• Meglio davanti o da dietro?
    L'importante è uscire in tempo. Da una AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? Dracula è esistito veramente.
    E c'aveva pure la patente!
  • Ce l'hai piccolo? Non disperare, c'è chi ha la Smart.
    Pistolini vaganti, su AUTOdiMERDA.
  • Chi ha inventato il primo fuoristrada radioattivo?
    Armi chimiche e AUTOdiMERDA: il connubio perfetto.
  • Esistono gli ectoplasmi? E come si vendono?
    All'etto o al chiloplasma? AUTOdiMERDA lo sa!
  • Chi ha ucciso l'auto elettrica? Come si è spenta?
    AUTOdiMERDA fa luce sulla questione.
  • E' nato prima l'uovo o la gallina?
    Indagini ANOgrafiche senza preliminari, solo su AUTOdiMERDA.
  • Il buongiorno si vede dal mattino?
    Allora Oggi è proprio una AUTOdiMERDA!
  • Sembrano incinta ma si chiamano SUV.
    AUTOdiMERDA con gravidanze isteriche: sintomi e cause.
  • Esistono gli extraterrestri?
    Sono venuti o ce li hanno mandati? Scoprilo su AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? Fumare lo spinello fa male al cervello.
    Cambia pusher o passa da AUTOdiMERDA.
  • Quando la diarrea ti sorprende, sorprendila con AUTOdiMERDA.
    AUTOdiMERDA: vasto assortimento di bagni chimici.
  • Scopriamo il lato B delle AUTOdiMERDA.
    Perchè nella vita ci vuole Qubo. Ma anche no.
  • Lo sapevate? Anche le auto possono galleggiare.
    Soprattutto se sono AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? I cessi dei Faraoni erano a forma di piramide.
    Vasi egizi scomodi, solo su AUTOdiMERDA.
  • Lo sapevate? Se vi puzzano i piedi siete fortunati!
    Avete pestato una AUTOdiMERDA.
  • Scandalo auto blu. Anche i puffi indagati.
    In Italia, più figure di merda o AUTOdiMERDA?
  • La sfiga vi perseguita anche quando siete nella cacca?
    Figuratevi in una AUTOdiMERDA!
  • Esiste il colpo di fulmine?
    Cercalo, su AUTOdiMERDA a prima vista.
  • Lo sapevate?La riforma scolastica introduce una nuova Materia.
    Storia delle AUTOdiMERDA.
  • Dove si nasconde lo scarrafone più grande del mondo?
    Solo qui, su AUTOdiMERDA... che culo!


9

LADA SAMARA ..by Rocco Lacopo

LADA SAMARA
LE VOSTRE RECENSIONI “La Samara, il cui nome richiama la regione di ubicazione della fabbrica, l'Oblast' di Samara, può essere considerata la prima auto moderna prodotta in Unione Sovietica, figuriamoci quelle vecchie come erano.
La trazione anteriore, il retrotreno a ruote interconnesse,o interscassate, il cambio manuale a 5 marce, il motore con albero a camme in testa e l'aerodinamica (il cx era pari al Turbostar dell’ Iveco), la rendevano, sulla carta (igienica), paragonabile alle autovetture occidentali. La partecipazione della Porsche nello sviluppo della testata (la verniciatura forse) e nella messa a punto del gruppo motore-cambio, costituiva un atout notevole.Tanto che la gente pensava che stesse comprando una Carrera 4 turbo. La linea della vettura ricorda tantissimo la Škoda Favorit (sai che affare) e un po' la FSO Polonez (di male in peggio) nonché la Citroen AX (altro cesso da niente). Con la stessa linea estetica è stata prodotta la Izh 2126 ed è tutt'ora in produzione la ZAZ Tavria. Lanciata nel 1984 in configurazione berlina 2 volumi con portellone (3 o 5 porte), la Samara, sul mercato interno, rappresentava, per l'automobilista medio (abituato a guidare le Zhiguli auto purgative), il sogno evolutivo. Al momento del lancio erano disponibili 3 motori...e 4 vetture, tutti derivati da quelli delle Zhiguli, ma nobilitati da una nuova testata (sviluppata da Porsche) con albero in testa e foglie ai piedi.
Alla base c'era la 1100 con cilindrata di 1099cc da 55cv, mentre al top, e ripeto Top, si collocava la 1500, con cilindrata di 1499cc e potenza di ben 75cv. Ora qui viene spontaneo chiedersi se la Porsche stesse veramente collaborando con la Lada o li stesse solo prendendo per il culo. Data la sua "modernità" la Lada-Vaz decise d'esportare la Samara sui mercati occidentali, in particolare in Francia, Italia (ma perché sempre a noi), Spagna e Germania Occidentale.
La linea, per i mercati più evoluti decisamente superata, i consumi elevati in rapporto a cilindrata e prestazioni e, soprattutto, la scarsa qualità costruttiva frenarono il suc-cesso del modello sui mercati occidentali, nonostante il prezzo competitivo (circa 300 euro di oggi), la buona abitabilità ed il comportamento stradale discreto. Il problema dell'affidabilità e della qualità, comune a tutte le auto d'oltrecortina, era particolarmente grave: la carrozzeria, costruita con scatole di fagioli di scarsa qualità, era presto preda della ruggine, nel senso che ci arrugginiva
anche il proprietario se non scendeva in tempo. La testata, realizzata con alluminio delle scatolette Simmenthal scadente, era soggetta a cedimenti e gli interni, (male) assemblati con plastiche economiche fatte coi soldatini squagliati, si deterioravano rapidamente (pulsanti e levette, inoltre, erano piuttosto fragili) diciamo ornamentali. Inoltre il cambio era disastroso e le sospensioni erano piuttosto rozze,al punto che il presidente della Lada si chiese “...ma che cazzo di macchina abbiamo costruito? “
Per un certo periodo di tempo, la Lada Samara è stata anche prodotta dalla partner Izh Auto (la quale produce attualmente alcuni modelli Kia e alcune versioni di Lada) di Izhevsk con il nome ?? 2126.”

