenti coprono una superficie complessiva di 170.000 mq ed occupano oltre 500 addetti. Group e la RAI Fiction TV, debutta la Dedra SW che, a parte l'altezza massima 150cm (un pelino più alta di Brunetta) e la presenza della III° luce laterale, la scelta meccanica rimane invariata o meglio dire avariata! In quasi otto anni dal debutto della Vice Merdaglia Lancia, la gamma Dedra inizia inesorabilmente ad assottigliarsi. La 1° a sfancularsi di mezzo è la quasi invenduta 2000 Integrale SW, seguita dalla 2.0 automatica per guidatori bradipi assopiti da alcool. Seguì ad estinguersi dai coglioni l'inutile 1800 e la carriera della Dedra si sotterrò definitivamente e, dopo lunghi anni di ripensamenti e rinvii vari, diede spazio  e luce ad una nuova creatura: l'ennesima orrida auto di merda... la Lybra, prossimamente sui vostri schermi PC - Statene certi!”

Recensione inviata da Matteo Grasso di Catania

VOTA-LA-LANCIA-DEDRA QUESTO ARTICOLO FA PARTE DELLA SEZIONE LE VOSTRE RECENSIONI E CI E’ STATO INVIATO DA UN LETTORE DI AUTOdiMERDA. CONTRIBUISCI A MIGLIORARLO VOMITANDO SUL MONITOR.

62   COMMENTI :

Anonimo ha detto...

Stracazzo....era ora che qualcuno si occupasse a parlare di una gran CAGATA del genere.....
A quando una recenzione della ancor più smerdamacinacacca della monovolume Zetha?
J.J Ficus

mezzotoscano ha detto...

E la GAMMA, e la LYBRA vogliamo dimenticarle?

enzo ha detto...

La Dedra mi è sempre piaciuta, sopratutto se blu o nera con gli interni in alcantara. Era un'ottima auto, comoda ed elegante. Solo qualche versione un po sportiva con l'alettone posteriore, la privava della consueta eleganza; mentre la station wagon, sopratutto se vista di profilo, faceva decisamente cagare.

Jerrycbm ha detto...

Sulla bellezza della linea, ognuno di noi si può affidarsi a considerazioni personali, ovviamente secondo i propri gusti reputerà la Dedra (come ogni cosa ovviamente) di più o meno gradimento.
Tuttavia la suddetta Lancia può essere davvero definita un AdM per ben più gravi problemi: ricordate i casi dei gas di scarico che penetravano nell'abitacolo tramite le bocchette poste nella zona del paraurti posteriore?

http://www.hwupgrade.it/forum/archive/index.php/t-604999.html

Anonimo ha detto...

comunque è vero, dietro si stava scomodicchi e non era nemmeno un gran chè per liete ore di sfrenato sesso!

Anonimo ha detto...

..senza contare quel che consumava..una follia per quei tempi !!

Anonimo ha detto...

Era così tanto cessa, che non le ho mai viste come "auto blu", ne auto servibile a scorte. Na fetecchia appunto!

Anonimo ha detto...

beh... non che le 'auto blu' siano necessariamente scelte tra le migliori... ANZI...

Anonimo ha detto...

Ma non era affatto elegante ne tanto meno auto di immagine come sosteneva la Laciapippe, era una piscia "disidedrata" e basta!

Anonimo ha detto...

era un po' tetra... infatti i progettisti non sapevano con che nome lanciarla sul mercato, quando l'autista di colore disse: 'ma badrone, guesta auto sembrare un poco DEDRA!!'

Anonimo ha detto...

VA BENE ESSERE IRONICI E SCHERZARE.....MA STIAMO PARLANDO DI UNA BERLINA CHE è STATA PER UN DECENNIO AI VERTICI DELLE VENDITE DEL SUO SEGMENTO IN ITALIA.......

LA DEDRA è STATA UN'AUTO MOLTO AMATA DAGLI AUTOMOBILISTI ITALIANI....E QUESTO TENNE IN VITA LA LANCIA IN EPOCHE IN CUI LA PRIMA Y (NON LA Y10, PARLO DELLA Y) NON C'ERA....LA SECONDA DELTA NON FU MAI AMATA....E LA K ANDAVA COME ANDAVA.....

