-
  • Meglio davanti o da dietro?
    L'importante è uscire in tempo. Da una AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? Dracula è esistito veramente.
    E c'aveva pure la patente!
  • Ce l'hai piccolo? Non disperare, c'è chi ha la Smart.
    Pistolini vaganti, su AUTOdiMERDA.
  • Chi ha inventato il primo fuoristrada radioattivo?
    Armi chimiche e AUTOdiMERDA: il connubio perfetto.
  • Esistono gli ectoplasmi? E come si vendono?
    All'etto o al chiloplasma? AUTOdiMERDA lo sa!
  • Chi ha ucciso l'auto elettrica? Come si è spenta?
    AUTOdiMERDA fa luce sulla questione.
  • E' nato prima l'uovo o la gallina?
    Indagini ANOgrafiche senza preliminari, solo su AUTOdiMERDA.
  • Il buongiorno si vede dal mattino?
    Allora Oggi è proprio una AUTOdiMERDA!
  • Sembrano incinta ma si chiamano SUV.
    AUTOdiMERDA con gravidanze isteriche: sintomi e cause.
  • Esistono gli extraterrestri?
    Sono venuti o ce li hanno mandati? Scoprilo su AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? Fumare lo spinello fa male al cervello.
    Cambia pusher o passa da AUTOdiMERDA.
  • Quando la diarrea ti sorprende, sorprendila con AUTOdiMERDA.
    AUTOdiMERDA: vasto assortimento di bagni chimici.
  • Scopriamo il lato B delle AUTOdiMERDA.
    Perchè nella vita ci vuole Qubo. Ma anche no.
  • Lo sapevate? Anche le auto possono galleggiare.
    Soprattutto se sono AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? I cessi dei Faraoni erano a forma di piramide.
    Vasi egizi scomodi, solo su AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? Se vi puzzano i piedi siete fortunati!
    Avete pestato una AUTOdiMERDA.
  • Scandalo auto blu. Anche i puffi indagati.
    In Italia, più figure di merda o AUTOdiMERDA?
  • La sfiga vi perseguita anche quando siete nella cacca?
    Figuratevi in una AUTOdiMERDA!
  • Esiste il colpo di fulmine?
    Cercalo, su AUTOdiMERDA a prima vista.
  • Lo sapevate?La riforma scolastica introduce una nuova Materia.
    Storia delle AUTOdiMERDA.
  • Dove si nasconde lo scarrafone più grande del mondo?
    Solo qui, su AUTOdiMERDA... che culo!
autodimerda.it


autodimerda.itCon la nostra piccola sportiva cinese abbiamo provato ad entrare al Motor Show ma ci hanno chiuso i cancelli.
Novità
autodimerda.itL'amico Paolo è rimasto traumatizzato dalla sua vecchia auto e ci ha voluto scrivere.
Adesso va in bici.
Le Vostre Recensioni
autodimerda.itDopo solo 6 anni (!) la redazione di AdM si è ricordata di pubblicare una nuova recenZione. Ce n'era davvero bisogno?
Novità


35

BMW 600

BMW 600

GERMANIA La BMW 600 era una pentola a pressione economica prodotta dal 1957 al 1959 dalla Mondial Casa automobilistica tedesca BMW. Sull'onda dell'immediato successo del BMW 250, il piccolo scolapasta prodotto su  licenza della italiana Iso Autoveicoli, la BMW provò a proporne una versione più capiente: una sorta di casseruola gigante con il tradizionale coperchio anteriore.
BMW 250 Isetta - autodimerda.itSull'onda dell'immediato successo del BMW 250, il piccolo scolapasta...

