9

SCHILOVSKI GYROCAR ..by Matteo Grasso

Gyrocar Auto 2 ruote
LE VOSTRE RECENSIONI “Gyro Gyro Tondo, Quant’è bella la macchina del mongo...”

“Il caldo di questo periodo, mi indusse qualche sera fa ad uscire da casa per miscelarmi tra i mille colori e profumi di un noto Pub, in compagnia del mio migliore amico per spipparci una serie illimitata di birre ghiacciate. Tra la cameriera, che aveva due tette turgide e sode come siluri cubani ed una locale Band suonare note di jazz, me ne stavo placidamente con il mio amico, conoscitore di auto, gran mafioso, noto costruttore edile, rinomato pappone dell'intera costa orientale sicula, a parlare della (forse) macchina più merdosa mai costruita.
Lo avevo sentito parlare di autodimerda a forma di simbolo fallico, a forma di bolla di sapone, oppure volanti con tanto di ali. Auto che navigano o che vanno sott'acqua. Merde a tre ruote, anche a cinque se è per questo. Vetture alimentate a scoregge, ad uranio o a carbonella. Ci sono macchine di merda come la Fiat Multipla col noto optional del braccio filomena sul cruscotto (così te lo mena), ma non avevo mai sentito parlare di una merdosa auto a quattro posti e con sole due ruote!!
Si cari amici, si, carissimo Mezzotoscano, avete letto bene: 4 posti e due sole ruote. Una impressionante merdaccia dal peso di 2,75 tonnellate. Una Super piretta Il lime   è un piccolo agrume simile al limone da cui si differenzia per il colore verde brillante della buccia. Conosciuto in Sicilia anche come piretta, limetta, ha un sapore fragrante ed aromatico più aspro. Ci si prepara un liquore digestivo. con schizzetto della EFFEBI di Milano, anche perché colore e forme, sono proprio quelle!! Una singola ruota anteriormente, sorretta da un mega-forcellone di bicicletta ed un'altra posta nel culo: stavamo parlando della Gyrocar Schilovski.
Prima autovettura al mondo con sole 2 ruote e principio giroscopico applicato ad un veicolo a motore. Capace di trasportare 4 persone a bordo, anche a velocità bassissime, sia in avanti che in marcia indietro!!
L'aristocratico russo, anzi, il conte Peter Schilovski, all'epoca il più grosso esportatore di pellame, tra cui le rinomate pelli di Ermellino bianco della Siberia, pelli di volpi grigie e altro raro pellame, prestigiose e raffinate come le rari pelli di Villicae Vaginalis, volgarmente conosciute oggi come pelliccia di Topa, su commissione alla Wolseley (all'epoca il marchio automobilistico tecnologicamente più avanzato e raffinato del pianeta), si fece costruire la più grossa piretta a due ruote. La AdM a piretta, a dire il vero, sarebbe servita come immenso regalo di anniversario del suo 1° anno di Matrimonio con la bellissima principessa Serafina: la bella principessa dalla passera sopraffina!
La cameriera mi porta al tavolo la II° birra al grano, dal sapore dolce e rotondo come il suo bel culo a forma di mandolino e continuo a dialogare sulla Gyromerda e apprendo che il suo primo test su strada fu un clamoroso disastro. La gran piretta non smetteva di saltellare anche da ferma; la prima piretta con il singhiozzo? Così in seguito vennero fatti alcuni importanti cambiamenti con la variazione dell'angolo di sterzata anteriore divenuta di 180°. Il conte “Sminkiosky” affermava che la sua ingombrante invenzione aveva un numero di caratteristiche emozionanti, superiori ai veicoli normali di quel tempo.
Il motore era alimentato a percolato di discarica e carbon coke che sviluppava 20 HP ed era posizionato subito dietro la ruota anteriore. Mentre l'unica ruota posteriore dava la trazione sufficiente, attraverso un albero di trasmissione tipo offset. Il giroscopioIl giroscopio è  un dispositivo fisico rotante che, per effetto della legge di conservazione del momento angolare, tende a mantenere il suo asse di rotazione orientato in una direzione fissa. Questo meccanismo fu inventato nel 1852 dal fisico Jean Foucault nell'ambito dei suoi studi sulla rotazione terrestre. stesso, alimentato da un motore elettrico dalla potenza di 1,25 CV era al centro dello chassis e ciò manteneva il veicolo in equilibrio grazie ad una cremagliera in ottone pieno, collegata da cordoni da saio da prima comunione e due pendoli da orologio elvetico. Mhhh, adesso la cameriera, mi scruta con l'occhio da triglia scongelata... mentre non mi arresto a udire la storia che il mio amico "MafioPappone" mi racconta senza sosta.
Il 18 Aprile del 1914, all'interno del parco Regent's di Londra, avvenne la prima dimostrazione pubblica della Gyromerda. Fu un enorme successo!! Con sommo stupore marchiato a fuoco sui visi degli ospiti. Nello stesso anno, allo scoppio della prima Guerra Mondiale, la Gyromerda dalla stessa Wolseley fu messa da parte. Il conte P. “Sminkiosky” scomparve dalla scena anche perché doveva finire di saldare il prezzo pattuito in anticipo della cagata a 2 ruote. Si dice si sia rifugiato in Russia, per sfuggire al fisco sovietico e dalle grinfie degli agenti del KGB! Nel 1923, dopo la fine delle ostilità, la Gyromerda giaceva ancora abbandonata in fabbrica. Il direttore della Wolseley, volendosene sbarazzare e non sapendo con certezza cosa fosse capitatogli al conte Russo, consapevole del fatto che sarebbe potuto riapparire in qualsiasi momento, decise di farla seppellire anziché smontarla o farla in mille pezzi. Nel 1938 alla Wolseley decisero che era giunta l'ora di far risorgere la Gyromerda. Così dopo amorevoli cure fu riportata alla luce del sole, restaurata e resa visibile nel patio del museo della stessa azienda, ma era tanto brutta e merdosa che vi rimase solamente per 10 anni. Nel 1948, il nuovo MERCEDES 250SL PAGODA 1967direttore in capo alla Wolseley, decise di smontarla e venderla a peso ad un vicino sfasciacarrozze locale.
Ho aspettato sulla mia azzurra Pagoda del ‘67 l’avvenente cameriera finire il suo turno, lei, per nulla sorpresa di  vedermi, salì al mio fianco ed in pochi minuti i nostri corpi divennero uno solo.”