SE VOGLIAMO FU TENUTA IN COMMERCIO PER TROPPO TEMPO.....E LA SW ARRIVò TROPPO TARDI....(MA ERA UNA DELLE PIù EQUILIBRATE DEL SUO TEMPO)....PERò LA DEDRA IN GENERALE FU APPREZZATA PER IL SUO EQUILIBRIO...PUR CON TUTTI I DIFETTI CHE PER CARITà AVEVA......MA DOVUTI AL FATTO CHE ERA SU UN PIANALE (FIAT TIPO....CHE FU IL PRIMO PIANALE GRUPPO C MODULARE DELLA FIAT..E UNO DEI PRIMI AL MONDO...NON A CASO LA TIPO NEL 1987 SE NON ERRO L'ANNO...FU AUTO DELL'ANNO PER LE INNOVAZIONI DEL PROGETTO.......OK NON CERTO PER LA LINEA)...

BY BLACKLEATHER

Anonimo ha detto...

O fai il gruista, ho hai un chewing-gum sotto il tasto delle maiuscole. toglilo . su internet non si usa scrivere in maiuscolo, è come urlare sempre.

Anonimo ha detto...

Perchè prendersela con la Dedra?Io l'ho sempre ritenuta elegante,come(quasi)tutte le lancia,prendetevela con quei cessi della produzione moderna della Chevrolet(Camaro e Corvette escluse ovviamente) e della Hyundai.

Anonimo ha detto...

Io ho avuto, dal 1990 al 1994 la 1600 benzina, era nera con gli interni in alcantara chiari ed i cerchi in lega. Ne conservo un buon ricordo, non mi ha dato mai alcun problema... certo che a guardarla oggi sembra una vera ADM!! Però all'epoca, faceva la sua porca figura...
Salvo

Cylon3423 ha detto...

guarda che brunetta a 150cm non ci arriva neanche con i tacchi di berlusconi addosso.

Anonimo ha detto...

mah non credo che la lancia dedra sia un' auto di merda

Anonimo ha detto...

eee poi se questa è brutta allora la nuova gamma lancia come dovrebbe essere?sono semplicemente delle chrysler rimarchiate con gli interni in alcantara.

Anonimo ha detto...

Si; appunto. Prima Fiat, poi Chrysler, domani Peugeot. Che gran bell'affare!!

Anonimo ha detto...

Recensione scritta da chi con la Dedra c'è rimasto più volte con l'amaro in bocca.Ho avuto 2 Dedra in casa,la prima rubata e la seconda rottamata dopo 370mila km,si faccio l'agente assicuratore e all'epoca mi spostavo per quasi tutta la calabria.L'unico vero difetto era la coppa dell'olio,il resto non ha mai dato problemi...

Anonimo ha detto...

Le posso assicurare, di non esser mai stato possessore di tale mezzo. Mi tengo volentieri ben stretto le mie diverse AdM, tra cui la mia MB 230 SL.

Anonimo ha detto...

La Lancia Dedra è stata un'ottima berlina del segmento D negli anni '90, che ha contribuito a Lancia e al gruppo Fiat di sopravvivere, dando occupazione e reddito a molti lavoratori. Per quei tempi era una signora auto, ben dotata, moderna e sufficientemente spaziosa. Ineccepibili le motorizzazioni Lampredi (su qualche esemplare caratterizzate da eccessivo consumo di lubrificante) e le successive unità Torque a 16 valvole. Un'auto media di classe, ben rifinita, dalle rifiniture eleganti che mi trasportato senza problemi per oltre 100 K km senza alcun problema. Sicuramente il retrotreno a bracci longitudinali tirati non le faceva onore, ma le coeve Audi 80 erano dotate di un ponte interconnesso da utilitaria. Ottimo il climatizzatore automatico, raro su una media dell'epoca. Eleganti gli inserti in vero legno di Rosa Bubinga, molto pratici i sedili in Alcantara. Un po' fastidioso qualche scricchiolio proveniente dal rivestimento del tunnel centrale a causa della non eccezionale rigidezza del pianale, ma coperto dall'impianto audio. Nel complesso un veicolo in linea con il mercato italiano di quei tempi.

