• Meglio davanti o da dietro?
    L'importante è uscire in tempo. Da una AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? Dracula è esistito veramente.
    E c'aveva pure la patente!
  • Ce l'hai piccolo? Non disperare, c'è chi ha la Smart.
    Pistolini vaganti, su AUTOdiMERDA.
  • Chi ha inventato il primo fuoristrada radioattivo?
    Armi chimiche e AUTOdiMERDA: il connubio perfetto.
  • Esistono gli ectoplasmi? E come si vendono?
    All'etto o al chiloplasma? AUTOdiMERDA lo sa!
  • Chi ha ucciso l'auto elettrica? Come si è spenta?
    AUTOdiMERDA fa luce sulla questione.
  • E' nato prima l'uovo o la gallina?
    Indagini ANOgrafiche senza preliminari, solo su AUTOdiMERDA.
  • Il buongiorno si vede dal mattino?
    Allora Oggi è proprio una AUTOdiMERDA!
  • Sembrano incinta ma si chiamano SUV.
    AUTOdiMERDA con gravidanze isteriche: sintomi e cause.
  • Esistono gli extraterrestri?
    Sono venuti o ce li hanno mandati? Scoprilo su AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? Fumare lo spinello fa male al cervello.
    Cambia pusher o passa da AUTOdiMERDA.
  • Quando la diarrea ti sorprende, sorprendila con AUTOdiMERDA.
    AUTOdiMERDA: vasto assortimento di bagni chimici.
  • Scopriamo il lato B delle AUTOdiMERDA.
    Perchè nella vita ci vuole Qubo. Ma anche no.
  • Lo sapevate? Anche le auto possono galleggiare.
    Soprattutto se sono AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? I cessi dei Faraoni erano a forma di piramide.
    Vasi egizi scomodi, solo su AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? Se vi puzzano i piedi siete fortunati!
    Avete pestato una AUTOdiMERDA.
  • Scandalo auto blu. Anche i puffi indagati.
    In Italia, più figure di merda o AUTOdiMERDA?
  • La sfiga vi perseguita anche quando siete nella cacca?
    Figuratevi in una AUTOdiMERDA!
  • Esiste il colpo di fulmine?
    Cercalo, su AUTOdiMERDA a prima vista.
  • Lo sapevate?La riforma scolastica introduce una nuova Materia.
    Storia delle AUTOdiMERDA.
  • Dove si nasconde lo scarrafone più grande del mondo?
    Solo qui, su AUTOdiMERDA... che culo!


33

FORD PINTO

FORD PINTO

U.S.A La Pinto è stata una missione suicida della Ford Motor Company contro obiettivi civili nel territorio degli Stati Uniti d’America, compiuta per la prima volta l’ 11 settembre 1970 dalla divisone Ford di Al-Qa'ida. A causa della sua pericolosità fu marchiata dalla critica con l’appellativo di “barbecue a quattro posti”. Nel 1974 la Pinto giunse anche in Canada dove fu denominata Mercury “Bobcat”, ma con la fama che aveva accumulato, sarebbe stato più coerente chiamarla Mercury Hotdog. Per la sua progettazione esterna ed interna fu ingaggiato un team di terroristi affamati, tramite bando di concorso. Requisiti fondamentali: automunito, disoccupato da almeno 24 mesi e buon uso della nitroglicerina. Il vincitore fu a sorpresa Robert EidschunRobert Emil Eidschun (nato nel 1938) ha progettato la Pinto in gran parte nella sua casa a Livonia, Michigan. Utilizzò uno studio costruito nella cantina dove in base ai propri schizzi creava dei modelli in argilla., un bravo ragazzo volenteroso disponibile assistenza anziani e manutenzione giardini chiamare ore pasti.
FORD PINTO RANABOUT 1978La grigliata comprendeva un coupé convenzionale a due porte (al prezzo di  $ 1.850 nel 1970), uno a tre porte con portellone posteriore a puntoni pneumatici con cerniere cromate e sedile posteriore pieghevole (modello Runabout - $ 2.062 nel ‘71) e la drammatica aeromobile Cruising Pinto con due finestrini ad oblò posti lateralmente, dirottata dal 1977 al 1980. La convenzionale station wagon due porte fu proposta anche come Pinto Squire con la differenza di avere lungo il profilo una larga fascia in legno d’ulivo per meglio attizzare il fuoco del barbecue.