Recensione inviata da Rocco Lacopo di Roma

 VOTA LA LADA SAMARA

QUESTO ARTICOLO FA’ PARTE DELLA SEZIONE LE VOSTRE RECENSIONI E CI E’ STATO INVIATO DA UN LETTORE DI AUTOdiMERDA. CONTRIBUISCI A MIGLIORARLO VOMITANDO SUL MONITOR.




9   COMMENTI :

pietro mastroleo ha detto...

Finalmente vedo chemsi va oltr'alpe,oltr'adriatico ecc. Si deve mettere sul banco degli imputati sta robaccia senza risparmio alcuno.
Pietro Mastroleo

mezzotoscano ha detto...

Io la ribattizzerei Lada "Luamara", versione al femminile del termine "luamaro" che in dialetto veneto significa "letamaio"; tale versione viene talvolta ancora usata per definire donne di facili costumi, o poco avvezze all'uso del bidet, o dedite a stravizi alimentari, caratterizzate in ogni caso dall'aspetto poco seducente.

Thrasher ha detto...

ho visto quest'auto stamane e devo dire che stranamente non ha cappottato alla prima curva e non era troppo tenuta male. Resta il fatto che ha l'aspetto di una cagata di maiale. Insomma vabbè che era prodotta per le strade sovietiche, ma abbassare quel cacchio di retrotreno? sembra di salire in una carrello della spesa!

portaleazzurro ha detto...

Dopo i commenti fatti nelle sedi opportune riguardanti le mie precedenti adm possedute (vale a dire la NSU Prinz e la VW polo -alias Audi 50-), mi tocca commentare, con cognizione di causa, la mia attuale adm e cioè la lada somara 1100 (55 cv !) con motore system porc...a miseria. Il motivo perchè la comprai è presto detto: il prezzo, unito al fatto che a me piacciono le macchine (e non solo) col qulo alto, "anche se somigliano al carrello della spesa" (Con questo rispondo al commento sopra dell'amico Thrasher che ha indovinato il modello della mia auto pur completamente coperta di neve).
Devo dire comunque che tutto sommato mi ci sono affezionato dal momento che fa onestamente il suo dovere e dal meccanico ci vado raramente, anche per non subire il suo sguardo strano (invidia ?, incompetenza ?). Le poche volte che si è guastata in modo serio (una volta alla frizione e una volta alla cinghia di distribuzione) lo ha fatto senza arrecarmi particolare danno nel senso che si è guastata il giorno prima di partire per un viaggio impegnativo e quindi ho dovuto usare l'auto di mio figlio o il treno. (Non sarà che la mia Somara c'ha l'anima... ?). (A proposito di guasti, stasera ho dovuto avviarla con i cavi...avevo lasciato accese le luci per tutto il pomeriggio).
Tracce di ruggine: scarsissime. Consumo: superiore alle concorrenti, ma si sa che viaggiare in un'auto esclusiva e prestigiosa richiede qualche sacrificio. La più grande soddisfazione ? La volta che feci da traino ad una Mercedes in panne.
Quando vado ad una festa di matrimonio non resisto alla tentazione di parcheggiarla a fianco di auto blasonate e costose per metterla a confronto con loro: tutto sommato la differenza non è poi tanta dal momento che hanno tutte quattro ruote e per camminare hanno bisogno del carburante. In sala poi si aspettano da un momento all'altro di trovarsi faccia a faccia col tenente Colombo...
Se la ricomprerei ? A questa domanda mi avvalgo della facoltà di non rispondere. (Se rispondessi sinceramente lei se la potrebbe prendere a male).
Dal numero esiguo di commenti deduco che le vetture di questo tipo vendute in Italia siano state poche. Per salvaguardare queste rarità a volte penso che sarebbe necessario creare, che sò, una Fondazione per salvaguardare e trasmettere il prestigioso patrimonio tecnico racchiuso in ogni esemplare di questa marca, e un Lada Somara Club in cui tutti i fortunati possessori di questo modello Lada possano scambiarsi esperienze tecniche, organizzare raduni e commiserarsi a vicenda.
Anche se mi sembra prematuro pensare alla sua sostituzione (gode ottima salute, con grave disappunto dei miei familiari) ciò non ostante a volte mi sorprendo a vagliare possibili sostitute.
Visti i precedenti non potrà che essere un'altra adm: una Dacia SW ?, Una Lada Niva ? Si vedrà.
Di una cosa sono sicuro : (e in questo sito faccio promessa solenne) Non sarà una Toyota Yaris VERSO, non sarà un'Opel Corsa/Suzuki Splash, non sarà un'Audi A2, non sarà una BMW serie 1, non sarà una Renault Megane (col qulo basso dietro),
non sarà UNA DAIHATSU MATERIA....auto di merda sì, ma a tutto c'è un limite!
Ciao.
P.S. (per AdM) Al più presto mi iscrivo al forum.