Bandito ha detto...

Mi è capitato un paio di giorni fa di guidare una Dedra 1.8 16V, con più di 130000 Km, e devo dire che sono rimasto soddisfatto di ripresa e tenuta di strada, ed anche i freni erano ottimi. Unica critica il posto di guida, per uno alto come me c'era veramente poco spazio, soprattutto se la si confronta con la contemporanea Tipo, che invece era comodissima.

Pier ha detto...

Su una Dedra (aziendale)ho rischiato la vita, ma non per colpa dell'auto ma di quell'idiota dell'officina che non aveva stretto la vite di scarico della coppa dell'olio.

mezzotoscano ha detto...

Riepiloghiamo: il sito è partito con le cosiddette "Auto di Merda", poi è passato a dedicare ampio spazio agli "Automobilisti di Merda" (giusto, sono infinitamente di più).
Non sarà per caso che ci si dovrà occupare anche dei "Meccanici di Merda"? Perchè nemmeno questi sembrano essere merce rara... O no?

Anonimo ha detto...

quindi... se n'è andato l'olio e hai grippato a 150 all'ora!

Pier ha detto...

@Mezzotoscano Di Meccanici di Merda ne son piene le officine. Particolarmente di merda sono quelli che sanno il loro mestiere ma con te fanno la supercazzola. In BMW alcuni avevano il camice bianco e mi venivano a raccontare che il cambio automatico faceva "così" perchè doveva completare l'autoapprendimento sul mio modo di guidare. Ma dopo 45000 Km o ero schizofrenico io o era un bel zuccone il cambio.
@25 No ero intruppato ai 100 in autostrada lungo un cantiere, quando si accese la spia abbassai la frizione e il motore si spense. Se in quel momento la colonna si fosse bloccata di colpo, con i dischi ben oliati sarei entrato nel baule di quello davanti. Ebbi il culo di entrare a scatto libero in un'area di servizio. Il motore non grippò, si rovinò solo il turbocompressore.

Danicar ha detto...

Io l'ho avuta e mi e's empre piaciuta, mai avuto rpoblemi di nessun genere, per me e' stata un'auto perfetta

rael ha detto...

QUALCUNO MI SPIEGA COME SEGNALARE NUOVE AUTO ORRENDE?

Pier ha detto...

Rael, temo che l'Admin sia latitante, è un pezzo che non si fa leggere ;)
Giusto per stimolo (intestinale ovviamente), che auto orrenda ci vuoi proporre?

mezzotoscano ha detto...

Eh già, "Aggiungi Auto" non funziona da un po'

rael ha detto...

per iniziare (ne ho almeno 10 pronte) direi una bella ed emozionante
FSO Polonez

https://lh3.googleusercontent.com/-UyE9eP0lYg8/T3Cj9EdWvlI/AAAAAAAAAMA/dtQ3FLAushU/s600/FSO%2520POLONEZ.jpg

Pier ha detto...

AAARGH! Ho capito! Quando alla FSO facevano esperimenti genetici. Quella è il frutto dell'accoppiamento fra una Passat ('70) ed una BX.

AUTOdiMERDA ha detto...

Ragazzi, purtroppo da un po' di tempo la possibilità di aggiungere un'auto in bacheca è disabilitata. Questo è dovuto al Guestbook sul quale venivano inserite le segnalazioni che era di proprietà della Slide.com (così come le altre slide che erano rimaste nelle recensioni e che sto sostituendo). Slide.com ha chiuso i battenti e così bisognerà trovare un valido sostituto. Mi dispiace per l'inconveniente :(

mezzotoscano ha detto...

Che peccato! Disperdere una così ricca raccolta di caccole è un'autentico trauma per gli aficionados.

mezzotoscano ha detto...

Scusate il refuso: dovevo scrivere "un autentico"

rael ha detto...