FORD PINTO SQUIREFORD PINTO CRUISING 

Il 2.0 lt. da 100 cv abbinato al peso contenuto del coupé (900  kg) consentiva prestazioni dignitose che potevano essere incrementate con qualche piccola elaborazione. Era molto apprezzato dagli amanti delle corse clandestine, ma dopo la nuova legislazione in materia di sicurezza fu dotato di pesanti paraurti ed altre parti meccaniche che influirono negativamente sul peso e ne ridussero di conseguenza le prestazioni. Degli accorgimenti resisi necessari a causa di una progettazione frettolosa sviluppata per motivi commerciali in soli 25 mesi piuttosto dei convenzionali 43 mesi necessari all’epoca per studiare una nuova vettura. La certificazione di sicurezza fu stranamente concessa solo sulla base dei test d’impatto frontale. Successivamente, dopo il lancio sul mercato, la Pinto fu testata anche sulle collisioni posteriori facendo emergere dei gravi problemi già noti e celati dagli ingegneri Ford. Il serbatoio del combustibile poteva essere facilmente danneggiato in caso di tamponamenti posteriori che, a una velocità di impatto di soli 30 Km/h, provocavano  incendi ed esplosioni letali. I critici hanno sostenuto che questo era dovuto sia alla mancanza di un vero e proprio paraurti posteriore, sia  alla mancanza di rinforzi tra il pannello posteriore e il serbatoio. Di fatto in alcune collisioni, il serbatoio veniva spinto in avanti, urtando contro una serie di bulloni sporgenti dal differenziale che ne provocavano la foratura.  Lo scandalo fu quando la Ford, a conoscenza di questo difetto, avrebbe rifiutato di pagare i costi di una nuova riprogettazione rettificando solamente l’interno del serbatoio di benzina preferendo in tal modo, pagare eventuali cause di decessi derivanti. Secondo una perversa analisi dei costi-benefici, il risarcimento di 2.100 auto bruciate, 180 morti e 180 feriti gravi ogni anno sarebbe costato  $ 49,5 milioni, molto meno rispetto ai $ 137 milioni necessari per risolvere il problema ($ 11 per unità). Questo atteggiamento di disprezzo per la vita umana a favore dei profitti, omaggiò la Ford di notevoli e numerose controversie giudiziarie regalandole la già citata reputazione di produttore di “barbecue a 4 posti”. Una delle cause legali più importanti riguardò l’incidente che uccise Lilly Gray e ustionò gravemente Richard Grimshaw di soli 13 anni a bordo della loro Pinto nuova di 6 mesi. Il caso Grimshaw vs Ford Motor Co. accolse la richiesta di risarcimento danni della parte lesa condannando la Ford ad un esborso di circa $ 6 milioni. Dalla nascita della Pinto, le si sono stati attribuiti circa 500 decessi e centinaia di ferimenti gravi collezionando 117 processi giudiziari.
A causa del discutibile design e della scarsa sicurezza e affidabilità, la Pinto è stata nominata da diverse testate giornalistiche (TIME, Business Week, Forbes, AutoWeek, Car and Driver) una della peggiori auto mai prodotte al mondo.
FORD PINTO VOLANTE - AVE MIZAREmblematico il prototipo volante realizzato dalla AVE, una tragicomica  compagnia aerea fondata nel 1968 per lo studio di una macchina volante. Il suo unico esperimento fu la Mizar, nata dall’accoppiamento della parte posteriore di un Cessna Skymaster ad una Ford Pinto. Sarebbe stata commercializzata ad un prezzo finale di $ 15.000 (comprese le lezioni per ottenere un brevetto di volo) con delle “ali” facilmente separabili a seconda delle esigenze del proprietario. Ma l' 11 settembre (ennesimo segno del destino!) 1973, durante un volo di prova, SmolinskiHenry Smolinski fu  un ingegnere aereonautico americano laureato presso il Northrop Institute of Technology. Nel 1953 entrò a far parte della North American Aviation come progettista strutturale, fu assegnato anche allo sviluppo di programmi missilistici e aerospaziali. (fondatore della AVE) e il pilota precipitarono rimanendone uccisi.
Sul finire del 1980 si concluse la produzione della Pinto, gli ultimi pezzi rimasti furono fatti esplodere anticipando il Capodanno. Ovviamente l’ 11 settembre.