Recensione inviata da Matteo Grasso di Catania

VOTA-LA-GYROCAR QUESTO ARTICOLO FA PARTE DELLA SEZIONE LE VOSTRE RECENSIONI E CI E’ STATO INVIATO DA UN LETTORE DI AUTOdiMERDA. CONTRIBUISCI A MIGLIORARLO VOMITANDO SUL MONITOR.

9   COMMENTI :

mezzotoscano ha detto...

Mi pare di aver visto un servizio circa un treno sperimentale monorotaia che funzionava (?) sullo stesso principio... Evidentemente Archimede Pitagorico esiste realmente ed è immortale.

Anonimo ha detto...

Il colore della mia W113 (230SL e non 250) e lievemente più chiaro. Ma avete beccato in pieno la fisionomia generale della tipa. Manca il bel tatoo sulle fossette di venere e circa 20 Kg in meno. Ma la montatura degli occhiali (stile Gelmini)cazzarola è proprio quella.
Grazie di cuore AdM, pe aver aggiunto la mia ultima recenzione e buon lavoro.

Anonimo ha detto...

2 sole ruote? uhmmm.. e se fori?

Anonimo ha detto...

Usi il Kit della Smart ^_^

Pier ha detto...

La voglio!
Così la parcheggio negli spazi per le moto!

Anonimo ha detto...

La voglio... Potrei montargli un bel motore 1300 Suzuki sotto il culo.
La barra posteriore con il ruotino che mi eviti il ribaltamento (sempre se non ci pensi il "giroscoppio").
Montare le marmitte a "Z" come quella di Topomoto e sostituire il pneumatico di dietro con uno slick da F1.
Potrei vincere qualche gara di DRAG e possibilmente, scoparmi anch'io la cameriera?

mezzotoscano ha detto...

Mi è semblato di vedele un gatto... e l'ho litlovato.
http://it.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_Brennan

Anonimo ha detto...

Comunque, per chi proprio ancora non lo sapesse, Titti in realtà è un canarino maschio!

Anonimo ha detto...

gira gira gira... scegli rotowash

Inserisci un Commento

Attenzione: i commenti NON sono moderati. Perchè?



ATTENZIONE: QUESTO SITO NON VUOLE PROMUOVERE PROPAGANDE DIFFAMATORIE NEI CONFRONTI DEI MODELLI E DEI MARCHI CITATI CHE APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI E NON SONO CONCESSI IN LICENZA. I CONTENUTI SONO RIELABORAZIONI UMORISTICHE E SURREALI DEGLI AUTORI E NON SI RIFERISCONO IN ALCUN MODO ALLE SPECIFICHE TECNICHE, QUALITATIVE E DI SICUREZZA EFFETTIVE DEL VEICOLO.
IL SITO NON E' RESPONSABILE PER I COMMENTI PUBBLICATI DAGLI UTENTI. ►DISCLAIMER


HOME                  TORNA SU                  INDICE GPS