Però se qualcuno si fa avanti a "ricordarci" la FSO Polonez con una recensione è ben accetto no? :) Abbiamo sempre fame di impiastri a 4 ruote!

Hardwini ha detto...

Ciao, non capisci un cazzo di macchine

Anonimo ha detto...

Dissento in tutto e per tutto sui commenti negativi circa la Lancia Prisma caro Matteo Grasso. Mio padre ne ha posseduta una dall'86 al 91 e ti posso confermare che abbiamo percorso migliaia e migliaia di chilometri senza problemi. Aveva un modello diesel che, come dotazioni di serie, non aveva nulla da invidiare ad un'auto di categoria superiore cosi' come le finiture interne. Per quanto riguarda la sua linea e' stato il miglior inserimento di una "coda" su di un modello originariamente a due volumi (LANCIA DELTA). Sicuramente molto piu' riuscito di quello della REGATA (RITMO) e della "sigh!" DUNA (UNO). Sono d'accordo con te sul suo non eccezionale successo sul mercato che, a mio avviso, resta un po' inspiegabile.

mezzotoscano ha detto...

Non l'ho avuta né guidata quindi non oso pronunciarmi però, a mio avviso, se la Prisma non fu il massimo (era pur sempre una Lancia "Tarocked by Fiat"), fu comunque in grado di contrastare le BMW serie 3 d'allora (io c'ero); non mi consta che oggigiorno esista un modello Lancia in grado di fare altrettanto.
PS Ho scritto A MIO AVVISO quindi ammetto che posso sbagliare, ragion per cui invito i soliti pirlatrolls a tenere il becco chiuso.

Anonimo ha detto...

Ho avuto una Dedra 1.6 del 1992, auto semplicemente fantastica. Affidabile, silenziosa, con interni come un salotto. Se poi vogliamo sempre criticare, penso che nessuna auto al mondo sia perfetta.

Anonimo ha detto...

La Dedra è per me un pattume a ruote.
Ha venduto più la Dacia Duster che la Dedra.
La Dedra era invendibile (come dire ad una donna inchiavabile)proponendola persino in salsa fastback (Deltasud) orrida allo sguardo e nauseante all'intestino.
Se oggi chiedi ad un neopatentato a quale marca appartiene la Dedra?
Nessuno saprà risponderti correttamente.
Forse una nuova sveglia della Borletti?
Un modello lavastoviglie della Rex?
Un lavaincera della Nelsen?
Dedra?? Kazz'è??
Io la paragono ad una bottiglietta di scadente gazzosa, una come tante gazzose sgasate appunto
Teo

Anonimo ha detto...

Ho avuto Dedra 1.6 sw ed è stata per me una macchina ottima. Ho percorso 180.000 km e non mi ha dato MAI nessun fastidio.Ottima anche la tenuta di strada anche in montagna.Ottimo l'impianto di condizionamento interno (andatelo a comprare uno così e sentirete male alle tasche).Sono venuto giù da TO a SA ed a 120 ho fatto 14/15 Km lt. Eccezionale la strumentazione, fornitissima. Bene i freni. Ho avuto una 40 ina di macchine e questa non mi è dispiaciuta affatto.Se c'è qualche denigratore è certamente un frustrato che non ci capisce.Ah dimenticavo l'ho comprata usata con 80 mila Km e l'ho pagata 100 Euri...ma che cazzo volete diffamatori incompetenti!

Anonimo ha detto...

scusate l'ho pagata 1000 Euri non 100!

Anonimo ha detto...

La Dedra è una delle auto stilisticamente più equilibrate per una berlina media che possa muoversi agevolmente sulle strade.
Se si verificano le volumetrie della nuova Mercedes CLA a tre volumi ci si accorge che sono molto simili... Lancia una berlina così l'aveva costruita 25 anni fa!
Alcuni difetti c'erano obbligando a una costante manutenzione ma rispetto al parco auto dell'epoca era all'avanguardia.

Anonimo ha detto...