VEDI ANNUNCIO

ANNUNCI DI MERDA: $ 1.200 (€ 950)
”Vendo Ford Pinto del 1979. Avevo comprato questa auto per restaurarla ma poi ho letto la recensione di AutodiMerda e mi è passata la voglia. Necessita di alcuni lavori. Per chi non ha voglia di lavorare può essere usata per riscuotere il pizzo parcheggiandola di notte vicino ad un negozio”.


ford pinto - VIDEO DI PRESENTAZIONE



33   COMMENTI :

Anonimo ha detto...

...Mamma mia, questa me l'ero dimenticata, e adesso l'ho rivista. Già quando la vidi da piccolo ne rimasi scioccato, e cominciai a vedere nel futuro...

andrea mi

Anonimo ha detto...

bhè non era affatto male considerando i tempi, direi di toglierla dalla lista..

AUTOdiMERDA ha detto...

Se leggi la recensione probabilmente potresti cambiare idea al riguardo. Credo che chi l'ha posseduta lasciandoci la pelle, avrebbe preferito che non fosse mai esistita.

Alex Bugatti ha detto...

La Pinto era bruttina e pericolosa, ma almeno in Europa non fu commercializzata.Mentre ebbe una buona diffusione un mostro come la Ford Tanus Wagon, cassone a forma di feretro che faceva rabbrividire..la Tanus meriterebbe,secondo me, un posticino tra le autodimerda..che ne pensate?

AUTOdiMERDA ha detto...

Ciao Alex, ben ritrovato su AdM. Nel frattempo se ti va puoi anche mandarmi un tuo scritto originale e umoristico sulla Taunus nella sezione "Le Vostre Recensioni". Ciao e grazie dei tuoi contributi ;)

mezzotoscano ha detto...

Non è che Alex volesse scrivere "Taunus" al posto di "Tanus"?
In questo contesto, con l'occasione, vorrei rammentare anche la Ford "Granada", vettura ideale per la gita di Halloween.

Alex Bugatti ha detto...

Taunus..scusate il lapsus..

Anonimo ha detto...

Assolutamente una delle auto più mal-riuscite di tutti tempi. Mettere il serbatoio troppo vicino al baule è la prova che l'auto è stata costruita con i piedi.

mezzotoscano ha detto...

Forse era più giusto chiamarla "Pinta", per alludere alla pinta di whiskey che il progettista ingollò prima di mettersi al lavoro.

M.F. ha detto...

Dai, non è brutta. Perché è brutta?

Anonimo ha detto...

Mha...sarò malato...un principio di suina...ma a me non dispiace affatto...arancione ricorda mooooooolto vagamente una versione europea per l'epoca della stupenda Dodge Cherger Hazzardiano....anche gli interni sono simili...Io la toglierei dalla lista anche se non ero a conoscenza della storia del serbatoio ad innesco atomico! :)

AUTOdiMERDA ha detto...

Più che l'estetica (sempre opinabile tralaltro) per la Pinto effetivamente ha giocato un ruolo importante la sua tragica esistenza, per lei e per chi l'avesse acquistata.
Negli States è quasi un must del settore AdM :) e qualcuno le ha dedicato un vero e proprio - inno! - :)

Anonimo ha detto...

Tipica auto americana dell'epoca,non è per niente brutta.

Anonimo ha detto...

Ah sì! E'questa l'auto dei neonazisti nel film "The Blues Brother".
Grazie Mezzoghostano e Trasher.
Stasera mi rivedo il film, è meglio; ho ancora il flash della VW Brasilia.
Pier

Anonimo ha detto...

ba io da amante di auto d'epoca ne prenderei una da tenere in garage ed usare giusto nelle domeniche di rassegna.

Anonimo ha detto...

Ciao amico amante di auto d'epoca.
Io ho votato la Pinto come carina. Il periodo della sua nascita era costellata dalla crisi petrolifera, che andava pesare anche oltreoceano. Non male anche certe piccole AMX.
Adoro i transatlantici e le Muscle Car.
Ti piace la Javelin?

Anonimo ha detto...

se non sbaglio in italia si chiamava ford capri.

Anonimo ha detto...

ti sbagli, la ford capri era un'altra macchina.

Anonimo ha detto...

La AMC Javelin ha una linea molto particolare, piacevole e molto femminile.
Un buon progetto, battagliare contro le più veloci Charger e Mustang.

Tutto l'opposto della Matador X. Che però in pista e nelle gare Nascar ebbe uno scarsissimo successo.

Comunque è vero la Pinto e la Capri sono diverse tra loro.
Luca

mezzotoscano ha detto...

Concordo. IO C'ERO e posso testimoniare che la Ford Capri (europea) era un'altra vettura... sempre di merda, s'intende.

Anonimo ha detto...

Ecchecazzo e sta matadorx un tritacarne?
Se era così merdavariata, perchè non sta su questo sito?
W il prosecco che ti sei bevuto.
Questo è tempo tuo.

Anonimo ha detto...

Si certo, forse era meglio la Frigat 127, nera con le strisce arancio modello "Top" Cacc della più anziana Capri Ford.
TELEFUNKEN

Anonimo ha detto...

Scommetto che sei amico del Gasparri e ti compatisco, perchè deve essere arduo vivere in società nonostante la tua lobotomia.

Per quanto riguarda la AMC che non mi soffermo nemmeno a dirti cosa significa, la Matador X del 74 la trovi digitando Go o gle, piano piano e non ti impacciare con la tastiera.
Luca

Anonimo ha detto...

E'apparsa anche nel film "Top Secret!", quello con Val Kilmer, in una gag in cui un furgone guidato dai protagonisti del film va a sbattere con quest'auto e sfiorandola appena la fa esplodere! Riferito ovviamente alla scarsa sicurezza e affidabilità della vettura! Anche questa è (cattiva) fama cinematografica!

Anonimo ha detto...

Credo che fosse anche l'auto dell'angelo Sabrina Duncan (Kate Jackson)nel telefilm "Charlie's Angels"

Anonimo ha detto...

Ce l'avevano i "nazisti dell'illinois" ......

Anonimo ha detto...

Dovrei avere nel barattolone il modellino scala 1:55 della matchbox, ci giocavo da piccolo, se lo trovo lo cospargo di alcool e gli do una bella fiammata, almeno adeguo il suo destino a quello dei modelli veri.

Anonimo ha detto...

Pochi giorni fa stavo decantando la bellezza del vostro sito ad una mia amica statunitense sulla sessantina, e appena le ho rammentato la Ford Pinto ha quasi urlato:"Siiii,la Pinto, l'auto che fa BUM! Avevo la Squire coi fianchi in legno, posso dire che sono una delle poche privilegiate persone che non ci sono morte dentro! Dillo a quelli del sito, è proprio come la descrivono!".
FrancescoM.
Ecco, il mio dovere di testimone l'ho fatto....:-).

aldamar ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
aldamar ha detto...

La linea della Pinto era semplicemente adatta agli anni 70 e basta non e' ne bella ne brutta!!! e' come tante altre automobili, semplice!

Anonimo ha detto...

Basta che non vi brucia il culo. è carina. Ma sapete leggere?
Delle Persone sono morte per QUESTA MERDA DI AUTOMOBILE

Anonimo ha detto...

Si guadagnò la fama di "Auto Assassina"
http://it.wikipedia.org/wiki/Ford_Pinto

Tommy Jerry ha detto...

Ford Pinto era abbastanza carina, pero' aveva fama di insicura . Piu bella la sua gemella la Mercury Bobcat.

Inserisci un Commento

Oppure SCRIVI la tua recensione su AUTOdiMERDA!


Attenzione: questo sito non vuole promuovere propagande diffamatorie nei confronti dei modelli e dei marchi citati che appartengono ai legittimi proprietari e non sono concessi in licenza. I contenuti sono rielaborazioni umoristiche e surreali degli autori e non si riferiscono in alcun modo alle reali specifiche tecniche, qualitative e di sicurezza dei veicoli. Il sito non e' responsabile dei commenti pubblicati dagli utenti.
Ulteriori informazioni disponibili alla pagina Disclaimer.
Home - Torna su