Thrasher ha detto...

AHAH! il commento di portaleazzurro è fantastico! Comunque anche io sono un'estimatore di Lada, e sinceramente se potessi farei venir qui una Lada 2107 nuova di fabbrica dalla Russia!

PS: bello smacco per il tizio in Merdecess!

Sugunnu ha detto...

Ho imparato a guidare su un maggiolino, poi sono passato alle fiat con una 126, poi Ritmo 105, poi Punto (auto di mio padre). Quando sono andato via di casa ho comprato una Bravo che è ancora la mia auto: oggi 343000 senza mai toccare il motore, senza guai e ancora raggiunge i 190 all'ora!!!
Questa lunga premessa per farvi capire che ho sempre guidato auto modeste, ma tutte ottime e affidabili.
Detto questo, qualche anno fa, mi prestarono per qualche giorno una Lada Samara perchè la mia Bravo era in riparazione.
Ricordo la Samara con tenerezza...
Auto a 5 porte piuttosto spaziosa, pagava la politica della casa madre di produrre una vettura economica.
Prestazioni del propulsore sotto la media; se schiacciavi ti illudeva con un briciolo di spinta ai bassi giri (ovvio, il motore era 8 valvole???), ma poi crollava col salire del numero di giri, accompagnandoti però con un rumoraccio così funesto da convincerti a cambiare immediatamente marcia.
Ricordo una discreta maneggevolezza nonostante le dimensioni non fossero così contenute; quando facevo le curve però avevo paura di ribaltare.
In effetti il rollio e il beccheggio (solo in frenata) ti incutevano una certa insicurezza sia in curva che in frenata!!!
Scusate ma il mio vecchio VW Maggiolino ai tempi si guidava molto meglio.....
Gli interni erano veramente orribili; diciamo che, entrando in auto, confermavano l'impressione che ti dava dall'esterno la Samara:
uno schifo totale!!!
Il colpo di grazia me lo diedo un collega, quando arrivai la prima mattina a lavoro:
Rimase 1 minuto e 46 secondi piegato a ridere, poi mi disse:
SAMARA??? DOVE L'HAI TROVATA, AL NIGHT???
Ci rimasi malissimo, ma qualche giorno dopo, quando tornai alla mia Bravo, mi convinsi che è meglio una piccola auto italiana che una media auto straniera.
Ciao e grazie a tutti

Anonimo ha detto...

Tipica linea delle utilitarie anni '80. Oggi mi fanno cagare un po' tutte,ma allora piacevano così...

Anonimo ha detto...

Un vero catorcio; certo che infierire sulle auto dell'ex blocco comunista è fin troppo facile!

Anonimo ha detto...

esatto, non è valido. l'alternativa era probabilmente la bicicletta

Inserisci un Commento

Oppure SCRIVI la tua recensione su AUTOdiMERDA!


Attenzione: questo sito non vuole promuovere propagande diffamatorie nei confronti dei modelli e dei marchi citati che appartengono ai legittimi proprietari e non sono concessi in licenza. I contenuti sono rielaborazioni umoristiche e surreali degli autori e non si riferiscono in alcun modo alle reali specifiche tecniche, qualitative e di sicurezza dei veicoli. Il sito non e' responsabile dei commenti pubblicati dagli utenti.
Ulteriori informazioni disponibili alla pagina Disclaimer.
Home - Torna su