Può capitare.
Certe volte capita.
Succede.
Peccato.
Un'altra volta?
Strano.
Son mezzi meccanici!
Non ci posso credere.
Si faccia benedire.
Non è da Dedra.
Era così che mi accoglieva il Capo officina Lancia, iniziano in meno di due mesi con la sostituzione in garanzia dell'alternatore; dicevano fosse difettoso(?????).
Il resto è stato una vera ODISSEY.
Rimanendo come nuova solo i sedili ed i poggiatesta.
Comprata nuova di pacca e demolita in meno di due anni.
Mi e rimasta fedele nel tempo e negli anni una media giapponese, ancor oggi in buone condizioni TOTALI!

Anonimo ha detto...

Ma spiegatemi una cosa..invece di perder tempo a criticare auto di 23 anni fa come la Dedra perchè non criticate i cessi che fa la fiat-lancia oggi??? La dedra per l'epoca era un'ottima automobile!Confort ai massimi vertici del segmento,tenuta si strada esemplare,meccanica affidabilissima,materiali interni di ottima qualità (meglio di bmw vedi quattroruote),ottima insonorizzazione,linea elegantissima (merito anche dei cerchi in lega diamantati) e una capacità di carico che poche berline oggi possono vantare (480 litri) Non per niente ne sono state vendute quasi mezzo milione di esemplari...!

Anonimo ha detto...

"Caro" Matteo Grasso, se non sai nemmeno quante ruote ha un'auto evita di fare recensioni.
Ho avuto una dedra 1.8 a benzina per 17 anni...vorrei vedere quale auto oggi dura 17 anni senza presentare un problema grave!
ben poche direi con questi catorci che girano adesso sulle strade!
il bel culone alto portava 480 litri di capienza..che non è per niente poco..e un motore fantastico..che solo con la seconda marcia faceva 105 km/h,quindi prima di parlare vattela a provare

enzo ha detto...

Esimio anonimo n°47.
Francamente non riesco a capire il motivo di tanta acredine, la Dedra piaceva anche a me (vedi commento n°3), ma non per questo offendo chi ha un pensiero diverso dal mio. Prendere sul serio se stessi è cosa assai grave, ma l'auto è proprio da idioti. Per fortuna che esiste ancora la libertà di espressione, anche se gente come lei lo ignora. Che tristezza vedere gente così incattivita.

bastardo senza gloria ha detto...

Il guaio è che la gente incattivita fa incattivire anche gli altri, tra cui chi scrive. Ragion per cui (controllandomi)invito il 47 a farsi fottere e a rompere i coglioni in altra sede

Anonimo ha detto...

Posseggo l'ultima serie della Lancia Dedra sw 1.6 16 valvole (103 cv) acquistata in concessionaria nel 1998 con all' attivo 155 mila km; color verde metallizzato con interni in alcantara con climatizzatore elettronico e impianto a GPL (Landi Renzo) ad oggi ho fatto solo una corretta manutenzione ordinaria l'auto è semplicemente perfetta, elegante mai un problema, va che è un piacere se lanciata raggiunge ancora serenamente con temperature di esercizio perfette i 198 km con gps. Ho sostituito l'anno scorso i 4 ammortizzatori con i Monroe reflex è tornata come nuova, ha mantenuto il suo ottimo e silenzioso comfort di marcia. A me va bene così ,son contento, è un classico , un ever green.

Anonimo ha detto...

Io ho una dedra 1.9 td del 1998.Posso dire che è un'ottima auto, ha all'attivo 450.500 km e non mi ha mai dato problemi.Piuttosto mettete quel cesso di lancia voyager e non un'auto che a mio avviso è ottima.
P.s. Un mio amico con una tempra td è arrivato a 800.000 km.Questo vuol dire che il td 90 è indistuttibile

Daniele Capuozzo ha detto...