Partendo dalla 250, fu realizzata una struttura di tipo tubolare con capienza maggiorata, in modo da poter ospitare una panchetta posteriore per farci entrare altri due chef, a condizione che non fossero stati parenti di Cannavacciuolo. Per quanto riguardava il retrotreno si scelse invece una più tradizionale soluzione  con ruote non ravvicinate, per evitare perlomeno di farla impennare.
Si decise inoltre di mantenere la carrozzeria "ad uovo" che ebbe così tanto successo in quegli anni presso le trattorie tedesche, oltre all'accesso ai posti anteriori tramite il coperchione frontale a tenuta stagna con valvola di sicurezza. L'aumento della massa costrinse i progettisti ad avvalersi di un nuovo propulsore da 0.6 litri, di ottima birra bavarese.
La batteria di pentole fu presentata nel 1957 con in regalo un materasso, ma solo alle prime 100 telefonate.
Anche se la BMW 600 poteva ricordare la più piccola 250 (Isetta), la maggiore stazza le permetteva di essere dotata di un’ulteriore portiera aggiuntiva posteriore solo sul lato destro, intuizione mica da poco, considerando che ai pesseggeri per entrarci non restava che smontare il motore.
Motore e trazione, per l’appunto, erano posteriori: si trattava di un bicilindrico raffreddato ad aria da 585cc. alimentato tramite un carburatore ZenithZenith Carburetters fu una società inglese produttrice di carburatori. Nel corso del tempo il marchio Zenith cadde in disuso. Tra i marchi che utilizzarono Zenith ci furono MG, Jaguar E-type, Volvo, Triumph Spitfire e infine Saab negli anni '90. che arrivava ad erogare una potenza massima di 19.5cv a 4500 giri/min con punte velocistiche di oltre 100 km/h: in pochi minuti era già ben cotto.   
La trasmissione manuale era composta da 4 marce: antipasto, primo, secondo e dessert. Le sospensioni anteriori erano a ruote indipendenti, con bracci oscillanti e molle elicoidali, mentre Il retrotreno era invece ad assale rigido,La sospensione a  ponte rigido, ovvero un elemento trasversale che collega rigidamente le ruote di uno stesso asse, può essere classificata come "assale" nel caso abbia solo funzione portante. I vantaggi risiedono nella robustezza e nella semplicità costruttiva, gli svantaggi, nella scarsa attitudine ad assorbire le asperità del fondo stradale e scarsa tenuta di strada. ottimo durante la corsa come amaro digestivo.
Da subito, l’innovativa BMW 600 fu allestita anche in versione Export, destinata al mercato statunitense, dove il tasso medio di obesità contribuì allo scarso successo oltre oceano che preferiva vettura extra-large più classiche: il problema non fu quello di capirla ma quello di entrarci. Solo 4020 esemplari furono venduti in tali mercati.
In realtà, le vendite del pentolone BMW non fecero registrare cifre eccezionali neppure in Germania: i grossi difetti della 600 furono inizialmente il prezzo (3985 DM – ca. 8.500€ attuali), appena più basso di quello di un ben più grande Maggiolino, un bagagliaio pressochè inesistente, che consisteva in un solo portaposate portaoggetti dietro la panchetta posteriore e una pessima campagna pubblicitaria condotta da Giorgio Mastrota che nelle telepromozioni, più che in tedesco, parlava in un milanese arcaico così veloce che neanche in Italia riuscivano a capirlo.
In totale ne furono prodotti poco meno di 35.000 esemplari fino al 1959.
Dopo appena due anni dal suo lancio (dalla finestra) la pentolaccia fu distrutta affossando del tutto la speranza di risollevare le sorti della piccola BMW, che tuttora qualcuno cerca di piazzare nelle aste dei collezionisti insieme a dei pacchetti promozionali con in regalo mountain bike, televisore, ferro da stiro e grammofono, però validi solo per oggi!
Purtroppo moriremo senza sapere quando finirà l’offerta limitata della Mondial Casa.


dubito
VEDI L'ANNUNCIO IN FORMATO .PDF
ANNUNCIdiMERDA: $ 21.000 (€ 16.000)
”L’offerta del giorno! BMW 600 del 1958 con soli 117.000 km. Realizzata in acciaio inox 18/10 con il fondo termico e interno facile da pulire. Gomme nuove e termosaldate, offrono una presa sicura sull’asfalto. Unica pecca: è senza olio. Sto a dieta.”


BMW 600



35   COMMENTI :

dahiatsuista (Matt 3) ha detto...

assomiglia all' isetta.

Anonimo ha detto...

Ma perchè hanno fatto una sola portiera,per l'accesso al sedile posteriore?

AUTOdiMERDA ha detto...

Era stato un espediente per guadagnare il massimo spazio possibile all'interno, considerando le dimensioni minime della vettura.

Alex Bugatti ha detto...

Ha qualcosa della 600 Multipla..(senza offesa per la 600)

giammarco- ha detto...

dai è carina in confronto ad altre auto

M.F. ha detto...

La BMW 600 tanto male ha fatto all'umanità, ma anche tanto bene.
E' vero, ha ucciso molte persone. La gente, infatti, tornava a casa sovrapensiero, entrava in garage di muso e poi rimaneva intrappolata all'interno, poiché lo sportello non si apriva, essendoci davanti il muro. I cadaveri venivano ritrovati parecchi giorni dopo in seguito alle segnalazioni dei vicini che si erano lamentati per la puzza.
Ma nella seconda fase della sua esistenza la vetturetta ha saputo riscattarsi, salvando numerose vite, prestando lodevole servizio, fino a pochi anni fa, in cliniche e case di cura della Baviera come camera iperbarica.

Siciliano78 ha detto...

Era più brutta del culo di 1 babbuino, ma ha permesso alla germania uscita disastrata dal secondo conflitto mondiale, di tornare a motorizzarsi, e questo è il suo grande pregio, oltre che dare di nuovo alla bmw speranze x il futuro..

Morph_V2.0 ha detto...

Questa era un auto intelligente!! Ma avete visto l'x1?? ma è stata creata direttamente dal'orifizio del designer?? sempre più grandi più assetate e più orrende!!

luca.88sd ha detto...

dai questa BMw era economica e a salvato tante persone dal camminare a piedi.a prestato tantissimo aiuto non dimentichiamolo.....era una rapporto qualità*/prezzo unico.

Anonimo ha detto...

Sapevo della piccolina ma mai visto il modello + grosso

Anonimo ha detto...

so'xkè l'hanno disegnata e progettata cosi'.....il desiner aveva fatto una cena a base di frutti di mare,,,i granchi gli erano rimasti sullo stomaco.....vomitando ha partorito la bmw 600 SAN

Anonimo ha detto...

mpffffffff

Anonimo ha detto...

e poi dite che le auto tedesche sono le migliori mai prodotte

Anonimo ha detto...

Per me è carina...forse più sproporzionata rispetto alla classica isetta,ma non per questo brutta e senza la sua personalità.

Anonimo ha detto...

Mica sono stati gli unici a perdere una guerra, non è una buona scusa per fare microvetture simili!
E se aggiungiamo quelle prodotte da chi la guerra l'ha vinta, cos'è la scusa, che non si erano ancora ripresi dai festeggiamenti della vittoria?

Evidentemente però la guerra c'entra qualcosa, perchè i neutrali Svizzeri hanno prodotto solo auto dai 5000cc in sù.

Beppe

Anonimo ha detto...

Ma lo sapete che ra progettata in Italia e come già capitato per molte altre case automobilistiche un Italiano ha salvato il culo ad una fabbrica dei crucchi?
Non era per niente male, anticipava i tempi in cui l amobilità urbana sarebbe diventata un problema. Ricordate ha salvato BMW dal tracollo... (come fece Golf con VW, altra idea di un Italiano)....

Anonimo ha detto...

Anke la BMW ha i suoi skeletri nell'armadio!Vuoi vedere ke l'aveva disegnata il nonno di Chis Bangle??? Xrò meriteremme di essere presente sul sito pure la 3COMPACT e probabilmente l'X3. -ELLEMME-

Anonimo ha detto...

Certamente non bella, la BMW 600 è senz'altro una macchina da rispettare, se non altro per il concetto innovativo che insieme ad altre auto come la buffa (ma geniale) Fiat 600 Multipla inventarono praticamente il concetto di monovolume (nessun genio tra quelli che partorirono l'orribile Renault Espace, o tra i creatori USA del primo Chrysler Voyager..). La BMW Isetta, poi ha anticipato di oltre 40 anni la Smart e ,con tutto il rispetto, il macinino della Swatch-Mercedes non è lontanamente degno di allacciarle le scarpe...

Davide

Anonimo ha detto...

è l'isetta !! era stata data in concessione la produzione !! per un paese distrutto dalla guerra avere auto così c'era da leccarsi i baffi !! se si scherza di estetica vabbè ma la storia dell'auto è tuttaltra cosa !!

Anonimo ha detto...

ignoranti e' l'isetta.Ma che strano la sola bmw tra le auto di merda,e tutti quei cessi che si ribaltavano a50km/h? dalla 700 ....fino agli anni2000

Anonimo ha detto...

Non è che le Maserati dell'epoca reggessero molto meglio la strada.
Quando pioveva poi, dovevi stare attento a non far andare le ruote posteriori sulle strisce pedonali, senno i 180° non te li levava nessuno. Durante il tragitto, dovevi sgranocchiarti tutto il Rosario (optional nel cassettino passeggero assieme all'elenco di tutti i Santi) e solo arrivati a casa potevi srotolarti le mutande e rilassarti un attimo.

Sbido ha detto...

Dai non è male, la Bmw ha fatto di peggio, tipo la x5...

Anonimo ha detto...

deciso, mi comprerò un'alfa di merda da vero terrone... poi a 140000 km perderà le ruote come tutte le fiat di merda, così me ne potrò prendere un'altra dopo avere speso un capitale in combustibile e pezzi di ricambio....

Anonimo ha detto...

Perfetto e concordo.
Le serie X 1 - 3 - 5 e 6 mi fanno vomitare.
Danno tanto da aria da pappone.
La mia non e invidia perchè non posso permettermele, ma perchè fanno cagare solo a guardarle e preferisco la mia nuova Toyota Land Cruiser FJ 10 a 1.

Anonimo ha detto...

Forse, una ISO Isetta pessimamente allungata!

aptoipo ha detto...

BMW 600, FIAT 600 Multipla.
chi ha copiato chi?
antesignane di numerose vetture odierne.

enzo ha detto...

La BMW 600, come tutte le bubble cars del resto, era un'autentica bolla di merda. Vetturette come questa avevano un senso quando la motorizzazione di massa era agli albori, ma erano auto di merda anche ai loro tempi; chi c'era potrà confermarlo. Da un punto di vista estetico, la BMW 600, a parte l'anteriore davvero agghiacciante, per il resto non era malvagia: bruttina ma ben proporzionata.

Anonimo ha detto...

Allora non conosci il resto delle microcar dell'epoca
Luca.

enzo ha detto...

Gentile Luca.
Quando ho cominciato a guardare le macchine, nella seconda metà degli anni 60, praticamente ancora in fasce, queste Bubble cars non circolavano già da un pezzo sulle nostre strade. Appena possibile mi documenterò su questo fenomeno tramontato presto.

mezzotoscano ha detto...

@ Enzo
Cusa crisi, temo che cessi simili torneremo a vederli... A volte ritornano!

Anonimo ha detto...

Caro Enzo, amico di blog, se non coetaneo, il fenomeno delle "Bubble Car", come tu ben saprai, (mi perdonerai spero, se ti do del tu)nacque nei bei anni 50. La Isetta offriva un piccolissimo motore con un concentrato di auto ovoidale esterno, così tanto piccola e leggera.

All'epoca il piccolo moscerino della Isetta era davvero molto Trendy e non solo per il gentil sesso! La seguirono difatti nel progetto definiamolo parallelo, altri marchi Europei, come la Fuldamobil, la Heinkel, la Messerschmitt, la Italica Piaggio e altre più piccine e artigianali marchi. Era quello il periodo delle così dette "Cabin Scooter".

Tra sessant'anni anche la Fiat Multipla oppure la Freemerd, saranno annoverate come auto di merda, se non prima!!

Vedi Enzo, la Isetta ha venduto moltissimi esemplari, soprattutto in Germania, difatti se vai a vedere, contribuì a salvare la BMW da una grossa crisi finanziaria. Non era così orrida come una nuova Doblò del XXI Secolo, di cui Fiat non riesce nemmeno a regalarle.

Luca.

enzo ha detto...

Caro Mezzotoscano.
Mi sa tanto che hai ragione; ciclicamente le mode ritornano, come la merda che torna sempre a galla.

enzo ha detto...

Caro Luca.
Ti ringrazio per le tue puntuali precisazioni, ciò non toglie che dovrò documentarmi meglio su queste assurde, ma simpatiche vetturette. Talvolta capita di leggere qualcosa in proposito su Ruoteclassiche o Automobilismo d'epoca. In Germania hanno avuto, le bubble cars, un successo maggiore che da noi, fondamentalmente per due motivi: 1°)i tedeschi si sono ripresi prima di noi dalla crisi del secondo dopoguerra; il loro boom economico è stato si più forte, ma molto più graduale, mentre in Italia fino alla fine degli anni 50, c'era in giro ancora troppa disperazione. inoltre bisogna considerare che queste vetture non costavano poco. 2°) Non bisogna sottovalutare il fattore climatico; da noi, specie al sud, lo scooter si può usarlo per almeno dieci mesi all'anno senza problemi, pertanto era ed è inutile cabinarli. Solo una piccola precisazione: la Merdupla è già annoverata tra le auto di merda, non solo qua, e la Freemerd lo sarà tra poco; tra sessant'anni, verranno usate da qualche gruppo terrorista per provocare gli incubi alla popolazione.

Pier ha detto...

Secondo le recenti direttive editoriali sto rivotando tutte le AdM presenti.
Qui da BMW ci sono due modelli: il 600 e la X6 !
Vè mò che bella accoppiata!!
Il fatto sicuro è che per portarti sano e salvo a casa la 600 era un pochino aleatoria!

aldamar ha detto...

Direi che e' un'auto molto originale a me piace!

Inserisci il tuo Commento

Oppure SCRIVI la tua recensione per un'altra AUTOdiMERDA!


Attenzione: questo sito non vuole promuovere propagande diffamatorie nei confronti dei modelli e dei marchi citati che appartengono ai legittimi proprietari e non sono concessi in licenza. I contenuti sono rielaborazioni umoristiche e surreali degli autori e non si riferiscono in alcun modo alle reali specifiche tecniche, qualitative e di sicurezza dei veicoli. Il sito non e' responsabile dei commenti pubblicati dagli utenti.
Ulteriori informazioni disponibili alla pagina Disclaimer.
Home - Torna su