In tutta franchezza vorrei spezzare una lancia (perdonate il gioco di parole) in favore della Dedra.
La Dedra è stata un'ottima macchina in grado di masticare i km con stile ed efficienza, certo non era franca da noie meccaniche, ma vi assicuro che per l'epoca era rivoluzionaria, confrontata con le Audi 80 e le WV Passat dell'epoca era una meraviglia in eleganza e resa del motore (non a caso lo spot era "sotto il confort le prestazioni"): gli interni in legno con una strumentazione precisa ed elegante, per quanto riguarda l'ambiente esterno la trovo a mio avviso molto elegante con una visibilità nettamente più ampia di molte auto dei nostri tempi; per quanto riguarda il motore: in quanto a ripresa, consumi (per l'epoca) e potenza fa invidia a tante sue colleghe anche più giovani.
Per cui viva la Dedra che ha tenuto alto il nome della Lancia assieme alla Thema almeno per il decennio dei '90.

Tuttavia vorrei aggiungere anche un'altra cosa in favore di anonimo n°47, gentile enzo n°3 su un blog che si chiama "autodimerda" dove le recensioni hanno dei toni un po' aspri <>, vedere ridotta ad una chiavica, passatemi il termine, un'auto che non lo è, mi sembra costume rispondere con i toni usati nella recensione, anche un po' offensivi, tutto è stare al gioco!

Daniele Capuozzo ha detto...

* VW Passat

Andreaturbo ha detto...

Hai ragione Daniele capuozzo. Io ho diverse auto in famiglia(una regata tds di mia proprietà, una 159 che è di mio padre , una dedra berlina tds del98 anche questa mia come la regata,e un OM 40 del 90 e un turbodaily 35.12 intercooler e sono tutti ottimi veicoli, affidabili. Anziché buttare merda su veicoli ottimi come la dedra, la regata, gli OM ,mettete la "thema" alias crysler 300 e il voyager che sono veramente AdM.
Andrea

Stefano Segala ha detto...

Matteo Grassone di merda non capisci un cazzo di auto vere!
Io possiedo una bellissima Lancia Dedra 1.8 LS Marrone Metallizzato seconda serie del 94 con oltre 300.000 km. Non ho mai avuto problemi con lei e non mi ha mai lasciato a piedi. è un auto perfetta, e tu sei un pirla spara cazzate perfetto. Lancia Dedra the best 4 ever!!! HF: high fidelity!!!

Anonimo ha detto...

La SEGALA abbonda dove scarseggia la FIGALA e chi guida una Dedra color cacca metallizzata di certa mercanzia ne rimorchia poca.

Anonimo ha detto...

Stefano scusami tanto, ma; mi astengo dal vomitare. Avenduto più la Dacia Logan, che la bacucca Butta (meglio che Lancia) Dedra. Figuriamoci poi se parliamo della Duster. Con inchino, Auguri per la tua Cacca Peppa color merda in avaria!

Anonimo ha detto...

totalmente inutile abbaiare e tentare di difendere una macchinaccia di merda e spacciata per ammerdaglia; Sig Pippajolo - Ops, Segajolo o Segala o come cazzo si chiama, si tenga ben stretto la sua 3 ruote color merda e la finisca di offendere cognomi altrui. Già offende abbastanza girando per le vie con quell'idropenesaturo di fallita marca nazionale.

Anonimo ha detto...

Scuso tanto, io sono de la citta di Oradea, ma HF
sta per High Fennel?
Dedra HF? mai mai visto casa mia, uno tipo especiale di pickup forse?
Forse de tipo Lancia Phedra pickup HF pe trasporti de la frutta?

Daniele Capuozzo ha detto...

Beh conoscete già il mio parere sulla Dedra, ma tra le qualità che possiede quella macchina forse sfugge al sig. commento n°56 che nella Dedra, grazie ai sedili larghi e comodi, la "Figala" è facilmente fruibile! E' evidente che la Dedra ha anche tanti pregi che non vengono evidenziati nei Quattroruote!!! ;)

Anonimo ha detto...

Azz paesà, vuoi vedere che al Quattroruote, a parte i sedili della Tipo, foderati con rivestimenti differenti, gli son sfuggiti i pregi della fantasmagorica Dedra?

enzo ha detto...

Ieri ne ho incrociata una, è sempre un piacere rivederla. I sedili saranno stati pure quelli della Tipo ma erano comodi; la Tipo non sembrava, soprattutto all'interno un'auto Fiat.

Inserisci un Commento

attenzione: i commenti NON sono moderati. Perché?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS